Jump to content

Jax

Banned
  • Content Count

    840
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

695 Non male

7 Followers

Informazioni di Profilo

  • From
    Array
  • Following F1 since
    Array
  • Former Driver
    Array
  • Team
    Array
  • Track
    Array
  • Best Race
    Array

Recent Profile Visitors

1015 profile views
  1. Si a livello cronometrico siamo molto vicini, ma forse nel 2000 la vettura fu ancora più inaffidabile del 1998, poi più o meno siamo sugli stessi livelli.
  2. Almeno la Prost peggiore non toccò a Jarno,ma al povero Alesi nel 2000, quella fu di gran lunga la peggiore,l' AP03
  3. Valentino ha rimesso la gara in piedi con "la mossa del matto" come l'ha definita Meda,a scatola chiusa ha cambiato rispetto a tutto il weekend. Lorenzo ,come a Jerez,ha fatto ancora il martello,però Rossi ha preso dei punti importanti e ha anche la consolazione di aver fatto il giro più veloce in gara..Valentino,considerando che è sempre andato sul podio ,deve assolutamente puntare sulla continuità ,perchè Marc e Jorge possono togliersi punti a vicenda,deve fare un campionato alla Hayden , con qualche altra vittoria può seriamente pensare al decimo mondiale... Lorenzo in queste condizioni è quasi imbattibile,ma quando gli gira storta è comunque meno costante di Rossi. Bravissimo Dovizioso,si sta,come merita,finalmente affermando ad altissimi livelli,gli manca una vittoria,spero che al Mugello se la giochino lui e Valentino.. Marquez in difficoltà ,non me l'aspettavo dopo il weekend positivo,oggi ha fatto davvero fatica.. Infine standing ovation per Iannone !
  4. Solo settimo Valentino nel Warm Up, per ora male...
  5. Oggi,come stagione in corso no,ma dal 2008 ad oggi,per i campioni,almeno la singola vittoria è stata possibile, dal 1994 al 2001 ci furono molte meno opportunità senza contare che oggi per prendere punti basta una decima piazza...ed il ritiro per guasti meccanici od insabbiamenti è raro od inesistente.
  6. Di Monaco 2001 ricordo la gioia di Alesi e del team Prost ,per aver ottenuto il primo punto dopo oltre un anno... Jean giunse sesto,anche se avrebbe meritato il quinto posto,perso a quattro giri dalla fine a causa di una sosta supplementare ai box per via di una foratura;all'uscita dalla pit fu sopravanzato da Coulthard per pochissimo.. Forse potrà sembrare sciocco o da poco,soffermarsi su un sesto posto di Alesi alla Prost,soprattutto per chi si godeva i trionfi di Schumacher o le vittorie di Hakkinen (più nel 2000 però..) ma vi assicuro che quel sesto posto per Alesi ed i suoi sostenitori aveva davvero l'importanza di una vittoria , così come lo furono i due splendidi podi di Villeneuve in Spagna e Germania. In quella F1 degli anni 90 e primi 2000 (il 2001 a livello storico,appartiene ancora agli anni novanta per continuità di tracciati e regole) considerando il coefficiente di difficoltà tecnico dei circuiti ,delle vetture che si ,nel 2001 avevano avuto una reintroduzione dell'elettronica ma questa era ancora in fase iniziale ,non ancora in grado di eliminare le difficoltà di guida come poi avvenne dopo,in particolare dal 2003 in poi, e l'enorme disparità che vi era tra i due/tre top team e gli altri ,davvero mettersi in mostra e marcare punti tra i primi sei era qualcosa di difficilissimo per gli altri,degna di applausi ...non bastava arrivare decimi come oggi,bisognava realizzare delle imprese.. C'è chi sostiene che dal 1994 al 2001 (grossomodo la seconda metà degli anni novanta) si sia assistito al momento più arido di talenti visto in F1.... Semplicemente si era entrati in un momento storico diverso di questo sport,e questo se ci fate caso comincia ad accadere dal 1991/92 , quando c'erano ancora Senna ,Mansell e Prost, le vetture cominciavano ad essere più lontane tra loro e la lotta la vertice riservata solo a due piloti per anno ... 1991 : McLaren/Senna vs Williams/Mansell 1992: Williams/Mansell vs Williams/Patrese , Senna dietro a Schumacher con un solo punto di vantaggio su Berger. 