Jump to content
leopnd

09. Gran Premio d'Austria 2019 | Spielberg

Recommended Posts

1 ora fa, Ayrton4ever ha scritto:

Per curiosità: quanto guadagni alla Fia come portavoce? :asd:

non ricordo difese d'ufficio simili dai tempi di Colajanni (per rimanere alla F1)

Corrette nel senso di rispetto del regolamento attuale

Poi che ci siano delle cose da cambiare,  partendo dal regolamento tecnico che è secondo me la causa principale di tutto,  è un' altra cosa.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella gara, soprattutto per Verstappen e Leclerc ( un po' sfortunato anche per i doppiaggi), la prima battaglia è stata epica, non so come abbia fatto Charles a resistere... Poi il secondo round, è innegabile che max abbia accompagnato Charles all'esterno facendo spalle larghe... E a me sta bene così, queste son le corse, ma da adesso in poi però voglio sperare che questa sia la linea di condotta dei giudici....ho qualche timore sinceramente conoscendo la federazione :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi di primo acchito ho pensato, che fesso comunque Charles a lasciare l'intero scoperto... Adesso però raggionandoci credo che l'abbia fatto apposta perché altrimenti sarebbe uscito più lento e sarebbe stato più facile per max passare con il drs sul rettilineo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che sia proprio la tattica che l'ha salvato al primo round, ed è anche per questo che poi verstanppen ha reagito in modo più aggressivo, perché ha capito dove lo stava portando Leclerc.

Tutto imho 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque son contento per Honda ma c'è ancora molta strada da fare, a me è sembrato di vedere un max in difficoltà sul dritto anche con il drs aperto, soprattutto in confronto con Ferrari.

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, MauroC ha scritto:

Direi proprio di no.

Il regolamento attuale non parla solo di rientro in pista. Fra le sue norme sostiene che se hai un avversario al tuo fianco, devi lasciargli spazio.

Max, al contrario di Vettel che non aveva possibilità di fare manovre alternative, ha deciso di allargare la traiettoria per accompagnare l’avversario fuori pista.

Il regolamento vieta queste manovre, è un dato di fatto.

Che poi venga applicato in maniera più o meno rigida ci può stare, personalmente preferisco questa linea rispetto a quella totalitaria ma non si dica che la manovra non era sanzionabile.

Questa è una tua opinione 

Per me non ha deciso proprio nulla e la traiettoria che ha percorso era l'unica possibile visto che ha tirato la staccata profonda

È cmq lo stesso discorso si potrebbe fare per Leclerc che ha deciso di forzare la staccata anch' egli...tanto oltre al cordolo c'è l' asfalto...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Gazzetta, primo giornale sportivo italiano, titola a caratteri cubitali: "Ce l'hanno con la Rossa" :asd:

  • Love 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Kitt ha scritto:

Questa è una tua opinione 

Per me non ha deciso proprio nulla e la traiettoria che ha percorso era l'unica possibile visto che ha tirato la staccata profonda

È cmq lo stesso discorso si potrebbe fare per Leclerc che ha deciso di forzare la staccata anch' egli...tanto oltre al cordolo c'è l' asfalto...

È qualcosa più di un’opinione, sono ragionevolmente certo che avevano superato l’apex, quindi erano entrambi in accelerazione o in transitorio, comunque ben lontani dalla fase critica.

La seconda parte non la commento per pudore.

 

Condivido il ragionamento fatto da @AmanteMercedes qualche post sopra e ovviamente andrebbe letto in maniera bidirezionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ultimatum di marko a gasly

3 gare ancora oppure taglio. 

 

Sara' curioso capire chi potrebbe essere il sostituto. 

Il pilota piu' talentuoso red bull e' vips, potenziale campione, ma non ha i punti superlicenza e soprattutto merita di fare esperienza nelle serie minori. 

Titkum e' naufragato in superformula rimanendo senza volante

Lawson dopo un ottimo avvio, in f3 open sta facendo errori su errori. 

Tutti e 3 come detto avrebbero problemi di licenza. 

