Jump to content

Davide Hill

Appassionati
  • Content Count

    3589
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    55

Everything posted by Davide Hill

  1. Per quello basta un qualsiasi pezzo di Jovanotti...
  2. Ha cambiato anche nazionalità, da come è indicato nella classifica ufficiale....
  3. Intanto, a quanto pare, questo 2019 sarà l'ultimo in cui il Bovino di Faenza avrà il nome Toro Rosso. Dal prossimo anno la Scuderia dovrebbe cambiare denominazione in Alpha Tauri, che da quanto leggo dovrebbe essere un brand di moda di proprietà Red Bull... Il team chiaramente sarà sempre il medesimo e null'altro dovrebbe cambiare. Ma mi dispiacerà, per quello che personalmente ha significato quel nome, non vederlo più. Era un nome abbastanza ridicolo, secondo me scelto in fretta e furia - e senza troppo impegno né fantasia - ai tempi dell'acquisizione della Minardi. Ma diciamo che ci eravamo abituati a quel nome un po' così... Vabbè, l'importante è che cambi poco per quanto riguarda il resto....
  4. Leggo di doppiette di culo da parte della Mercedes. Onestamente, l'unico "frosinone culone" del GP è stato Bottas che si è ritrovato secondo dopo una gara davvero molto sotto tono. Hamilton il suo l'ha comunque fatto, restando a "tiro" con una mescola più dura e approfittando di una regola (per me ridicola) che a volte lo ha penalizzato e oggi lo ha premiato, quindi va bene così. Ferrari pietosa. Ok la strategia di start, ma poi Vettel ha ampiamente dimostrato di averne di più (una serie di giri veloci sempre precisi, sempre migliorandosi), con Leclerc che è stato inesorabilmente distaccato, giro dopo giro, fino al pit stop. A Sochi il rettilineo è lungo come l'autostrada del sole. Leclerc doveva chiudere? Fare zig zag? Andare più veloce e non dare la scia a Vettel? Vettel ha avuto uno spunto migliore, l'avrebbe mangiato lo stesso anche con un Leclerc in fase difensiva. Quel che è accaduto dopo non doveva proprio esistere, ma alla fine c'ha pensato il problema tecnico a mettere il punto alla questione. Anzi, a mettere il cetriolo nel deretano, visto che la VSC che ha permesso ad Hamilton di saltare davanti è stata mandata in pista proprio per il problema di Vettel. Pazienza. Ma qualcuno, forse, dovrebbe andare a rivedersi quella serie di giri all'inizio e il fatto che Leclerc, in quella fase, non aveva per niente lo stesso passo e, in generale, è apparso non in formissima...
  5. Difficile fare pronostici, considerando l'attuale situazione. La Ferrari è sicuramente sull'onda dell'entusiasmo dopo i 3 successi, la Red Bull avrà sicuramente voglia di rivincita dopo la mezza delusione di Singapore e la Mercedes sarà sempre la solita Mercedes competitiva, anche se ormai è in "vista titoli" e quindi - e questo non me lo toglie dalla testa nessuno - sta tranquillamente navigando verso l'obiettivo mondiale senza prendersi troppi rischi. In ogni caso, mi aspetto un ritorno alla vittoria proprio per i grigi. Magari con Bottas, che ha sempre dimostrato di gradire questo tracciato.
