Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Mahindra'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM
  • Motorsport
    • Formula 1
    • Formula 2
    • Formula 3
    • Indycar Series
    • Formula E
    • WEC
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Endurance | GT
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altro Motorsport
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Piloti
    • Circuiti
    • Altre Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

Found 3 results

  1. R18

    Felix Rosenqvist

    Nato il 7 novembre 1991 a Värnamo, di Felix Rosenqvist si è sempre parlato un gran bene, ma non è mai riuscito davvero ad arrivare in altro come avrebbe potuto. Debutta sulle monoposto nel 2007 e non lo fa nel cosiddetto "giardino di casa", bensì si trasferisce in Asia. Corre la Formula Renault Challenge asiatica e ci mette anche diverse gare per adattarsi ad un mondo così diverso, ma a fine stagione i risultati arrivano e chiude il campionato al quarto posto, vincendo gara-1 nel corso dell'ultimo round a Shanghai. Nel 2008 "sale di livello" vincendo la Formula Renault 2.0 sempre in Asia. Su 15 gare ne vince 10, conquistando il titolo con largo vantaggio su Mathias Beche e Rio Haryanto. Affrontati due anni difficili e lontanissimi da casa, nel 2009 Rosenqvist torna in Europa. L'esperienza asiatica pare averlo forgiato alla grande, perché si impone sia nella Formula Renault svedese che in quella nordeuropea, vincendo in tutto 9 gare su 24. A fine stagione corre anche l'ultimo round della Formula Palmer Audi a Snetterton, vincendo due gare su tre. Nel 2010 sbarca in Formula 3 e si trasferisce di nuovo, questa volta in Germania. Stagione non facile con un team non competitivo, Rosenqvist si difende alla grande vincendo due gare e chiudendo il campionato al quinto posto con otto podi in tutto. I primi tre in classifica sono Tom Dillmann, Daniel Abt e Kevin Magnussen. Prestazioni sufficienti per ricevere la chiamata di un grande team. Trattasi di Mücke Motorsport, che per il 2011 lo mette su una delle sue Dallara nella Formula 3 europea. Centra una vittoria a fine stagione, a Hockenheim, e il quinto posto finale, ma soprattutto vince il Masters di Zandvoort precedendo Marco Wittmann e Kevin Magnussen. Corre anche il Gran Premio di Macao, ma nella gara finale è costretto al ritiro. Nel 2012 è di nuovo ai nastri di partenza della Formula 3 Euroseries e del risorto campionato europeo, con ambizioni di titolo. Purtroppo però l'inizio di stagione è deludente e Rosenqvist riesce ad ingranare solo a fine campionato. Nella Euroseries conquista quattro gare su nove negli ultimi tre weekend ed è quarto in classifica, stesse gare valide anche per l'europeo che conclude invece terzo. A Zandvoort non riesce a difendere il suo titolo ed è nono, mentre a Macao termina secondo. Nel 2013 la FIA ingloba l'Euroseries nel campionato europeo. Rosenqvist si ripresenta ai blocchi di partenza ma è di nuovo vittima di un inizio stagione al rallentatore. Il fuggitivo in classifica è Raffaele Marciello, che dopo il quarto round a Brands Hatch ha già 105,5 punti di vantaggio, ma a partire dall'Austria Rosenqvist inanella una serie di vittorie e podi mentre Marciello cala il passo. In altri quattro round, Rosenqvist recupera un mucchio di punti e dopo Zandvoort ne dista appena 9,5 dall'italo-svizzero con due prove da disputare. A Vallelunga però Marciello vince due gare su tre mentre Rosenqvist delude e a poco servono le due vittorie ed il secondo posto di Hockenheim: Marciello vince il titolo, Rosenqvist è secondo per 32,5 punti. Si toglie comunque la soddisfazione di un secondo successo a Zandvoort (unico insieme a Valtteri Bottas a riuscirvi), mentre a Macao è ancora ritirato. Il 2014 si preannuncia come l'ultima chiamata per la Formula 3 continentale, ma la stagione di Rosenqvist è la peggiore di sempre: vince appena una gara, anche