Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Pirelli


Andrea Gardenal
 Share

Recommended Posts

Non voglio fare il bastian contrario però Grosjean non può sapere cosa sia successo effettivamente a Vettel, se c'era qualcosa...un detrito? Vettel è passato prima di lui,  era più spostato di qualche cm? Poi può essere che effettivamente sia stato un problema di gomma.....ma solo a Vettel? mi sembra strano...e se solo a Vettel per il rischio della sola sosta?

A Rosberg la modifica alle bavette mi sembra giustifichi l'inconveniente subito alla gomma anteriore.  

Il fatto di dire se succedeva 200 mt prima.........è una dichiarazione che sorge spontanea però lascia il tempo che trova il circuito è quello e tutti i punti sono pericolosi ma lo impari sempre troppo tardi

Edited by FEDELE DA MO'
invece che scrivere l'ultima parte ho fatto invio
Link to comment
Share on other sites

Infatti è risaputo che per ridurre il rischio forature da detriti sia necessario aumentare la pressione delle gomme....

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Questa non l'ho capita......chiedo scusa. L'aumento di pressione iniziale comporta seri problemi, vero è che la gomma lavora meno e di conseguenza scalda meno ma è anche vero che che si parte da una pressione più alta perciò l'aumento finale di pressione è più alto. Per quanto riguarda i detriti, quando andavo in pista, più la gomma era gonfia e più facile era forare, in quanto calpestando un oggetto se la gomma cede crea uno spazio entro cui il detrito trova alloggio momentaneo e rapidissimo e passa indenne mentre, a seconda logicamente della dimensione, se è più gonfia la deformazione è inferiore ed è più facile la foratura. Soluzione contraria invece per cordoli alti, bassa pressione pericolo di schiacciamento della spalla e pizzicata fra cordolo e cerchio perciò in questi casi si teneva la pressione di 2 o 3 decimi più alta. E' più facile trovare un cordolo che un detrito...poi la sfiga c'entra sempre.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Questa non l'ho capita......chiedo scusa. L'aumento di pressione iniziale comporta seri problemi, vero è che la gomma lavora meno e di conseguenza scalda meno ma è anche vero che che si parte da una pressione più alta perciò l'aumento finale di pressione è più alto. Per quanto riguarda i detriti, quando andavo in pista, più la gomma era gonfia e più facile era forare, in quanto calpestando un oggetto se la gomma cede crea uno spazio entro cui il detrito trova alloggio momentaneo e rapidissimo e passa indenne mentre, a seconda logicamente della dimensione, se è più gonfia la deformazione è inferiore ed è più facile la foratura. Soluzione contraria invece per cordoli alti, bassa pressione pericolo di schiacciamento della spalla e pizzicata fra cordolo e cerchio perciò in questi casi si teneva la pressione di 2 o 3 decimi più alta. E' più facile trovare un cordolo che un detrito...poi la sfiga c'entra sempre.

Era appunto ciò cui si riferiva Mauro.

Ti confido un segreto: sui forum il sarcasmo è una parte fondamentale della comunicazione :asd:

Detto questo, magari Pirelli con il suggerimento di alzare le pressioni ha tradito la vera causa... ciò quello che hai detto tu: temono i cordoli, non dei fantomatici "detriti".

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Questa non l'ho capita......chiedo scusa. L'aumento di pressione iniziale comporta seri problemi, vero è che la gomma lavora meno e di conseguenza scalda meno ma è anche vero che che si parte da una pressione più alta perciò l'aumento finale di pressione è più alto. Per quanto riguarda i detriti, quando andavo in pista, più la gomma era gonfia e più facile era forare, in quanto calpestando un oggetto se la gomma cede crea uno spazio entro cui il detrito trova alloggio momentaneo e rapidissimo e passa indenne mentre, a seconda logicamente della dimensione, se è più gonfia la deformazione è inferiore ed è più facile la foratura. Soluzione contraria invece per cordoli alti, bassa pressione pericolo di schiacciamento della spalla e pizzicata fra cordolo e cerchio perciò in questi casi si teneva la pressione di 2 o 3 decimi più alta. E' più facile trovare un cordolo che un detrito...poi la sfiga c'entra sempre.

Ero ironico, se come dice Pirelli le esplosioni sono dovute esclusivamente ai detriti e non a problemi di struttura, perché suggerire un aumento della pressione?

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

Tronchetti Provera:

Celebrazioni di 110 anni della Pirelli
“E’ una storia di 110 anni di corsa. Corsa di tecnologia e uomini appassionati che vogliono regalare emozioni”. 

Richiesta importante in F1. Stravolgere le gomme, più grandi per aumentare lo spettacolo
“Ci stiamo riuscendo, pneumatici più grandi e stiamo facendo guadagnare più di 6’’ a giro alle vetture”.

Rapporto tra Pirelli e F1 lungo, avete raggiunto obiettivi prefissati?
“La F1 è un laboratorio all’aperto in continua evoluzione. I tecnici devono dare risultati in tempi brevi, continua sfida per accelerare sviluppo dei nostri prodotti”. 

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...
4 minuti fa, leopnd ha scritto:

Jean Todt, Marco Tronchetti Provera e Chase Carey annunciano il ruolo di fornitore unico per Pirelli fino al 2023...

 

Qui invece altri tre sconosciuti..

O3ersEB.jpg

(Dai, scherzo, sono Gigi Villoresi, Nino Farina e Alberto Ascari)

  • Lol 1
Link to comment
Share on other sites

  • leopnd changed the title to Pirelli
  • 4 weeks later...
  • 2 months later...
  • 5 months later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...