Jump to content
Andrea Gardenal

Radio Paddock Gennaio 2014 - Notizie dal Circus

Recommended Posts

Si può chiedere l'infermità  mentale?

 

http://www.autosport.com/news/report.php/id/112084

 

FIA race director Charlie Whiting has defended the use of the DRS in Formula 1 amid criticism that it makes it too easy to overtake.

The DRS, which allows a driver to open a slot gap in the rear wing to slash drag, was introduced in 2011 and Whiting does not believe it diminishes the skill of passing.

"I'm a great fan of it," said Whiting while giving the annual Watkins Lecture run by the Motorsport Safety Fund at AUTOSPORT International.

"I know some people are opposed to it and really think it is not pure enough. I completely disagree with that view.

"It still requires extreme skill from the driver. It is not as if it's turn on, overtake, go, done."

Whiting stressed that sometimes passing moves appear easier than they actually are because of the advantage of a better exit speed from the corner leading onto the straight.

Passing moves on the Kemmel Straight at Spa have been criticised in recent years, but Whiting used this as an example of the advantage of a strong run through a turn.

"Sometimes it does appear like that [too easy] but Spa is an example of how if you come through Eau Rouge a bit quicker than the car in front and deploy DRS it's dead simple.

"But it's only because of the exit speed of the car. If the cars are at an equal speed, a driver will have to be within 0.3s of the car in front which is no mean feat in itself.

"But if they are at the same speed at the beginning of the DRS zone, they will be alongside at the braking point. That's the whole theory of the DRS.

"You have to pre-suppose that the cars are at the same speed but you have no idea what speed they are going to do that.

"If you understand the reasoning about it and what is required to actually overtake, it still takes a great deal from the driver."

NO PLANS TO CHANGE DRS RULES

Whiting added that there are no plans to change the way that the DRS is used.

Currently, there are usually two set DRS deployment zones that can be used throughout practice and qualifying, but only in a race when within one second of the car in front at the preceding detection point.

"We feel it should be allowed only on certain parts of the track," said Whiting when asked if it was possible the DRS could be changed to be used for a set amount of time in a race, as in Formula Renault 3.5.

"Before last year, drivers could use it at any time they wish in practice and qualifying and that led to a couple of incidents where drivers used it too early so for last year we only allowed them to use it in practice here they can use it in the race.

"We think it is important only to be used in certain areas, not for a maximum amount of time."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Niente, imporre un limite massimo di carburante a GP era troppo difficile. Le cose semplici sono brutte

 

http://www.omnicorse.it/magazine/33715/f1-la-fia-ha-omologato-il-flussometro-per-f1-e-wec

 

La FIA ha omologato il flussometro, vale a dire il sistema che dovrà  controllare il consumo di carburante dei motori V6 Turbo di Formula 1, limitando la portata della benzina a 100 kg/h oltre il regime di rotazione dei 10 mila giri.

La Gill Sensors, società  inglese dell'Hampshire, ha avuto l'ok della Federazione Internazionale per fornire ai team di F.1 l'Ultrasonic Fuel Flow Meter, il sensore che le monoposto dovranno utilizzare già  nella prima sessione di test invernali a Jerez dal 28 gennaio.

I tecnici inglesi hanno superato i problemi di affidabilità  e incostanza del sistema, visto che si erano lette delle sensibili variazioni nei dati al cambiare del tipo di benzina. Ora tutte le difficoltà  pare che sia state superate e la FIA ha riconosciuto l'esclusiva del sensore alla Gill Sensors che ha ottenuto la validazione anche per il WEC, il campionato del mondo endurance.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

La FIA ha omologato il flussometro, vale a dire il sistema che dovrà  controllare il consumo di carburante dei motori V6 Turbo di Formula 1, limitando la portata della benzina a 100 kg/h oltre il regime di rotazione dei 10 mila giri.

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=YSf6_pvJt94

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'India cambia le leggi doganali per riavere la F.1

Il materiale delle squadre non sarà  più soggetto alle tasse se lascerà  il paese entro 30 giorni

 

L'India probabilmente ha fatto un passo fondamentale per garantire il suo ritorno nel calendario del Mondiale di Formula 1 nel 2015. Quest'anno, infatti, il Circus non farà  tappa al Buddh International Circuit ed uno dei motivi dell'uscita è senza dubbio legato ai pesanti dazi doganali da pagare per far entrare il materiale delle squadre nel paese.

 

Il problema però ora dovrebbe essere stato risolto, in quanto è stata pianificata un'importante modifica alla legge, che prevederà  che il materiale da gara non sarà  più soggetto al pagamento di queste tasse doganali, a patto che esca dal paese entro 30 giorni. Cosa più che ovvia per quanto riguarda quello delle squadre di Formula 1, che devono spostarsi sempre rapidamente verso la location del Gp successivo.

 

"Accolgo con favore questa decisione di modificare la politica di importazione per quanto riguarda il materiale legato alle gare di auto e moto" ha commentato il presidente della federazione, Vicky Chandhok. "Questo permetterà  all'India di ospitare molti più eventi motoristici di calibro internazionale".

 

Non bisogna dimenticare, infatti, che nel 2013 è saltato per lo stesso motivo anche l'approdo del Mondiale Superbike. Questa nuova norma però potrebbe cambiare gli scenari per il futuro.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/33706/l-india-cambia-le-leggi-doganali-per-riavere-la-formula-1-nel-2015

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se l'India rientra nel 2015 dovrà  uscire qualcuno. E ho come un brutto presentimento riguardo un cirucito che si trova a  meno di 20Km da casa mia........