se sul prestigioso tracciato di Pau, e a fine campionato è solo ottavo con 280 punti di distacco da Esteban Ocon. L'unica soddisfazione vera arriva dal Gran Premio di Macao, nel quale riesce finalmente ad imporsi dopo un inseguimento durato quattro anni. Il suo legame con Mücke si chiude qui. Ma dato che "chiusa una porta, si apre un portone" nel 2015 arriva la chiamata del team Prema per tentare un ulteriore assalto alla corona continentale. Il copione pare lo stesso di due anni prima: inizio buono ma incostante con un altro italiano al comando della classifica, Antonio Giovinazzi. Dopo tre round, il pugliese ha 164 punti contro i 110 di Rosenqvist, ma lo svedese ottiene una bella tripletta a Monza recuperando buona parte dello svantaggio. Dopo una breve sfuriata di Charles Leclerc tra Spa ed il Norisring, a partire da Zandvoort è Rosenqvist l'unico ed assoluto protagonista: ottiene 15 podi nelle ultime 15 manches, con 8 vittorie delle quali 5 consecutive. Il campionato è finalmente vinto, con oltre 100 punti di vantaggio su Giovinazzi. La stagione si chiude con il back-to-back a Macao: Rosenqvist è l'incontrastato re della Formula 3. Questi grandi risultati, ottenuti grazie anche a motori Mercedes, portano la Casa della Stella ad ingaggiare Rosenqvist. Non avendo le idee chiare sui programmi che Stoccarda ha in serbo per lui, si accaparra per il 2016 anche un contratto per la Indy Lights con il team Belardi. Si alterna quindi tra USA ed Europa, nella Blancpain Series alla guida della nuova Mercedes-AMG GT3. In America vince al debutto a Saint Petersburg ma non si trova per niente a suo agio con gli ovali, faticando non poco ad ottenere risultati, va meglio con le GT dove sfiora un podio al debutto a Misano (in coppia con Tristan Vautier) prima di essere fermato da un guasto negli ultimi giri e soprattutto trionfa nella 24h di Spa-Francorchamps insieme allo stesso Vautier e a Renger van der Zande. In seguito alla chiamata di Ocon in Formula 1, Mercedes punta su Rosenqvist per rimpiazzarlo nel DTM, scelta che non gli permette più di proseguire in Indy Lights, campionato che lascia con la perentoria doppietta di Toronto. Tra un paio di settimane debutterà sulla Mahindra di Formula E a Donington. Si può dire che quest'anno Rosenqvist è stato come il prezzemolo ed è andato forte ovunque. La powertrain indiana costruita in collaborazione con Magneti Marelli pare competitiva, potrebbe essere un outsider da tenere d'occhio.
  2. Come recitava lo speaker fuori scena del Wacky Races "...e rieccoli" Archiviato il 1° 'Campionato del Mondo', si veleggia già verso il 2°, che inizierà già ad ottobre su un calendario di almeno 13 gare! Per la copertura televisiva presuppongo sia ancora Fox Sport 2 (poi vedremo) Calendario (provvisorio) 17 ottobre - Pechino (Cina) 7 novembre - Putrajaya (Malesia) novembre - Rio (Brasile) dicembre, gennaio o febbraio? - Punta del Este (Uruguay)? dicembre, gennaio o febbraio? - Buenos Aires (Argentina)? dicembre, gennaio o febbraio? - Città del Messico (Messico) dicembre, gennaio o febbraio? - Seattle (USA)? dicembre, gennaio o febbraio? - Montréal 19 marzo - Miami (USA) 24 aprile - Parigi (Francia) 8 o 9 maggio - Montecarlo (Monaco) fine maggio - Berlino (Germania) 12 giugno - Mosca (Russia) 26 giugno - Londra (Gran Bretagna) Altre location che si sono proposte: Roma, Siena, Imola, Copenaghen, Bruxelles, Ginevra, Lugano, l'India, Atlanta, Las Vegas, Hong Kong. Le scuderie al momento saranno le stesse 10 di quest'anno, con nominazioni un po mutate. Il mercato piloti è appena partito. Team e squadre: Andretti: Vergne? - Wilson? - De Silvestro? - Brabham? - Speed? La situazione di Andretti è un casino, con tanti piloti in cartellino non riesce sempre a piazzarli tutti a modo e mentre Vergne sembra diretto in Virgin, gli restano sempre tanti drivers in mano) Abt-AUDI: Daniel Abt - Lucas di Grassi La scuderia tedesca da AUDI-Abt ha