Jump to content

Radio Paddock 2022


Gioele Castagnetta
 Share

Recommended Posts

5 ore fa, Osrevinu ha scritto:

Ci devono dire di quanti soldi stanno fuori e dove sono stati spesi. Perchè se quei soldi sono andati a svilluppare componenti rivelatesi decisive per l'assegnazione del titolo 2021 allora stiamo parlando di un titolo che vale meno del due di picche.

Loro dicono nel catering e per le assenze per malattie del personale, non ci credo ne ora ne mai

Link to comment
Share on other sites

Sinceramente non vedo cosa ci sia di assurdo nel budget cap

Anzi, se dopo questa svolta si è tornati ad avere tanti costruttori desiderosi di entrare in F1 (Audi, Porsche, Volkswagen, la stessa Honda che è entrata dalla finestra dopo essere uscita dalla porta) significa che in questo periodo storico quella della sostenibilità è la strada giusta per garantire un futuro alla categoria.

L’interpretabilità non sta nella regola, che è chiarissima, ma al massimo nelle sanzioni, che ancora non abbiamo visto applicare. Fino a prova contraria mi sembra che la “zona grigia”  è riuscito a vederla solo chi ha scientemente operato per fregare tutti gli altri.

Non è che dobbiamo ragionare per “mal comune, mezzo gaudio” pure quando le evidenze ci dicono che a barare è stato soltanto uno.

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Nameless Hero ha scritto:

Se l'è portata per Adelaide e altri episodi.

Io non parlavo di Adelaide relativamente all'asterisco.

 

Parlavo di tutto il resto che può accomunare quella situazione a questa.

Di regolare in quella macchina c'era solo la vernice probabilmente.

Beh, magari non lo ricorda il pubblico più giovane che per ragioni anagrafiche le gare del 1994 non avrà neanche potuto guardarle.

Ma chi quella stagione l’ha seguita dubito abbia rimosso le polemiche tra FIA e Benetton, le gare di squalifica e il braccio di ferro di quell’estate.

Anche perchè, giusto per rinfrescare la memoria, quanto a scandali Briatore (protagonista della vicenda) non si è fatto mancare niente anche quando il team ha cominciato a chiamarsi Renault

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Gioele Castagnetta ha scritto:

Loro dicono nel catering e per le assenze per malattie del personale, non ci credo ne ora ne mai

In realtà ho letto che la discrepanza, pari a circa 1,9 milioni sia imputabile in gran parte al fatto che Helmut Marko non è stato riconosciuto come membro del team avendo un ruolo da consulente. I 3 stipendi più alti del team sono esclusi dal budget cap ma Marko è stato invece incluso e a quanto pare prende un bel salario. Catering sa tanto di fake news perché è già escluso dai conteggi. Nel report totale presentato alla federazione erano comunque a circa 3 milioni sotto il cap, ma cosa sia stato poi incluso oltre al simpaticissimo Helmut (😬) lo sanno solo in FIA e RB.

Come la pena, se per patteggiamento sarà simile a quella ipotizzata da George Russell.

Se invece vorranno controbattere perché convinti di essere dentro il budget lo potranno fare, se però perderanno la causa le pene diventerebbero più severe.

Link to comment
Share on other sites

28 minuti fa, SaveMeY2J ha scritto:

Sinceramente non vedo cosa ci sia di assurdo nel budget cap

Anzi, se dopo questa svolta si è tornati ad avere tanti costruttori desiderosi di entrare in F1 (Audi, Porsche, Volkswagen, la stessa Honda che è entrata dalla finestra dopo essere uscita dalla porta) significa che in questo periodo storico quella della sostenibilità è la strada giusta per garantire un futuro alla categoria.

Non mi sembra. A parte che Audi/Porsche/Volkswagen sono lo stesso gruppo quindi vale per uno. Al momento solo loro, con il marchio Audi, hanno un accordo con Sauber. Honda ha già chiarito che non ha nessun programma o accordo per il 2026, anzi, ha parecchi dirigenti che spingono nel verso opposto e le dichiarazioni non sono buone. Non scommetterei nemmeno sulla permanenza di Renault per quanto mi riguarda.

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, SaveMeY2J ha scritto:

Beh, magari non lo ricorda il pubblico più giovane che per ragioni anagrafiche le gare del 1994 non avrà neanche potuto guardarle.

Ma chi quella stagione l’ha seguita dubito abbia rimosso le polemiche tra FIA e Benetton, le gare di squalifica e il braccio di ferro di quell’estate.

