Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

#KeepFightingMichael


Carlomm73
 Share

Recommended Posts

dico solo che i due più grandi piloti del dopo Clark e pensandoci bene anche Clark stesso sono stati fregati dal destino, in maniera diversa, ma è così, ovviamente forza Schumi ! E' lo scotto da pagare per essere i migliori, assolutamente no è solo sfiga e caso.

Link to comment
Share on other sites

Mi sfugge però il PERCHà‰ non c'è la raccontino tutta ..... A quale pro mi chiedo ? e questo e' l'unico motivo per il quale continuo a sperare.

 

E' la stessa cosa che mi chiedo anch'io. Se la situazione è brutta perchè nasconderlo? Anche perchè è impensabile sperare che il pubblico si "dimentichi" di uno come lui

Link to comment
Share on other sites

E' la stessa cosa che mi chiedo anch'io. Se la situazione è brutta perchè nasconderlo? Anche perchè è impensabile sperare che il pubblico si "dimentichi" di uno come lui

 

Non ne sarei cosi sicuro.la "gente" ,presa dai suoi problemi,dalla quotidianita',o dall'indifferenza e dalla superficialita' tende a dimenticarsi in fretta di problemi che non sono suoi.

 

E per "gente" intendo la grande massa,non la percentuale infinitesimale di appassionati del motorsport quali siamo noi.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Sono sostanzialmente d'accordo. La massa tende a seguire maggiormente le notizie che sono fortemente pompate dai media (giornali, TV, web non fa differenza) e se una di queste viene scartata a favore di altre tenderà  a cadere nel dimenticatoio.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

E' la stessa cosa che mi chiedo anch'io. Se la situazione è brutta perchè nasconderlo? Anche perchè è impensabile sperare che il pubblico si "dimentichi" di uno come lui

 

Qui ti sbagli di grosso.

Alla massa frega niente di Schumi

Link to comment
Share on other sites

Sono sostanzialmente d'accordo. La massa tende a seguire maggiormente le notizie che sono fortemente pompate dai media (giornali, TV, web non fa differenza) e se una di queste viene scartata a favore di altre tenderà  a cadere nel dimenticatoio.

E' verissimo ma non stiamo parlando di un semplice pilota, nel qual caso sarei d'accordo con te e Albi, si sta parlando di un ex campione del mondo che attrae l'attenzione (fra tutte) di due nazioni come Germania e Italia

Link to comment
Share on other sites

E' verissimo ma non stiamo parlando di un semplice pilota, nel qual caso sarei d'accordo con te e Albi, si sta parlando di un ex campione del mondo che attrae l'attenzione (fra tutte) di due nazioni come Germania e Italia

sottosotto molti pensano " che mi frega del miliardario .. "

probabilmente nessuno parla perchè le condizioni sono ancora indecifrabili.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Non sono un medico e non so se guarirà  completamente o avrà  dei danni permanenti e sinceramente voglio credere solamente a quello che dicono medici o la sua portavoce che alle notizie che pessimistiche che ancora oggi si leggono o si sentono. L'unica cosa che vorrei è che tornasse nuovamente a riprendere con la telecamera e ha gioire quando il figlio vince su i kart o in un'altra competizione motoristica come ho visto l'estate scorsa in Abruzzo per il campionato europeo KF e KF junior.

Chiedo solo questo ...

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

Oggi ho pranzato con un cliente , importante neurochirurgo. Dopo un nanosecondo siamo naturalmente entrati in argomento Schumi del quale lui è sempre stato grande tifoso. A suo parere pur non conoscendo nulla sul caso specifico la cosa o il danno non è solo serio ma di più. " non ci credo che a distanza di 25 giorni non abbiano ancora provato a risvegliarlo in qualche modo anche solo per verificare a grandi linee i danni reali " mi ha detto. " mentre nei primissimi giorni ogni ora che passava in più era un successo, ora ogni minuto e' foriero di conseguenze negative che temo proprio siano irrecuperabili" ha aggiunto. Sinceramente non so cosa pensare e mi dispiace TANTO scrivere queste cose però è certo secondo me che i medici che lo curano non ce la raccontano tutta. Mi sfugge però il PERCHà‰ non c'è la raccontino tutta ..... A quale pro mi chiedo ? e questo e' l'unico motivo per il quale continuo a sperare.

