Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts


  • Replies 682
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

I sobrissimi organizzatori dell'ePrix di Hong Kong, dove si correrà in ottobre, parlano già di evento in due giorni con gare di contorno riservate a piloti locali e a celebrità (non ho capito s

la mia Polistil dell'84 era il Nurburgring a confronto

Non è che sia una bufala. Teoricamente si può fare (come il Ponte sullo Stretto ). Ma tra il dire e il fare ci sono di mezzo i soldi per fare i lavori necessari a sistemare il tracciato, specialmente

Posted Images

Questa categoria è stata per me una piacevole sorpresa, non fosse per i tempi biblici che passano da una gara all'altra

Se non altro si sperimentano soluzioni nuove da trasferire su prodotto di serie, e guarda caso anche in assenza di adeguato effetto sonoro :asd: le case si interessano e di conseguenza il pubblico, le televisioni...

Ho trovato anche la scusa per tornare a tifare (tutt'altro che convinto ma non lo dovrei dire :rolleyes:) ovviamente per Pr...ehm Nicolas (non riesco a chiamarlo con il suo cognome sa di blasfemia :asd:) che però, se si esclude la prima gara dove è stato piuttosto sfortunato le sta prendendo sonoramente da Buemi

ah, e peccato che su Raisport il commento sia agghiacciante.:P

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Jps76 ha scritto:

Questa categoria è stata per me una piacevole sorpresa, non fosse per i tempi biblici che passano da una gara all'altra

Se non altro si sperimentano soluzioni nuove da trasferire su prodotto di serie, e guarda caso anche in assenza di adeguato effetto sonoro :asd: le case si interessano e di conseguenza il pubblico, le televisioni...

Ho trovato anche la scusa per tornare a tifare (tutt'altro che convinto ma non lo dovrei dire :rolleyes:) ovviamente per Pr...ehm Nicolas (non riesco a chiamarlo con il suo cognome sa di blasfemia :asd:) che però, se si esclude la prima gara dove è stato piuttosto sfortunato le sta prendendo sonoramente da Buemi

ah, e peccato che su Raisport il commento sia agghiacciante.:P

Solleticato da Jps, mi è balenata un'idea.

Se doveste rivedere l'attuale formula.e come se fosse un'annata, una stagione o un'ambientazione di F1 o Indy/CART che si voglia passate come la vedreste?

Io non posso che vedere le DAMS come le Renault fortissime della fine dei '70 ma sopratutto gli inizi degli '80 con Prost e un qualsivoglia pilota svizzero o francofono come Buemi.

Le Abt-AUDI non saprei perché di scuderie tedesche così forti si dovrebbe ritornare alla Mercedes dei '50 guidata da Fangio (Di Grassi). 

Le Dragon inevitabilmente le Penske di Watson nei '70. La Virgin-DS potrei sparare una delle tante scuderie britanniche: Lotus, McLaren, Brabham, Williams seppur con questo potenziale dietro alle DAMS Renault le vedrei più come le Tyrrell!

La Aguri candidamente la Maki anni '70 visti gli acchiti. 

Bene così una piccola provocazione... a voi le impressioni...

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Bella domanda, ma personalmente la vedo dura trovare una adeguata equiparazione

Quoto per la Dams - Renault, anche se negli anni del riflusso la Regie era una sorta di affare di stato, qui pur essendoci grandi interessi in ballo non mi sembra che se la prendano in modo viscerale

L'Audi ABT la vedo come la prima McLaren Mercedes che cominciava a viaggiare, quella del biennio 96 e 97 soprattutto, quando Coulthard e Hakkinen erano stabilmente in zona punti (ai tempi i primi sei, parliamo del Triassico) e di tanto in tanto pungevano (piu' in qualifica con il finnico, piu' in gara con lo scozzese)

la Virgin potrebbe ricordare gli anni di semplice presenza della Ligier

Ma ripeto, è davvero dura trovare una adeguata risposta ad un quesito...fuori dagli schemi :asd:

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Jps76 ha scritto:

Bella domanda, ma personalmente la vedo dura trovare una adeguata equiparazione

Quoto per la Dams - Renault, anche se negli anni del riflusso la Regie era una sorta di affare di stato, qui pur essendoci grandi interessi in ballo non mi sembra che se la prendano in modo viscerale

