Jump to content
Advertisement
GLI ULTIMI ARTICOLI
Advertisement

22. Gran Premio di Abu Dhabi 2021 - Yas Marina


Osrevinu
 Share

Recommended Posts

2 minuti fa, Mak ha scritto:

Quanto mi sarebbe piaciuto al posto di hamilton ci fosse stato leclerc. 

Da 2 giorni su quotidiani, media e social si sarebbe parlato del piu' grande furto della storia della F1 :)

 

Per la serie viva l'obiettivita'

Pensa invece a Leclerc al posto di Verstappen. La più grande impresa nella storia dello sport.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

26 minuti fa, Scarlett ha scritto:

Sarebbe successo lo stesso al contrario, quindi non vedo perché questo titolo deve contare meno di altri. Come fosse colpa dei piloti se la F1 fa schifo.

.

Perché mi hai sentito di nominare Verstappen a me? Ecco no, quindi diciamo le cose esatte.

Qualche post addietro ho parlato di partite che vengono aggiustate ma non truccate. Che significa esattamente quello che ho detto, cioè se il manovratore vede la possibilità di fare casino la coglie al volo e lo fa. Cioè se Latifi non si andava a schiantare di certo Masi non faceva uscire una SC a cazzo o si metteva a sparare alle gomme di Hamilton e quindi finiva lì. Solo che Latifi si è schiantato e si è colta la palla al balzo.

E come se vedi un portafogli a terra pieno di soldi... se dovevi scipparlo non lo facevi di certo, ma se sta lì a terra...

Il fatto però è che la ruota gira, e il diritto serve per tutelare tutti, perché se inizi a manipolare le regole o peggio ad inventartele da un giro all'altro, una volta ti viene bene ma la prossima lo stesso meccanismo potrà essere usato contro di te.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Scarlett ha scritto:

Quelli che sanno perder... ah no 😂ultimamente sono lo zimbello del mondo.

 

Certo che se si considera solo una gara senza considerare tutte le altre. Meglio quelli che finiscono con il leader del campionato che si schianta contro l'avversario di turno allora. Ok.

Rileggiti tutte le discussioni dei vari Gp. 

Link to comment
Share on other sites

Comunque, giusto per tornare alla cronaca, il tempo per depositare l'appello scade 96 ore dopo la pubblicazione della classifica, quindi alle 21:05 ora di Parigi di giovedì.

Credo, a questo punto, che la cosa verrà fatta cadere, magari per qualche accordo sottobanco (leggi, ti prendi un po' di soldi, l'anno prossimo Masi va a casa e ti stai zitto), perché tanto non lo vinceranno mai, sebbene in punta di diritto abbiano ragione. Cioè se vanno davanti a un tribunale ordinario è molto probabile che vincano ma poi crollerebbe tutto il sistema.

E la storia finisce qua, sportivamente. Ma politicamente gli strascichi si faranno sentire a lungo, anche nel prossimo campionato.

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, Osrevinu ha scritto:

Non c'entra niente la reputazione della F1. C'entra invece che se anche per assurdo dovessero andare davanti alla giustizia ordinaria (possono farlo come ogni cittadino/azienda del mondo) e dovessero vincere poi sarebbero sportivamente fatti fuori. Con le autorità sportive è sempre così. È un mondo a parte dove vige il diritto loro, non quello generale.

Briatore quando fu radiato nel 2009 per il crashgate trascinò la FIA davanti al tribunale civile di Parigi e la causa la vinse... ma tu l'hai più visto in giro per il paddock o in qualche team? Ecco...

Il massimo che può accadere è che se la FIA si vede messa alle strette stacca un bell'assegno alla Mercedes e amici come prima.

Quest'anno con Domenicali che gli avrebbe dato un ruolo nell'organigramma della F1 nel Marketing

Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Osrevinu ha scritto:

Comunque, giusto per tornare alla cronaca, il tempo per depositare l'appello scade 96 ore dopo la pubblicazione della classifica, quindi alle 21:05 ora di Parigi di giovedì.

Credo, a questo punto, che la cosa verrà fatta cadere, magari per qualche accordo sottobanco (leggi, ti prendi un po' di soldi, l'anno prossimo Masi va a casa e ti stai zitto), perché tanto non lo vinceranno mai, sebbene in punta di diritto abbiano ragione. Cioè se vanno davanti a un tribunale ordinario è molto probabile che vincano ma poi crollerebbe tutto il sistema.

E la storia finisce qua, sportivamente. Ma politicamente gli strascichi si faranno sentire a lungo, anche nel prossimo campionato.

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/mercedes-pronta-alla-resa-congratulazioni-di-wolff-a-verstappen-f1-597414.html Credo di si, adesso però vorrei Mercedes e Red Bull alleate nel far dimettere Masi e credo che al 99% anche gli altri team sono d'accordo

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Lotus ha scritto:

a proposito di mondiali marche, mondiali piloti... ripensavo alla leiceità dei team orders... alla luce di quello che abbiam visto ultimamente, domenica e del fatto che certi ordini ripetuti possano rovinare le gare dei "secondi" e quindi determinare punteggi  anomali nel costruttori...