  6. Beh, effettivamente la mossa Formula E con Mercedes potrebbe avere degli sbocchi anche altrove, magari anche in ottica futura in Formula 1. Però parliamo di un pilota che non è ancora salito su una macchina di formula 1 contemporanea, quindi ogni discorso ritengo che al momento sia prematuro. Leclerc Verstappen in Ferrari per me impossibile, almeno nel breve periodo. Io credo fortemente in un approdo di Hamilton a Maranello, dopo aver raggiunto i record che vuole raggiungere). Il discorso Verstappen ci sarebbe, eventualmente, solo dopo un definitivo ritiro di Hamilton e penso ci vorranno ancora diversi anni... Vedremo, ma le prospettive che immagino possano accadere sono altamente suggestive. Almeno per quanto mi riguarda... Questo non lo sapevo. In tal caso, si, possono riprenderselo. Ma tra due anni di acqua sotto al ponte ne sarà passata parecchia. Occorrerà vedere le scelte future in fatto di piloti (resto convintissimo che Wolff punta senza mezzi termini a Verstappen, come successore di Hamilton. E sono del parere che lo stesso Max punta con decisione a quel posto, con o senza Hamilton), specialmente colui che sostituirà Bottas. Che probabilmente sarà Russell, nel 2021. Quindi, a meno di clamorose debacle di un pilota che io considero molto, molto valido, penso che il posto se lo terrà lui e l'opzione recompra di Ocon è semplicemente un cautelarsi nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto (il mancato ingaggio di Verstappen... la non competitività di Russell... e quant'altro).
  7. Ocon, per dirla in termini calcistici, è stato acquistato dalla Renault a titolo definitivo. Quindi, a meno di una "recompra" Mercedes, direi che il suo futuro è slegato da quello della stella a 3 punte. Resta Russell, come giovane pilota in "aria" Mercedes. E ci andrà... La conferma di Bottas secondo me è in questa ottica. Per non promuoverlo direttamente in Mercedes dopo una sola stagione, gli faranno fare un altro anno in Williams. Dopodiché per me è scontata la sua promozione. Tra l'altro, si è vociferato di un interessamento Ferrari per il britannico, ma Wolff (direi giustamente) ha mandati a stendere gli uomini di Maranello.... Vettel in Alfa Sauber? No, assolutamente zero possibilità future. Raikkonen ha accettato per due motivi. il primo, fondamentale, è che ha 40 anni. Il secondo è che si tratta sostanzialmente del team in cui ha esordito. Quindi c'era un perché, di questa scelta. Vettel al termine del prossimo anno ne avrà "soli" 33. Un po' presto.... Sarebbe presto anche per un eventuale ritiro dalla F1, ma in quel caso ci sarebbero altre motivazioni. Un ritorno in RB, specialmente nell'ipotesi che questo giro di sedili dovesse concretizzarsi, per me sarebbe lo scenario maggiormente accreditato.
  8. Secondo me Verstappen sarà colui che sostituirà Hamilton in Mercedes. Io, onestamente, credo che per Hamilton - magari dopo aver raggiunto i 7 mondiali di Schumacher e, probabilmente, anche con il record assoluto di vittorie in F1, superando proprio il Kaiser - concludere la carriera in Ferrari sia ben più di un'ipotesi. Non per ma prossima stagione - penso che a questo punto della stagione non ci siano più i presupposti per simili movimenti - ma nel 2021 credo che ci saranno molti spostamenti. La previsione (non troppo fantascientifica, secondo me) potrebbe vedere un Hamilton in Ferrari al fianco di Leclerc (cosa succederebbe tra questi due, è da vedere), con un Verstappen in Mercedes, magari in coppia con un Russell (ricordiamo che il britannico sta passando un po' sotto traccia, a causa del poco valore della Williams, ma che per me potenzialmente vale assolutamente gli altri due, al momento, più pubblicizzati coetanei) al posto di Bottas. E Vettel? L'esperienza in Ferrari per Seb per me non andrà oltre la prossima stagione. Secondo me ci sarebbero stati problemi anche per l'immediato prossimo anno, ma questa vittoria di Singapore potrebbe aver dato quella spintina in più per restare aggrappato al volante della rossa anche per la prossima stagione, per provare l'ultimo assalto consapevole che il vicino di box è e sarà sempre di più un osso molto duro. Sia se dovesse riuscire a vincere il titolo 2020 (cosa che reputo comunque molto difficile), sia, soprattutto, se dovesse fallire ancora, in entrambi i casi la sua permanenza a Maranello finirebbe lì. E a quel punto per me sono possibili due vie: o il ritiro, ma sinceramente non credo, o magari un ritorno proprio in Red Bull (ci sono state già alcune voci leggermente sussurrate, al riguardo) al posto di Verstappen. Hamilton e Leclerc in Ferrari. Verstappen e Russell in Mercedes. Vettel e un altro (Albon, di nuovo Gasly, o una new entry tipo O'Ward o Vips) in Red Bull. Le accoppiate sarebbero estremamente interessanti e la prospettiva altamente suggestiva...