L'Audi ABT la vedo come la prima McLaren Mercedes che cominciava a viaggiare, quella del biennio 96 e 97 soprattutto, quando Coulthard e Hakkinen erano stabilmente in zona punti (ai tempi i primi sei, parliamo del Triassico) e di tanto in tanto pungevano (piu' in qualifica con il finnico, piu' in gara con lo scozzese)

la Virgin potrebbe ricordare gli anni di semplice presenza della Ligier

Ma ripeto, è davvero dura trovare una adeguata risposta ad un quesito...fuori dagli schemi :asd:

Almeno ci hai provato, e fa sorridere che la Dragon-Penske quatta quatta, le stia dolorosamente suonando da 2 anni alle Andretti di Michael. Sarà pure il calibro dei piloti: la De Silvestro come capitano evidentemente è meno incisiva di D'Ambrosio! L'unico che sembra cercar di far qualcosa pare essere il debuttante Frijns che con il suo 3° posto in Malesia a sterzo rotto ha data una lezione veramente a tutti. Duvall che è un debuttante 'tardo'. Uno che è arrivato alla fine del 2015 ma che si meritava una chance in INDY o F1 10 anni fa! Del resto prima Montagny poi Vergne, Andretti ha dovuto ripiegare sulla De Silvestro per avere un team leader e i risultati in pista si vedono. Se poi ci aggiungi che girano con un McLaren che seppur potenziato resta il motore dell'anno scorso (praticamente il Cosworth universale di F1 memoria), mi pare normale che quello che il duo elvetico-olandese stanno facendo è già grasso che cola. Poi l'anno scorso troppi piloti sono saliti sulla n°28 non sempre con risultati adeguati. Eppure Speed aveva fatto grandi prove con quel 2° posto per poi stroncarsi miseramente a Long Beach a casa con il braccetto saltato. Brabham che ai suoi primi GP mondiali poveretto si è fatto prendere la mano e Wilson è arrivato solo nelle ultime 2 gare. Questa situazione ballerina ha data poca fermezza alla 2a vettura.

Tutt'altra cosa è il risultato che hanno fatto in casa Penske gli uomini della Dragon con il Venturi che funziona male per la squadra madre monegasca, ma che ha fatto grandi passi per quella a stelle e strisce. Sarà anche merito del duo franco-belga, ma non mi pare che Sarrazin-Villeneuve fossero tutto sto schifo... poi che il 3 volte campione del mondo si sia ritirato lasciando il posto a Conway (che non è affatto un fermo), questo è un altro affare. 

Il punto sicuro è che le 2 Penske hanno legnate le Venturi sonoramente e solo nell'ultima gara in Argentina c'è stata la risposta con Sarrazin del team monegasco. 

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, The Rabbit ha scritto:

Trulli-Lola Mastercard è il paragone più immediato che mi viene in mente :asd:

Parlando di Trulli rilancio con la First Racing di Tarquini che corse solo al....Motorshow di Bologna (picchiando fra l'altro) B-)

Eppure era una bella macchina sljhuh.jpg

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, Jps76 ha scritto:

Parlando di Trulli rilancio con la First Racing di Tarquini che corse solo al....Motorshow di Bologna (picchiando fra l'altro) B-)

Eppure era una bella macchina sljhuh.jpg

No dai almeno la Trulli una stagione l'ha corsa, la First Racing non ha neppure messe le ruote a terra!

Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, aleabr ha scritto:

No dai almeno la Trulli una stagione l'ha corsa, la First Racing non ha neppure messe le ruote a terra!

