Jump to content
R18

Mercato F1 2018

Recommended Posts

8 minuti fa, Davide Hill ha scritto:

Leggo in giro che, a quanto pare, Stroll (non è però indicato quale dei due, ma suppongo entrambi) avrebbe risposto con un deciso NO alla possibilità di un Alonso in Williams....

Ma non l'avrei mai detto, guarda..... :asd:

È stato battuto spesso da un Massa che non ha ancora molto da chiedere alla propria carriera; non ho idea del modo da cui uscirebbe dal confronto con un Alonso che, per la prima volta in tre anni (anzi quattro), si troverebbe al volante di una macchina dotata di un motore

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quella della McLaren-Honda era l'ultima sfida di Alo. Persa.

A questo punto il pilota sta facendo i numeri per tenere alta la sua quotazione, ma i soldi visti fin'ora se li può scordare.

Soldi sottratti, per inciso, allo sviluppo del motore Honda (è Honda che gli paga lo stipendio. Vogliamo credere che il budget per la F1 sia infinito? Non è che si è provato solo il monocilindrico per risparmiare?)

Vedremo il futuro. Per il momento ha messo via un gruzzolo notevole. Potrebbe anche permettersi di divertirsi alla Renault rinunciando alla "nababbità" pretesa fin'ora.. Sempre che lo vogliano per davvero. Tanto, in ogni caso, le "squadrone" (Mcl esclusa) lo vedono come fumo negli occhi, come un appestato..(spero Qongo non legga!!:asd:)

Sono troppo cinico e venale?

  • Lol 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche le porte Renault sembrerebbero chiuse...

Abiteboul è stato chiaro: Alonso vuole una vettura da titolo, anzi una vettura competitiva in grado d'inserirsi nella lotta dei top team, e noi non possiamo dargliela.

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alo la vettura da titolo non ce l'ha più, fine della storia.

Abiecc. gioca al ribasso. Trattative via media...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, 330tr ha scritto:

Quella della McLaren-Honda era l'ultima sfida di Alo. Persa.

A questo punto il pilota sta facendo i numeri per tenere alta la sua quotazione, ma i soldi visti fin'ora se li può scordare.

Soldi sottratti, per inciso, allo sviluppo del motore Honda (è Honda che gli paga lo stipendio. Vogliamo credere che il budget per la F1 sia infinito? Non è che si è provato solo il monocilindrico per risparmiare?)

Vedremo il futuro. Per il momento ha messo via un gruzzolo notevole. Potrebbe anche permettersi di divertirsi alla Renault rinunciando alla "nababbità" pretesa fin'ora.. Sempre che lo vogliano per davvero. Tanto, in ogni caso, le "squadrone" (Mcl esclusa) lo vedono come fumo negli occhi, come un appestato..(spero Qongo non legga!!:asd:)

Sono troppo cinico e venale?

Decisamente. 

L'insuccesso di Honda non penso proprio che vada ricercato nello stipendio di Alonso. E propongo due argomentazioni a riguardo: la prima è che il motore Honda è stato fatto e rifatto in ognuno di questi tre anni di partnership con McLaren, hanno provato una marea di soluzioni diverse e ciononostante hanno peggiorato la situazione invece di migliorarla; la seconda è che se McLaren è riuscita ad andare avanti nonostante l'emorragia di sponsor è merito di Honda e di nessun altro. Honda ha fallito perché chi ha lavorato a questo progetto, evidentemente, non ci ha capito molto, quello che si vede in pista da tre anni a questa parte non lascia troppo spazio all'immaginazione.

Alonso di soldi ne ha fatti abbastanza nonostante (credo) non siano mai stati la sua primaria ragione di vita. Adesso vuole una macchina da mondiale e ribadisco che da questo punto di vista, escludendo a priori la Ferrari, rimane solo la Mercedes. Così, almeno l'anno prossimo, non sarà, quindi tanto vale che se ne vada negli USA a inseguire nuovamente l'obiettivo Indianapolis mantenendo però i motori caldi in attesa di qualche movimento di mercato ai piani alti della Formula 1.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, 330tr ha scritto:

Soldi sottratti, per inciso, allo sviluppo del motore Honda (è Honda che gli paga lo stipendio. Vogliamo credere che il budget per la F1 sia infinito? Non è che si è provato solo il monocilindrico per risparmiare?)

