Jump to content
sundance76

Libri "da corsa"

Recommended Posts

11 minuti fa, Elio11 ha scritto:

Scusa la domanda un po' strana: da libro si riesce a ricavare con certezza che il colore dell'Itala 35/45 HP fosse il rosso?

 Non so dare una risposta certa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti sembrerà strano ma non sono mai riuscito a trovare una notizia certa in merito. Mi è sempre venuta la curiosità per via di quello che si dice: sul fatto che fosse stata la prima volta di una vettura italiana con quel colore in una competizione internazionale. Credo che ci sia di mezzo la lotta intestina fra ACA e AAA, cioè che la diatriba avesse agevolato lo 'scippo' del colore da parte dell'Italia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 27/2/2018 at 15:21 , Elio11 ha scritto:

Scusa la domanda un po' strana: da libro si riesce a ricavare con certezza che il colore dell'Itala 35/45 HP fosse il rosso?

Grigia

Eccola al museo dell'automobile:

da_torino_a_palermo_per_i_100_anni_di_it

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Roba trovata su ebay per una manciata di sterline, ho pagato di piu' la spedizione :asd: 

 


258w8zo.jpg

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 12/3/2018 at 00:16 , mau65 ha scritto:

Grigia

Eccola al museo dell'automobile:

da_torino_a_palermo_per_i_100_anni_di_it

È proprio questo il problema: sembra essere consolidata l'opinione secondo cui quella Itala fosse rossa - colore che veniva normalmente 'calzato' dagli USA, ad esempio nelle Gordon Bennett Cup - e che da quel momento in poi, fosse diventato, prima di fatto, poi ufficialmente, il nostro 'racing colour'. Anche io ho visto questa fotografia, tra le  altre, e mi è venuto sempre il dubbio che fosse stata riverniciata con il passare del tempo a fini espositivi e, allora, mi chiedo per quale motivo non sia stato scelto proprio il rosso.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arrivato ieri, riservato ai soci Aisa, insieme alla tessera 2018.

Si tratta dell'edizione ampliata di tre monografie Aisa derivanti da altrettante conferenze a tema (a una delle quali, quella del 28 maggio 2005 a Milano dedicata agli Ascari,  ero presente):

J8u7h6F.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto tutto d'un fiato questo primo romanzo di Carlo Cavicchi, ex direttore di AS e Quattroruote, ma anche pilota (sfiorò il trofeo nazionale rally 1982 nella categoria Gruppo B) e fotografo.

Stavolta è un romanzo, in cui le corse c'entrano di sbieco. E comunque si legge d'un fiato.

Cavicchi è stato recentemente intervistato sul numero 26-2018 di AS da Mario Donnini, e dice che è ispirato a una storia vera, raccontatagli dal famoso navigatore Maurizio Perissinot.

Mi è venuta la curiosità, ma forse Cavicchi non dirà mai di cosa si trattava.

5yv1593.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda il libro di moser, conoscendo Beat non poteva che essere una lettura consigliata con "trasudo di passione"

Edited by Mak
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un libro entusiasmante per chi è appassionato di automobilismo e vuole conoscere i retroscena di come si faceva  giornalismo dagli anni '60 fino all'epoca più recente.

L'autore, giornalista de "Il Mattino" per 40 anni fino al 2008 e collaboratore di AutoSprint e Quattroruote, ha disputato, a livello dilettantistico e con buoni risultati, anche un'ottantina di gare in varie categorie, compreso il Rally di Montecarlo 1973.

cE13yCl.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Dovrei regalare un bel libro sul rally a un tifoso Audi e Lancia. Qualche consiglio?

Ripropongo la domanda anche qui. Nel caso anche un bel libro racconto sul mondiale rally andrebbe benissimo. Ne ho trovato uno di Sergio Remondino chiamato banalmente La storia dei Rally, è buono?

Share this post


Link to post
Share on other sites

xknj43.jpg

 

Un po' di roba da leggiucchiare davanti al caminetto :zizi: 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flat Out, Flat Broke: Formula 1 the Hard Way! McCarthy, Perry
THE HISTORY OF THE INDY 500. by Holder, Bill
Formula 1: All the Races: The World Championship Story Race Roger Smith
Grand Prix Circuits: Maps and statistics from every Formula one track Hamilton, Maurice
Grand Prix: 1966-73 v. 2: Race by Race Account of Formula1 Lang, Mike
100 Years of Grand Prix: Celebrating a Century of Grand Prix Racing 1906-2006 Legate, Trevor

Edited by Malefix
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non breve storia a lieto fine.