Edited by Carlomm73

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se l'India rientra nel 2015 dovrà  uscire qualcuno. E ho come un brutto presentimento riguardo un cirucito che si trova a  meno di 20Km da casa mia........

oddio spero proprio di no.. dai monza fuori  :ninja:

mi sembra troppo pure per loro..

Edited by davide2606

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) Francia fuori dopo aver sostituito il Le Castellet con quel semi-obrobrio di Magny-Cours (già  più di 20 anni fa)

 

2) Imola fuori (con le dichiarazioni di LCM)

 

3) Un anno è saltata Spa anche se per la questione delle sigarette

 

4) "Basta 2 Gp in una stessa nazione" prima di assegnare alla Spagna oltre a Barcellona la Tilkata di Valencia.

 

5) Aggiunti di tutti i Tilkodromi recenti tra cui l'India con esproprio della terra ai contadini.

 

6) A questo punto mi aspetto di tutto

Share this post


Link to post
Share on other sites

La FIA ha convocato un summit a Ginevra per il prossimo 22 gennaio per discutere delle regole future.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ridicolo come al solito Montezemolo la regola non gli piace, ma la vota, come ha votato per l'abolizione dei test, motori, ecc...

per poi lamentarsi.

 

Già  mi immagino i pianti del Presidentissimo se la Ferrari dovesse perdere il mondiale (anzi i mondiali, tutti e due) per colpa di questa regola :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Horner l'ha detta giusta.

 

http://www.autosport.com/news/report.php/id/112135

 

Il bello è che una regola del genere non serve assolutamente a nulla in caso di campionati dominati, come quelli del 2011 o del 2013, serve solo a far pesare di più l'ultima gara nel caso ci sia un campionato avvincente e combattuto di suo: è una cosa stupida, semplicemente stupida

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

PS Il mio capo ha appena speso un centone per un centro di lavoro Haas. Sta a vedere che gli mancavano proprio quelli per fondare un team :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si e' dimesso dal CDA. Ma resta presidente se ho capito bene... 82386.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se resta o meno presidente; quel che è sicuro è che continuerà  a svolgere regolarmente il lavoro come ha sempre fatto fino a ieri; l'unica differenza è che il CdA controllerà  maggiormente il suo operato, ma nella sostanza non dovrebbe cambiare niente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non so se resta o meno presidente; quel che è sicuro è che continuerà  a svolgere regolarmente il lavoro come ha sempre fatto fino a ieri; l'unica differenza è che il CdA controllerà  maggiormente il suo operato, ma nella sostanza non dovrebbe cambiare niente.

Anche perché la Delta Topco è di sua proprietà , quindi si parla del nulla più totale

Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.



  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By 61066
      Spero non vada in Marussia
    • By 61066
      Qatar set to host Formula One race
    • By Andrea Gardenal
      Ahia
       
      Franck Montagny fears his motorsport career could be over after admitting to taking a derivative of cocaine.
       
      Frenchman Montagny, who drove in seven Formula One races for the Super Aguri team in 2006, tested positive during an ePrix race in Malaysia in November.
       
      The 36-year-old said he was "ashamed" after the test and admitted that his career was probably over - he has already been suspended until sanctions are handed down by the FIA.
       
      "Auto sport is perhaps over for me," the Andretti driver told L'Equipe.
       
      "After the event I saw the guy who tests signalling me. There, in my head, I knew immediately. I knew it was over.
       
      "I made a mistake, I'm guilty."
       
      The inaugural FIA Formula E championship - involving single-seater, electrically powered cars - got underway last September in Beijing.
       
      Montagny withdrew from the most recent race in Uruguay last month, citing illness, with Matthew Brabham taking his seat in the Andretti team.
    • By Kraven VanHelsing
      McLaren says its final driver choice for next year will be based on what serves it best for its long-term Formula 1 ambitions with Honda.
      The Woking-based team has been open about considering all its options for 2015, with neither Jenson Button nor Kevin Magnussen having a firm deal in place yet.
      Fernando Alonso is one of its key targets, and racing director Eric Boullier has made it clear that McLaren will wait until he knows what all the top drivers' plans are before committing to anything.
       
      "If any driver becomes available on the market, we will be interested to see if they fit," he told AUTOSPORT.
      "Our strategy, and I am not going to say we are going to change drivers, is we are in a position to wait.
      "So we are going to wait until I understand what is going to be the driver market, not only for next year but also in the future years.
      "The plan is to build McLaren for a long term at the top, and we need to know what we are going to do in three, four or five years."
      Boullier's comments suggest that if it cannot lure a big-name star for next year then it will not compromise its chances of getting them for 2016 or 2017 by locking out its race seats.
      That means it could opt for short-term deals with some drivers while it waits for top names like Alonso, Sebastian Vettel or Lewis Hamilton to become available.
       
      Button will almost certainly be retained for 2015 though, despite a recent war-of-words between him and McLaren Group CEO Ron Dennis about the need to try harder.
      Speaking about the job Button was doing, Boullier said: "He is doing a good job. We want our drivers to give 100 per cent all the time.
      "We want everybody to perform and, when you cannot get the performance you wish, it is sometimes difficult to accept it and you get frustrated.
      "But it is the same for everybody and we need to push 100 per cent."
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...