Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Stai con Power o con Newgarden?


Recommended Posts

Giunti a 3 gare dalla fine della stagione e facendo il verso ad un vecchissimo adesivo apparso su un noto periodico "Stai con Senna o con Prost", complice anche il confronto con la Penske, che è un po la McLaren d'America, propongo questo topic che ci accompagnerà fino alla fine della stagione e forse anche nel 2018. 

La scelta da parte degli utenti, tifosi, sportivi, simpatizzanti fra l'ormai esperto titolato australiano ed il giovane tennesseean. Entrambi alfieri di Penske saranno con molta probabilità i 2 che si giocheranno il titolo più di tutti gli altri. 

E' ormai da più di metà stagione che il confronto fra i 2 si ripercuote su varie piste ed in varie occasioni. 

Io da parte mia ho già fatta la mia scelta da tempo: sto con Newgarden. 

Sto con Newgarden per varie motivazioni:

1) lo seguo da quando era in Indy Light vedendolo crescere di stagione in stagione guadagnandosi tutto da solo il posto che ricopre adesso.

2) E' stato il pilota più veloce ad adattarsi alla Penske prima e meglio di altri blasonati quali Power e Pagenaud.

3) A mio modo di vedere è il pilota più completo che c'è in F.INDY escluso Dixon. 

4) Nel confronto fra Power e Newgarden trovo il biondino (che fra l'altro ha una certa somiglianza con Rosberg), più maturo in rapporto all'età, gare corse ed approccio ai GP. Power magari è capace di prove come quelle di domenica sui ring di una difficoltà eguale solo ad Hornish, ma poi è prolifico di cappellate inguardabili. Newgarden invece in sordina, impara dagli errori, anche altrui, acquisisce ad ogni gara esperienza e maturità per poi mostrarla solidamente le gare seguenti. 

5) E' la futura stella americana che andrà a sostituire Hornish.

6) Sarebbe il 1° tennesseean della storia a vincere un titolo.

7) Mi sta sul bip Power. 

8) E' indiscutibilmente l'erede di Scott Dixon!

9) Varie ed eventuali. 

 

Lascio a voi la scelta e la spiegazione di chi preferite, una preferenza che potrebbe mutare anche da qui a fine stagione. Un confronto che potrebbe ripresentarsi anche dal 2018. 

E tu... stai con Power o con Newgarden?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

che noia quando vengono affibiate a vita le etichette ai corridori (tipo hamilton psicologicamente fragile, ecc): power dopo aver vinto il titolo di "cappellate inguardabili" ne ha fatta UNA in tre anni (al barber quando stava per andare adosso a sato in uscita box)

detto questo a me non dispiacerebbe nessuno dei due. l'importante è che non vinca pagenaud :asd: autore di una stagione abbastanza incolore, specialmente all'inizio.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Domanda retorica, per quanto mi riguarda :rotfl2: 

Resta il fatto che per me vince Dixon.

Opinabile il fatto del pilota "più veloce ad adattarsi alla Penske" di Newgarden in confronto a Power, che con il Capitano ha fatto pole alla seconda gara e ha vinto alla quinta, per giunta da part-timer. Newgarden, senza la foratura di Power (ma guarda un po'...) in Alabama, la prima gara se la vinceva a Toronto (e anche lì in fatto di episodi ce ne sarebbe da dire).

Per il resto dite quello che vi pare, ma se Power avesse anche solo metà della sfortuna che ha normalmente, non ci sarebbe trippa per gatti.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
In questo momento, salva202 ha scritto:

che noia quando vengono affibiate a vita le etichette ai corridori (tipo hamilton psicologicamente fragile, ecc): power dopo aver vinto il titolo di "cappellate inguardabili" ne ha fatta UNA in tre anni (al barber quando stava per andare adosso a sato in uscita box)

Esatto. Mettendola su questo piano, dovremmo rinfacciare a Newgarden l'erroraccio in Texas per il resto dei suoi giorni.

Link to post
Share on other sites

Detto molto onestamente, mi stanno abbastanza sulle palle tutti e due :asd: Nel dubbio tifo Castroneves e Dixon, pur non togliendo meriti ne a Newgarden ne tantomeno a Power (che è senza ombra di dubbio uno dei più forti).

Link to post
Share on other sites

Dopo sonoma 2015 finchè non è matematicamente fuori dalla lotta per me vince sempre Dixon.

Poi trai i due dico Newgarden anche perchè secondo me i punti che deve recuperare sono troppi.Deve sono avere almeno una gara no Newgarden

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Malefix ha scritto:

Dixon, solo perchè Burdè è matematicamente fuori :P 

.....e questa è la più bella verità di tutto il topic...

Continuo a restare e scegliere Newgarden anche dopo le vostre argomentazioni.... 

Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

Dopo oggi non lo definirei un bravo ragazzo :asd: Uno forte e con le palle, ma certamente non un bravo ragazzo

Eh beh quando ce vo ce vo......

