Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Elio11

Appassionati
  • Content Count

    951
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Elio11 last won the day on May 6

Elio11 had the most liked content!

Community Reputation

1558 Buono

3 Followers

Recent Profile Visitors

3646 profile views
  1. Sono d'accordo su Castroneves e Rossi. Se dovessi fare due nomi ulteriori direi Newgarden e VeeKay.
  2. "Ho ancora in mente quegli attimi tremendi di Buenos Aires, non li scorderò mai. Sono tanti mesi che il rimorso, il dubbio mi tormenta anche alla notte impedendomi di dormire. Però certe volte sono abbastanza tranquillo, quando penso che è successo a lui, come poteva succedere a me. Bastava un attimo prima e sarei morto anch'io. Forse sarebbe stato meglio ... Sono stato bollato come un cane rabbioso da certa gente e questo mi dispiace molto. Nella disavventura che mi è capitata non c'è stata serenità nei giudizi nei miei confronti" Sempre Beltoise, dopo Monaco e prima del GP della Repubbl
  3. Credo che l'ultimo posto se lo giochino Kimball, De Silvestro ed Enerson. Vedo Simona leggermente favorita sugli altri due.
  4. In ottica FantaIndy va benone. 😃
  5. "Quando si ha un incidente di cui non si ha colpa, è soltanto un peccato. Mi spiego: lo choc che ho avuto è stato uguale a quello che avrei se un giorno, guidando prudentemente su strada, uccidessi qualcuno per colpa sua ... insomma, mettiamo un bambino che attraversi un'automobile rapidamente, per cui non si può evitare d'investirlo. È esattamente la stessa cosa ... non c'è problema". Beltoise, un anno e mezzo dopo l'incidente Giunti, ritorna sull'argomento.
  6. Ecclestone, nuovo patron della MRD, e un giovanissimo Murray, ancora 'a scuola' da Bellamy e Jessop (e anche Tauranac), sono a colloquio in uno scatto risalente al 1972. A Gordon viene affidato il compito di modificare il retrotreno della BT38 F2 per adattarvici il Weslake V12, annunciato a luglio. Nasce la BT39, una vera e propria meteora. Il proposito è partecipare all'edizione 1972 del Gran Premio d'Italia. Dopo un solo test condotto a Silverstone, a fine agosto, con Hill al volante, si rinuncia. Gordon, in seguito, commenterà: «Non furono collaudi probanti per il motore, la vettura fu app
  7. Era inserita nel contesto di una più ampia risposta inviata al direttore di Autosprint, pubblicata alla pag. 5 del n. 50/1972. Il discorso verteva in merito a quel gioco di cui parlasti in un'altra discussione qui nel forum, quello dell'incoronazione, in base a dei risultati di fantasia, del presunto miglior pilota di sempre.
  8. Riposi in pace. Sul sito c'è l'ottimo editoriale di scuse di Alessandro Secchi. "Lanciare la notizia di una persona morta (...) quando si hanno i numeri di telefono pronti per avere una conferma o una smentita è oggettivamente grave. Solo chi aveva i contatti diretti poteva ricevere una risposta immediata: se proprio chi ne aveva la possibilità non si è fatto uno scrupolo in più significa che c’è un problema."
  9. Firma d'autore da parte di un pilota nerooro a una tifosa verdeoro (Gran premio del Brasile 1973).
  10. Mi sono accorto soltanto oggi che quei documenti si possono acquisire in formato '.pdf': - selezionare il numerino blu (cliccando sul giorno, mese e anno che interessa); - attendere l'apertura della nuova scheda nella quale verranno visualizzate le immagini in miniatura: in alto a destra c'è l'icona 'pdf' che qui ho evidenziato con un rettangolo blu ; - a questo punto bisogna rimanere in attesa per un minuto circa, mentre viene creato il documento in quel formato; - in alto a destra comparirà l'icona per il salvataggio.
  11. «Noi tedeschi abbiamo trovato, dopo circa un secolo, la risposta giusta a questo tipo di domanda. Alla domanda: "Chi dei due grandissimi poeti Goethe e Schiller era il più grande?" Rispondiamo: "Accontentiamoci di averli entrambi"». Questo è il mio ragionamento, per quanto riguarda tutti i campioni del volante del mondo. Dobbiamo ringraziarli tutti per avere portato le vetture al livello in cui si trovano oggi». Alfred Neubauer
  12. Sul ruolo del pilota in grado di mettere a punto la vettura: «È un aiuto. Ho detto mille volte che equivale a un malato che dica: 'Dottore, sono malato'. E il dottore fa un mucchio di analisi, ma una settimana dopo non ha ancora capito dove è il guaio. Se, però, il paziente dice: 'Ho male qui, mi succede questo e questo', il medico si fa un' idea per cominciare il suo lavoro e trova una cura molto più rapidamente. Il compito viene svolto impiegando metà del tempo. Certi piloti sentono le cose, altri no.» Mario Andretti
  13. «Per guidare bene una formula uno occorrono tre anni. All'inizio sembra facile ma non si riesce a farla andare forte come potrebbe. Poi, si passa un anno in cui si impara a conoscerla e man mano ci si accorge di potere arrivare con naturalezza a limiti che prima non si raggiungevano. È il terzo anno che si conosce tutto: circuiti, macchine e comportamento degli avversari.» Emerson Fittipaldi
×
×
  • Create New...