Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Nemo981

Appassionati
  • Posts

    1381
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Nemo981 last won the day on July 19

Nemo981 had the most liked content!

3 Followers

Recent Profile Visitors

1792 profile views

Nemo981's Achievements

Rookie

Rookie (2/14)

  • Dedicated Rare
  • Reacting Well Rare
  • Very Popular Rare
  • First Post Rare
  • Collaborator Rare

Recent Badges

1.2k

Reputation

  1. Finalmente qualcuno che ogni tanto si ricorda pure della f... (PS, hai capito latifi..)
  2. Tra l'altro mi sembra che buttarla sul nervosismo per ora non stia giocando a loro. Ma vediamo domani...
  3. E in effetti però è dietro... Mick sta imparando però a contatti fatti la mette nel muro un po' spesso
  4. Si si, era chiaro, parlavo in generale non del tuo post
  5. Ma poi capisco che siamo abituati a pensare alle F1 come astronavi da videogioco, ma fare sx-dx, anziché girare solo a dx da una traiettoria perfettamente rettilinea genererà delle forze (trasferimento/perdite di carico) che ha 300 all'ora possono allungare di qualche metro una linea? Vogliamo considerare l'attacco di Hamilton azzardato e la manovra un errore e va bene. Ma andare oltre e parlare di chissà quale dolo o errore marchiano mi sembra eccessivo e semplicistico, basandosi sull'assunto che doveva per forza stare sul cordolo interno, senza considerare tutta la manovra e forse nemmeno la...fisica...
  6. https://youtu.be/xGgpdb2WhRE Il video sopra è esplicativo di quanto dicevo sulla diversità delle dinamiche nel sorpasso lewis-leclerc e lewis-max. Nel secondo caso la manovra di schiacciamento verso il muro ha ritardato di molto l'impostazione della curva da parte dell'inglese, il quale ha prima dovuto riportarsi a centro pista (sterzando a sinistra) per poi impostare all'ultimo verso dx, perdendo evidentemente il punto di corda. Per vederlo bene suggerirei di fermare al secondo 4: nel caso di Charles Hamilton inizia già a impostare la curva (!), con max è stretto contro il muro e solo parecchio dopo inizierà la curva, dopo essersi allargato verso sinistra (come del resto ha dovuto fare la rb). 2 storie completamente diverse, poco conta che molto dopo le linee di verstappen e Leclerc siano sovrapponibili (il famoso ultimo fotogramma su cui molti si sono basati per stabilire l'assolutezza delle colpe dell'inglese). Resta inteso anche per me che con una difesa così dura di verstappen Hamilton avrebbe dovuto desistere per evitare l'incidente, e in questo senso resta maggiormente responsabile (che poi è la sentenza degli steward). Ma non si paragonino i 2 episodi. Per me resta un incidente di gara, in cui se proprio bisogna dare una colpa (come pare imprescindibile nel 2021), allora pende un po' di più dalla parte di Hamilton. Ma appunto, se proprio si deve, perché con una dinamica così, a quelle velocità lì, per me la dicitura incidente di gara resta la più appropriata.
  7. https://youtu.be/ilPGcmZdOK8 Qui il video dall'ala posteriore di leclerc: nota come tiene una linea dritta da woodcock a copse, senza stringere. Secondo me è un errore guardare l'ultimo fotogramma con le posizioni di leclerc e Verstappen sovrapponibili: Verstappen ha prima schiacciato Hamilton contro il muro, poi ha allargato per fare la curva. La stessa cosa l'ha dovuta fare Hamilton muovendosi verso sinistra, dal margine destro della pista verso il centro, per poi impostare la curva a destra. Mettici i movimenti di sterzo, i trasferimenti di carico laterali, l'angolo di ingresso magari non proprio ottimale (a quella velocità curvare un metro più a destra o più avanti cambia tutto)... Ti sembrano due situazioni uguali? A me no. Col ferrarista ha dovuto affiancarsi mantenendo una linea più vicina al centro pista e da lì sicuramente ha impostato meglio, non credi? Magari per questo la seconda volta prende la corda e la prima no. Tanto più che con verstappen ha provato anche a frenare, cosa che probabilmente l'ha mandato pure un pelo lungo. Aggiungi che leclerc non solo tiene la sua linea e non lo schiaccia al muro, ma poi allarga pure in ingresso. Insomma a me paiono due dinamiche piuttosto diverse, al netto del fotogramma scelto giusto che dovrebbe dimostrare chissà che (mi ricorda certe moviole del calcio...). Beninteso per l'ennesima volta che non addosso colpe a verstappen: aveva diritto di fare tutto quello che ha fatto. Ma quando guidi duro ti può capitare di trovare qualcuno altrettanto duro e magari ti va male.
  8. Per carità io spero la FIA, Fom, fica e compagnia cantante si facciano gli affari loro! (Se i due mostrano di sapersi dare una regolata da soli...)
