Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

  • Replies 293
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Un secondo tondo al secondo, non male. Asfaltati tutti peggio della parabolica. 

Addirittura tripudio Manca solo !!!11!undici! e siamo a posto

Pole strepitosa di Luca Ghiotto a Monza, sull'asfalto umido. 1. Luca Ghiotto Trident 1:50.007s 117.798mph (13 laps) 2. Esteban Ocon ART Grand Prix 1:51.007s 116.736mph + 1.000s (12 laps) 3. Matthew Pa

Posted Images

Silverstone, qualifica: Kirchhofer in pole

 

Prima pole position stagionale per Marvin Kirchhofer. Dopo un filotto che aveva visto Luca Ghiotto conquistare la prima posizione al termine delle qualifiche in Spagna e Austria, a Silverstone è stata la rivelazione della scorsa stagione ad imporsi con il tempo di 1’47”040 ottenuto al termine di una sessione avvincente e combattuta, che ha visto la pista migliorare progressivamente dopo la pioggia notturna, battendo per un decimo e mezzo Emil Bernstorff, secondo con la Dallara preparata dal team Arden. Seconda fila per due debuttanti, Alex Palou di Campos e Matt Parry di Koiranen, entrambi sorprendentemente competitivi in questa sessione di prove ufficiali, con l’inglese che ha preceduto l’esperto compagno Jimmy Eriksson di un decimo.

 

Solo sesto Ghiotto, che a causa di un errore alla Copse nel giro buono in cui era in lotta pole, dovrà  scattare nella corsa del pomeriggio dalla terza fila. Settimo Adderly Fong, a dimostrazione della bontà  delle vettura di casa Koiranen, mentre delude un po’ l’ottava piazza di Esteban Ocon. Il campione della Formula 3 europea, dopo la squalifica di Spielberg aveva bisogno di una prestazione maiuscola per cercare di recuperare punti in campionato, ma ha rimediato sei decimi dal compagno. Chiudono la top-10 Mitchell Gilbert, miglior alfiere Carlin, ed un finalmente competitivo Kevin Ceccon. Il “Cec” si era subito issato in vetta alla classifica con il secondo set di gomme nuove e cercherà  di rimontare posizioni in gara, forte della capacità  di gestire al meglio il degrado della coperture Pirelli. Ventunesimo Antonio Fuoco, che partirà  da fondo griglia dopo la penalizzazione rimediata in Austria.

 

Lo schieramento di partenza di gara 1

1. fila

Marvin Kirchhofer - ART - 1'47"040

Emil Bernstorff - Arden - 1'47"197

2. fila

Alex Palou - Campos - 1'47"237

Matthew Parry - Koiranen - 1'47"258

3. fila

Jimmy Eriksson - Koiranen - 1'47"389

Luca Ghiotto - Trident - 1'47"602

4. fila

Adderly Fong - Koiranen - 1'47"620

Esteban Ocon - ART - 1'47"648

5. fila

Mitchell Gilbert - Carlin - 1'47"664

Kevin Ceccon - Arden - 1'47"945

6. fila

Ralph Boschung - Jenzer - 1'48"053

Artur Janosz - Trident - 1'49"086

7. fila

Seb Morris - Status - 1'48"169

Jann Mardenborough - Carlin - 1'48"204

8. fila

Oscar Tunjo - Trident - 1'48"275

Pal Varhaug - Jenzer - 1'48"338

9. fila

Alfonso Celis - ART - 1'48"522

Alex Fontana - Status - 1'48"536

10. fila

Sandy Stuvik - Status - 1'48"541

Matheo Tuscher - Jenzer - 1'48"609

11. fila

Alex Bosak - Arden - 1'49"351

Christopher Hoher - Campos - 1'49"661

12. fila

Zaid Ashkanani - Campos - 1'49"750

Antonio Fuoco - Carlin - 1'49"157 *

 

* Indica penalità  di 3 posizioni

 

http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=54744&cat=55

Link to post
Share on other sites

Vittoria di Kirchhofer che si difende tenacemente da Bernstorff negli ultimi giri. Terzo Parry, poi Ghiotto che passa all'ultimo giro Eriksson con un bel sorpasso all'esterno della Stowe. Sesto Ocon che si difende da Ceccon. Il tentativo di rimonta di Fuoco si ferma al diciottesimo posto.