Bè, facevo riferimento a questa stagione, io la scorsa neppure l'ho vista :P

Link to post
Share on other sites

sono andato a cercare il circuito di Bruxelles su Earth, il circuito è lungo intorno i 2,3 km,  la larghezza della strada nelle zone nere è di circa 12-13 m, nelle zone rosse invece è di circa 5-6 m, nelle zone gialle il circuito è ricavato in parcheggio e le zone bianche vedono la presenza di un cancello (o una sbarra automatica), il circuito è nella zona Heysel dove si trovano alcuni simboli della città, l'ex stadio Heysel e l'Atomium (sotto il tornante)

Cattura.thumb.JPG.d64c772bd88e34545dbb0c

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, Pep92 ha scritto:

sono andato a cercare il circuito di Bruxelles su Earth, il circuito è lungo intorno i 2,3 km,  la larghezza della strada nelle zone nere è di circa 12-13 m, nelle zone rosse invece è di circa 5-6 m, nelle zone gialle il circuito è ricavato in parcheggio e le zone bianche vedono la presenza di un cancello (o una sbarra automatica), il circuito è nella zona Heysel dove si trovano alcuni simboli della città, l'ex stadio Heysel e l'Atomium (sotto il tornante)

Cattura.thumb.JPG.d64c772bd88e34545dbb0c

 

 

Pep ci speravo che lo facessero vicino l'Atomium! Sono stato ascoltato!

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Mi pare di capire che oltre a Speed che è entrato con Franchitti nel crew di cronisti del campionato, Fernandez sarà uno dei commissari per il GP del Messico!

http://www.fiaformulae.com/en/news/2016/february/adrian-fernandez-confirmed-as-grand-marshall-for-mexico-city-eprix.aspx

Questa è la cosa interessante, la formula.e sta veramente unendo come un collante di tempo e spazio INDY, F1 e CART!!!!

Sta cosa è veramente una cucitura. Ci vorrebbe che altri team di INDY o CART decidessero di correre!

Spero sempre in un Forsythe o una resurrezione della Newman-Haas!!!!

Link to post
Share on other sites
Il 21/2/2016, 19:07:02 , Pep92 ha scritto:

sono andato a cercare il circuito di Bruxelles su Earth, il circuito è lungo intorno i 2,3 km,  la larghezza della strada nelle zone nere è di circa 12-13 m, nelle zone rosse invece è di circa 5-6 m, nelle zone gialle il circuito è ricavato in parcheggio e le zone bianche vedono la presenza di un cancello (o una sbarra automatica), il circuito è nella zona Heysel dove si trovano alcuni simboli della città, l'ex stadio Heysel e l'Atomium (sotto il tornante)

Cattura.thumb.JPG.d64c772bd88e34545dbb0c

 

 

è nello stesso quartiere del circuito su cui si correva il GP di Bruxelles di F1 nei primi anni '60.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
11 ore fa, gio66 ha scritto:

è nello stesso quartiere del circuito su cui si correva il GP di Bruxelles di F1 nei primi anni '60.

....e questo lo reputi un buon segno?

Edited by aleabr
Link to post
Share on other sites
23 ore fa, gio66 ha scritto:

No, una semplice curiosità.

Magari un consiglio per i telecronisti RAI :asd:

 

Quelli non distinguono una DAMS-Renault (gialla-blu), da una Dragon-Penske (nero-grigia)! Che consiglio vuoi dargli?

Link to post
Share on other sites
In questo momento, The Rabbit ha scritto:

La versione tedesca di Motorsport.com parla di un possibile ePrix anche a Marrakech in futuro, presumo sul circuito che già ospita il WTCC.

D'altronde il layout è già perfetto. Due rettilineo interrotti da un numero imprecisato di chicane

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Come layout assolutamente sì, però 4624 metri forse sono troppi. Tra l'altro non so se, con la nuova sezione permanente che useranno da quest'anno, la restante parte cittadina verrà del tutto abbandonata (per quanto riguarda le corse, ovviamente).

Link to post
Share on other sites
19 ore fa, The Rabbit ha scritto:

La versione tedesca di Motorsport.com parla di un possibile ePrix anche a Marrakech in futuro, presumo sul circuito che già ospita il WTCC.

GRANDE, del resto un GP del Marocco si era già corso a suo tempo in F1 se non mi sbaglio quindi si tornerebbe a correre dove già la F1 ha già messo piede. In oltre il Marocco è uno dei 3 stati mediorientali che non ha avuti problemi di primavere arabe ponendosi come il più tranquillo stato!

Ora vanno viste le tempistiche. 

