Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 09/23/19 in all areas

  1. 8 points
    Il circuito più bello del mondo! L'università della Formula 1: tecnica, tradizione, innovazione, cultura motoristica, pluri campioni del mondo che si sono sfidati dando vita a battaglie infinite proprio qui dove ogni centimetro di pista odora di sacrificio e leggenda
  2. 8 points
    Probabilmente sono un tifoso Ferrari anomalo ma io sono stato contento della vittoria di Vettel, primo per lui, per levarsi un macigno da dietro le spalle che si porta da un anno e ovviamente per una nuova, quanto inaspettata, vittoria della rossa in un circuito non certo favorevole alle sue caratteristiche. Mi è risultato invece antipatico il lamentarsi di Leclerc via radio, come se la sua pole gli desse di diritto la vittoria. Il ragazzo è bravo, ha voglia di vincere e spesso in quest'anno è stato più veloce del compagno ma, le vittorie si sudano sul circuito e non si fanno il sabato. Soprattutto quando la strategia ti ha penalizzato fortuitamente, visto ormai il peso che ha Vettel in squadra. Ha ragione Alessandro quando dice che Vettel ha perso la Ferrari. Lo sa e penso che sia questo il peso che lo rende vulnerabile ed incline a commettere errori. E sembra anche che, non importa quanto si possa applicare, non riuscirà a guadagnarsi di nuovo la fiducia del management, almeno è questa la mia impressione dopo Monza. Vettel dovrebbe mollare la Ferrari, per orgoglio verso se stesso in primis, ma credo che, se dovesse farlo, lascerebbe la F1 con l'amaro in bocca di non essere riuscito nemmeno a sfiorare i fasti del suo illustre beniamino.
  3. 7 points
    Recuperare qualche contenuto passato dai social network è pressoché un'impresa: se ti è sfuggito un post interessante dove però non hai messo like, commentato o salvato il link da qualche altra parte è veramente dura recuperarlo. I social non hanno memoria e spesso vedi che tornano le stesse domande e le stesse discussioni ma su quasi clone ai precedenti. Sembra quasi che non interessi quello che è successo prima ma basta solo che ci sia attività e tutto va bene. Quale e di che qualità sia questa attività poi non è dato saperlo... ma è facilmente intuibile. Sbaglieresti a prenderla però come se i tuoi post venissero ignorati. Il 90% delle persone legge e basta e francamente io non ho la cultura necessaria per rispondere ad un post del 1934 se non aggiungendo un like o un inutile che porterebbe zero contributo. Però porca miseria ben vengano contenuti del genere di cui ignoravo l'esistenza...
  4. 7 points
  5. 7 points
  6. 4 points
    Le notizie sul forum mi piacciono
  7. 4 points
    Giusto qualche giorno fa ho scoperto che proprio per la nostra piattaforma Forum stanno lavorando ad un'App da scaricare dagli Store. Non so esattamente quando uscirà ma potrebbe essere un'ottima cosa
  8. 4 points
  9. 4 points
    Se non dimentico qualcosa direi che sono il circuito e il GP più insulsi dopo Abu Dhabi Via il dente, via il dolore
  10. 4 points
    In tutto ciò, l'unica ricordo che ho collegato a questo Gran Premio è la diatriba di qualche anno fa sulla parola "pittare"
  11. 4 points
    L'altra volta ha portato bene, quindi tant'è
  12. 3 points
    A proposito di tematiche storiche....vorrei continuare a postare pagine di automobilismo sui gp storici come facevo qualche tempo fa appena ne ho il tempo
  13. 3 points
    Chi ben cominci... ah no... momento...