Link to post
Share on other sites

Kevin Ceccon vince gara-2 davanti a Ocon e Boschung. Non benissimo Ghiotto, settimo dopo essere partito quinto ma arrivato davanti a Kirchhà¶fer. La GP3 comunque sembra essere più divertente degli anni scorsi, il livello si è alzato un pochino.

 

Ghiotto in testa alla classifica anche dopo Silverstone, con 82 punti contro i 77 di Kirchhà¶fer.

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Budapest - Qualifica

Ghiotto torna in pole


Luca Ghiotto conquista la terza pole position stagionale in quattro gare. Il vicentino di Trident ha conquistato nell’ultimo giro a sua disposizione il crono di 1’34”030 che gli è valso il primato sul toboga di Budapest. Luca, ancora una volta a suo agio ed in perfetta sintonia con la Dallara preparata dalla squadra di Maurizio Salvadori, sfrutta i punti della pole per allungare in campionato, nei confronti di Marvin Kirchhofer, solamente quarto alle spalle di Emil Bernstorff e del compagno Esteban Ocon.

 

L’inglese di Arden, che ha chiuso a soli 36 millesimi da Ghiotto, è uno dei personaggi più insidiosi della serie perché sempre molto costante e veloce, anche se ancora non è riuscito a vincere in gara 1, quella che assegna più punti, impresa invece riuscita al campione della Formula 3 Ocon. Il transalpino è il miglior pilota ART in classifica e cercherà  in gara di contenere gli attacchi di Kirchhofer per conquistare altri punti importanti. Si sorride in casa Koiranen, dove Jimmy Eriksson e Matthew Parry monopolizzano la terza fila. L’inglese è una delle rivelazioni di questo inizio di stagione e sta mettendo a dura prova l’esperto compagno svedese.

 

Velocissimo con il primo set di pneumatici, Alex Palou di casa Campos ha concluso in anticipo il suo run e si è dovuto accontentare della settima piazza, davanti agli italiani Antonio Fuoco e Kevin Ceccon. Il calabrese è stato il più veloce tra i piloti Carlin, mentre il bergamasco ha vanificato il primo tentativo finendo fuori pista in curva 4. Chiude la top-10 il norvegese Pal Varhaug, esperto portacolori di casa Jenzer, per un solo millesimo alle spalle di Ceccon. Un problema al pedale del freno non ha invece consentito ad Alfonso Celis di girare.

 

Venerdì 24 luglio 2015, libere

1. fila

Luca Ghiotto - Trident - 1'34"030

Emil Bernstorff - Arden - 1'34"066

2. fila

Esteban Ocon - ART - 1'34"214

Marvin Kirchhofer - ART - 1'34"231

3. fila

Jimmy Eriksson - Koiranen - 1'34"359

Matthew Parry - Koiranen - 1'34"522

4. fila

Alex Palou - Campos - 1'34"526

Antonio Fuoco - Carlin - 1'34"571

5. fila

Kevin Ceccon - Arden - 1'34"744

Pal Varhaug - Jenzer - 1'34"745

6. fila

Mitchell Gilbert - Carlin - 1'34"751

Matheo Tuscher - Jenzer - 1'34"766

7. fila

Seb Morris - Status - 1'34"873

Ralph Boschung - Jenzer - 1'35"001

8. fila

Artur Janosz - Trident - 1'35"008

Alex Fontana - Status – 1’35”071

9. fila

Sandy Stuvik - Status - 1'35"091

Jann Mardenborough - Carlin - 1'35"108

10. fila

Adderly Fong - Koiranen - 1'35"255

Zaid Ashkanani - Campos - 1'36"140

11. fila

Alex Bosak - Arden - 1'36"235

Samin Gomez - Campos - 1'37"164

12. fila

Alfonso Celis - ART – s.t.

 

http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=54996&cat=55

Link to post
Share on other sites

Budapest - Gara 1

Ghiotto insaziabile


Seconda vittoria stagionale per Luca Ghiotto in GP3. Il vicentino di Trident si è imposto al termine di gara 1 a Budapest con una netta superiorità  che lo ha visto gestire egregiamente sia la partenza, che il restart dopo la safety-car. Luca allo spegnersi dei semafori ha tenuto la leadership chiudendo la porta ad Emil Bernstorff, che lo ha anche tamponato alla seconda curva, allargandolo di traiettoria. Luca però non si è fatto trovare impreparato e ha avuto una migliore uscita, mentre Bernstorff si è dovuto arrendere all’ingresso di Esteban Ocon. L’inglese in ripartenza ha dovuto anche cedere il terzo gradino del podio a Marvin Kirchhofer, che resta il maggior rivale di Luca in campionato. Chiudendo settimo e ottavo, Kevin Ceccon e Antonio Fuoco partiranno in prima fila in gara 2.

