Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts


  • Replies 264
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ci credo, era una Ligier ribattezzata (la sigla del modello, JS45, manteneva infatti ancora la numerazione tipica della Ligier) e per di più a motore Mugen-Honda   Le cazzate colossali fatte da Pros

Anch'io sono innamorato dei V10, d'altronde sono cresciuto sentendo urlare quelli.. Al cuor non si comanda.    Il P83 BMW del 2003 è devastante.   

A proposito di GP di Argentina, il sorpasso "maschio" di Schumacher ai danni di Coulthard

Jean Alesi , Sauber C 17 Petronas , Monaco

 

jean_alesi__monaco_1998__by_f1_history-d

 

Damon Hill , Jordan EJ 198 Mugen , SPA

 

image4.img.640.medium.jpg

 

Jacques Villeneuve, Williams FW 20 Mecachrome , Monza

 

6wyXvWA.jpg

Edited by Jax
  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Altro on-board, Villeneuve a Suzuka. Era proprio una "macchinaccia" da tenere in pista, quella Williams..

 

 

Bellissimo on board, questa è la F1 che mi piaceva, Villeneuve faceva la "guerra" per spingere al limite quella Williams, così come altri piloti con altre vetture...

Mi piacerebbe vedere i piloti di oggi su quelle monoposto che scivolavano come saponette,su circuiti "veri",come se la caverebbero...per me almeno la metà , finirebbe insabbiata .. :asd:

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Decisamente una delle mie vetture preferite.  :D

 

Sono d'accordo,quella Sauber non aveva un livrea  qualsiasi,fu disegnata e studiata dalla ditta di Design Italiano Giugiaro,che si occupò di tutte le decorazioni...

Le prime parole di Alesi sulla vettura furono : "Ancora non conosco il reale potenziale,ma la vettura è molto bella,aggressiva ed il look è quello giusto ! " , insomma piaceva molto anche a Jean...

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Bellissimo on board, questa è la F1 che mi piaceva, Villeneuve faceva la "guerra" per spingere al limite quella Williams, così come altri piloti con altre vetture...

Mi piacerebbe vedere i piloti di oggi su quelle monoposto che scivolavano come saponette,su circuiti "veri",come se la caverebbero...per me almeno la metà , finirebbe insabbiata .. :asd:

 

Ah sicuramente di diciassettenni "prodigio" non ce ne sarebbero. :asd:

 

Primi scoppiettanti giri del GP d'Argentina, gara caratterizzata dai contatti tra Coulthard e M. Schumacher e ancora tra Coulthard ( :asd:) e Villeneuve:

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Adrenalinaaa !!! :D

Queste erano gare!

Altro che DRS , elettronica e diavolrie simili, li per fare il sorpasso, dovevi davvero rischiare, conoscere i propri limiti, quelli della vettura e saper interpretrare al meglio il tracciato.

Bel video, che rende bene l'idea della Formula 1 che amavo e che molti di noi amavano....

Bellissimi i sorpassi di Schumacher su Hakkinen e di Irvine e Villeneuve su Frentzen, mi ricordi che in quel Gran premio, prima del tamponamento tra Coulthard e Villeneuve, David passò Jacques, ma il Canadese, sfruttando la scia sul rettilineo, lo ripassò con una staccatona.

Inoltre notate la partenzona di Alesi, da undicesimo a settimo, quell'anno Jean nelle partenze fu fenomenale....nel Gp d'Argentina mi sembra che concluse quinto..

 

Video trovato inerente al contro sorpasso di Villeneuve su Coulthard..

Guardate dal minuto 7,00 a 8,10...

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Tutto bello (a parte le Tower Wings :asd:).

Mi chiedo come mai non fare un passo indietro e tornare ad avere il cordolo come ultima parte del circuito. Dovessi scegliere solo una cosa da cambiare adesso sarebbe questa: le vie di fuga. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Un salto indietro nel tempo....le qualifiche di una volta, Austria 1998, qualifiche rocambolesche, condizionate dalla pioggia ,prima pole per un ottimo Fisichella , secondo Alesi su Sauber, sinceramente speravo che Alesi potesse restare primo sulla griglia, vederlo sulla Sauber, lottare ed esaltarsi nelle sue caratteristiche di guida, proprio come nei migliori anni in Ferrari, mi fece sperare nelle sua pole, la seconda piazza fu un risultato importante, ma la pole con la Sauber ,sarebbe stata sensazionale.

Poi Fisichella proprio all'ultimo minuto  lo scavalcò, ma superato il primissimo dispiacere,fui felice per Giancarlo, un pilota bravo, Italiano e molto alla mano, anche perchè era la prima pole di un Italiano dopo secoli..

