Jump to content
Advertisement
GLI ULTIMI ARTICOLI
Advertisement

Radio Paddock 2017


Ferrari F1
 Share

Recommended Posts

Non ho creduto al ritorno di Kubica neanche per un nanosecondo. Mi spiace per Kubo, penso iniziasse a crederci veramente, ma la F1 oggi è crudelmente veloce, e lui ha perso troppi anni.

Le parole di Villeneuve piccolo son brutte e volgari. Archivieremo noiosamente anche queste, insieme ad altre numerosissime sparate.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, The Rabbit ha scritto:

Gli tira ancora il culo per il 2006. Patetico.

Il "messo in difficoltà da Petrov" è la parte migliore :rotfl2:

Pensa come gli tirerà il culo quando gli toglierà anche il posto in Sky :asd: 

  • Lol 2
Link to comment
Share on other sites

No, dai. Bisogna distinguere l'abilità di pilota rispetto al (dubbio) contenuto della scatola cranica.

Villeneuve jr ha portato a compimento il percorso intrapreso del padre; ha vinto Indy 500, campionato statunitense e del mondo piloti vetture monoposto. Non per caso. Un curriculum stratosferico che lo pone ai vertici.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, 330tr ha scritto:

No, dai. Bisogna distinguere l'abilità di pilota rispetto al (dubbio) contenuto della scatola cranica.

Villeneuve jr ha portato a compimento il percorso intrapreso del padre; ha vinto Indy 500, campionato statunitense e del mondo piloti vetture monoposto. Non per caso. Un curriculum stratosferico che lo pone ai vertici.

Ma non è neanche che dica solo cazzate, spesso fa considerazioni interessanti... diciamo che questo suo voler essere sempre tranchant, lo porta a pestare qualche merda di troppo.

La sua opinione sul ritorno di Kubica non mi scandalizza neanche, non è l'unico a pensarla in questo modo ma potrebbe esprimerla senza mancargli di rispetto.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Kitt ha scritto:

Concordo...non lasciatevi "trasportare"... ;)

Villeneuve è stato un signor pilota...pochi dubbi su questo

Non ho detto questo, é stato un gran pilota, ma sicuramente facilitato dal nome che porta. Quando correva in F3 c'erano diversi piloti più meritevoli di lui e che magari avrebbero gradito una Williams nel 96.

E ora si permette di criticare Kubica, per lui agevolato...da un handicap! Che signore...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

In questo momento, wastegate ha scritto:

Non ho detto questo, é stato un gran pilota, ma sicuramente facilitato dal nome che porta. Quando correva in F3 c'erano diversi piloti più meritevoli di lui e che magari avrebbero gradito una Williams nel 96.

E ora si permette di criticare Kubica, per lui agevolato...da un handicap! Che signore...

Ammetto la mia ignoranza...mi fai qualche nome?

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, Kitt ha scritto:

Ammetto la mia ignoranza...mi fai qualche nome?

Non ho grossa memoria storica, mi ricordo qualche resoconto degli AS dell'epoca, mi pare 89 e 90. A memoria mi pare le beccasse regolarmente dai vari Zanardi, Morbidelli, Naspetti, Angelelli...credo vinse anche qualche gara, ma se avessi dovuto pronosticarlo campione del mondo da quei risultati, eravamo ben lontani.

Link to comment
Share on other sites

Però, mi sembra, che di tutti quelli che hai citato l' unico ad aver vinto in monoposto i titoli piu' importanti sia stato il "figlio di papà"

Gli altri dispersi...del resto anche Schumacher nelle categorie inferiori le prendeva da Wendlinger...era piu' meritevole anche il buon vecchio Karl?

mmm, mah...

 

Link to comment
Share on other sites

In questo momento, Kitt ha scritto:

Però, mi sembra, che di tutti quelli che hai citato l' unico ad aver vinto in monoposto i titoli piu' importanti sia stato il "figlio di papà"

Guardiamo anche le macchine che hanno guidato, però.

Link to comment
Share on other sites

In questo momento, Kitt ha scritto:

Però, mi sembra, che di tutti quelli che hai citato l' unico ad aver vinto in monoposto i titoli piu' importanti sia stato il "figlio di papà"

Gli altri dispersi...del resto anche Schumacher nelle categorie inferiori le prendeva da Wendlinger...era piu' meritevole anche il buon vecchio Karl?

mmm, mah...

 

Il suo discorso era riferito alle opportunità avute in relazione ai risultati nelle categorie propedeutiche.

Penso che sia un fatto oggettivo che però vale per molti altri piloti, figli d'arte e non.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, MauroC ha scritto:

Il suo discorso era riferito alle opportunità avute in relazione ai risultati nelle categorie propedeutiche.

Penso che sia un fatto oggettivo che però vale per molti altri piloti, figli d'arte e non.

Esatto, bella dote la capacità di sintesi...:D

Link to comment
Share on other sites

Jacques si è costruito la carriera via via. Ha imparato lentamente, senza mostrare inizialmente particolare velocità, ma intelligenza e concretezza. Tutto il contrario del padre. Un caso? Una scelta "stilistica"? Fatto sta che anche nelle dichiarazioni prende sempre le distanze da Gilles, affermando (e dimostrando) di essere molto diverso. Gira alla larga dalla Ferrari, non considerandola mai un'ipotetica meta. Ha acquisito nel tempo velocità e padronanza, scalando classifiche in giro per il mondo: Nippon, Atlantic fino alla Cart. Si conquista strameritandolo il posto tra i migliori e svetta, vincendo il campionato mondiale di F1, e lì termina la sua carriera, ancora giovanissimo, trascinandosi stancamente per anni (un po' come Fittipaldi), perdendo classe e velocità. Pare non abbia ancora trovato una sua dimensione fuori dalle corse.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • R18 locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...