 

Al secondo giro la gara è stata neutralizzata per un incidente che ha visto Jann Mardenborough venire tamponato all’ultima curva da Zaid Ashkanani, con l’inglese che è rimasto senza ala posteriore fermo sul rettifilo principale. Al restart Luca ha gestito bene gli attacchi di Ocon, che ha così dovuto rinunciare alla possibilità  di vincere, mentre alle spalle del francese il compagno Kirchhofer sopravanzava un ingenuo Emil Bernstorff, che chiude comunque quarto portando ancora a casa punti importanti. Ottima performance ancora una volta per Matthew Parry in casa Koiranen, che con una gara accorta precede nuovamente il compagno Jimmy Eriksson.

 

Sabato 25 luglio 2015, gara 1

1 - Luca Ghiotto - Trident – 22 giri

2 - Esteban Ocon - ART - 3"5

3 - Marvin Kirchhofer - ART - 6"2

4 - Emil Bernstorff - Arden - 6"5

5 - Matthew Parry - Koiranen - 6"9

6 - Jimmy Eriksson - Koiranen - 7"7

7 - Kevin Ceccon - Arden - 8"2

8 - Antonio Fuoco - Carlin - 11"3

9 - Pal Varhaug - Jenzer - 11"8

10 - Matheo Tuscher - Jenzer - 15"2

11 - Mitchell Gilbert - Carlin - 15"3

12 - Seb Morris - Status - 15"6

13 - Ralph Boschung - Jenzer - 16"8

14 - Alex Fontana - Status – 21”9

15 - Adderly Fong - Koiranen - 23"7

16 - Artur Janosz - Trident - 24"3

17 - Alex Bosak - Arden - 27"8

18 - Alfonso Celis - ART – 29”5

19 - Alex Palou - Campos - 31"7

20 - Zaid Ashkanani - Campos - 40"0

21 - Samin Gomez - Campos - 48"6

22 - Sandy Stuvik - Status – 2 giri

 

Ritirati

1° giro - Jann Mardenborough

 

http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=55009&cat=55

Link to post
Share on other sites

Stessa mia faccia quando ho visto il titolo :asd:

 

Non ho visto la gara ma Luca sembra che stia correndo molto bene, sicuramente per Ocon e Kirchhà¶fer è un avversario tosto.

Link to post
Share on other sites

Budapest - Gara 2

L'Italia raddoppia con Ceccon


Kevin Ceccon ha vinto la sua seconda gara in GP3. Il bergamasco del team Arden, scattato dalla pole position per la griglia invertita, ha avuto un ottimo avvio, contenendo gli attacchi di Antonio Fuoco, che partiva al suo fianco. Nonostante un leggero contatto tra i due italiani alla seconda curva, Kevin ha mantenuto il comando mentre alle sue spalle rinveniva Emil Bernstorff. L’inglese però, è stato coinvolto in un incidente con Fuoco alla chicane, con la vettura del calabrese che si è alzata dopo l’urto finendo contro le barriere. Si fermava anche l’inglese pochi metri dopo, mentre un contatto tra polacchi tra Alex Boask ed Arthur Janosz ha visto il pilota Trident rimanere fermo in pista.

 

La direzione gara, che già  aveva dato un giro di formazione ulteriore prima del via, ha chiamato subito la vettura di sicurezza per ripulire la pista, con Ceccon che conduceva la gara davanti ad Esteban Ocon, Jimmy Eriksson, Luca Ghiotto e Matthew Parry. Alla ripartenza avvenuta alla quarta tornata, l’unica azione è stata quella di Parry che ha infilato Ghiotto prendendosi la quarta piazza, tentando di insidiare il podio del compagno di squadra. Ceccon ottiene così il suo secondo successo dopo Silverstone, mentre Ghiotto mantiene la leadership avendo chiuso davanti a Marvin Kirchhofer, che era il suo diretto avversario.