Non sei l'unico ad aver ricevuto da medici questo tipo di visione. Voglio sperare che in realtà  qualche miglioramento ci sia stato, perchè se fosse rimasto tutto stabile, non sarebbe granchè positivo. :(

Link to comment
Share on other sites

Ho letto commenti molto negativi sulle parole che ha speso Jean-Marc Orgogozo nell'intervista a Le Point ma in realtà  non ha fatto altro che descrivere quel che mammamia ci ha raccontato nel post precedente: non si può indefinitamente tenere un paziente in coma indotto e in ipotermia senza andare incontro a tutta una serie di complicanze di tipo cardiocircolatorio, senza sottoporre a stress i principali organi vitali oltre al cuore ( fegato, reni, pancreas )... Molto probabilmente le valutazioni che si iniziano a fare sono anche inerenti ai diversi gradi di handicap che è ragionevole sopportare mantenendo questo stato di cose... E' sicuramente anche per l'incessante fiorire di florilegi da veri pescecani dei media - la bambina soccorsa, andava a 20, no a 30... non più di 40 - che la famiglia e il team medico han calato una cortina di silenzio assoluto sull'evoluzione della vicenda... sotto traccia c'è un possibile risvolto incendiario "danni indotti" che rischiava di essere ulteriormente alimentato. Credo che a questo punto faranno una qualche dichiarazione solo dopo aver  anche risolto o impostato le inevitabili beghe "pratiche" (salvaguardia personale soccorso e medico, inchiesta assicurativa, chiusura indagine giudiziaria...)

Link to comment
Share on other sites

Oggi "L'Equipe" ha pubblicato questo articolo:

 

"Michael Schumacher réagit positivement au processus de sortie de coma entamé cette semaine. S’il convient de rester extràªmement prudent, c’est sans aucun doute la meilleure nouvelle en provenance du service de neurochirurgie du CHU de Grenoble depuis un mois. Beaucoup de questions se posaient au sujet du pilote allemand autour duquel la communication s’est résumée depuis l’accident à  quelques communiqués. Celui du 6 janvier évoquait un état «critique mais stable». Onze jours plus tard, un autre communiqué parlait d’un état «stable». Il faut donc croire que l’état de Schumi au niveau de la pression intracrà¢nienne a été jugé suffisamment stable ces derniers jours pour que soit envisagé d’enclencher le processus de réveil.
 

Capacité de relation

Pour le Professeur Jean-Luc Truelle, ancien chef du service de neurologie de l'hà´pital Foch à  Suresnes interrogé dans L’Equipe ce mercredi, après quatre semaines de coma, c’était le délai maximum pour entrer dans cette phase. Tandis que la sédation est doucement abaissée, le réveil se manifeste par l’ouverture des yeux et «le rétablissement d’une capacité de communication, plus ou moins importante, que l’on vérifie par l’exécution d’ordres simples : “ouvrez les yeuxâ€, “fermez-les yeuxâ€, “ouvrez la boucheâ€, “serrez la mainâ€Â». Cette capacité de relation, Schumacher semble donc la manifester.
 
Reste qu’en dépit de ces signes encourageants, Michael Schumacher n’est pas au bout de ses peines. Les deux mois qui viennent seront, selon le médecin, une période «de confusion» que l’ancien pilote vivra dans un «état de léthargie». Quant à  la récupération, il est impossible de porter un pronostic. «Elle s’étale sur plusieurs années dans le cas des traumatismes crà¢niens graves», prévient le Pr Truelle".
 
Sembra un articolo molto positivo, dopo tutti quelli sciagurati di questi giorni.
Detto questo, siamo sempre su un "dalle nostre fonti", dunque nulla di ufficiale o confermato.
Keep fighting Michael.
Edited by zoolander
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...