  9. Partiamo da un fatto: in questi anni di gare combattute ce ne sono state e neanche poche. Il che è anche strano, considerando che in tutta l'era Hybrid c'è stato un dominio, e con grosso margine, di un singolo team. Un dominio che c'è stato ma ha, di fatto, solamente ucciso i campionati, ma non le singole gare che, anzi, più volte sono state combattute oltre le più rosee previsioni (e non necessariamente nelle posizioni di vertice... perché andrebbero guardate anche le lotte nelle retrovie). Tra l'altro mi pare che, specialmente nell'ultimo anno, ci sia una grossa livellazione di prestazione tra tutte le vetture, specialmente in qualifica. Qualifiche dove non ci sono più certi distacchi misurati col calendario (5, o anche 7 secondi. A volte anche di più.. come ricordiamo) che, onestamente, erano anche vergognosi. Sono tante le cose che andrebbero riviste (la regola del parco chiuso in primis, che è la madre di tutte le anomalie. E, probabilmente, ci sarebbe bisogno di un minor utilizzo di queste stronzate di riduzione costi/diminuzione emissioni che hanno portato solo a delle merdate senza senso). Ora, questa è la Formula 1 e non l'endurance, quindi ci si aspetterebbe di avere gare tirate al 100% dei giri. Ma l'aspetto gestione, per certi versi, potrebbe anche avere una sua valenza e comunque a questa cosa non rinunceranno mai, quindi meglio togliersela dalla testa. Però, dovendo accettare certi compromessi, si potrebbero trovare delle soluzioni intermedie. Magari adattandole al tipo di circuito. L'anomalia di oggi (al pari di quella in qualifica a Monza... qualifica, o meglio Q3, che è stato pietosa e ok... Ma quella non è stata certo la regola, ma l'eccezione. E' accaduto solo in quella specifica situazione) è che il GP a Singapore è troppo lungo. La passeggiatina del primo stint è quasi "obbligata", considerando che si arriva sempre al limite delle due ore. Questo è un GP importante e io non ci rinuncerei mai perché, a prescindere dalla "bellezza" - più o meno opinabile - della pista, è un tracciato altamente impegnativo e si corre in condizioni climatiche piuttosto complesse, e quindi da un punto di vista del pilotaggio è una sfida che in un campionato mondiale di F1 può e deve starci (in nessuna pista del mondiale i piloti scendono dalla macchina, a fine gara, stremati come a Singapore. Quindi, visto che sono atleti, una gara così ha il suo bel perché). Però effettivamente la corsa è troppo lunga. Ridurne di qualche giro la lunghezza potrebbe avere dei vantaggi sotto molteplici aspetti. Poi non so. Qui si parla di modificare l'unico aspetto positivo prodotto negli ultimi anni (il format di qualifica... tra l'altro meglio di Q1-Q2-Q3 non c'è, questo è il migliore di sempre. La cosa che lo penalizza - ma che penalizzerebbe qualsiasi altro format - è il parco chiuso) mentre di interventi necessari sotto altri aspetti non se ne parla. Ma alla fine sono anni che ripetiamo sempre le stesse cose. Per chiudere ogni tentativo di discorso, basterebbe ricordare che la F1 questa è e fondamentalmente è sempre stata. Nel senso che qui sorpassi su sorpassi ad ogni curva e lotte serrate all'ultimo sangue fin sotto alla bandiera a scacchi non ce ne sono mai state. E chi le cerca, è bene che inizi a guardare altri sport. Ci sono le moto - che, in quanto mezzi differenti, in pista hanno ben altro "comportamento" - o ci sono gli esport che vanno tanto di moda, dove puoi vedere tutti i sorpassi che vuoi.