 

Penalizzato Eriksson, Parry nuovamente a podio

 

Domenica 26 luglio 2015, gara 2

1 - Kevin Ceccon - Arden – 16 giri 27’56"869

2 - Esteban Ocon - ART - 0"766

3 - Matthew Parry - Koiranen - 3"316

4 - Luca Ghiotto - Trident – 4”495

5 - Marvin Kirchhofer - ART - 7"445

6 - Jimmy Eriksson - Koiranen - 7"753 *

7 - Pal Varhaug - Jenzer - 8"846

8 - Ralph Boschung - Jenzer - 9"752

9 - Matheo Tuscher - Jenzer - 10"232

10 - Mitchell Gilbert - Carlin - 12"251

11 - Adderly Fong - Koiranen - 15"322

12 - Seb Morris - Status - 18"012

13 - Alex Fontana - Status – 18”550

14 - Sandy Stuvik - Status – 19”853

15 - Alfonso Celis - ART – 21”685

16 - Zaid Ashkanani - Campos - 28"685

17 - Jann Mardenborough – Carlin – 28”937

18 - Alex Palou – Campos – 29”349

19 - Alex Bosak - Arden - 38"072 **

*Indica 5 secondi di penalità 

 

Giro veloce: Esteban Ocon 1’35”925

 

Ritirati

11° giro - Samin Gomez

0 giri - Artur Janosz

0 giri - Emil Bernstorff

0 giri - Antonio Fuoco

 

Il campionato

1. Ghiotto 121 punti; 2. Kirchhofer 98; 3. Ocon 96; 4. Bernstorff 75; 5. Ceccon 54; 6. Eriksson 50; 7. Parry 43; 8. Fuoco 34; 9. Mardenborough 32; 10. Boschung 20

 

http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=55019&cat=55

Link to post
Share on other sites

Quest'anno ci sono due giovani italiani che sono in lotta per la vittoria in due campionati: Ghiotto in GP3 e Giovinazzi in F3. Va detto che nessuno dei due è all'esordio nella sua categoria ed entrambi hanno una certa esperienza (Ghiotto è del '95 e ha già  corso un anno in Formula Renault 3.5 con qualche piazzamento a punti, Giovinazzi è del '93 e alla sua terza stagione in F3), ma spero che entrambi riescano nell'intento, anche per risollevare un po' le sorti e le quotazioni del nostro paese (che ne ha bisogno) 

Se tutto va bene Ghiotto potrebbe passare in GP2 rimanendo con Trident, mentre per Giovinazzi dovrebbe esserci una possibilità  nella 3.5

 

Da notare: nessuno dei due fa parte della FDA

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Quest'anno ci sono due giovani italiani che sono in lotta per la vittoria in due campionati: Ghiotto in GP3 e Giovinazzi in F3. Va detto che nessuno dei due è all'esordio nella sua categoria ed entrambi hanno una certa esperienza (Ghiotto è del '95 e ha già  corso un anno in Formula Renault 3.5 con qualche piazzamento a punti, Giovinazzi è del '93 e alla sua terza stagione in F3), ma spero che entrambi riescano nell'intento, anche per risollevare un po' le sorti e le quotazioni del nostro paese (che ne ha bisogno) 

Se tutto va bene Ghiotto potrebbe passare in GP2 rimanendo con Trident, mentre per Giovinazzi dovrebbe esserci una possibilità  nella 3.5

 

Da notare: nessuno dei due fa parte della FDA

 

Voilà 

 

 

Test al simulatore Red Bull per Ghiotto

 

Dopo una serie di rumor che sono circolati nel paddock del Red Bull Ring riguardo il possibile interessamento della Red Bull verso Luca Ghiotto, è arrivata la conferma del test al simulatore che il vicentino sosterrà  a Milton Keynes.

 

A metterlo in evidenza, un inizio di stagione eccezionale nella GP3 Series che lo vede nettamente al comando della classifica. Per ora, si tratta solo di un'occasione singola, che però rappresenta un'interessante opportunità  da poter cogliere per aumentare l'interesse. Il primo contatto con Ghiotto la Red Bull lo ha avuto il venerdì del weekend di Silverstone in un incontro con Helmut Marko e Christian Horner.