Kyvat e albon non non mi sembrano meglio del francese

Edited by Mak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che gran parac*lo, Herr Doktor Marko :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il modo di operare nello sport di questi spacciatori di Krating Daeng asiatico è più che pernicioso. Non mi sono mai piaciuti e mai mi piaceranno, in questo caso

( almeno per quanto mi riguarda ) pecunia olet, eccome se olet...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che gli lasciassero finire la stagione al ragazzo... se dovesse chiudere in trend positivo, potrebbe meritare la chances del rinnovo, altrimenti amen.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono sicuro che Verstappen non abbia fatto nulla per agevolare Leclerc. Non dico che ha cercato volontariamente il contatto, però ci ha messo il giusto grado di malizia per ostacolare l'avversario e metterlo in condizioni di non nuocere nel rettilineo successivo. Ha fatto una mezza porcata, ma l'ha fatta bene perché non ha fatto trasparire in modo eccessivo la volontarietà nella sua azione. Onore al merito

La domanda da porsi, secondo me, è però un'altra: se all'esterno della Remus ci fosse stato il ghiaione, Leclerc avrebbe cercato di difendersi in modo così ostinato oppure, una volta resosi conto che Verstappen era dentro, l'avrebbe lasciato sfilare per non rischiare di essere buttato fuori pista, cercando al più un incrocio verso la Gosser?

Perché spesso si dice che la linea bianca dovrebbe essere vista dai piloti come un muro, e questo è vero  in linea di principio. Se però è vero che non si potrebbe spingere un altro pilota al di fuori della pista, è anche vero che spesso i piloti "esagerano" nella difesa consci del fatto che passando nella via di fuga in asfalto non perdono nulla, anzi se gli va bene possono pure recuperare una posizione andando a piangere dai commissari.

E invece no: andiamo avanti con le distese d'asfalto, così possiamo dare ossigeno alle polemiche e campare per altre due settimane parlando del nulla cosmico

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

Perché spesso si dice che la linea bianca dovrebbe essere vista dai piloti come un muro, e questo è vero  in linea di principio. Se però è vero che non si potrebbe spingere un altro pilota al di fuori della pista, è anche vero che spesso i piloti "esagerano" nella difesa consci del fatto che passando nella via di fuga in asfalto non perdono nulla, anzi se gli va bene possono pure recuperare una posizione andando a piangere dai commissari.

Esatto! In molti dicono: "Se ci fosse stato il muro, Leclerc avrebbe avuto conseguenza ben peggiori!", ma non è vero, perchè in quel caso Charles non ci avrebbe neanche provato, a difendersi così, ma avrebbe fatto una manovra diversa.

Questi laghi asfaltati rendono i piloti molto più spregiudicati, sia in difesa sia in attacco. La penalità di Ricciardo su Raikkonen al Paul Ricard, ad esempio, è sacrosanta in quanto l'Australiano supera impunemente i limiti di quel muro immaginario rappresentato dalla linea bianca. Raikkonen difende fino a quel limite perchè sa che, in teoria, è invalicabile. Altrimenti, nulla gli avrebbe vietato di stringere fino al vero muro che era qualche metro più a destra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

una nota di merito anche per i poveretti col fegato spappolato che stanno riempendo il web di "chissà come starà rosicando oggi Alonso ahahah ben gli sta".

 

Chissà come sta rosicando.

 

Chissà.

 

image.png.0b909aa0f043cd4bb342c2d78ae3cd98.png

  • Like 1
  • Lol 1
  • Love 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

puoi mettere tutte le penalità e i track limits che vuoi ma non saranno mai un deterrente efficace quanto la ghiaia.

se metti l'asfalto per avere meno ritiri devi accettarne le conseguenze. negli usa non c'è quest'ipocrisia e al cota i piloti potevano tranquillamente uscire di pista.