  10. Direi che c'è poco da dire. La strategia Ferrari è stata perfetta e ogni polemica, compresa e soprattutto quella di uno dei due piloti, è del tutto immotivata. La Ferrari ha corso per massimizzare un risultato che, alla vigilia, pareva impensabile. E c'è riuscita... Vettel è stato fermato per coprire Verstappen e, eventualmente, tentate l'undercut su Hamilton. L'obiettivo è stato centrato doppiamente: due vetture in testa (senza una strategia del genere una doppietta non sarebbe mai stata centrata) e Mercedes #44, ovvero la vettura avversaria fino a quel momento più pericolosa, costretta ad allungare ritrovandosi poi dietro a Max. Vettel ha legittimato la vittoria con una gara attentissima, senza sbavature, con un perfetto giro di rientro dopo il pit e vanificando ogni velleità a Leclerc alla ripartenza dopo le 3 SC, cambiando sempre zona dove accelerare e bagnando sul nascere la polvere da sparo di Charles, ancor prima che il monegasco potesse prendere la carabina per impallinarlo. In più, non c'è stato un vero e proprio team order di congelamento delle posizioni. Non hanno certo dato il via libera ai piloti di fare come cazzo volevano, ma hanno suggerito semplicemente di usare la testa. E Leclerc c'ha anche provato, ma a parte tenere nel mirino la vettura gemella per molti giri, non è mai riuscito effettivamente a farsi vedere. Portare a casa la doppietta, per la Ferrari, era decisamente più importante delle velleità di vittoria di un giovane pilota molto valido che, evidentemente, deve ancora imparare a capire queste dinamiche. Dinamiche del quale lui stesso ha beneficiato, a Spa e in qualifica a Monza, ma che evidentemente, quando c'è da "restituire", dimostra di essere un po' duro di comprendonio. Il futuro e il talento sono con lui. Ma oggi, molto semplicemente, con quel giro di rientro scuotendo la testa e con quella pippa di muso sul podio, ha dimostrato che deve imparare ancora molto....
  11. loro istituiranno le mini gare... io invierò loro dei maxi vaffanculo... Questa, e negli anni passati su ipotesi simili (gare doppie, gare più corte, gare di qualifica, ecc) avevo già espresso il mio parere, è una cazzata di dimensioni colossali. Per me, ben più di certe norme tecniche e sportive ridicole che sono state introdotte negli anni.
  12. Scelta abbastanza strana. Grosjean, onestamente, lo vedevo ormai fuori dalla Haas.... Ma, diciamocelo chiaramente... Una coppia Hulkenberg Magnussen sarebbe stata ancora più strana e, questa si, sarebbe stata una scelta folle da parte di Haas e Steiner... Ci voleva il Battaglione San Marco, dentro i box, con quei due insieme e pochi metri di distanza l'uno dall'altro...
  13. Allora... Per quanto riguarda tecnicismi lascio stare perché di come funziona (e parlo materialmente) un forum e un sito non ne ho la più pallida idea. Quindi non ho idea di cosa si può fare per migliorare la questione a livello tecnico. A livello umano penso ci sia poco da dire. Questo forum e questo sito sono frequentati/amministrati da gente per bene che ha una grande passione. Avere un gruppo ristretto e di qualità di utenti/collaboratori per me è un vantaggio, sicuramente meglio che venir assediati da orde di gentaglia (tipo quelli che mandano in merda ogni discussione sui social), ma ovviamente per chi amministra sarebbe meglio una via di mezzo che accolga un numero maggiore di persone mantenendo alto lo standard. Come fare a farlo, come detto, non ne ho la più pallida idea. Più che pubblicare articoli precisi e competenti, fornire tutta una serie di elementi interessanti come dati, statistiche, opinioni pacate e rispettose, disegni e quant'altro non so cosa di meglio si possa fare. Quindi lascio i suggerimenti a chi ha le competenze per farlo. Da un punto di vista generale, concordo col dire che i forum e i siti specializzati subiscono complessivamente l'ondata social e l'ignoranza da essi derivata. Alla gente piace sbraitare e non legge, né i post (parlo proprio di quelli sui social, dove 9 volte su 10 chi legge capisce dal naso come i pesci e risponde a cazzo di cane - spesso insultando - spedendo all'inferno qualsiasi tentativo di discorso) né gli articoli, e quando lo fa si limita a leggere il titolo. Un aspetto da non sottovalutare è l'impunità dei social. Sui social puoi mandare a fanculo chi vuoi senza, di norma, incorrere