  14. 3 points
    Discorso molto interessante. Personalmente ho sempre meno tempo, ma leggo quotidianamente sito e forum, e vorrei postare di più. Come diceva Wexx, un ex utente molto competente, colto e appassionato, ora diventato un importante youtuber (Wesa), è sempre bene mantenere un sito e un forum, perché non si potrà mai sapere in futuro che fine faranno le piattaforme social che appartengono a società private. A livello generale, c'è stata innegabilmente un'emorragia di utenti verso i social network. Di conseguenza anche P300 soffre della penuria di utenti attivi e di discussioni frequentate. C'è stato anche un ricambio, durante il quale sono quasi scomparsi moltissimi utenti over-40 che approfondivano tematiche storiche, mentre l'utenza corrente si concentra sulla gara del momento, e quasi sempre di F1, e purtroppo i risultati giocoforza si vedono. Al 90%, anche quando io posto una cosa sul forum, ci sono interazioni tendenti allo zero. E non parlo mica solo di tematiche di cento anni fa, che piacciono a pochissimi e che sono sostanzialmente sconosciute e dunque snobbate dalla quasi totalità degli utenti, ma anche di cose relativamente più recenti come i rallyes degli anni '80. Sono argomenti ormai estranei a chi si è appassionato alle corse negli anni 2000, ci si può fare poco. Forse si può tentare di aprire thread originali chiedendo agli utenti di essere parte attiva lanciando quesiti impliciti, del tipo, "il miglior salto di una F1", oppure "la staccata più emozionante". oppure "i tre migliori piloti di F1 (o di rally o di quello che si vuole) degli anni '70", o giù di lì. A livello prevalente è giusto e doveroso mantenere un ordine di tipo "enciclopedico" nel forum, ma forse è bene dare spazio anche a tematiche peculiari, che possa riuscire accattivanti e coinvolgenti agli occhi degli utenti che passano di qui.
  15. 3 points
    propongo di festeggiare l'anniversario usando solo parole italiane in questo topic, e chiedendo scusa a Stroll ogni 5 post (era lo stesso).
  16. 3 points
  17. 3 points
    Comunque io non sarei troppo sicuro di una permanenza di Mercedes a lungo termine. Se dovessero valutare, come già hanno fatto tante altre Case e come effettivamente è, che la Formula E al momento offre grande visibilità a costo limitato, potrebbero anche decidere di abbandonare la Formula 1, specie se dovessero essere vincenti da subito anche nell'elettrico. Alla fine arrivare, vincere e abbandonare è nella filosofia di Mercedes da sempre, un ciclo come quello attuale in Formula 1 rappresenta decisamente un'eccezione nella storia di Stoccarda.
  18. 3 points
  19. 3 points
    Condivido pienamente le osservazioni sulla "Ferrari sbagliata". Leclerc mi piace un sacco come guida, ma un po' meno quando pretende privilegi inesistenti, specie quando la strategia è orientata a favorire il risultato "di squadra" e non di un singolo pilota (visto che oramai la lotta al titolo piloti è andata), anche se si tratta del personaggio del momento, anche se si tratta del miglior talento scoperto dalla Ferrari da un'enormità di anni, anche se ha fatto più pole di Hamilton quest'anno, anche se…….. Che Charles sia un "vincente" (come Verstappen) è indiscusso e capisco che gli atteggiamenti un po' sopra le righe fanno parte del carattere del vincente (vedasi Senna, Prost, Schumacher e lo stesso Hamilton, solo per citarne alcuni). Ma da "ferrarista anziano" capisco una cosa sola; il podio è: 1° Ferrari, 2° Ferrari, 3° Ferrari
  20. 3 points
    Era la Ferrari giusta! Vergogna!
  21. 2 points
    Almeno ci sono delle curve. Un passo avanti rispetto a Sochi
  22. 2 points
    Io onestamente non ne sono così convinto ancora. Guardare Red Bull ha poco senso se si vuole fare un confronto del genere e comunque da un anno all'altro il livello è circa lo stesso, Toro Rosso mi pare piuttosto indietro rispetto a Renault e soprattutto McLaren.
  23. 2 points
    Chiaro, ci sono le opzioni ma mica sono proposte come primarie e a portata di mano...