  9. Grassetto 1: la vera Caporetto era lasciarlo andare e beccarsi altri 7 punti di distacco (arrivando a +39) per di più dopo aver perso la pole nella garetta ed essersi preso tra garetta e gara vera 4 porte in faccia niente male (per restare al conto della gara di ieri e tralasciando Imola e Barcellona). Ribadisco che a questo punto del mondiale Hamilton doveva dare un segnale al cazzutissimo rivale, anche a costo di un doppio zero. Che a questo punto della stagione può essere recuperato, più avanti no. Grassetto 2: manovra simile e Hamilton che prende la corda, vero. Ma mi pare che leclerc non lo avesse schiacciato contro il muro costringendolo ad impostare la traiettoria con un angolo tanto sfavorevole. A scanso di equivoci, Hamilton si è comunque buttato dentro in maniera come minimo azzardata e la responsabilità del contatto è certamente più sua, ma le due manovre non sono identiche perché non sono state identiche le difese di leclerc e Verstappen. Quest'ultimo lo intimidisce e chiude, poi non allarga, né rallenta come leclerc; Hamilton dal canto suo non molla, imposta troppo interno, frena quando intuisce il botto (telemetrie su altri siti), e perde la corda. Patatrac. Hanno entrambi fatti i duri e ci ha rimesso max. Potevano rimetterci entrambi, ma è andata così
  10. Ma solo io mi scasso le palle con ste cose?
  11. Today is a reminder of the dangers in this sport. I send my best wishes to Max who is an incredible competitor. I’m glad to hear he is ok. I will always race hard but always fairly. My team showed grit and perseverance out there. It’s a dream to win in front of my home crowd. (tweet di Lewis Hamilton di risposta a Verstappen). Il messaggio è chiarissimo: giochiamo a un gioco pericoloso in cui il duro non sei solo tu. Per me è lampante che qui siamo aldilà dell'episodio: Hamilton ha deliberatamente deciso di alzare il tiro, aumentando il tasso di tensione in pista e fuori, perché pensa evidentemente che solo così può giocarsela ancora. E secondo me in questo ha ragione (senza per questo togliergli responsabilità nell'episodio specifico di ieri). Sono molto curioso di sapere come entrambe reagiranno mentalmente al cambiamento di registro. E spero che la FIA non si intrometta (o vi sia costretta) troppo.
  12. Straquoto. Non ho condiviso l'argomentazione di fondo dell'articolo di Sechi: prima di tutto leggo ovunque inneggi alla pena capitale per Hamilton, quindi non mi sembra che ci sia questa idea che Verstappen non dovesse difendersi, anzi semmai impera ormai ovunque il concetto che laddove c'è contatto c'è un colpevole da perseguire e deplorare. Anche qui sul forum nessuno sta usando l'argomento del non diritto a difendersi: si riconosce la manovra alla "o la va o la spacca" di Hamilton, ma si costata anche che Verstappen forse aveva più motivo di stare calmo di Hamilton a questo punto del mondiale, tutto qua. La questione del non potersi difendere valeva semmai sulle penalità di Perez in Austria: li hai uno che prova a buggerarti all'esterno, ci sta tutto allargare la traiettoria. Qui è diverso, ci si gioca la gara e l'avversario l'ha messa dentro in una curva da oltre 200: certo che hai diritto di giocare a chi ce l'ha più duro, ma se l'altro non molla vai (o andate) fuori, e secondo me si chiama incidente di gara che non richiederebbe nessun processo del cavolo. Se a Imola Hamilton non si scansava all'entrata assassina di Verstappen al tamburello, quest'ultimo passava? No! Ci sono manovre in cui tutto va bene se uno dei due fa il ragioniere, altrimenti si cozza. Sono le corse
  13. E aggiungo che in questa formula uno senza ritiri, super affidabile, avara di incertezze, non serve a molto fare la formichina se percepisci che il pacchetto è inferiore (a torto o ragione, il tema di chi sia effettivamente superiore è un altro vespaio). Hamilton ha capito che con uno che guida come Verstappen, con quella aggressività e cattiveria nei primi giri, o te la giochi finché sei in tempo o hai perso. Con 32 punti di svantaggio e un bel po' di porte in faccia ricevute, secondo me ha fatto bene a reagire, se vuole provare davvero a fare ancora il capobranco, se ne ha ancora voglia. L'unico problema è il punto in cui il fattaccio è successo, ma secondo me la ruotata prima o poi arrivava. E probabilmente ne arriveranno altre tra i due...
  14. Secondo me è esattamente il genere di messaggio che voleva dare in pista.
  15. Dico la mia, Hamilton è stato ragioniere fin qui e si è preso varie sberle da max. Ora però sente il mondiale sfuggirgli e ha deciso di tirare fuori gli artigli. Se faceva il micetto anche oggi era finita qua. E Verstappen secondo me faceva bene ad aspettarselo (e farebbe bene in futuro). Tanto più che la garetta di ieri aveva fatto capire ad hamilton che da secondo, max lo rivedeva al traguardo. Sinceramente per me è un incidente di gara che ci stava, era nell'aria a questo punto della storia del mondiale. Purtroppo è successo nella curva sbagliata, tutto qua, ma per fortuna è andata bene. E dirò, non mi spiace veder Hamilton volitivo e cazzuto. E una battaglia tra il vecchio e il giovane leone, normale che si facciano qualche graffio.
×
×
  • Create New...