Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Libri "da corsa"


Recommended Posts

  • 1 month later...

  • Replies 445
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ho finito di leggere Beast e direi che è andato oltre le mie aspettative. Non solo descrive in modo minuzioso ma mai pesante il processo decisionale e realizzativo del motore oltre alla successiva esp

Fermi tutti!! E' uscito il nuovo libro di Carlo Cavicchi, giornalista "principe" dei rally oltre che ottimo pilota e fotografo. E' la raccolta degli ultra-merav

Come socio AISA (Associazione Italiana per la Storia dell'Automobile) mi è arrivato in omaggio questo bellissimo libro!! E' diviso grossomodo in tre parti: una dedicata a Nuvolari, una a Varzi e

Posted Images

  • 3 weeks later...
Il 12/12/2016 at 17:25 , Catone ha scritto:

Ho appena finito di leggere "Ferrari Rex", 1.100 pagine, ci ho messo due mesi.

Ne vale davvero la pena, scoprirete cose che non avreste neanche lontanamente pensato.

Vi riporto solo una chicca, andando a memoria. Metà stagione 1985, a Maranello si accorgono che le turbine fornite alla Ferrari (dalla stessa ditta che forniva la Porsche), pur non essendo difettose, sono diminuite di qualità rispetto all'inizio stagione. Ferrari legge il rapporto dei suoi tecnici insieme a Piccinini e ad Alboreto. Subito dopo aver letto, pensando al sabotaggio, sbotta "cambiamo fornitore". Piccinini: "ma no Ingegnere, non mi sembra il caso". E Ferrari "Piccinini, cosa c'è scritto qui?" indicandogli il logo che ha sopra la giacca. "Beh, c'è scritto Ferrari"... "Ecco, Ferrari sono io e quindi si fa come dico io. Quando qui ci sarà scritto "Piccinini" si farà come dici tu"... :asd:

Io sto ancora intorno a pag. 300. Ma per sfizio mi sono già andato a leggere le pagine sulla stagione 1934, quelle sul mio idolo (o meglio, uno delle dozzine di miei idoli) Guy Moll.

L'aneddoto dell'85 con Piccinini me lo ricordo pubblicato sui fascicoli di "Ruoteclassiche" usciti nell'inverno 1995-96 dal titolo "Ferrari, che gente..", raccontato da Alboreto.

Non bastassero i tanti libri che si sono accumulati senza ancora averli letti, qualche giorno fa ho preso anche questo di Forghieri, che commenta tutte le Ferrari da corsa, prima e dopo il suo periodo di lavoro a Maranello (1960-1987), in pratica dal 1947 fino alle  Ferrari dell'era Schumacher e Alonso (termina nel 2011).

Ci sono anche le vetture che partecipavano al Mondiale Sport (oggi volgarmente detto Endurance), categoria in cui la Ferrari ha ottenuto 13 titoli mondiali (pi√Ļ quello ufficioso del 1952).¬†

Giusto per ricordare che il prestigio del nome Ferrari non è dovuto solo alla F1, oggi ridotta a Playstation.


Magari non ci sarà nulla di nuovo rispetto a quello che si sa (la ritrosia di chi ha lavorato a stretto contatto del Vecchio è proverbiale), ma il volume è di grande formato molto spettacolare, con qualche foto per me inedita, e comunque ci sono dei focus di approfondimento interessanti: ho letto quello sull'esperienza di Furia in Inghilterra nel '62, e quello scritto dal ds Tavoni, che secondo me avrebbe fatto bene a scrivere un libro autonomo, per le tante cose interessantissime sui primi dieci anni di vita della Ferrari. Peccato che tali storie interessino a pochi di noi. 

23gz3ol.jpg

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, sundance76 ha scritto:

Io sto ancora intorno a pag. 300. Ma per sfizio mi sono già andato a leggere le pagine sulla stagione 1934, quelle sul mio idolo (o meglio, uno delle dozzine di miei idoli) Guy Moll.

Non bastassero i tanti libri che si sono accumulati senza ancora averli letti, qualche giorno fa ho preso anche questo di Forghieri, che commenta tutte le Ferrari da corsa, prima e dopo il suo periodo di lavoro a Maranello (1960-1987), in pratica dal 1947 fino alle  Ferrari dell'era Schumacher e Alonso (termina nel 2011).