Anche perchè, giusto per rinfrescare la memoria, quanto a scandali Briatore (protagonista della vicenda) non si è fatto mancare niente anche quando il team ha cominciato a chiamarsi Renault

Non se qui lo seguite ma su Youtube c'è una pagina che si chiama F1 Dimenticata ed è seguitissima, ne hanno parlato pure li (anche se il video riguardavo le possibili irregolarità della Benetton) 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Scarlett ha scritto:

In realtà ho letto che la discrepanza, pari a circa 1,9 milioni sia imputabile in gran parte al fatto che Helmut Marko non è stato riconosciuto come membro del team avendo un ruolo da consulente. I 3 stipendi più alti del team sono esclusi dal budget cap ma Marko è stato invece incluso e a quanto pare prende un bel salario. Catering sa tanto di fake news perché è già escluso dai conteggi. Nel report totale presentato alla federazione erano comunque a circa 3 milioni sotto il cap, ma cosa sia stato poi incluso oltre al simpaticissimo Helmut (😬) lo sanno solo in FIA e RB.

Come la pena, se per patteggiamento sarà simile a quella ipotizzata da George Russell.

Se invece vorranno controbattere perché convinti di essere dentro il budget lo potranno fare, se però perderanno la causa le pene diventerebbero più severe.

Quindi non ho capito, Marko è incluso o no? Chi sono poi i 3 stipendi più alti? O meglio, chi dopo Horner e Newey? Marko se è stato incluso?

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, Gioele Castagnetta ha scritto:

Quindi non ho capito, Marko è incluso o no? Chi sono poi i 3 stipendi più alti? O meglio, chi dopo Horner e Newey? Marko se è stato incluso?

Marko è tra i 3 top, le cifre dei loro contratti (Horner/Newey/Marko) non sono di dominio pubblico. Il regolamento dice che i 3 più pagati del team (escluso piloti) sono da escludere dal conteggio del cap. A quanto pare invece Marko è stato incluso nel conteggio in quanto consulente, quindi al posto suo è stato escluso un quarto membro che ha uno stipendio più "modesto". In pratica non hanno riconosciuto Marko come membro del team ed hanno incluso nel cap la consulenza come esterna. Sembra ci balli un buon milioncino, ma come dicevo gli stipendi non sono pubblici.

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Gioele Castagnetta ha scritto:

Intanto Marko pare avere bocciato Tsunoda dicendo che la prossima stagione sarà De Vries a guidare la squadra, se Tsunoda si trova ancora titolare in AT allora è grazie a Honda e perchè mancano alternative?

non dico cosa penso di Marko che sennò scendo nel penale.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Scarlett ha scritto:

Marko è tra i 3 top, le cifre dei loro contratti (Horner/Newey/Marko) non sono di dominio pubblico. Il regolamento dice che i 3 più pagati del team (escluso piloti) sono da escludere dal conteggio del cap. A quanto pare invece Marko è stato incluso nel conteggio in quanto consulente, quindi al posto suo è stato escluso un quarto membro che ha uno stipendio più "modesto". In pratica non hanno riconosciuto Marko come membro del team ed hanno incluso nel cap la consulenza come esterna. Sembra ci balli un buon milioncino, ma come dicevo gli stipendi non sono pubblici.

Non ha senso, è tutto senza senso

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Gioele Castagnetta ha scritto:

Non ha senso, è tutto senza senso

Ovvio. Se fosse un budget cap serio dovrebbe essere incluso tutto, l'intero staff, la macchina, i piloti e pure la carta igenica. Poi questi pretendono pure di aumentare di anno in anno i gp, praticamente stanno creando una marea di disoccupati che i team potrebbero volentieri tenersi. Non è così che si fa ad appianare le prestazioni tra le varie squadre, hanno proprio sbagliato tutto, di nuovo.

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, Scarlett ha scritto:

Ovvio. Se fosse un budget cap serio dovrebbe essere incluso tutto, l'intero staff, la macchina, i piloti e pure la carta igenica. Poi questi pretendono pure di aumentare di anno in anno i gp, praticamente stanno creando una marea di disoccupati che i team potrebbero volentieri tenersi. Non è così che si fa ad appianare le prestazioni tra le varie squadre, hanno proprio sbagliato tutto, di nuovo.