Credo che nell'ambito dei piloti sia un controsenso assoluto questa gestione piloti con team orders. Bisognerebbe tornare a vietarli e smettere di considerare i piloti di un team prima o seconda guida da contratto, a prescindere dai risultati che hanno in in pista.

Fra l'altro, con questa F1 di multiproprietà palesi  e figurate ( Red Bull-Alpha Tauri, Mercedes-Williams, Ferrari-Haas ) pian piano arriveranno ( se non lo han già fatto :asd: ) a lanciare pizzini fra i rispettivi box... non se ne esce.

O vietano le "multiproprietà" o vietano i team orders e chi viene beccato paga salato.

 

... O aboliscono il piloti :D  e rimane il costruttori e siamo bell'è che a posto :asd:

 

Gli ordini di scuderia sono sempre esistiti, così come le scuderie satellite: io lascerei libertà assoluta ad ogni squadra di decidere la strategia che meglio credo (definire una prima guida fin dall'inizio, lasciare libertà ai piloti per metà o tre quinti di stagione oppure, ancora, farli scannare fino all'ultimo giro della gara conclusiva)

 

12 ore fa, AmanteMercedes ha scritto:

Anni fa quando veniva messa la bandiera rossa, la gara veniva divisa in parti con somma dei tempi. Non sarà granché televisivo, ma preserva di più il risultato sportivo e lo stesso per la SC. Ovviamente se accetti che la SC o la bandiera rossa possano resettare totalmente le situazioni poi metti in conto di perderci o guadagnarci a random. 

Non solo: la bandiera rossa veniva esposta solo in casi estremi: incidente grave con necessità d'intervento medico, come nel caso di Berger a Imola nel 1989, difficoltà a rimuovere una vettura   (Messico 1987) o improvvisa modifica del meteo (Sud Africa 1979, Francia 1992); in tutte le altre occasioni bandiera gialla e vetture obbligate a rallentare, ma senza fermare la corsa.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Il meccanismo della bandiera rossa in uso fino al 94 (se non vado errato) era più contorto, difficile da capire e televisivamente poco funzionale ma sicuramente era più giusto sportivamente parlando.

Ma che durante la red flag sia possibile toccare le macchine non è una cosa di oggi eh, è da quando c'è il meccanismo nuovo (gara precedente azzerata e si riparte da zero) che è così, quindi più di vent'anni. In questi anni hanno limato delle cose, ad esempio prima quando c'era la bandiera rossa esposta dopo i primi tre giri i muletti non si potevano prendere e si ricominciava daccapo con i piloti rimasti con la griglia formata in base alla classifica del giro precedente l'interruzione. Ma le auto si sono sempre potute toccare.

E' il meccanismo della Safety Car ad essere ingiusto, e per questo è stata introdotta la VSC che pure non funziona molto bene, perchè di fatto dà random un vantaggio/svantaggio. Nel 2007 misero la regola che prevedeva la chisura dei box mentre entrava la SC, cioè non si poteva fare il pit, ma era una enorme stronzata visto che c'erano ancora i rifornimenti e quindi uno in teoria poteva anche rischiare di restare senza benzina (Alonso in Canada si prese uno stop and go per questo). Ecco, oggi, visto che i rifornimenti non ci sono questa potrebbe essere un'idea da ripescare, ma anche qui sarebbe sportivamente ingiusto visto che magari uno ha il pit imminente da fare e si ritrova col vantaggio azzerato; oppure si potrebbe chiudere la pit lane durante la VSC e lasciarla aperta durante la SC.

Link to comment
Share on other sites

A quanto pare, è una notizia che sta girando su alcuni siti, aspettiamo conferme, Hamilton avrebbe chiesto alla Mercedes di ritirare l'appello contro la decisione dei commissari di domenica.

Aspettiamo di sapere se è vero. Nel caso, sono sicuro che non gli riconosceranno nemmeno questo, così come nessuno, a parte Turrini, ha riconosciuto a lui e al padre come si sono comportati domenica dopo la gara.

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Osrevinu ha scritto:

A quanto pare, è una notizia che sta girando su alcuni siti, aspettiamo conferme, Hamilton avrebbe chiesto alla Mercedes di ritirare l'appello contro la decisione dei commissari di domenica.

Aspettiamo di sapere se è vero. Nel caso, sono sicuro che non gli riconosceranno nemmeno questo, così come nessuno, a parte Turrini, ha riconosciuto a lui e al padre come si sono comportati domenica dopo la gara.

Ho letto anch'io una cosa simile. D'altronde, c'è anche la questione della discrezionalità del direttore di gara, come segnalato anche in un articolo su p300 stamattina. Probabilmente è un mix dei due fattori: il pilota che chiede al team di accettare il risultato + il fatto che, in ogni caso, non potrebbero mai vincere.