Premesso che io non credo sia un problema di soldi, anche se fosse la responsabilità continua ad essere esclusivamente di Honda: si chiama incapacità di gestione delle risorse

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
In questo momento, The Rabbit ha scritto:

Alonso di soldi ne ha fatti abbastanza nonostante (credo) non siano mai stati la sua primaria ragione di vita. Adesso vuole una macchina da mondiale e ribadisco che, escludendo a priori la Ferrari, rimane solo la Mercedes. Così, almeno l'anno prossimo, non sarà, quindi tanto vale che se ne vada negli USA a inseguire nuovamente l'obiettivo Indianapolis mantenendo però i motori caldi in attesa di qualche movimento di mercato ai piani alti della Formula 1.

C'è Hamilton in scadenza a fine 2018 :rolleyes:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

o Fernando fa una mossa alla Prost '93 e si accontenta di molto poco per tornare su una gran macchina o esce dalla F1.

Ora come ora pagherei per rivederlo anche solo in Force India...

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perfettamente d'accordo.

Di certo non è colpa di Alo l'insuccesso Honda.

Ma attenzione: forse una concausa.

I soldi buttati nel cesso per pagare il superstipendio a un supercampione potevano essere intelligentemente utilizzati in una squadra minore, crescendo via via, come fecero con maggior criterio i "genitori" degli attuali giapponesi.

Non si parte come i pazzi gettandosi in una nuova avventura senza esperienza così. Oltre 100 milioni di dollari in 3 anni sottratti allo sviluppo sono un mucchio, una montagna di denaro. Ci sono notevoli precedenti similari di "risucchio" di energie, tipo Senna alla Lotus..

Io ho il tarlo che quel cavolo di monocilindrico anziché il motore nella sua interezza sia stato studiato perché..costava molto meno! Con 40 milioni di euro un banco e strumenti appositi si mettevano su senza problemi..linsomma, a mio parere è il cane che si morde la coda. Si è risparmiato per pagare il campione, ma i soldi risparmiati nello sviluppo hanno impedito un regolare sviluppo, dovuto a carenza di fondi e pressione terribile della squadra di primo piano e pilota impaziente. Sviluppo proceduto quindi a sbalzi e test incompleti...con conseguente peggioramento dello stesso e crescente impazienza dei forniti. Un circolo vizioso.

E peggio di tutto lo sp.ttanamento continuo in mondovisione..

Per finire col loro "licenziamento"...da parte del loro stipendiato!!

In quanto alla Indy..temo sia utopia.

A meno che lo stipendio offerto sia superiore a quello eventuale di una squadra di F1.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

C'è Hamilton in scadenza a fine 2018 :rolleyes:

Il giovane e fortissimo Verstappen si sta scaldando.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco il tuo discorso, ma credo che tu stia un po' sottovalutando il potere economico di Honda, marchio che con le sue tante ramificazioni può permettersi programmi ufficiali in praticamente tutte le categorie più importanti del motorsport mondiale, a due e quattro ruote. Manca solo un motore full-electric per la Formula E, per il resto hanno tutto: Formula 1, MotoGP, WTCC, IndyCar e ora tramite Acura e Penske si stanno ributtando anche nei prototipi dopo avere sfoderato la nuova belva NSX GT3 per l'endurance. E il fatto che abbiano così tanti programmi in atto non rappresenta minimamente un problema, appunto, perché i cervelli sono tanti e i soldi ancora di più.