E' cresciuto ancora, ha ancora acquisita nuova forza ed esperienza.... se vince il titolo a 25 anni lo vincerà da giovane e sarà tutto un programma...

Link to post
Share on other sites

in una categoria dove conta tantissimo il trovarsi in sintonia con il team è una cosa fondamentale ha la seria possibilità di vincere al suo primo anno in questo team questo conta tantissimo.

Ricordiamoci il primo anno di Pagenaud. 

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, KingOfSpa ha scritto:

in una categoria dove conta tantissimo il trovarsi in sintonia con il team è una cosa fondamentale ha la seria possibilità di vincere al suo primo anno in questo team questo conta tantissimo.

Ricordiamoci il primo anno di Pagenaud. 

Beh sai c'è chi mi dice che Power al primo anno in Penske fece le faville.... e poi vinse il titolo moooolto dopo.

Io non contesto la classe di Will Power. Quello che ha fatto domenica scorsa a Pocono aveva del leggendario. Il togliere la scia all'avversario in quel modo e per così tanti giri più volte al giro era una manovra da Campionissimo sui ring. Una roba che solo Hornish ricordavo potesse fare. Non dimentico neppure le sue performance sul giro secco o sulle distanze prese nei cittadini come Long Beach o Toronto. Non sminuisco nulla di tutto questo. Come ricordo anche le mille sfighe che ha avute e che magari non meritava: vedi la famosa gomma di Baltimora.

Però devo riconoscere a Newgarden una continuità ed una maturità più solida. 

Power a parte i primi 2 anni ha sempre corso con scuderie con 4 bocce, Newgarden si è fatta tutta tutta la gavetta e non ha perso niente. Andatevi a rivedere il 1° anno in Fisher per poi la risalita in CFR e Carpenter fino all'anno scorso. Una parabola lenta ma inesorabile.

C'è gente che è arrivata molto prima e ha fatto molto meno.

Questo mi ha convinto sempre di più della genuinità del ragazzo.

Il Garde dice che stare sempre ad inseguire mette sotto pressione e porta all'errore. Ma Power non è l'unico che insegue. Dixon insegue dall'inizio dell'anno. 

A mio avviso Power è un gran piede ma è molto simili a Buemi come resa. Sotto pressione va un po nel pallone e questo lo ridimensiona. 

Al momento questo problema Newgarden non ce l'ha. 

Link to post
Share on other sites

E un bel chissenefrega se Newgarden s'è fatto la gavetta? Per me se Power ha debuttato in Penske c'è pure un motivo.

E ripeto che il primo (neanche mezzo) anno in Penske è stato ottimo, l'anno dopo si stava già giocando il titolo. Sai com'è, è un pilota di estrazione europea e magari gli si può concedere un po' di tempo per prendere la mano con gli ovali. In Champ Car non ce n'erano praticamente più...

Power paragonato a Buemi non so neanche come definirlo. Come direbbe Pagenaud, "non ho parole gentili in questo momento, per cui non dico nulla".

  • Like 1
  • Lol 1
Link to post
Share on other sites
In questo momento, The Rabbit ha scritto:

E un bel chissenefrega se Newgarden s'è fatto la gavetta? Per me se Power ha debuttato in Penske c'è pure un motivo.

E ripeto che il primo (neanche mezzo) anno in Penske è stato ottimo, l'anno dopo si stava già giocando il titolo. Sai com'è, è un pilota di estrazione europea e magari gli si può concedere un po' di tempo per prendere la mano con gli ovali. In Champ Car non ce n'erano praticamente più...

Power paragonato a Buemi non so neanche come definirlo. Come direbbe Pagenaud, "non ho parole gentili in questo momento, per cui non dico nulla".

Beh Fede, io mica sminuisco il fatto che Power sia arrivato in Penske per meriti validi. Ti ripeto che nel 2006 e 2007 con un team come l'Australia di Walker era già la punta con cui scontrarsi con le NewmanHaas di Bordais, le Forsythe di Tracy e Wilson. Stava mostrando già la stoffa che aveva, però negli anni, complice anche la sfiga, ha commessi tanti errori che sinceramente non ho visto in Newgarden.

Non lo sto sminuendo, sto facendo un'analisi oggettiva di confronto fra i 2 piloti punta di diamante della scuderia leader in campionato. 

Power sarà più 'esplosivo' nelle sue performance, Newgarden meno 'vistoso' ma sulla costanza e crescita lo reputo più solido. 

Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, aleabr ha scritto:

Non lo sto sminuendo, sto facendo un'analisi oggettiva di confronto fra i 2 piloti punta di diamante della scuderia leader in campionato. 

Paragonando uno scartato dal programma Red Bull che fa il bulletto in Formula E (e perde come un pollo) ad un pilota da oltre 40 pole e oltre 30 vittorie in IndyCar, a cui manca solo la Indy 500 per dirsi pienamente soddisfatto della sua carriera? Ma per favore... 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×
×
  • Create New...