1993: Prost/Williams vs Senna/McLaren,campionato mai in discussione,Damon Hill arriva terzo,vicinissimo ad Ayrton ! 1994: Sarebbe stato Senna/Williams vs Schumacher/Benetton,poi la sorte volle diversamente ed il duello fu Schumacher/Benetton vs Hill/Williams 1995: Schumacher/Benetton vs Hill/Williams 1996: Hill/Williams vs Villeneuve/Williams 1997: Villeneuve/Williams vs Schumacher/Ferrari 1998: Hakkinen/McLaren vs Schumacher/Ferrari 1999: Hakkinen/McLaren vs Irvine/ Ferrari...ricorderete tutti l'incidente di Michael... 2000:Schumacher/Ferrari vs Hakkinen/McLaren 2001:Schumacher/Ferrari vs Coulthard/McLaren (David lontanissimo dal Kaiser). Insomma questa è una rapida carrellata per tentare di evidenziare come le opportunità di vincere,arrivare a podio o punti fossero davvero poche se non eri uno dei quattro piloti bravi/fortunati a guidare per una delle due/a volte 3 scuderie di vertice,non per mancanza assoluta di talento degli altri,ma anche perchè i migliori talenti ormai ,senza vetture all'altezza potevano fare poco. Ad aggravare il tutto,nel 1994,la Ferrari era ormai quasi in bancarotta ed attendeva l'intervento della Fiat che giunse nel 1996 ,escludendo di fatto per anni la Ferrari dalla lotta al titolo (secondo un'intervista di Montezemolo) ed in più ,nel 1998 ci fu il ritiro della Renault, altrimenti si sarebbe potuto assistere ad un duello a tre tra Hakkinen ,Schumacher e Villeneuve che avrebbe sicuramente giovato all'immagine della Formula 1 . Addirittura in quell'anno solo quattro team, se non ricordo male ,disponevano di motorizzazioni ufficiali, la Ferrari,la McLaren Mercedes , la Stewart Ford e la Prost Peugeot , questo la dice lunga sulla quasi impossibilità degli altri piloti di inserirsi.... Al giorno d'oggi almeno i campioni del mondo,dal 2008 in poi,hanno avuto garantito il posto ,male che andasse ,per lo meno in team competitivi per la singola vittoria,parlo di Hamilton,Button,Alonso,Vettel e Raikkonen,in una F1 completamente diversa e più "attenta" nel mantenere la sua immagine e vendersi bene,i campioni sono stati più tutelati grazie a team più competitivi tra loro (ovviamente nel corso degli anni). Nel periodo 1994/2001 per i campioni di quel tempo non ci fu questa possibilità ,i team di vertice erano ,in genere, solo due ,quello di Newey contro quello di Brawn/Byrne ,gli altri erano distanti anni luce,e come analizzato non dipendeva dall'assenza di grandissimi piloti come Senna,Mansell o Prost,ma dal momento storico specifico che attraversò quella F1... Del resto i campioni "iridati" di quegli anni,ovvero Schumacher,Hakkinen e Villeneuve non mi sembravano così lontani dai campionissimi attuali (purtroppo Jacques guidò un'auto decente per soli due anni), l'eccezione fu Hill che sfruttò la situazione del post Senna,restando comunque un buon pilota in grado nell'arco della sua carriera di rivelarsi vincente. Poi gli outsiders,i vari Alesi,Barrichello ,Berger,Frentzem,Irvine,Trulli,Coulthard etc... mi sembravano ,personalmente,superiori a quelli attuali... Perdonate la lunghezza del mio post ,ma ho tentato di esaminare alcuni aspetti che ritengo importanti,condivisibili o meno .. si intende....
  7. Era quarto,Villeneuve lo seguiva a meno di un secondo,quando Jarno si ritirò, Jacques ereditò la sua posizione ed andò a prendere Irvine,chiuse infine quarto a meno di un secondo da Eddie...
  8. Inquietanti le difficoltà di Valentino in questa qualifica, cosa sarà successo ? Marquez imprendibile,bene Dovizioso,Lorenzo si conferma in un buon momento.
  9. Si me lo ricordo,probabilmente l'Irlandese frenava un pò più del dovuto per limitare l'accelerazione a chi lo seguiva,; in Francia nel 1997 tra l'altro Villeneuve aveva un assetto da bagnato su pista asciutta (infatti il Canadese all'ennesima strategia sbagliata ebbe parole di fuoco per la Williams) ed il sorpasso gli era difficile in quelle condizioni.