Secondo me ad una squadra minore semplicemente non hanno mai pensato, da tanto che erano nei guai con lo sviluppo, almeno fino a quest'anno. Sono riusciti a firmare un contratto con la Sauber, che aveva bisogno di soldi (e guarda un po' a chi si è rivolta), ma sappiamo benissimo qual è la prima cosa che ha fatto Frédéric Vasseur quando è arrivato a Hinwil. Ci hanno provato con Toro Rosso e la risposta è stata decisamente negativa... hanno pure un programma per giovani piloti insieme a McLaren, ma si può ben vedere che in Formula 1 non ci può essere sbocco, e d'altra parte quale team si affiderebbe a Honda come fornitore di motori se non, appunto, per ragioni strettamente economiche?

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minutes ago, 330tr said:

Io ho il tarlo che quel cavolo di monocilindrico anziché il motore nella sua interezza sia stato studiato perché..costava molto meno! Con 40 milioni di euro un banco e strumenti appositi si mettevano su senza problemi..linsomma, a mio parere è il cane che si morde la coda. Si è risparmiato per pagare il campione, ma i soldi risparmiati nello sviluppo hanno impedito un regolare sviluppo, dovuto a carenza di fondi e pressione terribile della squadra di primo piano e pilota impaziente. Sviluppo proceduto quindi a sbalzi e test incompleti...con conseguente peggioramento dello stesso e crescente impazienza dei forniti. Un circolo vizioso.

 

Calma, lo sviluppo del motore col monocilindro lo fanno tutte le case. Anche Ferrari ha avuto lo stesso problema delle vibrazioni del motore termico nel 2016. Se devi testare nuove tecnologie tipo HCCI lo puoi fare benissimo sul monocilindro perchè gli altri fanno la stessa cosa. Il test finale lo fai cmq sul motore completo...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minutes ago, The Rabbit said:

Capisco il tuo discorso, ma credo che tu stia un po' sottovalutando il potere economico di Honda, marchio che con le sue tante ramificazioni può permettersi programmi ufficiali in praticamente tutte le categorie più importanti del motorsport mondiale, a due e quattro ruote. Manca solo un motore full-electric per la Formula E, per il resto hanno tutto: Formula 1, MotoGP, WTCC, IndyCar e ora tramite Acura e Penske si stanno ributtando anche nei prototipi dopo avere sfoderato la nuova belva NSX GT3 per l'endurance. E il fatto che abbiano così tanti programmi in atto non rappresenta minimamente un problema, appunto, perché i cervelli sono tanti e i soldi ancora di più.

Questo perché in Giappone sono strutturati con le corporazioni: per loro un disoccupato è una testa sprecata. Preferiscono produrre qualcos'altro pur di mettere la gente a lavorare...

11 minutes ago, The Rabbit said:

Secondo me ad una squadra minore semplicemente non hanno mai pensato, da tanto che erano nei guai con lo sviluppo, almeno fino a quest'anno. Sono riusciti a firmare un contratto con la Sauber, che aveva bisogno di soldi (e guarda un po' a chi si è rivolta), ma sappiamo benissimo qual è la prima cosa che ha fatto Frédéric Vasseur quando è arrivato a Hinwil. Ci hanno provato con Toro Rosso e la risposta è stata decisamente negativa... hanno pure un programma per giovani piloti insieme a McLaren, ma si può ben vedere che in Formula 1 non ci può essere sbocco, e d'altra parte quale team si affiderebbe a Honda come fornitore di motori se non, appunto, per ragioni strettamente economiche?

Honda o continua con McLaren oppure ha una reputazione troppo vergognosa per andare da qualche altro team...

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, djbill ha scritto:

 

Calma, lo sviluppo del motore col monocilindro lo fanno tutte le case. Anche Ferrari ha avuto lo stesso problema delle vibrazioni del motore termico nel 2016. Se devi testare nuove tecnologie tipo HCCI lo puoi fare benissimo sul monocilindro perchè gli altri fanno la stessa cosa. Il test finale lo fai cmq sul motore completo...