Link to post
Share on other sites

Il Consiglio Mondiale della FIA ha deciso di mantenere il monomarca di telaio e batterie (che saranno però diversi rispetto agli attuali) almeno fino alla quinta stagione, definendo come principale obiettivo della serie il riuscire al più presto a correre una gara senza cambi vettura.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
Il 5/3/2016, 10:28:43 , The Rabbit ha scritto:

Il Consiglio Mondiale della FIA ha deciso di mantenere il monomarca di telaio e batterie (che saranno però diversi rispetto agli attuali) almeno fino alla quinta stagione, definendo come principale obiettivo della serie il riuscire al più presto a correre una gara senza cambi vettura.

...ora vi sembrerò un po troppo romantico e noioso ma ci terrei a far notare come queste scelte mi ricordano moltissimo la CART e sopratutto quella degli ultimi anni in cui si cercava di tenere i costi al minimo con un telaio che doveva durare 3-4 stagioni ed il motore compreso. 

Dall'altra parte invece si cerca di sviluppare un obbiettivo alla volta per priorità e questo è sinonimo di concretezza e solidità. 

Sarò ripetitivo ma in queste caratteristiche la formula.e mi ricorda sempre di più la CART ed in un certo senso la sua continuità o reincarnazione. Il fatto che il parco partenti sia composto da un misto di piloti ex INDY, F1 e CART, con innesti di appiedati da GP2, WSR, Super Formula è proprio lo schema di 'refusi' che la CART aveva. Il fatto che ci siano scuderie che provengano da varie compagini, alcune che hanno corso sia in INDY che in F1 (vedi Aguri) è ancora sinonimo di similitudine alla CART. L'ultima stagione la Minardi correva in CART accanto a Newman-Haas, Forsythe, KV etc... 

La questione del telaio mi ricorda la Lola che durò dal 2004 al 2006 e la Panoz DP-01 che dal 2007 avrebbe dovuta essere la vettura per le 3-4 stagioni successive. Insomma il Dallara-Spark sarà il telaio per 4-5 stagioni è molto simile a quella realtà. 

Ora manca davvero l'arrivo di vecchie scuderie CART o l'inserimento di altre gare su circuiti CART cittadini ed il disegno sarebbe completo ma lo è già molto anche così. Del resto Miami, Long Beach, Città del Messico (e se arriva anche Montreal) erano tracciati dove la CART ha scritte diverse pagine della propria storia. Donington, Montecarlo e speriamo altre piste lo erano dove ha corso la F1, concatenando i due mondi: quello americano e quello europeo delle corse. Anche il fatto di correre in paesi che sono stati teatro di gare storiche in varie epoche, ricalca molto bene la via che segue la formula.e: Cina, Malesia, Argentina, Uruguay e chissà presto dove approderà per lanciarsi ovunque. 

Link to post
Share on other sites

Non sono d'accordo per un semplicissimo fatto: la Formula E, a differenza (magari non del tutto, ma in buona parte sì) della CART, si pone come categoria altamente innovativa e di ricerca tecnologica; imporre il monomarca della batteria, ancora più che della vettura, significa a mio parere piazzare uno stallo tecnologico non di poco conto purtroppo, e alzare il tetto massimo di kW raggiungibili non rappresenta di certo una "toppa" a tutto ciò. Le macchine andranno più forte (e questo è comunque importante) ma per qualche anno non ci sarà un vero sviluppo tecnologico. La ricerca è anche competizione tra costruttori: di vetture, di motori e, in questo caso, anche di batterie, e qui per altre tre stagioni (per quanto concerne il primo ed il terzo punto) non ce ne sarà, ed è un grosso paradosso (lo definirei più "limite", ma voglio tenermi largo) per i cardini che questa categoria si è imposta. Sia chiaro che, comunque, firmataria di questa novità è la FIA stessa, per cui penso che Agag non abbia grosse colpe in merito, lui sta facendo un lavorone e di questo gli darò sempre atto. Certo, è importante che si arrivi alla sconfitta di questo "cancro" (il termine è brutto, ma non me ne vengono altri, è una schifezza proprio) rappresentato dal cambio vettura, ma il fatto che si arrivi a questo traguardo affidando ad un solo costruttore lo sviluppo delle batterie è un paradosso molto grande e di difficile comprensione.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...