sempre per restare negli usa, negli anni '90 ad indianapolis i piloti facevano traiettorie più strette rispetto ad oggi tagliando le curve e uscendo dalla linea bianca. al tempo gli organizzatori non hanno certo introdotto regole assurde come i track limits perché sapevano benissimo che non sarebbero mai state rispettate. semplicemente hanno installato dei cordoli e da allora nessun pilota si sogna di passarci sopra, altrimenti rischierebbe molto probabilmente di finire a muro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, in Austria tra salsicciotti e cordoli assassini ci hanno anche provato. I piloti hanno preferito danneggiare le vetture per milioni di € pur di sfruttare ogni millimetro di asfalto (e non solo) disponibile.
Ma questo, ormai, è un discorso vecchio come il cucco.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, salva202 ha scritto:

puoi mettere tutte le penalità e i track limits che vuoi ma non saranno mai un deterrente efficace quanto la ghiaia.

se metti l'asfalto per avere meno ritiri devi accettarne le conseguenze. negli usa non c'è quest'ipocrisia e al cota i piloti potevano tranquillamente uscire di pista.

sempre per restare negli usa, negli anni '90 ad indianapolis i piloti facevano traiettorie più strette rispetto ad oggi tagliando le curve e uscendo dalla linea bianca. al tempo gli organizzatori non hanno certo introdotto regole assurde come i track limits perché sapevano benissimo che non sarebbero mai state rispettate. semplicemente hanno installato dei cordoli e da allora nessun pilota si sogna di passarci sopra, altrimenti rischierebbe molto probabilmente di finire a muro

Basta mettere una regola precise ed applicarla sempre e comunque. 
Onestamente i cordoli ad Indianapolis sono pericolosi. Tagli per trarne vantaggio ? Ti becchi DT. 

Io sarei per una severità assoluta su track limits e rientri in pista. 
Semplicemente perché c’è asfalto questo non ti autorizza ad uscire dalla pista. 
Se sai che sarai penalizzato sempre i piloti si adegueranno presto. 

Anche il comportamento di Hamilton che durante la gara è uscito costantemente dai limiti della pista in curva 1. Sei lento? Cerchi un modo per andare forte senza uscire dalla pista oppure accetti che non hai in questo Gp. 

I piloti devono accettare il fatto che le righe sono come mure ed oltre non si deve andare. 

Edited by KingOfSpa

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Nameless Hero ha scritto:

la storia della sicurezza è una fandonia che usano come scusa.

Volete il compromesso perfetto? Ok. Visto che le vie di fuga sono larghe, mettete 3/4 metri di ghiaia oltre i cordoli e poi l'asfalto. Così chi va solo largo un po' perde e non guadagna, chi va proprio per la tangente per qualche problema non rischia dato che c'è l'asfalto.

 

Ma non lo fanno, perché il loro interesse è proprio che si crei quella polemica che faccia parlare della f1 in ogni modo per ore ed ore oltre al GP.

C’è il rischio di ribaltarsi  se prendi male la ghiaia come Alonso in Australia. 
Andrebbe bene per le zone a bassa velocità. 

Edited by KingOfSpa
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, KingOfSpa ha scritto:

C’è il rischio di ribaltarsi  se prendi male la ghiaia come Alonso in Australia. 
Andrebbe bene per le zone a bassa velocità. 

ti ribalti se c'è una distesa di ghiaia, come in quel punto, non ti ribalti per 3 metri di ghiaia e poi asfalto.

 

image.png.58e9884892db39a0653631745247bdc9.png

 

 

è esattamente quello che sto dicendo io.
Ghiaia dove lì c'è l'erba e asfalto dove c'è ghiaia, e sono tutti contenti. C'è la sicurezza e non guadagni nulla se invece vai solo largo.

Alonso s'è ribaltato perché dopo aver preso velocità ha trovato il ghiaione.

Proprio in quel punto che non ha manco sto gran senso tenere il ghiaione poi, fanno proprio le cose a cazzo.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
In questo momento, Andrea Gardenal ha scritto:

E allora?

Ha dovuto saltare un gp per quella botta e gli è andata bene. 
Come ho detto altre volte quella della sicurezza prima di tutto è una cosa sulla quale non si può tornare indietro. 
Cito parole dello stesso Alonso di 4 mesi successivi all’impatto 

“Sento ancora dolore alle costole – ha commentato il pilota della McLaren ai colleghi del The Sun – Quando guidiamo dobbiamo usare alcuni muscoli specifici che stanno proprio vicino alle costole e in quel punto non mi sento apposto come dall’altra parte“.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...