in alcuna sanzione. Su un forum (anche quelli di manica larga come questo.... d'altro canto, se uno come me dopo tutti questi anni col suo linguaggio scurrile e molto spesso inopportuno - me ne rendo conto - ha la fedina penale pulita.... beh... ) è chiaro che questa libertà non ti è (giustamente) concessa. E quindi i leoni da tastiera, che abbondano, preferiscono tenersi alla larga da luoghi dove qualcuno può metterli al loro posto. Tra l'altro, in linea generale, nei forum puoi trovare gente competente. E quindi un cafone ignorante che apre bocca e gli da fiato (e ce ne sono assai) e che pretende di avere ragione anche quando, più e più volte, dimostra di avere scarsa conoscenza dell'argomento verrebbe subito ridicolizzato. Arriviamo a me... Ho frequentato (e di conseguenza postato) molto meno, specialmente nell'ultimo anno. La scelta di disdire Sky e quindi rinunciare a vedere i GP il Wec o l'indycar in diretta (e molto spesso rinuncio anche ai GP in chiaro in differita) ha certamente influito. Magari l'anno scorso commentavo nel corso del GP, quindi un maggior numero di post a thread, mentre quest'anno, quando capita, lascio un paio di post a gara finita giusto per dire la mia. In più, le vicende personali che mi hanno riguardato negli ultimi mesi mi hanno portato ad avere praticamente pochissimo tempo libero a disposizione. Sono stato letteralmente lontano dal forum per diverso tempo. Sono progressivamente rientrato ma, ed è capitato spesso, magari trovavo una discussione interessante. Ma il tempo per replicare scarseggiava, quindi mi limitavo a leggere senza commentare, anche discussioni che avrei voluto approfondire ma mancava materialmente il tempo di farlo in modo completo. Ultimamente mi si vede di più, ma sempre in modo saltuario. Non che la mia presenza sia fondamentale, non è questo che intendo, ma magari ci sono anche altri in situazioni analoghe alla mia che hanno dovuto, loro malgrado, diminuire la presenza... Per il resto, io spero sinceramente che, anche a ranghi ridotti, questo posto resti sempre aperto. in primis, perché l'impegno di chi lo manda avanti è notevole e lo merita. E poi perché mi è capitato, in passato, di frequentare forum che col tempo sono andati a morire. E questo mi dispiacerebbe molto...
  14. Non seguo molto le vicende del motomondiale, ed è cosa nota... Oggi ho visto il GP di Misano e, soprattutto, il dopogara in cui si parlava delle future strategie della Yamaha in fatto di piloti. Ecco, dopo una serie di ipotesi c'è voluta mezz'ora buona affinché il primo, in studio, mettesse in dubbio la posizione di Valentino Rossi nel team ufficiale. Fin lì era un parlare di chi, tra Vinales e Quartararo, meritava di prendere una delle due ufficiali dal prossimo anno o tra due anni. Nessuno si azzardava di ventilare l'ipotesi di un team Yamaha formato da entrambi... Capisco che in Italia sollevare anche il più microscopico dubbio su Rossi sia considerato lesa maestà. Ma onestamente penso che, arrivati a questo punto, il team Yahama ufficiale potrebbe anche fare a meno del 46. Vinales, come hanno più volte dichiarato in studio per rafforzare la tesi del pilota inadeguato e che quindi doveva sloggiare, non è Marquez. Ma nessuno è Marquez e Vinales, oltre ad essere comunque un ottimo centauro, ha pur sempre 24 anni. Quartararo ne ha 20 e sta dimostrando di essere un bel manico. Onestamente, privarmi di uno di questi due per tenere in sella qualcuno con 40 anni sul groppone mi sembra folle. Anche se quel qualcuno si chiama Valentino Rossi e, probabilmente, ha ancora alcune cartucce da sparare. La logica vorrebbe un team Yamaha ufficiale formato, sin dal prossimo anno, da Vinales e Quartararo. E Valentino Rossi spostato in un team satellite, o meglio una sorta di team semi ufficiale totalmente focalizzato su di lui, magari con tutti i suoi sponsor e magari anche con una moto giallo fosforescente molto identificativa, attorniato da tutti i suoi uomini e quant'altro, col quale potrebbe correre anche fino a 50 anni, se ne avrà voglia. Non mi sembrerebbe una cosa tanto scandalosa... Questo anche in virtù del fatto che la Yamaha è una casa in grado di fornire ottimo materiale a team clienti o satelliti. Ecco, questa sarebbe una buonissima soluzione. Ma gli opinionisti di Sky si sono ben guardati da formulare un'ipotesi di questo genere....