  24. 2 points
    Difficile fare pronostici, considerando l'attuale situazione. La Ferrari è sicuramente sull'onda dell'entusiasmo dopo i 3 successi, la Red Bull avrà sicuramente voglia di rivincita dopo la mezza delusione di Singapore e la Mercedes sarà sempre la solita Mercedes competitiva, anche se ormai è in "vista titoli" e quindi - e questo non me lo toglie dalla testa nessuno - sta tranquillamente navigando verso l'obiettivo mondiale senza prendersi troppi rischi. In ogni caso, mi aspetto un ritorno alla vittoria proprio per i grigi. Magari con Bottas, che ha sempre dimostrato di gradire questo tracciato.
  25. 2 points
    Non ho tutto questo potere... È riservato ad altri utenti del forum...
  26. 2 points
  27. 2 points
    Purtroppo sara' sempre peggio. Gia' faccio fatica ora, dal prossimo anno il pensiero sara' "meno male, questo fine settimana non c'e' il gran premio" Quanto rimpiango i massimo 16 gp a stagione
  28. 2 points
    Sui terzi posti in griglia a Monza meglio tacere che poi qualcuno si offende comunque la stagione in Sauber era stata certamente positiva, anche se il compagno di squadra era lo scarsissimo Gutierrez che non era certo un buon riferimento. È nelle stagioni successive che si è via via plafonato e ha spesso mostrato grossi limiti nel cogliere le opportunità di risultati “sopra la media” per la propria squadra.
  29. 2 points
    Soprattutto agli inizi prometteva molto bene. Ottima prima stagione in Wililams, in cui è venuto fuori nettamente nella seconda parte, è andato bene anche nelle successive ma nel tempo si è un po' plafonato e in Force India di fatto ha perso il confronto con Pérez. Lo metterei comunque sopra al Grosjean di oggi, certo che se poi ha chiesto il doppio di stipendio..
  30. 2 points
    Newgarden quinto pilota Penske a vincere due titoli! Compagnia mica male...
  31. 2 points
    Alla fine la spunta Newgarden come ampiamente preventivabile Bella gara tesa su una pista da urlo La Indycar si conferma essere una gran bel campionato, forse la formula più genuina che c'è al momento. L'anno prossimo dovrebbe essere ancora più interessante
  32. 2 points
    Penso comunque che l'alternativa tra le soluzioni non sia così netta e chiara, perché ciascuna viene influenzata da una miriade di altri elementi, che finiscono per vanificare la soluzione adottata (vedi appunto l'abolizione dei rifornimenti, vanificata dall'introduzione del cambio-gomme obbligatorio, poi delle gomme-frolle e infine delle gomme colorate) Siamo d'accordo che oggi le gomme e la loro gestione siano una solenne puttanata, ma davvero grandissima. Lo dico da tempo, ma mi pare che molti reputino carino trastullarsi coi colori delle gomme (che io tuttora non riconosco e non so cosa significhino).
  33. 2 points
    Sì, sì, ma io parlavo della lotta corpo a corpo, quasi completamente scomparsa durante i 16 anni di rifornimenti.
  34. 2 points
    Ma non discuto sulle opinioni, ci mancherebbe. Parlavo del fatto che la normalità era Schumacher superava Hakkinen ai pit stop tipo Ungheria 98, Imola 2000, Suzuka 2000, oppure lo stesso Schumacher in Brasile 2002, mentre una cosa come Spa 2000 era la classicissima eccezione più unica che rara. Intendo dire che è un fatto riconosciuto e acclarato che coi rifornimenti nessuno azzardava più il sorpasso in pista perché poi ci si doveva fermare ai box. Si giocava tutto lì. Non sto cercando di imporre un punto di vista, ma solo di ricordare agli utenti una realtà di fatto. Per questo motivo si parlava male dei rifornimenti. Mi sembra strano che non ci si ricordi o che si sia dimenticato l'andamento di quegli anni.