Nel 1998 le qualifiche erano decisamente diverse dal format odierno, erano una gara prima della gara, con tutte le emozioni del caso.

 

 

 

 

La collisione tra Giancarlo Fisichella e Jean Alesi durante la gara, un vero peccato per entrambi, ancora oggi a distanza di anni mi "arrabbio" , stavano disputando una buona gara, proporzionalmente alle vetture che guidavano; Fisichella poteva ambire tranquillamente al terzo posto, Alesi ebbe una gara un pò sofferta a causa del cambio difettoso con le prime marce troppo lunghe ed una scarsa accelerazione ,che in parte vanificò la seconda piazza in griglia, anche se poteva comunque ancora lottare e  prendere punti preziosi.

Poi entrambi erano piloti aggressivi , l'incidente fu inevitabile per la dinamica presa, forse però Alesi con quella staccatona era ormai passato e Fisichella avrebbe potuto mollare un pò prima, però è anche vero che forse Giancarlo non se lo aspettava e di certo non poteva scomparire...

La cosa comunque si risolse senza polemiche da parte di entrambi...

 

 

Edited by Jax
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Concordo sulla f1 da "uomini" e non da "ragazzini". Non esisteva neppure lontanamente la possibilità , come oggi, che ragazzini arrivassero in f1 e andassero subito forte. Ci voleva ben altro per portare al limite quei mostri.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Concordo sulla f1 da "uomini" e non da "ragazzini". Non esisteva neppure lontanamente la possibilità , come oggi, che ragazzini arrivassero in f1 e andassero subito forte. Ci voleva ben altro per portare al limite quei mostri.

Basta vedere nei test Williams come Montoya ha massacrato a vagonate di secondi gli altri rookie , ora non sarebbe possibile .

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk e scritto dalle mie dita.

Link to post
Share on other sites

mi fa piacere che i miei video caricati su yt sono in questo forum :D

 

Complimenti per i video in Italiano... hai qualcosa anche relativo al Gp di Germania 1998,quando Villeneuve andò quasi a prendere le McLaren Mercedes di Hakkinen e Coulthard ?

Link to post
Share on other sites

Complimenti per i video in Italiano... hai qualcosa anche relativo al Gp di Germania 1998,quando Villeneuve andò quasi a prendere le McLaren Mercedes di Hakkinen e Coulthard ?

Ma quasi a prendere dove ? Dai ! Le prime due posizioni non sono mai state in discussione piuttosto Villeneuve doveva stare attento alla Jordan di Hill...

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk e scritto dalle mie dita.

Link to post
Share on other sites

Mmh,ricordi maluccio... :asd:

Villeneuve  che ad un certo punto aveva circa 9/10 secondi di ritardo, arrivò successivamente  a soli due secondi da Coulthard che davanti a se aveva un Hakkinen in evidenti difficoltà ,se non sbaglio al pit gli misero meno benzina del dovuto e quindi Mika fu costretto a rallentare..

Coulthard gli rimase alle spalle per non togliergli punti mondiali e Villeneuve si fece sotto in modo minaccioso..

Ad un certo punto in McLaren furono quasi costretti a prendere una scelta,far passare Coulthard per farlo vincere e sacrificare Hakkinen in terza posizione (perchè Villeneuve lo avrebbe passato) oppure,come sembrava evidente,  sacrificare Coulthard,lasciando comunque il Finlandese davanti , in fondo la vittoria di Villeneuve sarebbe stata innocua ai fini mondiali e   le due McLaren non avrebbero dato la morte per tenerselo dietro ; tuttavia,giunti all'acme finale anche Villeneuve fu costretto a rallentare per un problema al differenziale e quindi mano a mano riperse terreno...

Hill,che  si tenne dietro encomiabilmente Schumacher,era nettamente distante da Jacques...certamente il Canadese era molto più vicino alle McLaren di quanto non lo fosse l'Inglese alla Williams.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Adrenalinaaa !!! :D

Queste erano gare!

Altro che DRS , elettronica e diavolrie simili, li per fare il sorpasso, dovevi davvero rischiare, conoscere i propri limiti, quelli della vettura e saper interpretrare al meglio il tracciato.

Bel video, che rende bene l'idea della Formula 1 che amavo e che molti di noi amavano....

Bellissimi i sorpassi di Schumacher su Hakkinen e di Irvine e Villeneuve su Frentzen, mi ricordi che in quel Gran premio, prima del tamponamento tra Coulthard e Villeneuve, David passò Jacques, ma il Canadese, sfruttando la scia sul rettilineo, lo ripassò con una staccatona.

Inoltre notate la partenzona di Alesi, da undicesimo a settimo, quell'anno Jean nelle partenze fu fenomenale....nel Gp d'Argentina mi sembra che concluse quinto..