  15. Penso che alla Mercedes stiano anche un po' gestendo la situazione. I titoli sono vinti, entrambi, e magari, anche a livello di PU, stanno più che altro testando. Questo non significa che abbiano regalato nulla. A Spa e Monza la Mercedes e i suoi piloti hanno ovviamente corso per vincere. Non ci sono riusciti ma niente toglie alle due vittorie di Leclerc, sudate e meritate. Probabilmente, però, se i titoli fossero stati ancora in ballo e non si fosse corso solo per le singole "vittorie di tappa", l'approccio Mercedes (tecnico, ma anche a livello di strategia di gara) sarebbe certamente stato più aggressivo e resistere, per la Ferrari, sarebbe stato più difficile.
  16. @alessandrosecchi Quest'anno è andata com'è andata (per i motivi che ben sai), ma il prossimo anno....... Ho già messo la Nikon nel forno, per "scaldarla" a dovere...
  17. La Stampa, come è noto, è particolarmente volubile (ben più degli stessi tifosi, considerando che spesso questi ultimi vengono condizionati dalla Stampa stessa) ma è inutile nascondersi dietro un dito... Quello di ieri è stato un errore terrificante, probabilmente il peggiore da quando Vettel veste la tuta Ferrari. Se non altro perché sancisce, in modo pressoché definitivo, la fine di un "idillio" che praticamente è stato tale solo nel 2015 e si è via via andato a logorare nelle stagioni successive. A partire da Singapore 2017 - anche se lì, come dissi a suo tempo, le responsabilità di Vettel furono relative... Fu più il team, al pari di Monza 2018, a non essere brillante nella strategia da utilizzare al via - passando da Hockenheim 2018 (l'errore più grave da un punto di vista sportivo... a mio modo di vedere, lo spartiacque psicologico di Vettel) per concludersi con il testacoda di ieri alla Ascari (da solo, sull'asciutto, in un punto non facile ma che si fa senza problemi, e che ha probabilmente mandato in frantumi la tattica di gara Ferrari stabilita prima del via... Perché un conto è giocare con due punte, un conto è lasciare Leclerc da solo sotto l'attacco delle Mercedes) che ha determinato il definitivo spostamento della bilancia (per tifosi, giornalisti, addetti ai lavori e, probabilmente, per il team stesso) dalla parte di Leclerc. La situazione di Vettel penso sia molto complicata, in questo momento...
  18. Sad (per i tifosi di Vettel come me) but true...
  19. Un po' al limite (anche se ho apprezzato la scelta di Warwick e compari di ammonire semplicemente - escluse ovviamente manovre oltre i limiti come i rientri in pista "baldanzosi" di Vettel e Stroll - alcune manovre in testa alla gara senza scombussolare niente, anche in virtù del fatto che c'è da giocarsi solo le vittorie nelle singole gare) ma la maniera con cui Leclerc ha mandato a spasso Hamilton, spedendolo a raccogliere margherite alla Roggia, è significativa.
  20. Anvedi il Pierre... Buongustaio.
  21. foto poco bella...
×
×
  • Create New...