Jump to content

Davide Hill

Appassionati
  • Content Count

    3713
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    62

Davide Hill last won the day on September 14

Davide Hill had the most liked content!

Community Reputation

10954 Guru

4 Followers

Informazioni di Profilo

  • From
    Civitavecchia
  • Following F1 since
    1988
  • Driver
    Vettel
  • Former Driver
    Mansell - Hill
  • Team
    Toro Rosso - Williams
  • Track
    Silverstone
  • Best Race
    Monza 2008

Recent Profile Visitors

5101 profile views
  1. Nemmeno quello. E' un termine che, quando parliamo di Rosberg, non è comunque adatto. Non tutti nascono con quella "luce" speciale. Quella di chi si alza la mattina e, anche rimanendo in mutande, nella sua natura ha la capacità di ribaltare il mondo. Altri, invece, per riuscirci devono prima, letteralmente, ribaltare loro stessi. <Hamilton è uno che può presentarsi in circuito in bermuda e ciabatte, salire in macchina e fare il tempone dopo appena 2 o 3 giri... Rosberg è uno che ha bisogno di un lavoro molto più profondo, che deve ricercare la perfezione, nella quale è maestro,
  2. Indecoroso è un termine improprio e forse andava messo tra parentesi. Più che altro, "in maniera indecorosa" ci sta per quei fan di Hamilton che considerano Rosberg (a "stragran" torto) un coglione. Chiaro che Nico, come talento, era molto distante da Lewis (e, come detto e come si sa, questo Rosberg era il primo a saperlo, visto che correva contro Lewis da quando entrambi non avevano nemmeno i peli sui coglioni) e, per batterlo, servivano da un lato una stagione semi-perfetta e, dall'altro, qualche passaggio a vuoto del rivale e, anche, un pizzico di fortuna... In più, io credo ch
  3. Al netto dei discorsi sul tipo di casco più adeguato, questa è davvero una gran foto...
  4. Il fatto di aver "annusato" la possibilità di eguagliare i record potrebbe essere, al netto delle dichiarazioni, uno dei fattori che hanno "aiutato" Hamilton a mantenere viva la motivazione. A qualsiasi persona, a maggior ragione se in un mondo ultra competitivo e dove l'ego personale è, che lo si voglia o no, una componente abbastanza importante del "complessivo pilota", piace o piacerebbe essere il numero 1 di qualcosa, anche solo a livello numerico. Hamilton, ovviamente, non fa eccezione... In ogni caso, io sono totalmente convinto che Hamilton avrebbe continuato a menar le danze anche se i
  5. Copio e incollo quanto ho scritto su Facebook. <Non nutro grandi simpatie per il personaggio/pilota Lewis Hamilton (anche se apprezzo e condivido alcune sue prese di posizione socio-culturali su aspetti molto sensibili. Oltre, ovviamente, ad apprezzarne in maniera oggettiva il grande valore al volante) ma, senza dubbio, è il pilota che maggiormente meritava di eguagliare (e, a breve, superare) i numeri di Michael Schumacher. E questo al netto di tutti i discorsi sul valore assoluto dei numeri (che, specialmente in questo sport, contano relativamente) e senza scadere in inutili paragoni
  6. No, in realtà Ippolito e Corberi sono praticamente coetanei.
  7. Non sapevo dove postarlo, anche se qui più che "tutto fa spettacolo" sarebbe opportuno scrivere "fa vomitare". Questo è il doppio capolavoro odierno, durante la finale mondiale KZ a Lonato, di Luca Corberi, 23enne kartista italiano tra l'altro figlio del proprietario della pista. Dopo un contatto in pista con Ippolito, Corberi stacca la carena anteriore del proprio kart, aspetta che il rivale ripassi nel punto dell'incidente e prova a tirargliela addosso... Non contento, a fine gara lo raggiunge in parco chiuso per "finire il lavoro", per picchiarlo... Diviso da alcuni meccanic
  8. Occhio che la scimmia mi sta salendo di nuovo...
  9. Leggerezza grossolana di Hamilton. Più che altro mi chiedo se i piloti conoscano a fondo le regole. Non è la prima volta che, dopo che gli hanno spiegato il problema, casca dalle nuvole. In ogni caso, tanto meglio per lui. Eguaglierà il record in un posto certamente più prestigioso di questa diarrea fatta circuito. Regola (e penalità) che può essere anche stupida, ma quella è. E in ogni caso non meno stupida di quella in curva 1 e 2. I 5 secondi a Ricciardo gridano vendetta. Ok che c'erano evidentemente degli accordi col la direzione gara, ma diamine. E' chiaramente arrivato leggermente
  10. No, Imola tutto sommato va ancora benissimo. Ma <tutte le curve UAU> direi anche no... Tra l'altro, parliamo di un'altra di quelle piste che, nel corso degli anni, sono state abbastanza sodomizzate. Ovvio, dopo il 1994 alcune modifiche erano necessarie, anche se io non ho mai capito il senso della variante Villeneuve. Bastava quella al Tamburello. In più, il nuovo tratto del rettilineo principale, con l'aggiunta di quella assurda curvettina secca che ha eliminato la Variante Bassa, è e resta una mostruosità alla quale mai mi abituerò.
  11. Esatto. Verstappen dopo la partenza era praticamente nel culo di Hamilton, prima del rallentamento che lo ha tagliato fuori. Probabilmente le Mercedes sarebbero state difficilmente battibili, ma sono abbastanza sicuro che l'olandese, se fosse rimasto in gara, sarebbe stato comunque un bel dito al culo sia per Hamilton che per Bottas.
  12. Sono d'accordo. Tra l'altro, tutte quelle che erano le preoccupazioni mi pare che siano andate a farsi benedire. <Sarà un Trenino!> e Trenino non è stato... <Non ci saranno sorpassi> e sorpassi invece ce ne sono stati... <eh, ma sono stati sorpassi solo sul dritto e solo col DRS> cosa che accade sul 90% delle piste perché il problema (ed è incredibile che molti ancora non l'abbiano capito) sono le macchine e non i tracciati. Tra l'altro la cosa non è nemmeno vera al 100% perché in più di un'occasione il pilota col DRS ha comunque dovuto forzare la staccata a San Donato,
  13. Giustamente, gli altri hanno valutato ciò che la pista offre lungo il nastro d'asfalto e la bellezza di portare la macchina al limite. Lui, quello che c'è all'esterno e i rischi che corre chi - evidentemente, tipo lui - non ci riesce. Ad ognuno il proprio target, a seconda delle proprie capacità...
×
×
  • Create New...