Giustissimo, bravo

Chissà perché m'ero convinto che lo studio sul monocilindrico fosse "roba antica" e che ormai si producesse tutto 1:1..

http://www.f1analisitecnica.com/2017/04/power-unit-honda-il-banco-monocilindro.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
Just now, 330tr said:

Giustissimo, bravo

Chissà perché m'ero convinto che lo studio sul monocilindrico fosse "roba antica" e che ormai si producesse tutto 1:1..

http://www.f1analisitecnica.com/2017/04/power-unit-honda-il-banco-monocilindro.html

In certi casi è uno spreco di tempo e materiale fare ogni volta il 6-8-10-12 cilindri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questo caso non lo sarebbe stato!:rolleyes:

Cmq mi aspetto qualsiasi cosa con le PU attuali e i mezzi a disposizione delle squadre..

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, The Rabbit ha scritto:

Secondo me ad una squadra minore semplicemente non hanno mai pensato, da tanto che erano nei guai con lo sviluppo, almeno fino a quest'anno. Sono riusciti a firmare un contratto con la Sauber, che aveva bisogno di soldi (e guarda un po' a chi si è rivolta), ma sappiamo benissimo qual è la prima cosa che ha fatto Frédéric Vasseur quando è arrivato a Hinwil. Ci hanno provato con Toro Rosso e la risposta è stata decisamente negativa... hanno pure un programma per giovani piloti insieme a McLaren, ma si può ben vedere che in Formula 1 non ci può essere sbocco, e d'altra parte quale team si affiderebbe a Honda come fornitore di motori se non, appunto, per ragioni strettamente economiche?

Se non sbaglio per il primo anno (o forse i primi due) McLaren aveva l'esclusiva assoluta sul motore Honda, quindi anche se avessero voluto non avrebbero potuto rivolgersi ad alcun team minore.

Honda comunque è arrivata in F1 per vincere, non certo per fare la comparsa, e al giorno d'oggi, escludendo Mercedes, Ferrari e Red Bull (team di riferimento per Renault), l'unica altra squadra che ti può dare questa possibilità è la McLaren.

McLaren che, dal canto suo, era alla ricerca di un motore ben sapendo che il sostegno da parte di Mercedes nell'era ibrida sarebbe stato pressoché nullo.

E comunque, se lo stipendio di Alonso fosse stato un problema, non credo che Honda e Fernando avrebbero avuto grandi difficoltà a dividere le rispettive strade.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, 330tr ha scritto:

A meno che lo stipendio offerto sia superiore a quello eventuale di una squadra di F1.

Considerando che l'intero budget di un top team Indycar è pari a metà di quello che prende Alonso da Honda (dollaro più, dollaro meno), la vedo dura.

Con un buon progetto in Indycar e in assenza di alternative valide in F1 credo che Fernando andrebbe a correre anche gratis (o quasi) negli States

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

E comunque, se lo stipendio di Alonso fosse stato un problema, non credo che Honda e Fernando avrebbero avuto grandi difficoltà a dividere le rispettive strade.

Alo era l'uomo-immagine, il frontman da vendersi nel mondo. L'uomo-Honda. Il pilota dall'Occidente a reinverdire i fasti dell'era Senna.

Un importante investimento.

Investimento terribilmente fallimentare, visto da oggi.

8 minuti fa, Andrea Gardenal ha scritto:

Considerando che l'intero budget di un top team Indycar è pari a metà di quello che prende Alonso da Honda (dollaro più, dollaro meno), la vedo dura.

Con un buon progetto in Indycar e in assenza di alternative valide in F1 credo che Fernando andrebbe a correre anche gratis (o quasi) negli States

Non vedo perché dovrebbe farlo. Alo è un pilota professionista di altissimo livello che rischia la vita. Ha un'età per cui non deve emergere né dimostrare niente a nessuno.

Per rischiare la vita sugli ovali, dando in cambio una visibilità pazzesca alla categoria ha il diritto di prendere una montagna di soldi.

Non è più il discorso dello "sfizio" Indy.

Credo che qui facciamo discorsi un po' troppo idealistici, ma il mondo ruota attorno al vil denaro. Dovremmo ragionare di più con una mentalità alla "banchiere Lauda", pane al pane, vino al vino. Dare il valore di mercato alle cose.