Ci sono anche le vetture che partecipavano al Mondiale Sport (oggi volgarmente detto Endurance), categoria in cui la Ferrari ha ottenuto 13 titoli mondiali (pi√Ļ quello ufficioso del 1952).¬†

Giusto per ricordare che il prestigio del nome Ferrari non è dovuto solo alla F1, oggi ridotta a Playstation.


Magari non ci sarà nulla di nuovo rispetto a quello che si sa (la ritrosia di chi ha lavorato a stretto contatto del Vecchio è proverbiale), ma il volume è di grande formato molto spettacolare, con qualche foto per me inedita, e comunque ci sono dei focus di approfondimento interessanti: ho letto quello sull'esperienza di Furia in Inghilterra nel '62, e quello scritto dal ds Tavoni, che secondo me avrebbe fatto bene a scrivere un libro autonomo, per le tante cose interessantissime sui primi dieci anni di vita della Ferrari. Peccato che tali storie interessino a pochi di noi. 

23gz3ol.jpg

Questo di Forghieri me l'ha regalato la Faby, devo ancora iniziarlo

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
Il ‚Äé01‚Äé/‚Äé01‚Äé/‚Äé2017 at 21:49 , sundance76 ha scritto:

Io sto ancora intorno a pag. 300. Ma per sfizio mi sono già andato a leggere le pagine sulla stagione 1934, quelle sul mio idolo (o meglio, uno delle dozzine di miei idoli) Guy Moll.

L'aneddoto dell'85 con Piccinini me lo ricordo pubblicato sui fascicoli di "Ruoteclassiche" usciti nell'inverno 1995-96 dal titolo "Ferrari, che gente..", raccontato da Alboreto.

Non bastassero i tanti libri che si sono accumulati senza ancora averli letti, qualche giorno fa ho preso anche questo di Forghieri, che commenta tutte le Ferrari da corsa, prima e dopo il suo periodo di lavoro a Maranello (1960-1987), in pratica dal 1947 fino alle  Ferrari dell'era Schumacher e Alonso (termina nel 2011).

Ci sono anche le vetture che partecipavano al Mondiale Sport (oggi volgarmente detto Endurance), categoria in cui la Ferrari ha ottenuto 13 titoli mondiali (pi√Ļ quello ufficioso del 1952).¬†

Giusto per ricordare che il prestigio del nome Ferrari non è dovuto solo alla F1, oggi ridotta a Playstation.


Magari non ci sarà nulla di nuovo rispetto a quello che si sa (la ritrosia di chi ha lavorato a stretto contatto del Vecchio è proverbiale), ma il volume è di grande formato molto spettacolare, con qualche foto per me inedita, e comunque ci sono dei focus di approfondimento interessanti: ho letto quello sull'esperienza di Furia in Inghilterra nel '62, e quello scritto dal ds Tavoni, che secondo me avrebbe fatto bene a scrivere un libro autonomo, per le tante cose interessantissime sui primi dieci anni di vita della Ferrari. Peccato che tali storie interessino a pochi di noi. 

 

Beh, allora siamo tutti uguali :asd:

Sai che il libro "Piloti che gente" ha un segnalibro all'interno? Ebbene, il mio era fisso su Guy Moll. La sua parabola spezzata è affascinante.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Catone ha scritto:

Beh, allora siamo tutti uguali :asd:

Sai che il libro "Piloti che gente" ha un segnalibro all'interno? Ebbene, il mio era fisso su Guy Moll. La sua parabola spezzata è affascinante.

 

Su facebook ho creato una pagina dedicata a Moll.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Non sono libri, bensì due fascicoli speciali che uscivano ogni anno a dicembre.

Finora possedevo soltanto quelli del 1990, 1991, 1992 e 1993, che hanno coinciso con la mia adolescenza (dai 14 ai 17 anni),¬†in pratica gli ultimi perch√© dal '94 la pubblicazione non esiste pi√Ļ. In una fumetteria avevo poi trovato quello 1984.

Ora ho acquistato questi due, del 1979 e 1980.

Li avessi comprati quando avevo 14-17 anni, sarei svenuto dalla contentezza. Oggi, dopo decenni di appassionate ricerche, libri, riviste e lo tsunami dello scibile presente sul web, non è la stessa cosa, ma devo dire che sono ugualmente bellissimi.

Ci sono persino servizi dove si analizzano l'evoluzione¬†e le innovazioni tecniche della Formula introdotta nel 1966 (che durer√† venti anni), la pi√Ļ lunga e foriera di cambiamenti nel mondo dei Gran Premi.

Ma si parla moltissimo anche di rallyes, corse di durata, formule minori.

