Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Pensieri e parole, le citazioni dei piloti


Recommended Posts

«Il bello di correre su strada è che ti giochi la pelle. Ci nasci, così. E se ci vietassero di farlo, non risolverebbero niente: poi gente come noi mica si metterebbe a collezionare francobolli».
(Guy Martin, "My autobiography")

 

j8o278.jpg

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...
  • Replies 72
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

"This year's car is the best we've ever made" - Jenson Button, 31 gennaio 2013, alla presentazione della MP4-28

"A Zandvoort vidi il mio compagno di scuderia Jim Clark sbucare in cima alla collina con la macchina di traverso, lanciata a tutta velocità  sulla strada viscida. La mantenne in quella posizione per t

Posted Images

  • 7 months later...

Salve a tutti,

Questa non sono sicuro possa essere realmente accaduta ma ha sicuramente un piccolo fondo di verità , anche se il protagonista era ampiamente giustificato ...

Sembra che la mamma di Mike Andretti (ai tempi della convivenza con Ayrton in McLaren) gli abbia regalato uno di quei magnetini da cruscotto con una massima leggermente modificata che suonava più o meno cosi'

" ... NON PENSARE A ME! CORRI! ..."

Alla prossima

Franz

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 years later...
  • 10 months later...
  • 2 weeks later...
  • 1 year later...

"Il migliore attualmente è senza dubbio Prost, nessun altro è al suo livello. Somiglianze col Lauda degli anni d'oro? Forse sì. Ma con una grossa differenza: Prost ha talento naturale, Niki non ne ha mai avuto. Con duro lavoro e applicazione eccezionale, Lauda riuscì a diventare un ottimo pilota, ma mai velocissimo. Prost invece lo è, ha imparato tutto quanto un campione del mondo deve sapere. Niki era perfetto su tutta la linea, ma gli mancava sempre qualcosa in velocità pura. L'ho sempre pensato e non lo ho mai nascosto neppure a lui..."

(James Hunt, AutoSprint n. 26 del 23-29 giugno 1987, intervista di Roberto Boccafogli . Foto Laurent)

nN8ixNz.jpg

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Una volta Lauda stesso disse qualcosa del tipo: "Ho vinto 3 mondiali senza essere il più veloce in pista perché nelle corse ci vuole anche la testa".  Se, voleva autoesaltarsi la capacità gestionale,da una parte, per contro ammetteva i suoi limiti dal punto di vista della velocità pura.

Link to post
Share on other sites
  • 4 months later...

"L'automobile è senza dubbio un meccanismo, ed è altrettanto vero che la competizione è una lotta di macchine. Ma è proprio lì che risiede il lato tanto attraente: perché il solo approntamento delle macchine esige spirito, molta perspicacia ed abilità professionale. D'altra parte il voler arrivare primo al traguardo e' stato in ogni epoca quanto anelato ardentemente. Gli uomini della Grecia antica lottarono con i loro carri a quattro cavalli, oggi li sostituiscono le nostre vetture da corsa. Il senso è rimasto lo stesso, l'ebbrezza della velocità, della lotta, del pericolo è la conferma che sopra ogni cosa c'è l'opera alla quale ognuno di noi si dedica".

(Rudolf Caracciola)

 

car.JPG

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 5 weeks later...
  • 1 month later...

«La proliferazione dei motori boxer è un po' come il fenomeno dei pinguini, che stando seduti sulla neve hanno tutti il sedere bianco. È un fenomeno di mimetismo, è l'ambiente che lo ha creato.»

Enzo Ferrari alla conferenza di fine anno 1972.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

«Ho scritto e ve lo confermo, che la sfortuna non esiste, in quanto non è altro che il compendio di quanto non abbiamo saputo fare o prevedere. E la fortuna è la conseguenza di quello che abbiamo saputo predisporre.»

Enzo Ferrari, ospite alla premiazione Casco d'Oro Autosprint 1972

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

'Ormai, la vettura è da museo.'

Un caustico David "Dave" Walker dopo l'incidente nelle prove del 'BRDC International Trophy' 1972 alla 'Club'. Si riferisce alla Lotus 72D.

Edited by Elio11
  • Like 1
  • WTF?! 1
  • Lol 1
Link to post
Share on other sites

«Per guidare bene una formula uno occorrono tre anni. All'inizio sembra facile ma non si riesce a farla andare forte come potrebbe. Poi, si passa un anno in cui si impara a conoscerla e man mano ci si accorge di potere arrivare con naturalezza a limiti che prima non si raggiungevano. È il terzo anno che si conosce tutto: circuiti, macchine e comportamento degli avversari.»

Emerson Fittipaldi

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sul ruolo del pilota in grado di mettere a punto la vettura:

«È un aiuto. Ho detto mille volte che equivale a un malato che dica: 'Dottore, sono malato'. E il dottore fa un mucchio di analisi, ma una settimana dopo non ha ancora capito dove è il guaio. Se, però, il paziente dice: 'Ho male qui, mi succede questo e questo', il medico si fa un' idea per cominciare il suo lavoro e trova una cura molto più rapidamente. Il compito viene svolto impiegando metà del tempo. Certi piloti sentono le cose, altri no.»

Mario Andretti

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Nelson Piquet è in macchina con gli occhi chiusi sulla griglia di partenza e il giornalista Zermiani gli chiede: “Ti stai concentrando per la gara o stai dormendo?” Piquet: “No, sto pensando alla fi*a”. (Nelson Piquet)

NB: Ho messo il beep simulato perchè non so se si possa scrivere o meno.... 

“Se Dio voleva che camminassimo, perché ci ha dato dei piedi che si adattano benissimo ai pedali dell'auto?” (Stirling Moss)

Giusto per alzare il livello😉

Edited by FenixFavaretto
Link to post
Share on other sites

«Noi tedeschi abbiamo trovato, dopo circa un secolo, la risposta giusta a questo tipo di domanda. Alla domanda: "Chi dei due grandissimi poeti Goethe e Schiller era il più grande?"  Rispondiamo: "Accontentiamoci di averli entrambi"». Questo è il mio ragionamento, per quanto riguarda tutti i campioni del volante del mondo. Dobbiamo ringraziarli tutti per avere portato le vetture al livello in cui si trovano oggi».

Alfred Neubauer

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
Il 4/2/2021 at 12:43 , Elio11 ha scritto:

«Noi tedeschi abbiamo trovato, dopo circa un secolo, la risposta giusta a questo tipo di domanda. Alla domanda: "Chi dei due grandissimi poeti Goethe e Schiller era il più grande?"  Rispondiamo: "Accontentiamoci di averli entrambi"». Questo è il mio ragionamento, per quanto riguarda tutti i campioni del volante del mondo. Dobbiamo ringraziarli tutti per avere portato le vetture al livello in cui si trovano oggi».

Alfred Neubauer

 

In che epoca lo disse?

Link to post
Share on other sites

Era inserita nel contesto di una più ampia risposta inviata al direttore di Autosprint, pubblicata alla pag. 5 del n. 50/1972. Il discorso verteva in merito a quel gioco di cui parlasti in un'altra discussione qui nel forum, quello dell'incoronazione, in base a dei risultati di fantasia, del presunto miglior pilota di sempre.

LBdc1iU.jpg

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

IRON MEN

"Alla fine di due giri non sentivo più i polsi, avevo le gambe indolenzite e il corpo tremolante. Le corse stock sono per uomini di ferro".

(Jackie Stewart, dopo aver guidato a Daytona l'auto di Richard Petty)

Jackie-Stewart_bis-1280x720.jpg

petty_tn_0.jpg

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...