  35. 2 points
    Direi che c'è poco da dire. La strategia Ferrari è stata perfetta e ogni polemica, compresa e soprattutto quella di uno dei due piloti, è del tutto immotivata. La Ferrari ha corso per massimizzare un risultato che, alla vigilia, pareva impensabile. E c'è riuscita... Vettel è stato fermato per coprire Verstappen e, eventualmente, tentate l'undercut su Hamilton. L'obiettivo è stato centrato doppiamente: due vetture in testa (senza una strategia del genere una doppietta non sarebbe mai stata centrata) e Mercedes #44, ovvero la vettura avversaria fino a quel momento più pericolosa, costretta ad allungare ritrovandosi poi dietro a Max. Vettel ha legittimato la vittoria con una gara attentissima, senza sbavature, con un perfetto giro di rientro dopo il pit e vanificando ogni velleità a Leclerc alla ripartenza dopo le 3 SC, cambiando sempre zona dove accelerare e bagnando sul nascere la polvere da sparo di Charles, ancor prima che il monegasco potesse prendere la carabina per impallinarlo. In più, non c'è stato un vero e proprio team order di congelamento delle posizioni. Non hanno certo dato il via libera ai piloti di fare come cazzo volevano, ma hanno suggerito semplicemente di usare la testa. E Leclerc c'ha anche provato, ma a parte tenere nel mirino la vettura gemella per molti giri, non è mai riuscito effettivamente a farsi vedere. Portare a casa la doppietta, per la Ferrari, era decisamente più importante delle velleità di vittoria di un giovane pilota molto valido che, evidentemente, deve ancora imparare a capire queste dinamiche. Dinamiche del quale lui stesso ha beneficiato, a Spa e in qualifica a Monza, ma che evidentemente, quando c'è da "restituire", dimostra di essere un po' duro di comprendonio. Il futuro e il talento sono con lui. Ma oggi, molto semplicemente, con quel giro di rientro scuotendo la testa e con quella pippa di muso sul podio, ha dimostrato che deve imparare ancora molto....
  36. 2 points
    Osrevinu e Amante Mercedes si stanno fondendo in un'unica unità
  37. 2 points
    Ciao ci vogliamo dimettere perché abbiamo vinto di nuovo entrambi i mondiali a giugno, ma forse abbiamo sbagliato la strategia a Singapore
  38. 1 point
    Infatti, ero ironico... Per me possono correre ogni weekend...
  39. 1 point
    onboard dei sorpassi di vesti e fraga su ticktum, in gara 3
  40. 1 point
    Ed ecco che arrivò il primo zero... menagramo...
  41. 1 point
    Beh, effettivamente la mossa Formula E con Mercedes potrebbe avere degli sbocchi anche altrove, magari anche in ottica futura in Formula 1. Però parliamo di un pilota che non è ancora salito su una macchina di formula 1 contemporanea, quindi ogni discorso ritengo che al momento sia prematuro. Leclerc Verstappen in Ferrari per me impossibile, almeno nel breve periodo. Io credo fortemente in un approdo di Hamilton a Maranello, dopo aver raggiunto i record che vuole raggiungere). Il discorso Verstappen ci sarebbe, eventualmente, solo dopo un definitivo ritiro di Hamilton e penso ci vorranno ancora diversi anni... Vedremo, ma le prospettive che immagino possano accadere sono altamente suggestive. Almeno per quanto mi riguarda... Questo non lo sapevo. In tal caso, si, possono riprenderselo. Ma tra due anni di acqua sotto al ponte ne sarà passata parecchia. Occorrerà vedere le scelte future in fatto di piloti (resto convintissimo che Wolff punta senza mezzi termini a Verstappen, come successore di Hamilton. E sono del parere che lo stesso Max punta con decisione a quel posto, con o senza Hamilton), specialmente colui che sostituirà Bottas. Che probabilmente sarà Russell, nel 2021. Quindi, a meno di clamorose debacle di un pilota che io considero molto, molto valido, penso che il posto se lo terrà lui e l'opzione recompra di Ocon è semplicemente un cautelarsi nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto (il mancato ingaggio di Verstappen... la non competitività di Russell... e quant'altro).