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Osrevinu ha scritto:

sembra quasi aver raggiunto lo stato zen del "m'importa na sega" che precede un ritiro. :asd: 

  • Like 1
  • Lol 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Osrevinu ha scritto:

Il meccanismo della bandiera rossa in uso fino al 94 (se non vado errato) era più contorto, difficile da capire e televisivamente poco funzionale ma sicuramente era più giusto sportivamente parlando.

Ma che durante la red flag sia possibile toccare le macchine non è una cosa di oggi eh, è da quando c'è il meccanismo nuovo (gara precedente azzerata e si riparte da zero) che è così, quindi più di vent'anni. In questi anni hanno limato delle cose, ad esempio prima quando c'era la bandiera rossa esposta dopo i primi tre giri i muletti non si potevano prendere e si ricominciava daccapo con i piloti rimasti con la griglia formata in base alla classifica del giro precedente l'interruzione. Ma le auto si sono sempre potute toccare.

E' il meccanismo della Safety Car ad essere ingiusto, e per questo è stata introdotta la VSC che pure non funziona molto bene, perchè di fatto dà random un vantaggio/svantaggio. Nel 2007 misero la regola che prevedeva la chisura dei box mentre entrava la SC, cioè non si poteva fare il pit, ma era una enorme stronzata visto che c'erano ancora i rifornimenti e quindi uno in teoria poteva anche rischiare di restare senza benzina (Alonso in Canada si prese uno stop and go per questo). Ecco, oggi, visto che i rifornimenti non ci sono questa potrebbe essere un'idea da ripescare, ma anche qui sarebbe sportivamente ingiusto visto che magari uno ha il pit imminente da fare e si ritrova col vantaggio azzerato; oppure si potrebbe chiudere la pit lane durante la VSC e lasciarla aperta durante la SC.

Oppure come si fa in America, prima si ricompatta il gruppo e poi chi vuole si ferma

Link to comment
Share on other sites

https://www.autosport.com/f1/news/brundle-shared-verstappen-hamilton-f1-title-would-be-fitting/6884950/

La proposta di Brundle è, diciamo, moralmente giusta ma io non sono d'accordo.

È vero, in alcuni ambiti è possibile, ad esempio alle Olimpiadi, ma nel caso ci sia una assoluta parità tra i due, tipo Tamberi e il qatariota (non ricordo il nome scusate) nel salto in alto; ma in F1 uno scenario del genere non è contemplato neanche in caso di assoluta parità (l'art. 7 prevede che esauriti tutti i criteri per nominare un vincitore è la FIA a decidere secondo "criteri che ritiene adeguati").

È andata così, amen. In fondo la storia dello sport è piena di casi di battaglie all'ultimo sangue dove entrambi avrebbero meritato la vittoria ma alla fine a vincere è sempre uno e l'altro è sconfitto e si lecca le ferite ma, come ha detto Davide Hill, non ne esce perdente e soprattutto ciò che ha fatto non verrà dimenticato, e Hamilton ci è già passato nel 2016 quando ha perso per tre punti vincendo anche una gara in più dell'avversario. Così come non ci siamo dimenticati dello splendido mondiale fatto da Massa nel 2008; quello di Schumacher nel 98; o dei titoli persi da Moss per un pugno di punti; o di quello perso da Prost per mezzo punto nel 1984.

Insomma, è andata così. Leggere solo l'albo d'oro senza sapere cosa c'è dietro è operazione per i senza memoria e gli statistici, noi, per fortuna, la memoria l'abbiamo e nonostante la sconfitta ci ricorderemo anche del 2021 di Hamilton, come ci ricordiamo dei secondi, onorevolissimi, posti degli altri.

Link to comment
Share on other sites

a questo punto mi basta che la maggioranza di addetti ai lavori - anche l'ineffabile Dr.  Marko! :D - e dei tifosi abbiano visto cosa è successo negli ultimi giri, cioè uno Tsunami di cacca spalmato sul "più bel mondiale degli ultimi 10 anni" (sic.) da parte della DG, e quanto vale il primo mondiale di Max: quanto un cartonato dell'Inda, cioè.

Poi... facessero pure ciò che vogliono. Ma Masi, è solo questione di tempo credo, ce lo leveranno dalle palle... altrimenti si scavano la fossa da soli.

Edited by Lotus
Link to comment
Share on other sites

Il punto, come ha scritto Kalinauckas su Autosport stamattina, è che sul merito di Verstappen non c'è e non deve esserci alcun dubbio, nessuna discussione, ma ciò non c'entra con la dilettantesca gestione di Masi. La frase che riassume tutto è questa: "Il campionato, il suo meritevole campione, il suo rivale sconfitto e il resto dei partecipanti e gli appassionati meritano di meglio".

E infatti devo dire che tutti i giornali inglesi, i più feroci su quanto accaduto domenica ovviamente, non parlano minimamente di Verstappen e non lo accusano di niente. Le attenzioni della stampa d'oltremanica sono concentrate su Masi, è lui nell'occhio del ciclone.

La Juve il campionato 2011-2012 lo strameritò per la stagione che fece, ma l'episodio del gol di Muntari fa schifo lo stesso. Ecco, il paragone è questo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...