 

Video trovato inerente al contro sorpasso di Villeneuve su Coulthard..

Guardate dal minuto 7,00 a 8,10...

 

 

Fu anche l'ultima volta che si corse in Argentina. In ogni caso, non è un tracciato che mi manchi così tanto, troppo kartistico, tortuoso, l'unica cosa di rilievo -e nei video che avete postato si nota parecchio- è l'asfalto molto scivoloso e sconnesso, si vedono le macchine in continua sbandata.

In quel gp mi pare anche di ricordare che Schumacher si prese un bel rischio a pochi giri dalla fine, con un'escursione fuori pista....un bel brivido!! Poi vinse senza problemi ed era la prima vittoria dopo il dominio assoluto delle Mclaren nelle prime due gare.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Un salto indietro nel tempo....le qualifiche di una volta, Austria 1998, qualifiche rocambolesche, condizionate dalla pioggia ,prima pole per un ottimo Fisichella , secondo Alesi su Sauber, sinceramente speravo che Alesi potesse restare primo sulla griglia, vederlo sulla Sauber, lottare ed esaltarsi nelle sue caratteristiche di guida, proprio come nei migliori anni in Ferrari, mi fece sperare nelle sua pole, la seconda piazza fu un risultato importante, ma la pole con la Sauber ,sarebbe stata sensazionale.

Poi Fisichella proprio all'ultimo minuto  lo scavalcò, ma superato il primissimo dispiacere,fui felice per Giancarlo, un pilota bravo, Italiano e molto alla mano, anche perchè era la prima pole di un Italiano dopo secoli..

Nel 1998 le qualifiche erano decisamente diverse dal format odierno, erano una gara prima della gara, con tutte le emozioni del caso.

 

 

 

 

La collisione tra Giancarlo Fisichella e Jean Alesi durante la gara, un vero peccato per entrambi, ancora oggi a distanza di anni mi "arrabbio" , stavano disputando una buona gara, proporzionalmente alle vetture che guidavano; Fisichella poteva ambire tranquillamente al terzo posto, Alesi ebbe una gara un pò sofferta a causa del cambio difettoso con le prime marce troppo lunghe ed una scarsa accelerazione ,che in parte vanificò la seconda piazza in griglia, anche se poteva comunque ancora lottare e  prendere punti preziosi.

Poi entrambi erano piloti aggressivi , l'incidente fu inevitabile per la dinamica presa, forse però Alesi con quella staccatona era ormai passato e Fisichella avrebbe potuto mollare un pò prima, però è anche vero che forse Giancarlo non se lo aspettava e di certo non poteva scomparire...

La cosa comunque si risolse senza polemiche da parte di entrambi...

 

 

 

Che qualifiche SPETTACOLARI! 

Ero al mare a Jesolo quell'estate, gli ultimi minuti furono davvero entusiasmanti e Fisichella tirò fuori un giro davvero super, ma fui molto contento anche per Alesi, mentre con un cenno di disappunto mi accorgevo che Hakkinen era finito davanti a Schumacher...  :angry:

Ecco un'altra cosa che mi manca un sacco della vecchia Formula 1: quel format di qualifiche, 12 giri in totale, motori da qualifica, assetto da qualifica, vetture tirate al massimo e solo lì potevi davvero valutare quale fosse la combinazione vettura-pilota più veloce.

L'incidente tra Alesi e Fisichella non lo vidi in diretta perché con l'escursione fuori pista di Schumacher dei primi giri mi demoralizzai e corsi in spiaggia....avevo già  intuito che le Mclaren avrebbero dominato e che non ci sarebbe stata la quarta vittoria di fila della Ferrari.

In ogni caso, in quel Gp, la Mclaren aveva un discreto vantaggio e per tentare di recuperare in Ferrari adottarono la tattica dei 2 pit-stop invece di uno; se Schumacher non avesse rovinato la macchina con quell'escursione sull'erba avrebbe potuto al massimo finire in seconda posizione, secondo me. Quindi, a conti fatti, l'escursione gli costò due soli punti, anche perché poi fece una super rimonta e Irvine gli cedette il 3° posto a pochi giri dalla fine.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Damon Hill disputò una grande stagione nel 1998,aiutò molto la Jordan nell'evoluzione della vettura ed era molto affidabile,un campione molte volte sottovalutato eppure era un pilota che sapeva vincere e sapeva essere anche molto veloce.. purtroppo nel corpo a corpo commetteva degli errori in particolare però quando aveva a che fare con Schumacher,era evidente che contro il Kaiser perdesse lucidità  (forse per Adelaide ?) .

Contro gli altri piloti sapeva sorpassare...ritengo proprio che Damon avesse una sorta di complesso nei confronti di Michael.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...