Era una specie di Almanacco Illustrato dell'annata agonistica. Oggi uno strumento inutile visto il web, ma (per me) sempre emozionante.

Nel secondo, c'è persino il poster (come nuovo) che vi ho mostrato nel thread sul Mondiale rally, quello della Fiat campione mondiale '80.

2e5o6xt.jpg

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
Il 11/6/2015 at 17:07 , Quinta Piena ha scritto:

Qualcuno ha letto il nuovo libro su Campari di Parigi e quello, di un paio d'anni fa mi pare, di Rao? Quale vale l'acquisto e perché?

Comprati entrambi, ma ancora non letti.... 

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Libri da corsa free

Nell'eventualità che non sia già stato pubblicato, volevo segnalare al forum questo sito in lingua russa dedicato alla Porsche, ricchissimo di libri, riviste, brochures, manuali  tutte dedicate alla casa del cavallino di Stoccarda. Tutto il materiale in formato pdf è consultabile e scaricabile senza nessun problema. Ci sono tra i tanti, anche alcuni interessantissimi libri sulla F1.

http://porschecarshistory.com/books/formula-1/

http://porschecarshistory.com/books/–į–≤—ā–ĺ—Ā–Ņ–ĺ—Ä—ā/

 

ciao e buona lettura

  • Like 4
Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Negli ultimi mesi ho terminato la lettura di altri volumi. 

Dapprima il nuovo libro di Siegfried Stohr, "Pilota senza ali". Davvero insolito, e con punti di vista inediti sulla F1 del presente e del passato. Magari alcuni pareri contenuti nel libro potrebbero risultare forieri di polemiche, anche qui dentro... :asd: 

Poi ho finalmente terminato "Ferrari Rex", di Luca Dal Monte. E' un ottimo libro, si nota subito la profondità della ricerca, e anche per chi come me ha scandagliato a fondo il pianeta-Ferrari ha riservato preziose sorprese (parlo di dettagli utili per le mie ricerche).

Tra l'altro, ho comprato e sto terminando anche "Le mie gioie terribili", il famoso volume scritto dal Drake e che al 75% conoscevo già (la parte centrale dedicata ai piloti divenne infatti un libro autonomo, il famoso "Piloti, che gente..", che possiedo dal 1993), ma anche la parte restante è davvero interessante. Oserei dire che è un must per chi vuol conoscere la vera Ferrari (parole che al 90% non verranno raccolte, ma io ci provo sempre, come Gilles).

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

L'introvabile numero 6 di agosto 1934 della rivista ufficiale della Scuderia Ferrari, col ricordo del proprio pilota Guy Moll, appena scomparso in un tremendo incidente a ferragosto durante la Coppa Acerbo a Pescara.

Se qualcuno dovesse imbattersi in una copia, anche anastatica, mi faccia un fischio.

o56yac.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
Il 17/7/2017 at 21:32 , DaniMotorSport ha scritto:

che spettacolo :)....oltre al 79,80,81,82 quali annate ci sono? :)

A sinistra ci sono il 77 (primi tre volumi) e il 78 (altri tre).

Inoltre possiedo le annate dal 1990 a oggi, ma senza rilegatura.

Qualche singolo numero del 1968 e del 1974, alcuni numeri "sfusi" dal 1984 al 1988, la seconda metà del 1989.

Inoltre ho il primo volume rilegato del 1983. Dovrebbero arrivare anche i rimanenti.

Nell'immagine si vede un errore del rilegatore: il quarto volume del 1981 viene erroneamente indicato sul dorso come terzo.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, sundance76 ha scritto:

A sinistra ci sono il 77 (primi tre volumi) e il 78 (altri tre).

Inoltre possiedo le annate dal 1990 a oggi, ma senza rilegatura.

Qualche singolo numero del 1968, alcuni numeri "sfusi" dal 1984 al 1988, la seconda metà del 1989.

Inoltre ho il primo volume rilegato del 1983. Dovrebbero arrivare anche i rimanenti.

Fantastico :)

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Adrian Newey libro how to build a car (Custom)

 

Non sono un accanito lettore di libri da corsa, ma da amante della tecnica (ed estimatore dei grandi geni della categoria), non vorrei proprio perdermi l'autobiografia di Adrianone. L'unico problema è che per il momento è annunciata solo in inglese, e trattandosi di un libro che virerà parecchio anche sul tecnico (con dettagli sulle varie vetture da lui progettate), preferirei di gran lunga poterlo avere tradotto. Speriamo...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...