 

La cosa è proseguita finché sabato scorso a Budapest c'è stato il via definitivo alla prova col simulatore che Luca effettuerà  nei prossimi giorni.

 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Da qui a diventare parte del programma penso che ne passi, ma è comunque una buona opportunità  per fare esperienza.

 

Poi invece viene scelto da Marko, l'anno prossimo corre in GP2, va bene e convince, lo promuovono in Toro Rosso, e così il primo italiano che torna in F1 ci arriva grazie alla Red Bull  :asd:

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Spa - Qualifica

Ghiotto, pole in scioltezza

Ha preso un po’ tutti in "giro" Luca Ghiotto. Con il primo set di pneumatici il vicentino si è trattenuto, siglando solo il quinto tempo, dando qualche speranza agli avversari, su tutti Esteban Ocon che aveva segnato la pole provvisoria. Il francese però, nonostante il buon lavoro fatto in seno al team ART, dovrà accontentarsi ancora una volta della seconda piazzola in griglia, perché Ghiotto negli ultimi minuti ha fatto sua in scioltezza la pole position col tempo di 2’04”943, rifilando 171 millesimi ad Ocon, con la possibilità di migliorare ancora come dimostra il record nel primo settore effettuato nel giro di rientro.

Tre centesimi sono costati invece la prima fila a Marvin Kirchhofer, che si è comunque tolto da una difficile situazione che lo vedeva a fondo gruppo a pochi minuti dalla conclusione. Sempre costantemente tra i primi, ma ancora senza un reale acuto, Emil Bernstorff si prende il quarto posto con la prima Dallara del team Arden, davanti alla coppia italiana formata da Antonio Fuoco e da Kevin Ceccon.

Il calabrese ha nettamente avuto la meglio nei confronti degli altri piloti di casa Carlin, entrambi fuori dai primi dieci, mentre per Ceccon quella belga è la miglior qualifica della stagione. Tira un sospiro di sollievo anche Matthew Parry di casa Koiranen, che proprio sulla bandiera a scacchi ha recuperato la settima posizione, dopo aver militato intorno al ventesimo posto per tutto il turno. Chiudono la top-10 lo svizzero di casa Jenzer Matheo Tuscher, lo svedese Jimmy Eriksson ed il messicano Alfonso Celis.

Quattordicesimo Alex Palou, a cui è stato sostituito il telaio dopo che nel turno libero ne aveva riportato il danneggiamento sul cordolo interno all’uscita del Radillon, che oggi è poi stato rimosso proprio per evitare ulteriori danni non solo in GP3, ma anche in GP2 e soprattutto in Formula 1. L'unica penalità derivante da Budapest riguardava Samin Gomez, però assente, e non sarà quindi applicata.
 

Lo schieramento di gara 1
1. fila
Luca Ghiotto - Trident - 2'04"943
Esteban Ocon - ART - 2'05"114
2. fila
Marvin Kirchhofer - ART - 2'05"144
Emil Bernstorff - Arden - 2'05"308
3. fila
Antonio Fuoco - Carlin – 2'05"458
Kevin Ceccon - Arden - 2'05"591
4. fila
Matthew Parry - Koiranen - 2'05"618
Matheo Tuscher - Jenzer - 2'05"669
5. fila
Jimmy Eriksson - Koiranen - 2'05"704
Alfonso Celis - ART - 2'05"834
6. fila
Jann Mardenborough - Carlin - 2'05”869
Pal Varhaug - Jenzer - 2'05"931
7. fila
Seb Morris - Status – 2’05”938
Alex Palou - Campos - 2'05"939
8. fila
Mitchell Gilbert - Carlin - 2'06"065
Ralph Boschung - Jenzer - 2'06"110
9. fila
Artur Janosz - Trident - 2'06"314
Alex Fontana - Status – 2’06”317
10. fila
Beitske Visser - Trident - 2'06"373
Adderly Fong - Koiranen - 2'06"537
11. fila
Alex Bosak - Arden - 2'06"538
Zaid Ashkanani - Campos - 2'68"922
12. fila
Sandy Stuvik - Status - 2'07"106

 

http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=55215&cat=55

Link to post
Share on other sites

Gara-1 in corso, partito male Ghiotto che è stato superato da Ocon.

Nuovo incidente per Mardenborough all'Eau Rouge, Virtual Safety Car.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...