Jump to content
Advertisement
GLI ULTIMI ARTICOLI
Advertisement

Radio Paddock 2017


Ferrari F1
 Share

Recommended Posts

per il paasso indietro si parlava di eliminare uno dei due motori elettrici (l'MGU_H) e lasciare un Kers magari di maggior potenza. Comunque ormai pure io mi sono lasciato convincere che un ritorno indietro a mostri apirati, di grande cilindarata e super potenti, senza ammenicoli futuristici sia impensabile...il futuro elettrico dell'auto, il mercato, l'ambiente...poi scopro che la lamborgini huracan gt3 ha un V10 5000 di cilindrata...

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Nemo981 ha scritto:

per il paasso indietro si parlava di eliminare uno dei due motori elettrici (l'MGU_H) e lasciare un Kers magari di maggior potenza. Comunque ormai pure io mi sono lasciato convincere che un ritorno indietro a mostri apirati, di grande cilindarata e super potenti, senza ammenicoli futuristici sia impensabile...il futuro elettrico dell'auto, il mercato, l'ambiente...poi scopro che la lamborgini huracan gt3 ha un V10 5000 di cilindrata...

Fin quando la prestazione massima (ma con una ricerca smodata alla prestazione) sarà appannaggio dei motori a combustione potrebbero anche avere un senso, ma con l'ottimizzazione delle batterie, dei motori, sistemi di recupero di energia ecc, ecc..  si arriverà al punto che l'elettrico, sia per i pesi, che per la potenza erogata sarà difficile ignorarlo (e non mancherà molto), e visto che la F1 non potrà vivere in un mondo parallelo, e se vorrà considerarsi ancora la categoria "regina", dovrà prima o poi cedere all'elettrico, o chiudere la sua gloriosa storia cedendo il testimone a un nuovo campionato. Si può rimandare quando si vuole, ma ormai è scritto.

limitazioni all'innovazione sfrenata le imporrei in settori che sacrificano le qualità dei piloti.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, djbill ha scritto:

 

Io sono più propenso a credere ad una parte ibrida standardizzata come la centralina...

Sarebbe abbastanza triste. Piuttosto preferirei un motore Cosworth 2.0, non ibrido ma con una potenza paragonabile a quella delle PU attuali... Un po' come il V10 "strozzato" della Toro Rosso del 2006, un motore non avanzato dal punto di vista ingegneristico ma abbastanza competitivo per le scuderie di fascia bassa.

E poi, beh, non è un mistero che stiano cercando anche altri motoristi da coinvolgere... Audi, Toyota e Porsche sono i primi nomi che mi vengono in mente (per ovvi motivi :asd:). E del resto non è che all'ultima riunione si siano sbattuti più di tanto per nascondere la cosa:P

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, MagicSenna ha scritto:

Standardizzare un bel pò di inutile "sviluppo" sulle alette no ? 

No, nel senso che non ne vedo il motivo :nonso: La storia del motorsport è fatta di sviluppi inutili (e non solo aerodinamici), per cui ben vengano. Poi beh, proprio proprio inutili inutili non sono (altrimenti le macchine girerebbero ugualmente bene anche senza alette e bandelle, eppure svariati episodi dimostrano il contrario), sicuramente sono quei "dettagli" che differenziano una Mercedes da una Manor

Link to comment
Share on other sites

In questo momento, giovanesaggio ha scritto:

No, nel senso che non ne vedo il motivo :nonso: La storia del motorsport è fatta di sviluppi inutili (e non solo aerodinamici), per cui ben vengano. Poi beh, proprio proprio inutili inutili non sono (altrimenti le macchine girerebbero ugualmente bene anche senza alette e bandelle, eppure svariati episodi dimostrano il contrario), sicuramente sono quei "dettagli" che differenziano una Mercedes da una Manor

perchè le vetture dovrebbero privilegiare altre cose. E' inutile sacrificare l'essenza della competizione motoristica in nome dei costi, se poi altrettanti soldi vengono incanalati in simulatori, alette e modelli di turbolenza. 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Continuo a non essere convinto che la F1 debba per forza perseguire a tutti i costi la strada dell'elettrico. Se vuoi essere la categoria più interessante dal punto di vista del telespettatore, la tecnologia è una parte tutto sommato marginale: conta molto di più avere vetture potenti e difficili da guidare, dove il pilota possa fare la differenza e dove sia possibile ingaggiare delle lotte in pista.