Nell'estate 1993 avevo 17 anni, e un amico della comitiva tirò fuori questo libro (stampato nel 1963) dalla casa di suo nonno. Me lo prestò per qualche settimana, ma non volle cederlo, nonostante non fosse appassionato. Non cambiò idea nemmeno nei mesi successivi. 

25 anni dopo, stamane, un avvocato che conosco, me lo ha regalato. Glielo comprò il padre quando era piccolo, e conoscendo la mia passione ha pensato di metterlo in borsa per farmene dono. 

Curiosa e carina coincidenza, un quarto di secolo dopo.

Intendiamoci: quello che c'è scritto non mi è più indispensabile, visto la quantità di libri e riviste che ho accumulato nei decenni successivi, però resta un dono molto gradito.

N4SjJoj.jpg

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Splendida la copertina che riproduce un dipinto di Turner. È un libro che anch'io possiedo e che trovai alla Libreria dell'Autodromo di Monza nei primi anni settanta...

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/11/2017 at 22:06 , sundance76 ha scritto:

uMLGBdD.jpg

 

Domenica stavo leggendo un articolo di una rivista, ho saputo che esiste un altro libro sulla Pechino-Parigi del 1907 intitolato 'The Mad Motorists' scritto da Allen Andrews, prima ed. 1964  George Harrap & co.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' scomparso a 70 anni il giornalista e scrittore Beppe Donazzan. Lo avevo tra gli amici su FB da circa cinque anni. Non sapevo fosse malato. Ho quattro suoi libri:

y94qwdG.jpg

  • Love 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, sundance76 ha scritto:

E' scomparso a 70 anni il giornalista e scrittore Beppe Donazzan. Lo avevo tra gli amici su FB da circa cinque anni. Non sapevo fosse malato. Ho quattro suoi libri:

 

No! porca miseria!

L'avevo conosciuto quando aveva scritto "Immortale", il libro che uscì 20 anni dopo l'incidente di Ayrton. Chiese ai tifosi di Ayrton di scrivere un ricordo per la parte dell'appendice, così facemmo conoscenza per l'invio dei nostri contributi.

Che la Terra ti sia lieve, Beppe

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/1/2019 at 15:31 , Elio11 ha scritto:

Domenica stavo leggendo un articolo di una rivista, ho saputo che esiste un altro libro sulla Pechino-Parigi del 1907 intitolato 'The Mad Motorists' scritto da Allen Andrews, prima ed. 1964  George Harrap & co.

Del libro di Andrews sto sto leggendo la traduzione italiana con introduzione di Luigi Barzini Jr ( Quei temerari della Pechino Parig) edito negli anni 60 dalla "editrice dcell'automobile", c Non troppo avvincente. Il libroi di Barzini l'ho scaricato (passati i 70 dell amorte dell'autore è ora di pubblico dominio) ma devo ancora leggerlo

 

Edited by mau65
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/1/2019 at 15:31 , Elio11 ha scritto:

Domenica stavo leggendo un articolo di una rivista, ho saputo che esiste un altro libro sulla Pechino-Parigi del 1907 intitolato 'The Mad Motorists' scritto da Allen Andrews, prima ed. 1964  George Harrap & co.

 

Nel libro https://it.wikisource.org/wiki/La_metà_del_mondo_vista_da_un'automobile/I

prima dell'arrivo a San Pietroburgo, Barzini scrive:

 

"Erano le dieci del mattino quando riprendemmo il viaggio. La nostra grigia e sporca automobile ce l’avevano, con gentile pensiero, ornata di mazzi di fiori. La gente per le vie ci salutava con lieta cordialità, usciva fuori dai negozi, si affollava verso di noi. "

Pare quindi fosse il grigio il colore della vettura

 

Più certo il colore delle altre vetture partecipanti. Domina comunque il grigio anche qua.

"L’Itala era rimasta ad aspettare sulla strada. Nel cortile, strette da un assedio di curiosità, stavano le due De Dion-Bouton, il Contal, la Spyker, in completo assetto da viaggio; le macchine francesi dipinte in grigio, l’olandese screziata di bianco, di rosso, di nero, coperta da grandi iscrizioni che dicevano l’itinerario futuro, le distanze, ed altre cose ancora". 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante. :)

A essere pignoli, mi sorge il dubbio se quell'aggettivo 'grigio', nel contesto di questa specifica frase, sia da riferire al colore originario della vettura o a quello assunto all'esito delle peripizie affrontate.

Dovrei iniziare a leggerlo, in rete si può reperire facilmente anche l'edizione della Hoepli, anno 1908 in formato '.pdf'.

8DEXRrk.jpg

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...