Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

sundance76

Moderators
  • Content Count

    9230
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    102

Posts posted by sundance76

  1. 17 minuti fa, KingOfSpa ha scritto:

    @sundance76

    La Cina è il primo mercato in cui tesla porterà le batterie nuove. 

     

    Costi del 10-30% giù e autonomia migliorata. 

     

    Normale che anche Lotus che è cinese faccia la stessa cosa 

    Sì, ma l'articolo dice molto altro.

  2. https://blog.quattroruote.it/viamazzocchi/la-cina-e-vicina-e-cancella-la-benzina/

    "Povero Colin Chapman, se guarderà da lassù che cosa bolle in pentola in casa Lotus davvero si starà tarantolando visto come la pensava da vivo. Non solo il nuovo proprietario cinese Li Shufu (che possiede anche la Volvo ed è pure il principale azionista della Mercedes) vuole a breve una SUV Lotus, ma ha già imposto al management dell’ex brand inglese di chiuderla qui con le vetture a benzina, l’ultima delle quali arriverà a fine anno con un prezzo tra i 60 e i 110 mila euro.

    Da questa in avanti le Lotus saranno soltanto elettriche pure, senza nessun passaggio intermedio all’ibrido. E chissenefrega della storia, delle corse e di tutto quell’heritage che ai cinesi importa zero. Il mondo adesso deve andare dove la Cina pretende e addirittura impone. Già, perché se qualcuno avesse ancora dei dubbi,  i nipoti di Mao detengono il 90% dei giacimenti mondiali di cobalto, nichel e litio e sono più avanti di tutti riguardo le conoscenze sul processo industriale per produrre le batterie.

    Il recente lancio dell’Hipercar  elettrica Evija da oltre 2 milioni e mezzo di Euro per appena 130 esemplari è stato il messaggio lanciato dalla Lotus al mondo dell’auto. Questo è lo stato dell’arte che aprirà la strada a tutta la produzione che arriverà dal 2022 in avanti. Basta con la benzina che è un carburante non controllato dai cinesi e non è in linea con gli interessi economici della nazione. La conquista del mondo muove anche dal dominio delle materie prime e della tecnologia. Il primo grande passo è stato compiuto con l’elettronica di largo consumo fornendo in esclusiva le big del settore, da Apple ad Amazon, da Hp a Sony oppure a Microsoft, poi toccherà alle auto, possibilmente a tutte le auto perché anche i grandi colossi del secolo scorso dovranno scendere a patti comprando le batterie in Cina oppure facendosele in casa ma giocoforza con gli ingredienti indispensabili che si possono comperare soltanto oltre la Grande Muraglia.

    È da miopi non accorgersi che giorno dopo giorno qualche cosa di occidentale passa in mani cinesi, accade senza troppo clamore perché loro stanno ben attenti a non dare troppo nell’occhio. Ma l’avanzata è continua e costante, settore dopo settore, e tutto questo passa per inevitabile. I Governi si genuflettono perché risolvono puntualmente problemi contingenti e non si accorgono della rete globale che ci sta avvolgendo, ma quando ci sveglieremo sarà troppo tardi, tutti legati mani e piedi al Dragone che ci inghiotte. Le auto non inquineranno, le aziende vinicole avranno una produzione efficientissima, le griffe della moda avranno nuovi tessuti, i porti avranno il traffico in costante crescita e il grande cassiere a Pechino costruirà nuovi forzieri. Se questa è la globalità, auguri per i nostri figli.

    "

    • Like 1
  3. 8 minuti fa, sundance76 ha scritto:

     

    Qui c'è una foto della  vettura di Zehender ai box, però su due piedi non ricordo immagini in pista di questa W 25K del '36 con carrozzeria normale e motore DAB. Forse non ha girato mai.

     

    Rettifico. Sul libro di George Monkhouse "Motor racing with Mercedes-Benz" al capitolo sull'Avus '37 c'è scritto che "During practice Zehender blew up his twelve-cylinder engine, which caused Neubauer to utter a few well-chosen words".

  4. Non avevo mai fatto caso che all'Avus 1937 (dove fu compiuto il giro più veloce in una corsa  in circuito fino a Indy '71), la Mercedes oltre al modello carenato (Streamliner) e alla normale vettura '37 modello W 125 con motore M 125 da 5700 a 8 cilindri, schierò anche tre "vecchie" W 25K del '36:

    - una  W 25K '36 venne allestita con carrozzeria "Streamliner" per Lang (in rettilineo fece i 390 kn/h) e motore M 125

    - un'altra W 25K '36 sempre "Streamliner" per Brauchitsch, ma  col micidiale motore DAB 5600 a 12 cilindri da ben 700 cavalli, motore che esordiva.

    - un'altra W 25K '36 per Zehender, ma  con carrozzeria normale  e con motore DAB.

    Il fatto è che Zehender non prese il via perché la sua vettura non fu approntata in tempo. 

    Qui c'è una foto della  vettura di Zehender ai box, però su due piedi non ricordo immagini in pista di questa W 25K del '36 con carrozzeria normale e motore DAB. Forse non ha girato mai.

    PLqzJ5r.jpg

    • Like 2
  5. Nel 1978 Al Unser Sr è il primo pilota a vincere tutte le tre gare da 500 miglia della stagione: Indy, Pocono e Ontario.

    A Indy coglie la terza affermazione dopo quelle del '70 e '71 (e ne vincerà una quarta, nel 1987):

    B49rgEe.jpg

    4cqanvH.jpg

    • Like 1
  6. Il 13/9/2020 at 18:21 , Ayrton4ever ha scritto:

     

    Mi ricorda un po' la situazione di Ayrton a fine '93, l'ipotesi che potesse andare negli Usa era un problema.

    Io ricordo che era a fine '92, al punto che fece un test sull'ovale di Phoenix con la Penske.

    Invece a fine '93 aveva già il contratto Williams in tasca sin dai primi di settembre.

    • Like 3
  7. Lo sapevo, lo sapevo, alla terza partenza ho pensato: "Sta' a vedere che a fine gara Ross Brawn dirà che la gara ha mostrato la bontà della frammentazione dell'evento in tre brevi manches, e che questa ipotesi sarà valutata seriamente insieme alla griglia invertita", e in quell'esatto momento quell'inenarrabile Gené lo ha detto: "Sarebbe bello, come tre gran premi in una giornata, ma la Mercedes si è opposta"....

    • Like 2
  8. Magnifica immagine di Brauchitsch su Mercedes-Benz W 125 mentre sfreccia sul rettilineo di partenza al G.P. di Monaco '37, una delle gare più combattute di sempre, dove il tedesco colse una delle sue non frequenti vittorie, riuscendo una volta tanto a battere il compagno di team Caracciola.

    uV5wxkM.jpg

    • Like 2
  9. 4 ore fa, sundance76 ha scritto:

    Doppio ritiro delle Ferrari a Monza, non accadeva dal 1995  con Alesi 1° e Berger 2°, ma all'epoca le cose andavano male perché non c'avevamo un pluricampione del mondo che spiegasse ai meccanici e ai fornitori come fare i coprimozzi o come fissare le telecamere Fom all'alettone.

     

    Ah, ma quest'anno il pluricampione ce l'avevamo.

    • Like 2
  10. Doppio ritiro delle Ferrari a Monza, non accadeva dal 1995  con Alesi 1° e Berger 2°, ma all'epoca le cose andavano male perché non c'avevamo un pluricampione del mondo che spiegasse ai meccanici e ai fornitori come fare i coprimozzi o come fissare le telecamere Fom all'alettone.

     

    • Like 4
×
×
  • Create New...