  10. Ricordo bene quel Gran Premio, in quel caso le vetture con gomme Good Year ,riuscirono a limare un pò il gap con quelle Bridgestone ,ottima la partenza delle Ferrari, Schumacher riuscì a guidare al massimo a pista libera, riuscendo a prendere un buon margine su Hakkinen, bloccato da Irvine.. L'Irlandese fu autore di un'ottima gara , fece praticamente da tappo, coprendo le spalle di Michael, ad un certo punto Hakkinen, frustrato dalla situazione, tentò un attacco un pò troppo ardito e si girò per evitare il contatto.... Cose che adesso con i DRS non potrebbero mai accadere.... Ricordo anche la sfortuna di Coulthard che ebbe dei problemi nel rifornimento e fu costretto a perdere tantissimo tempo, fermandosi più volte ai box... Molto "stravagante" ciò che accadde a Trulli, costretto a rientrare ai Box dopo pochi giri a causa di un oggetto dimenticato dai tecnici Prost all' interno dell'abitacolo , mi sembra fosse una chiave inglese o qualcosa di simile... Sfortunato Alesi, autore di una buona gara e centrato ben due volte da Fisichella e da Frentzen , proprio a fine gara mentre era in sesta posizione, la Sauber venne danneggiata e non potè quindi difendersi dal "ritorno" di Coulthard ,che lo superò a pochi giri dalla fine. Infine ottimo quarto posto per Jacques Villeneuve, che fece il massimo possibile per la Williams, il miglioramento dei pneumatici Good Year , fece migliorare anche le prestazioni della "Winfield" ,che ad inizio anno, aveva subito perfino le Benetton gommate Bridgestone. P.S. Vorrei infine aggiungere, che gare di questo tipo, sarebbero davvero impossibili oggi, ad Hakkinen per passare Irvine ,sarebbe bastato un bel DRS e i commentatori tipo Vanzini, avrebbero gridato al sorpasso miracoloso...
  11. Non volevo mancare di rispetto a Tuero,anzi come giustamente sostieni , il suo debutto fu dignitoso ed anche meritevole di riconferma ,resta un mistero come Esteban sia praticamente scomparso,eppure in F1 ci poteva stare... Quando ho asserito "avrebbe fatto peggio di Tuero" ,intendevo dire ,omettendo ciò che era già stato più volte ripetuto,ovvero che i test sul groppone e comunque la maggiore esperienza del pilota Argentino ,all'epoca avrebbero contato maggiormente rispetto ad i tempi attuali... All'epoca l'esperienza era importante,non come oggi,dove qualsiasi debuttante con pochissima esperienza ,riesce a farsi valere senza troppi problemi,nel 1998 con quel tipo di vetture e soprattutto con quei circuiti,il minimo errore lo si pagava a caro prezzo.. un ragazzo di 17 anni,veloce quanto lo si vuole,sarebbe stato ancora nelle Formule minori a farsi le ossa...
  12. Io ,personalmente non ho alcun dubbio,non sarebbe stato possibile,sarebbe stato pericolosissimo per lui (Max) e per gli altri,ed anche al meglio delle possibilità ,avrebbe probabilmente fatto peggio di Tuero e non sarebbe stato decantato come il nuovo Senna a soli 17 anni...
  13. Concordo, Jos era un pilota incline all'errore e sicuramente poco "intelligente",però il piedino ce l'aveva, era un buon pilota ed in termini puramente velocistici era rapido, sapeva superare ed andava forte sul bagnato.. Probabilmente pagò i suoi inizi di carriera,quando ancora immaturo ed acerbo aveva come compagno Schumacher,comunque se avesse usato la testa in diverse situazioni avrebbe potuto raccogliere di più..
  14. Mi riferivo ad un'ipotetica sorte divina,Coulthard rappresenta metaforicamente proprio questo ,incidente trovato o doppiato incompreso ?
  15. Ricordiamoci che in pista non si vedeva praticamente niente,lo stesso Damon Hill ad un certo punto ,quando era in testa ,nel doppiaggio di Trulli stava per fare la stessa "fine" di Schumacher.. D'altronde Coulthard ,probabilmente sperò nell'incedente ma ad ogni modo era anche tutto a sinistra (sinistra del teleschermo,e destra della pista),Michael di spazio dall'altra parte ne aveva comunque tanto... Ad ogni modo,probabilmente quell'incidente alla fine gli costò il mondiale però la "statistica " (come dice Zermiani nella grande storia della F1 ) pareggia i conti, ironia della sorte , Michael tra 97 e 98 pagò il conto delle sue manovre irregolari del passato...
×
×
  • Create New...