Jump to content
Advertisement
GLI ULTIMI ARTICOLI
Advertisement

Radio Paddock 2017


Ferrari F1
 Share

Recommended Posts

24 minuti fa, 330tr ha scritto:

Jacques si è costruito la carriera via via. Ha imparato lentamente, senza mostrare inizialmente particolare velocità, ma intelligenza e concretezza. Tutto il contrario del padre. Un caso? Una scelta "stilistica"? Fatto sta che anche nelle dichiarazioni prende sempre le distanze da Gilles, affermando (e dimostrando) di essere molto diverso. Gira alla larga dalla Ferrari, non considerandola mai un'ipotetica meta. Ha acquisito nel tempo velocità e padronanza, scalando classifiche in giro per il mondo: Nippon, Atlantic fino alla Cart. Si conquista strameritandolo il posto tra i migliori e svetta, vincendo il campionato mondiale di F1, e lì termina la sua carriera, ancora giovanissimo, trascinandosi stancamente per anni (un po' come Fittipaldi), perdendo classe e velocità. Pare non abbia ancora trovato una sua dimensione fuori dalle corse.

Pienamente d' accordo

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

In questo momento, Kitt ha scritto:

Certo...ma quello che ha fatto dopo giustifica tutto...sintesi e non 

 

Nessuno lo discute.

Di fatto se si lamenta dell'opportunità concessa a Kubica che toglierebbe spazio ad altri giovani, ha poca coscienza delle opportunità che ha avuto lui e del posto che lui stesso avrebbe sottratto ad altri sulla carta più meritevoli.

Link to comment
Share on other sites

58 minuti fa, Kitt ha scritto:

I giovani dovrebbero dimostrare di essere migliori di Kubica...ma si sa, quello conta ma non è indispendabile

Forse è il contrario: è Kubica a dover dimostrare che, nonostante l'incidente e l'età, può essere un investimento migliore di un giovane

1 ora fa, 330tr ha scritto:

Jacques si è costruito la carriera via via. Ha imparato lentamente, senza mostrare inizialmente particolare velocità, ma intelligenza e concretezza. Tutto il contrario del padre. Un caso? Una scelta "stilistica"? Fatto sta che anche nelle dichiarazioni prende sempre le distanze da Gilles, affermando (e dimostrando) di essere molto diverso. Gira alla larga dalla Ferrari, non considerandola mai un'ipotetica meta. Ha acquisito nel tempo velocità e padronanza, scalando classifiche in giro per il mondo: Nippon, Atlantic fino alla Cart. Si conquista strameritandolo il posto tra i migliori e svetta, vincendo il campionato mondiale di F1, e lì termina la sua carriera, ancora giovanissimo, trascinandosi stancamente per anni (un po' come Fittipaldi), perdendo classe e velocità. Pare non abbia ancora trovato una sua dimensione fuori dalle corse.

Fittipaldi però ha trovato una seconda giovinezza negli States, vincendo un campionato CART e due Indy 500

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

Forse è il contrario: è Kubica a dover dimostrare che, nonostante l'incidente e l'età, può essere un investimento migliore di un giovane

 

Quello lo davo per scontato, nel senso che se Kubica non si dimostra competitivo non viene nemmeno preso in considerazione...SE viene preso in considerazione vuol dire che hanno constatato che ancora può stare in F1

Le dimostrazioni devono essere da entrambe le parti ovviamente

Link to comment
Share on other sites

Ormai era diventato il classico segreto di pulcinella :zizi: L'accoppiata non ha funzionato purtroppo. Da quel test ad Abu Dhabi con Vadoorne a fine 2014 le cose sembravano solo destinate a migliorare, eppure i passi avanti son stati veramente pochi. Peccato. Soprattutto è un peccato che in futuro McLaren-Honda riporterà alla mente (anche) questa parentesi negativa.

Adesso c'è da porsi qualche domanda:
1. Quanto sarà competitiva la McLaren-Renault? Ora non ci sono più scuse, se il trattamento è paritario a quello di RedBull mi aspetto che le due Mclaren si inseriscano stabilmente nella lotta tra i primi. Il che sarebbe decisamente interessante.
2. Alonso resterà? A questo punto sembrerebbe cosa fatta il rinnovo, però...
3. Toro Rosso diventerà un top team o sprofonderà in fondo alla classifica? Che possibilità (probabilità) ci sono che tutto questo movimento di mercato dia una bella scossa ai giapponesi?
4. Kvyat è fuori dai giochi? O il fatto di essere in un mezzo top team darà la scossa pure a lui?

Link to comment
Share on other sites

51 minuti fa, The Rabbit ha scritto:

Una gran fortuna, per tutti i protagonisti in gioco. Anche per Honda che forse, lavorando con Toro Rosso, subirà una minor esposizione mediatica rispetto a questi anni.