ribaltato il nome in Abt-AUDI ma il senso non cambia, il motore presto arriverà dai 4 cerchietti) NextEv TCR: Piquet - ???? La scuderia cino-ispanica seguita da Campos è passata da comprimaria approssimativa a vincitrice del titolo piloti, un po come la Vanwall nel 1958 in F1! Piquet ovviamente riconfermato, il nome mutato da China Racing a NextEv (motore) e TCR (Team China Racing). Per la seconda guida hanno una rosa ampia ma forse dei tanti provati Turvey sembra quello migliore. Dragon(Penske): d'Ambrosio? - Duval? Credo che la riconferma almeno di d'Ambrosio sia quasi certa. La scuderia di Jay e Oriol partita in sordina è stata insieme al TCR la rivelazione della stagione. Addirittura 2a nei costruttori dietro alle DAMS-Renault! Duval potrebbe/dovrebbe essere riconfermato. Trulli-Motomatica: Trulli! - Liuzzi?/Fontana? La scuderia svizzera (oh di fatto corre col passaporto elvetico!) ma di matrice abruzzese, riparte dopo una stagione devastante e la Motomatica già pronta col motore nuovo. Non ho messo Trulli in blu solo per scrupolo ma il fatto che lui corra non credo sia in forse! Liuzzi dovrebbe essere (credo) il 2° in squadra, ma Fontana potrebbe continuare? Boh. Magari riesumano la Cerruti! DAMS-Renault: Buemi! - Prost! Anche qui non li ho messi blu per scrupolo ma la riconferma per entrambi mi par fuor di dubbio! La scuderia campione del mondo riparte più ingrifata che mai, ma Buemi avrà vita più dura la prossima stagione! Mahindra: Senna? - ???? Gli indiani gestiti da Carlin, hanno già fatto testare a Senna la nuova vettura, quindi a meno di altre beghe, il brasiliano dovrebbe essere riconfermato. Chandock bah... vediamo. AguriAmlin: ???? - ???? Da Costa sarebbe il più confermabile ma non so gli impegni del portoghese. La Aguri ha però il cartellino di un folto gruppo di piloti, ovviamente per di più nipponici che i vari Yamamoto e Ide sono dietro l'angolo. Non mi sbalordirei però se andassero a ripescare Matsuura o Mutoh. Sicuramente Hideki potrebbe far molto bene ed al momento non mi pare sia impegnato in grandi cose! Poi resta tutto il gruppo dei non nipponici: Davidson, la Legge e Duran. Venturi: Heidfeld? - Sarrazin? Io spero tanto che i due veterani vengano riconfermati. La scuderia monegasca di Di Caprio e Pastor è stata la delusione della stagione. Partita con tutti i migliori presupposti non è mai riuscita, tranne nelle ultime battute a dar prova di peso. Esclusa la legnata presa dal tedesco proprio a Pechino a causa di Prost! Sembrava da come Nick volasse che la squadra avrebbe fatte grandi cose ed invece... Virgin-Citroen: Bird? - Vergne? - Qinghua? - Alguersuari???? La virgin ha vinte 2 gare con Bird, mi pare piuttosto sciocco appiedare l'inglese, ma pare che Vergne faccia comunque più gola, e per il 2° posto la Citroen imporrebbe un pilota cinese (ad aprire il mercato), pertanto Bird sembrerebbe segnato. Ancora più improbabile la riconferma dello spagnolo! Dei tanti altri piloti che meriterebbero restare nel giro: Pic su tutti, l'unico che con poche chance è riuscito a portare a casa qualcosa! Le attese per la prossima stagione: nuovo sviluppo dei motori e durata maggiore, la grande proposta di Imola (primo tracciato permanente se si esclude Donnington dove hanno corsa la gara test non valida per il titolo), voci di nuove scuderie, varie ed eventuali. Adesso a voi tutto il resto!
  3. aleabr

    Karun Chandhok

    E venne anche il suo turno: indiano del 1984 ha debuttato nel 2010 con la HRT. In 10 gare il 14° posto a Melbourne è il massimo che riesce a fare. L'anno dopo (2011) una sola gara con Lotus (ora Caterham): 20°! Nel 2014 con l'arrivo della formula.e, viene chiamato dalla Mahindra ad affiancare Senna. Inizia subito bene: 5° in Cina e 6° in Malesia, poi si perde per strada. Melbourne 2010... HRT In Germania nell'unico GP corso con il Team Lotus (Caterham) era il 2011 A Pechino nel 2014 con la Mahindra.
×
×
  • Create New...