Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Catone

Appassionati
  • Content Count

    173
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

317 Novello

About Catone

  • Birthday 11/30/1970

Informazioni di Profilo

  • From
    Vicino Monza
  • Following F1 since
    1983
  • Driver
    Nessuno
  • Former Driver
    Antonio Ascari
  • Team
    La Ferrari di Ferrari
  • Track
    Monza forever
  • Best Race
    Messico 1990

Recent Profile Visitors

1359 profile views
  1. Beh, vedo che avevano tutti licenza di uccidere... Ma le Ferrari 312B3 non avevano le prese d'aria biancorosse? Erano le 312T ad averle tricolori.
  2. Alesi non per colpa sua Chissà se dormono la notte...
  3. Sono tornato sul luogo del delitto. Mia cognata (cara donna), per i miei 50 anni, ha regalato a me e a mio figlio un "Ferrari experience": guida di una Ferrari California per mezz'ora, pranzo in un ristorante tipico e visita ai due musei. Stavolta al museo di Maranello è andata meglio: quanto meno c'erano la 312 B3 di Regazzoni, la 312T4 di Villeneuve e la 412 T2 di Berger. Insomma, già queste compensano tutta la visita. C'erano poi alcune Ferrari che hanno fatto la storia a Le Mans negli anni '50 e '60: su tutte spiccava la Ferrari 166 MM, vincitrice dell'edizione 1949. Una gioia pe
  4. Avete già visto questo bellissimo video?
  5. Quanto valgono questi 6 titoli di Hamilton? Il talento non si discute ma è dal 2014 che corre da solo ed è stato anche battuto nel 2016 da Rosberg: bravino ma non un fulmine di guerra.
  6. Anche a me questa storia della vernice grattata mi lasciava perplesso. Mi sono sempre chiesto perché anche l'Auto Union si sentì in dovere di fare questa scelta. Ipotizzo che l'ordine sia arrivato dall'alto per motivi puramente estetici e che Neubauer si sia voluto prendere un merito che magari spettava a qualche gerarca. PS: durante il Terzo Reich il valore del marco fu completamente sganciato dall'oro. È sbagliato quindi parlare di marchi-oro riferito a quell'epoca.
  7. Originali o copie anastatiche?
  8. Ad Adelaide era in corso una specie di uragano. Secondo me fecero partire la gara solo per non rimborsare i biglietti. Evidentemente i protagonisti lo sapevano ed erano d'accordo, per via del mondiale già deciso. Forse Senna si è lamentato perché gli organizzatori stavano andando oltre i giri concordati. A pensar male...
  9. Anche secondo me i commissari non c'entrano nulla. Sono i regolamenti ad essere fuori da qualunque realtà.
  10. L'automobilismo era sport per uomini veri. Adesso è diventata una sfilata di femminucce piagnucolose che corrono da mamma tutte le volte che qualcuno fa loro la bua. Per uno come me, che segue la F1 ormai molto saltuariamente, sentire dire che "la penalizzazione è giusta perché Vettel ha costretto Hamilton ad alzare il piede" suona così assurdo da farti venire il dubbio se sono pazzi tutti o se sei impazzito tu. Ma in che mondo stiamo vivendo?
  11. Ecco la risposta del "museo" Ferrari: dal 3 gennaio fino al 30 aprile il Museo di Maranello ospita una mostra dedicata ai 50 anni di Michael Schumacher, ‘Michael 50’ il titolo appunto, per questo motivo ha trovato vetture di Formula 1 o anche GT legate al pilota tedesco che volevamo omaggiare. Il nostro museo ospita sempre mostre tematiche nell’ambito delle quali le vetture esposte cambiano, quindi le suggeriamo la prossima volta di visitare il nostro sito prima per vedere le esposizioni in corso e nel caso di tornare a visitarci. Il che conferma il mio sospetto: non son
  12. Beh, però bisogna essere consapevoli che Enzo Ferrari non conservava le auto. Quindi un mega-museo che ne ripercorra la storia non è possibile. Posso anche passare sopra al fatto che hanno mandato all'estero tutta la collezione, ma: 1) me lo dici sinceramente; 2) non fai lo sciacallo e ti inventi un omaggio a Schumacher per riempire i buchi. È soprattutto questo che mi ha infastidito.
  13. Qualche dettaglio in più sulla tua disavventura?
  14. Ormai Ferrari è morto da tanto tempo, 30 anni e passa. La sua anima non è più lì, a Maranello non percepivo la presenza del suo spirito. La Ferrari oggi è qualcosa di completamente diverso. Enzo Ferrari un museo non l'ha mai voluto. Le macchine vecchie le vendeva o le rottamava. "Faccio il costruttore", diceva. Lui era onesto, grande italiano d'altri tempi.
  15. Vero C'è rimasto malissimo pure lui... però la cena e la notte fuori sono state belle. Senza donne tra le scatole, per giunta: moglie e figlie lasciate a casa
×
×
  • Create New...