Esatto, volevo dirlo io dei disoccupati, non tutti sono come Mercedes, Ferrari e Renault come possono smistarli in altre strutture fuori F1 (non so se includere Honda perchè da quel che ho capito i motori non sono inclusi nel budget cap mentre i tre team sopracitati sono costruttori totali attualmente), ok che Red Bull adesso ha il team pure in DTM da poterli pure smistare pure li però gli altri no e quindi ci sono migliaia di disoccupati

Link to comment
Share on other sites

Ma in Italia, con il record di evasione fiscale, basta un attimo 🤣 puoi dichiarare pure di aver speso 1 euro, sono capaci di darti un aiuto di Stato.

13 ore fa, AmanteMercedes ha scritto:

Se fossi nella Ferrari punterei sull'ingaggiare Draghi, credo che di bilanci se ne intenda... 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il 11/10/2022 at 17:38 , SaveMeY2J ha scritto:

Sinceramente non vedo cosa ci sia di assurdo nel budget cap

Anzi, se dopo questa svolta si è tornati ad avere tanti costruttori desiderosi di entrare in F1 (Audi, Porsche, Volkswagen, la stessa Honda che è entrata dalla finestra dopo essere uscita dalla porta) significa che in questo periodo storico quella della sostenibilità è la strada giusta per garantire un futuro alla categoria.

L’interpretabilità non sta nella regola, che è chiarissima, ma al massimo nelle sanzioni, che ancora non abbiamo visto applicare. Fino a prova contraria mi sembra che la “zona grigia”  è riuscito a vederla solo chi ha scientemente operato per fregare tutti gli altri.

Non è che dobbiamo ragionare per “mal comune, mezzo gaudio” pure quando le evidenze ci dicono che a barare è stato soltanto uno.

"Ma oggi che il tetto esiste, quali sono i risultati? Ad almeno l’80 per cento delle squadre il budget cap non fa un baffo, tanto spendevano meno anche prima. Se si voleva scongiurare l’uscita di scena dei grandi nomi, tranquilli: se abbandonano – vedi Honda – non è per questioni economiche. Se poi qualcuno pensava di ricompattare il gruppo, direi che per vedere un outsider vincere un Gran Premio ci vuole una gara lisergica stile Budapest 2021. Quest’anno, almeno finora, in cima al podio abbiamo visto solo piloti Ferrari e Red Bull".
(Alberto Antonini) 

Link to comment
Share on other sites

40 minuti fa, sundance76 ha scritto:

 Budapest 2021. Quest’anno, almeno finora, in cima al podio abbiamo visto solo piloti Ferrari e Red Bull".
(Alberto Antonini) 

Diciamo che il crollo mercedes non ha aiutato. 

Onestamente se l'anno prossimo torna la mercedes con 3 team che si contendono la vittoria va bene.

In passato avevamo più team vittoriosi perchè l'affidabilità faceva da padrone, oggi onestamente no. Cioè preferiscono prendersi penalità piuttosto che rompere.

Non credo sia un limite del budget cup questo.

Ansi se venisse fatto veramente rispettare in ANNI ( non certo UNA STAGIONE REALE  perchè il 2021 è stato un 2020 bis) e con regolamenti stabili poco alla volta il gruppo tenderebbe a compattarsi e poi basta un nulla per mescolare la griglia. Non pensiamo  solo ai top team, ma anche alla media e bassa classifica.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Spero che la FIA dedichi una serie all'emozionante revisione dei conti. Un bel calculate to survive, con i commercialisti che spulciano le voci. "Questo ammovtamento va imputato..." Credo sarà una grande emozione vivere le prossime stagioni, con i colpi di scena che ci piacciono. E poi quelle belle interruzioni per la pioggia tutti ad ascoltare Vanzini che ci parla dei gatti delle nevi. Come diceva Anatolia Rabbriiividiamoooo.

  • Like 1
  • Lol 2
Link to comment
Share on other sites

A quanto pare lo sforamento del budget cap della Red Bull è dovuto anche ad Adrian Newey perchè secondo la Red Bull non rientra nelle voci di spesa relative al budget cap dal momento che è una delle tre figure più pagate della scuderia. La Federazione, però, ritiene che Adrian Newey non possa far parte delle tre eccezioni perché il suo contratto non è direttamente con Red Bull, ma con la sua stessa azienda, la Racing Services Limited.

Per cui la Red Bull avrebbe fatto doppia infrazione quale: errore nelle procedure (Adrian Newey non può rientrare nelle eccezioni in qualità di figura non assunta da Red Bull) tradottosi dunque anche in una violazione minore del tetto di spese dato che lo stipendio di Adrian Newey (e tutte le spese relative alle trasferte) non può essere escluso nelle voci di spesa.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...