Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

sundance76

Moderators
  • Content Count

    9197
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    100

Posts posted by sundance76

  1. Ma non fregano niente a nessuno le idee per il futuro o per le auto di serie! L'importante è la vernice di facciata, per il resto non c'è un grammo di legame tra la F1 e il resto dell'universo. E' solo, sottolineo, solo, uno spettacolo televisivo per guadagnare molti soldi. La "ricerca" è finita oltre quarant'anni fa.

  2. La rubrica di Mario Donnini "Cuore da Corsa" su Autosprint questa settimana è incentrata proprio su un incontro-intervista con Jacques, che festeggia i 25 anni di corse, racconta le sue migliori gare e ovviamente dice la sua sulla F1 di oggi, su Alonso, Vettel, macchine, piste. Cinque pagine che meritano la lettura.

    Gli inglesi di Autosport (e il resto dei media) hanno tratto dall'intervista di Donnini la loro news circa le dichiarazioni di Jacques.

  3. Dall'articolo di Omnicorse postato da Mauro nella sezione tecnica, ecco un pezzo che mi ha fatto godere:

    "Adrian Newey teme che il “cuore” (inteso come motore) possa tornare ad essere un elemento prestazionale tale da condizionare i risultati dei Gp: si è lamentato su Autosprint, lasciando intendere che gli ulteriori vincoli aerodinamici possono riportare la ricerca sulla meccanica. E non è detto che sia un male: dove sta scritto che la F.1 debba essere solo un esercizio di galleria del vento?"

  4. Deduco che la risposta è negativa.

    E qualcosa mi dice che nessuno di noi ha mai incrociato il libro "Grand Prix" di Barré Lyndon, pubblicato nel 1935 :asd:

    Però deve essere interessante, tratta della stagione 1934, compresa Indianapolis:

    Peccato che costi centinaia di sterline :asd:

    2i8vfpx.jpg

    2s85o5g.jpg

    1z171na.jpg

    2dgkx3q.jpg

    19lhjc.jpg

    • Like 1
  5. Invece per me non è affatto giusto che sia imposta una identica architettura a tutti. Se uno vuole 6 cilindri e un altro 16, devono poterlo fare.

    Non sono d'accordo nemmeno sulla cilindrata: nel 1961-1965 la F1 era 1500 aspirato, quindi molto piccola secondo i tuoi parametri, eppure le macchine andavano molto più veloci delle precedenti 2500 (1954-1960) o 4500 (1947-51)........

    Le auto di serie americane sono sempre state enormi, non mi pare un parametro indicativo, e la F1 in varie fasi della sua storia aveva una cilindrata di 3000 cc. E magari contemporaneamente c'erano le vetture Endurance da 5000 o addirittura 7000.......

  6. Con me sfondi una porta aperta, ma appunto, come tu dici, l'attuale Mondiale non mi attira più. Ero grande appassionato fino al 1996, poi accorciarono le gare in modo davvero eccessivo, eliminarono le tappe in notturna, introducendo cazzate come il superrally ecc. ecc. inoltre, come dice mammamia, le macchine sembrano tutte uguali, velocissime ma omogeneizzate nel comportamento.... E allora meglio i rally storici....

    • Like 2
  7. Siffert aveva una gomma posteriore che si stava sgonfiando, ma riuscì a percorrere gli ultimi giri col cuore in gola e a ottenere la sua seconda vittoria in un GP valido per il Mondiale. La sua vittoria schiacciante fece nascere qualche mormorio teso a sminuire Stewart che, pur vincendo il titolo, veniva sommessamente accusato di non vincere più appena capitava che non avesse la miglior macchina del giorno...

    • Like 1
  8. Oggi ci sarebbe da sghignazzare di disprezzo (o disperazione...) al solo pensare che anni fa su una griglia di partenza potevi trovare contemporaneamente un motore Ferrari V12, un Ford V8, un Matra V12, un BRM H16, un Maserati V12, un Repco V8, un Weslake V12...

    • Like 1
×
×
  • Create New...