Jump to content

adler

Appassionati
  • Content Count

    172
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

adler last won the day on October 11 2018

adler had the most liked content!

Community Reputation

256 Novello

Informazioni di Profilo

  • Following F1 since
    1981

Recent Profile Visitors

1255 profile views
  1. Nel libro https://it.wikisource.org/wiki/La_metà_del_mondo_vista_da_un'automobile/I prima dell'arrivo a San Pietroburgo, Barzini scrive: "Erano le dieci del mattino quando riprendemmo il viaggio. La nostra grigia e sporca automobile ce l’avevano, con gentile pensiero, ornata di mazzi di fiori. La gente per le vie ci salutava con lieta cordialità, usciva fuori dai negozi, si affollava verso di noi. " Pare quindi fosse il grigio il colore della vettura Più certo il colore delle altre vetture partecipanti. Domina comunque il grigio anche qua. "L’Itala era ri
  2. Hai ragione. Io sono dell'idea di creare due schede: 1. Jack Ensley - City of Indianapolis 2. Thompson Industries Domanda: Mi confermi che Thompson Industries aveva iscritto una Kurtis Kraft 500D per Moorehouse?
  3. Grazie mille Chapman! Ottimo il materiale trovato che fa un po' più di chiarezza su questo team La scheda prima chiamata Thompson Industries, con i nuovi dati viene aggiornata e rinonimata Ensley - Thompson
  4. A very good Job, mister Chapman! :-) Thanks! La vettura n.92 iscritta per Morehouse (salvo altre informazioni contrarie) potrebbe verosimilmente essere la Kuzma Offenhauser portata in gara da Carter. Per quanto riguarda la "Indianapolis Racing Inc." presunta scuderia di Shirley Murphy, ritengo (salvo prova contraria) trattarsi di un errore o refuso giornalistico. Mentre è corretta la sua presenza come co-proprietario con Jack Ensley della scuderia "Thompson Industries" Esiste una partecipazione con il nome di "Indianapolis Race Cars" ma è relativa all' ediz
  5. boh... io come riferimento a Norm Hall con il n.92 trovo solo la sua partecipazione a Indy1961 su una Kurtis Kraft del team Joe Concannon (PS... che nomi strani che giravano a Indy) Per quanto riguarda Moorhouse, finché non vedo scritto anche solo una notarella su qualche rivista o giornale dell'epoca, non lo voglio inserire nell'elenco
  6. no problem, your Italian is very good. I did not find any news about the presence of the pilot Moorhouse in Indy 1960. Can you tell me the source where to get this data?
  7. Grazie mille per la segnalazione della Chenowth, mi era proprio sfuggita. Mentre per quanto riguarda la voce della Thompson Industries, a me risulta una sola vettura presente, la n. 17 di Duane Carter Sui quotidiani dell'epoca e sui database da me considerati, non riesco a trovare traccia di questo pilota e team, anche sotto la voce Indianapolis Racing. Corp.
  8. Nessuna scadenza, era solo per pianificare alcune cose che vorrei fare prossimamente (per vostra fortuna) non legate a p.300.it Si potrebbe pensare, sempre che interessi, a una sezione separata dalle scuderie F1 dedicata all'Indy limitata all'arco temporale 1950-60, con delle semplici sezioni in elenco alfabetico. Una volta ultimata (e corredata da contributi fotografici) sono sicuro che questa, qualche tentazione "disegnativa" te la farà venire...
  9. Qualche novità in merito alla faccenda?
  10. Ci sarebbe da dire anche sul nome "ReAlpha" In realtà la vettura è denominata R.E. Alfa dalle iniziali di Ray's Engineering il team di Ray Reed This Alfa was built by Ray Reed of Ray's Engineering, Gwelo, hence the RE in the name. The chassis and general suspension is based on the LDS Cooper, fitted with a modified Alfa engine. Ray entered the car in the 1965 South African Grand Prix, but did not take part. After Peter crashed in the car during the 1966 Rhodesian Grand Prix, Ray bought back the remains with the intention of building a sports racing car. Ray was killed i
  11. sicuramente nel 1970. Articolo tratto da "Wings over Africa" Jan 1971
  12. Questi sono i "padroncini" che gestivano le vetture, poi le stesse le iscrivevano quasi tutte con il nome dello sponsor. Una vera babele di nomi Un sistema tutto particolare di qualifiche e una grande libertà di interpretazione del regolamento che spesso portavano ad alcune situazioni paradossali. Ad esempio alcuni team si creavano ad hoc per poter partecipare all'ultimo turno decisivo di qualificazione, a volte comprando letteralmente rottami di vetture che incidentate avevano fallito i turni precedenti di qualificazione, le rimettevano in sesto alla bell'e meglio e scendevano
  13. Ecco la lista della spesa. Grazie in anticipo! 3-L Racing Agajanian Ansted Arciero Arco Corporation Automobile Shippers Balch Bardahl-Ferrari Barzda Belanger Belond Bignotti Binter Brady Brown Burns Carter Caruthers Chapman Chinetti Christie Cincinnati Clancy Coast Grain Connell Cott Crawford Cummins Dayton Steel Dean Van Lines Demler Dillon
  14. Ok, al più presto compilerò una dettagliata lista della spesa ;-)
×
×
  • Create New...