Sarebbe quasi da fare un sondaggio, chiedendo agli appassionati di oggi se smetterebbero di seguire la F1 qualora la categoria eliminasse completamente la parte elettrica: non credo si arriverebbe ad un 5% di risposte positive.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

5 hours ago, giovanesaggio said:

Sarebbe abbastanza triste. Piuttosto preferirei un motore Cosworth 2.0, non ibrido ma con una potenza paragonabile a quella delle PU attuali... Un po' come il V10 "strozzato" della Toro Rosso del 2006, un motore non avanzato dal punto di vista ingegneristico ma abbastanza competitivo per le scuderie di fascia bassa.

E poi, beh, non è un mistero che stiano cercando anche altri motoristi da coinvolgere... Audi, Toyota e Porsche sono i primi nomi che mi vengono in mente (per ovvi motivi :asd:). E del resto non è che all'ultima riunione si siano sbattuti più di tanto per nascondere la cosa:P

Triste fino ad un certo punto. L'efficienza di queste PU è mostruosa: V6 da 1.6L e 105kg di benzina per un GP. La standardizzazione è un modo per salvare Honda e Renault che non c'hanno sempre capito poco della parte elettrica...

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Yoong ha scritto:

Fin quando la prestazione massima (ma con una ricerca smodata alla prestazione) sarà appannaggio dei motori a combustione potrebbero anche avere un senso, ma con l'ottimizzazione delle batterie, dei motori, sistemi di recupero di energia ecc, ecc..  si arriverà al punto che l'elettrico, sia per i pesi, che per la potenza erogata sarà difficile ignorarlo (e non mancherà molto), e visto che la F1 non potrà vivere in un mondo parallelo, e se vorrà considerarsi ancora la categoria "regina", dovrà prima o poi cedere all'elettrico, o chiudere la sua gloriosa storia cedendo il testimone a un nuovo campionato. Si può rimandare quando si vuole, ma ormai è scritto.

limitazioni all'innovazione sfrenata le imporrei in settori che sacrificano le qualità dei piloti.

Il problema dei motori elettrici non è né il peso né la potenza ma l'autonomia molto limitata che danno le batterie e il loro peso. Per fare un esempio i V6 attuali pesano 145 kg mentre l'MGU-K pesa appena 7 kg per 120 kW di potenza.  In più i motori elettrici hanno un'efficenza che può superare il 95% e sono di una semplicità unica e non necessitano né di lubrificazione né di raffreddamento. In teoria il motore elettrico batte il motore a combustione millanta a zero.

Link to comment
Share on other sites

3 minutes ago, Paolo93 said:

Il problema dei motori elettrici non è né il peso né la potenza ma l'autonomia molto limitata che danno le batterie e il loro peso. Per fare un esempio i V6 attuali pesano 145 kg mentre l'MGU-K pesa appena 7 kg per 120 kW di potenza.  In più i motori elettrici hanno un'efficenza che può superare il 95% e sono di una semplicità unica e non necessitano né di lubrificazione né di raffreddamento. In teoria il motore elettrico batte il motore a combustione millanta a zero.

Dillo a Honda :asd: 

Link to comment
Share on other sites

E se (proposta "polemica") invece di imporre dei paletti li levassimo? Ognuno potrebbe sviluppare l'idea che preferisce... Benzina, diesel, elettrico, ibrido, olio di palma, turbo o aspirato... Insomma, infinite vie! Ogni costruttore seguirebbe una propria filosofia, cercando il limite di una data tecnologia. Secondo me si andrebbe, per assurdo, a livellare le prestazioni pur mantenendo la filosofia della F1:nonso:

Link to comment
Share on other sites

Si... e secondo te le squadre vogliono tutto questo ? :asd:  Vogliono quasi il monomarca in modo da ridurre al minimo eventuali progetti cannati , e  non intendo una Ferrari/Mercedes ecc  che fa quinta e sesta, ma che magari comincia a bazzicare mediamente la decima-undicesima posizione ogni gara, che magari si ritira una gara si e l'altra pure e via andare.