 

Edited by 330tr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che se Andretti o Ganassi gli offrissero una possibilità davvero concreta, Alonso andrebbe a piedi da Woking a Southampton, raggiungerebbe New York attraversando l'Atlantico a nuoto e da li, avanzando in ginocchio, raggiungerebbe una delle due factory a Indianapolis....

Alonso si è rotto definitivamente i coglioni della Honda e, in F1, alternative valide non ce ne sono...

Edited by Davide Hill
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
In questo momento, Davide Hill ha scritto:

Io credo che se Andretti o Ganassi gli offrissero una possibilità davvero concreta, Alonso andrebbe a piedi da Woking a Southampton, raggiungerebbe New York attraversando l'Atlantico a nuoto e poi, avanzando in ginocchio, raggiungerebbe una delle due factory a Indianapolis....

Alonso si è rotto definitivamente i coglioni della Honda e, in F1, alternative valide non ce ne sono...

Ma non hanno motori Honda pure là?

Io credo invece che Alo voglia fortissimamente rimanere nel "suo" mondo..è nello stesso circo da 3 lustri malcontati..

Ora è molta scena, ma credo si accorderà nel bene o hel male, continuando con la Mecca o saltando in Renault.

Vedremo. Certo vederlo negli States sarebbe una fig.ata pazzesca...(sbav)

Share this post


Link to post
Share on other sites
In questo momento, 330tr ha scritto:

Ma non hanno motori Honda pure là?

Io credo invece che Alo voglia fortissimamente rimanere nel "suo" mondo..è nello stesso circo da 3 lustri malcontati..

Ora è molta scena, ma credo si accorderà nel bene o hel male, continuando con la Mecca o saltando in Renault.

Vedremo. Certo vederlo negli States sarebbe una fig.ata pazzesca...(sbav)

 

Si ma la situazione Honda in Indycar è "leggermente" diversa da quella in F1. E, tra l'altro, Andretti (quello che secondo me sarà probabilmente il team di riferimento di Alonso anche nelle eventuali sfide future nella Indy500) passerà ai motori Chevrolet... 

Io pure, realisticamente, credo che Alonso cercherà fino all'ultimo una collocazione in F1. Ma potrebbe anche optare per la soluzione che ho scritto in un altro post. Ovvero emigrare in Indycar, provare a "portarsi avanti" col progetto triplete e, contemporaneamente, guardare con attenzione i movimenti di mercato in F1 per il 2019. E poi valutare...

Più che altro: se dovesse realmente concretizzarsi la possibilità di un Alonso che manda definitivamente a cagare la Honda, il suo posto alla McLaren chi lo prende? Così su due piedi mi verrebbe da dire Matsushita... Ma certo che sostituire Alonso con Matsushita, beh....

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Davide Hill ha scritto:

 Più che altro: se dovesse realmente concretizzarsi la possibilità di un Alonso che manda definitivamente a cagare la Honda, il suo posto alla McLaren chi lo prende? Così su due piedi mi verrebbe da dire Matsushita... Ma certo che sostituire Alonso con Matsushita, beh....

C'è Button sotto contratto per l'anno prossimo proprio per questa eventualità. E se Jenson non ha voglia di tornare, probabilmente punteranno su Norris.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Davide Hill ha scritto:

Si ma la situazione Honda in Indycar è "leggermente" diversa da quella in F1. E, tra l'altro, Andretti (quello che secondo me sarà probabilmente il team di riferimento di Alonso anche nelle eventuali sfide future nella Indy500) passerà ai motori Chevrolet... 

Non è più tanto sicura questa cosa... Pare che potrebbero continuare con Honda

 

6 minuti fa, Davide Hill ha scritto:

Più che altro: se dovesse realmente concretizzarsi la possibilità di un Alonso che manda definitivamente a cagare la Honda, il suo posto alla McLaren chi lo prende? Così su due piedi mi verrebbe da dire Matsushita... Ma certo che sostituire Alonso con Matsushita, beh....

Rookie per rookie a questo punto direi Lando Norris

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...