McLaren, dal canto suo, potrà tornare a posizioni più dignitose per un team del suo blasone, mentre Alonso potrebbe trovarsi tra le mani la monoposto più competitiva dai tempi della gloriosa (:asd:) F138 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, giovanesaggio ha scritto:

Ormai era diventato il classico segreto di pulcinella :zizi: L'accoppiata non ha funzionato purtroppo. Da quel test ad Abu Dhabi con Vadoorne a fine 2014 le cose sembravano solo destinate a migliorare, eppure i passi avanti son stati veramente pochi. Peccato. Soprattutto è un peccato che in futuro McLaren-Honda riporterà alla mente (anche) questa parentesi negativa.

Adesso c'è da porsi qualche domanda:
1. Quanto sarà competitiva la McLaren-Renault? Ora non ci sono più scuse, se il trattamento è paritario a quello di RedBull mi aspetto che le due Mclaren si inseriscano stabilmente nella lotta tra i primi. Il che sarebbe decisamente interessante.
2. Alonso resterà? A questo punto sembrerebbe cosa fatta il rinnovo, però...
3. Toro Rosso diventerà un top team o sprofonderà in fondo alla classifica? Che possibilità (probabilità) ci sono che tutto questo movimento di mercato dia una bella scossa ai giapponesi?
4. Kvyat è fuori dai giochi? O il fatto di essere in un mezzo top team darà la scossa pure a lui?

Può darsi che la McLaren 2018 possa essere effettivamente una vettura da podio in qualche gara, qualora il motore Renault dovesse rivelarsi più affidabile di quanto stiamo vedendo quest'anno in Red Bull. La permanenza di Alonso era praticamente legata all'addio di Honda, al 99% direi che ci siamo.

Toro Rosso sarà facilmente ultima ruota del carro in buona parte delle gare dall'anno prossimo, visto che Sauber avrà motori Ferrari nuovi. Un grosso peccato, ma ho la sensazione che trarranno un qualche giovamento dall'avere accettato lo scambio di motori con McLaren. Direi che i piloti saranno Gasly e Matsushita, tuttalpiù il francese verrà messo un altro anno in naftalina per far correre Kvyat, non ne vedrei il senso ma tant'è...

Link to comment
Share on other sites

38 minuti fa, Kitt ha scritto:

E dopo questa vado a puntare tutto sulla vittoria di un pilota Toro Rosso-Honda per il mondiale 2018

:asd:

un euro su Gasly lo punterò di certo.:asd:

 

22 minuti fa, TexasTerror ha scritto:

L'anno prossimo ci sarà un interessante confronto tra RedBull e McLaren. A parità di cavalleria vedremo effettivamente il livello meccanico e telaistico della McLaren. 

Diamo comunque un po di tempo a quelli della McLaren di adattare la macchina. Secondo me hanno veramente fatto di tutto pur di far funzionare quel motore

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Dark One ha scritto:


McLaren, dopo il tracollo dei test, ha cercato di convincere Honda a compare tecnologia da Mercedes e richiedere consulti per lo sviluppo. I giapponesi si sono rifiutati perché.. non volevano che in Mercedes scoprissero i segreti della loro PU 

Meraviglioso

  • Like 1
  • Lol 2
  • Love 1
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Dark One ha scritto:

PU identica a Renault e Red Bull. Vi trascrivo qui qualche informazione in più: (da Autosport, da prendere come sempre con le pinze):
McLaren, dopo il tracollo dei test, ha cercato di convincere Honda a compare tecnologia da Mercedes e richiedere consulti per lo sviluppo. I giapponesi si sono rifiutati perché.. non volevano che in Mercedes scoprissero i segreti della loro PU (si, potete ridere da qui). Allora in McLaren hanno posto un ultimatum, chiedendo che Honda raggiungesse i livelli dei clienti Mercedes entro Spa. Nonostante gli aggiornamenti, hanno miseramente fallito. A questo punto, non hanno più retto ed è esploso il tutto. Il divorzio è stato possibile perché Honda non è riuscita a rispettare quanto concordato.

In McLaren pensano che un motore Renault perfettamente funzionale, con le mappature adatte e il carburante BP (tutte cose che avranno, BP è già partner da quest'anno) sia circa 5 cavalli più veloce di un Mercedes clienti e quindi tra i 10 e i 15 più lento di uno Mercedes ufficiale (a causa delle mappature che i tedeschi non danno ai clienti). Il motore Renault attuale gira sottopotenziato di 20 cavalli circa per ragioni di affidabilità che stanno correggendo in vista del 2018.

Il rinnovo di Alonso è praticamente una formalità adesso.

Grazie Dark! Sappi che sei il mio punto di riferimento per sapere cosa succede in McLaren...

Ho dei dubbi che torneremo a vincere ma meglio dell'agonia di questi ultimi 3 anni è di sicuro.

Link to comment
Share on other sites

  • R18 locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...