Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

sundance76

Moderators
  • Content Count

    9136
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    97

Everything posted by sundance76

  1. Ragazzi, l'ho appena acquistato e volevo mostrarvi questo bel poster-dipinto di Michael Turner, uscito allegato ad AutoSprint n.6 del 1973. In quelle settimane AS stava conducendo una di quelle ricorrenti "indagini" per definire una ipotetica classifica dei "migliori di tutti i tempi". E questo poster dimostra come, fino all'alba dell'era ecclestoniana, non si facesse alcuna differenza tra prima e dopo il 1950. Certo, quella del poster è un'immagine sintetica ma, come potete vedere, le "star" raffigurate sono di assoluto rilievo. C'è anche Jean Pierre Wimille, colui che secondo gl
  2. Il 1987, prima stagione dopo l'abolizione delle vetture di Gruppo B, si era chiuso col dominio della Lancia Delta, e con i suoi tre alfieri a giocarsi il titolo piloti all'ultimo round tra le foreste del Rac. Con Biasion (3 vittorie: Monte, Argentina, Sanremo) leader provvisorio ma assente nell'ultima gara (gli accordi erano 7 gare a testa), Markku Alen (3 vittorie: Portogallo, Acropolis, Mille Laghi) gettò al vento ogni chance con due capotamenti, regalando vittoria e campionato a Kankkunen (2 vittorie totali, Olympus e appunto Rac), che bissava il titolo vinto l'anno prima con la Peugeot
  3. La prima affermazione di un equipaggio e di una macchina italiani al Safari, grazie alla Lancia Delta di Miki Biasion e Tiziano Siviero, che quell'anno, il 1988, si laureeranno anche campioni del mondo per la prima volta. Il servizio completo di AutoSprint dell'epoca:
  4. Nonostante fosse lontanissimo dalla filosofia dei rally "all'europea", il Safari da moltissimi era considerato il più duro, il più imprevedibile, il più difficile dei rallyes. Non so se riusciranno a farlo disputare nel 2021, e non so nemmeno in quale formato, ma l'epopea di questo rally è una delle cose più entusiasmanti della mia passione automobilistica:
  5. "Il sottosterzo è la prova che Dio non esiste" (François Chatriot)
  6. In effetti ho una registrazione da un'ora e 5 minuti.
  7. "Le macchine da corsa dovrebbero avere sempre un po' più di potenza di quanto il telaio sia capace di sopportare". (Tony Brooks)
  8. Ragazzi, l'ho preso. E' abbastanza sorprendente, hanno infilato tutto lo scibile statistico dal 1890 al 2002. Sono davvero sorpreso: Turismo, Indycar, Nascar, F1 e GP prima e dopo il 1950, Sport, Endurance, GT, Can Am, Tasman, F2. F3, F3000. Ci sono tutte le piante di tutti i circuiti, albi d'oro, statistiche numeriche telegrafiche per la carriera di ogni pilota di tutte le categorie citate. In effetti sono oltre 900 pagine.... Mancano solo i rally.
  9. Il problema sono, da sempre, le auto. Auto che poi hanno imposto prima la castrazione e poi la cancellazione di decine di circuiti.
  10. Non sapeva l'inglese e non era bona, ma non era ignorante come certi giornalisti.
  11. 113 vittorie su 223 Gran Premi validi per il Mondiale. Mica male.
  12. Un bel guaio: a fine anno come farà @Osrevinu a modificare ancora la firma?
  13. Vanzini che inneggia alle chicane di Imola e ringrazia Dio della loro esistenza.
  14. I vari "record" di Daniele Cianci, apprezzatissimo navigatore nei rallyes italiani scomparso improvvisamente a metà degli anni '90, dopo più di 25 anni di onorata carriera, con quasi 500 rally disputati, oltre 60 piloti diversi e più di quaranta diverse vetture: "Ho corso tre rally in sette giorni, e ho disputato la stessa gara con tre piloti differenti. Il primo record l'ho ottenuto nel '75: corsi la domenica al "rally Team 971", poi dopo tre giorni via al "rally 4 Regioni" con ritiro l'indomani in tempo per correre il "Golfo dei Poeti" la domenica successiva. Il secondo episodio è addi
  15. Pare che sia stato annullato il rally di Ypres, e che anche quello di Monza sia a rischio. A questo punto chissà se riescono ad assegnare il titolo mondiale...
  16. Ma l'apertura non riguarda la sua società, visto che resta una monarchia medievale con metodi che nessun Paese civile accetterebbe. Poi resta da vedere chi sono gli "stati confinanti integralisti". E spero che tu non ti riferisca all'Iran, che è il Paese che ha perso più uomini nella lotta al terrorismo integralista.
  17. Dai che la nascarizzazione è a buon punto.
  18. Peccato non ci sia né Nuova Zelanda né Australia, e mi dispiace anche per l'Argentina.
  19. Certo che in quel 1987, tra la quinta elementare e la prima media, il sorpasso di Prost su Stewart a quota 27 vittorie mondiali sembrava tantissima roba.
  20. Dici che lo hanno capito così presto?
×
×
  • Create New...