Edited by MagicSenna
Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, giovanesaggio ha scritto:

E se (proposta "polemica") invece di imporre dei paletti li levassimo? Ognuno potrebbe sviluppare l'idea che preferisce... Benzina, diesel, elettrico, ibrido, olio di palma, turbo o aspirato... Insomma, infinite vie! Ogni costruttore seguirebbe una propria filosofia, cercando il limite di una data tecnologia. Secondo me si andrebbe, per assurdo, a livellare le prestazioni pur mantenendo la filosofia della F1:nonso:

Sarebbe interessante, concettualmente è la cosa che preferisco ma dubito che le prestazioni convergerebbero, anzi.

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, MagicSenna ha scritto:

Si... e secondo te le squadre vogliono tutto questo ? :asd:  Vogliono quasi il monomarca in modo da ridurre al minimo eventuali progetti cannati , e  non intendo una Ferrari/Mercedes ecc  che fa quinta e sesta, ma che magari comincia a bazzicare mediamente la decima-undicesima posizione ogni gara, che magari si ritira una gara si e l'altra pure e via andare.

Bhè, Honda in questo regolamento non cava un ragno dal buco...altro che "ridurre al minimo eventuali progetti cannati". 

Link to comment
Share on other sites

In questo momento, Sikander ha scritto:

Bhè, Honda in questo regolamento non cava un ragno dal buco...altro che "ridurre al minimo eventuali progetti cannati". 

Loro sono un pò l'eccezione però, non la regola. 

Link to comment
Share on other sites

In questo momento, MagicSenna ha scritto:

Loro sono un pò l'eccezione però, non la regola. 

Vero. Però è molto indicativo del fatto che non è vero, che l'attuale regolamento stia portando a livelli di equivalenza. Honda è 3 anni che fa pietà...dopo 3 anni un minimo di convergenza si dovrebbe vedere. Idem Renault che è sempre li. 

Link to comment
Share on other sites

In questo momento, Sikander ha scritto:

Vero. Però è molto indicativo del fatto che non è vero, che l'attuale regolamento stia portando a livelli di equivalenza. Honda è 3 anni che fa pietà...dopo 3 anni un minimo di convergenza si dovrebbe vedere. Idem Renault che è sempre li. 

nono, io intendevo dire il motivo ( secondo me ) per cui le squadre non vogliono troppa libertà progettuale: la possibilità di fare  figure barbine sarebbe più alta

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, giovanesaggio ha scritto:

E se (proposta "polemica") invece di imporre dei paletti li levassimo? Ognuno potrebbe sviluppare l'idea che preferisce... Benzina, diesel, elettrico, ibrido, olio di palma, turbo o aspirato... Insomma, infinite vie! Ogni costruttore seguirebbe una propria filosofia, cercando il limite di una data tecnologia. Secondo me si andrebbe, per assurdo, a livellare le prestazioni pur mantenendo la filosofia della F1:nonso:

Sarebbe splendido, ma forse NON troppo in linea con la F1.

La Formula 1 è per l'appunto una "formula", cioè una tipologia caratterizzata da determinate caratteristiche...peso, cilindrata ecc ecc.

Altra cosa, il mondiale è in primo luogo PILOTI, con l'aggiuntina costruttori nata in seguito.

Tant'è vero che il campionato del mondo comprendeva inizialmente la 500 miglia di indianapolis con vetture di differenti formule (e fosse per me lo rimetterei in calendario, tanto più con Alonso quest'anno: valido per campionato piloti ma non costruttori...)

Se le vetture dovessero essere totalmente diverse tra loro senza dubbio si avrebbe una maggiore differenza di prestazioni, altro che 107%..e il verificare quale sia il miglior pilota del mondo (obiettivo del campionato del mondo piloti) sarebbe ulteriormente difficile. Insomma io la vedo più come una cosa adatta all'endurance, al campionato marche dove infatti c'è maggiore libertà espressiva..

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

31 minuti fa, Malefix ha scritto:

indy 500 valida anche per il campionato piloti F1 e una ipotetica 500km di monza valida anche per il campionato indy, e magari le mans valida per entrambi!!!

 

 

La 500 miglia di Monza (disputata nel 1957 e 1958) insieme alla Indy 500 assegnava il cosiddetto "Trofeo dei Due Mondi".

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...