  42. 1 point
    Condivido e sottoscrivo. Io ho sempre detto che per me la Ferrari viene prima di tutto e tutti e il silenzio di ieri ha fatto troppo rumore.
  43. 1 point
    Intanto solo ora ho scoperto che Vettel ha pianto sul podio... Dev'essere stata una liberazione questa vittoria, non ci si pensa ma la pressione e i fantasmi che si portano dentro a questi livelli deve essere bella tosta. Contento per lui, sperando che si distenda un po' e torni a fare quello che sa
  44. 1 point
  45. 1 point
    Non mi pare che la Ferrari sia in lotta per nessun mondiale. Probabilmente Leclerc s'è stufato di essere ancora considerato lo scudiero di Vettel pure dopo questo periodo. Perché oggi è palese che la Ferrari ha deciso di fermare la prima guida nel momento in cui s'è aperta la finestra, ben sapendo cosa sarebbe successo con quel giro di gap a gomma nuova e pista libera.
  46. 1 point
    GROS mostra di aver meritato il rinnovo
  47. 1 point
    Un italiano in testa a un Gran Premio valido per il Campionato Mondiale.
  48. 1 point
    1956, 1961, non saprei in che occasione o gara siano questi scatti...
  49. 1 point
    presentata la porsche
  50. 1 point
    La corsa ebbe un avvio velocissimo: Piero Taruffi sulla sua Maserati n. 6 a sedici cilindri (stesso telaio su cui trovò la morte a Monthlery Amedeo Ruggeri nel '32, ma Taruffi questo non lo sapeva...) si portò decisamente in testa. Al primo passaggio davanti alle tribune Taruffi aveva un centinaio di metri di vantaggio su Chiron e circa duecento metri su Varzi. Gli altri erano già staccati. Il romano sfruttava abilmente la maggior velocità massima della Maserati che aveva un motore di ben 5 litri di cilindrata, ma la pesantezza della vettura e l'instabilità nelle sei, pur veloci, curve del circuito cominciarono a farsi sentire. Chiron con la sua Alfa P3 lo incalzava da vicino, e superò Taruffi al 4° giro. Nella stessa tornata, col tempo di 3'55"4 Chiron stabilì il giro più veloce della corsa, alla media record di 200,339 km all'ora. Anche l'altra Alfa, quella del favorito Achille Varzi, cominciò ad attaccare Taruffi, ma il sorpasso non ebbe luogo: alla curva dell'Aeroporto la pesante Maserati del romano volò fuori pista. Era il 7° giro. Ecco l'incidente nelle parole di Taruffi stesso: "Dopo pochi giri, la frenata della mia macchina divenne irregolare e quindi i freni si bloccarono all'improvviso. Ho ancora davanti agli occhi lo spettacolo delle ruote anteriori immobili e il fumo prodotto dalle gomme che fondevano per il tremendo attrito sul terreno. Ebbi la percezione che la macchina non si sarebbe fermata; era come se scivolasse su di una macchia d'olio. Era una sensazione penosa... La curva si avvicinava rapidamente. In tutto non passarono più di sei, sette secondi nei quali il mio cervello lavorava rapidamente. Finalmente le ruote si sbloccarono e riuscii a controllare la direzione della macchina, ma non osai spingere di nuovo il pedale del freno; così pensai di rallentare l'andatura contro alcune dune di sabbia ai bordi della pista. Bisognava decidersi, stavo arrivando alla curva. Decisi di uscire di pista dritto, per non rischiare di capovolgermi, sperando di fermarmi sul terreno sabbioso che intravedevo a circa un metro più in basso della pista. Presi la mira tra due paracarri e mi affidai a Dio: decollai, ebbi la sensazione di essere uno di quei sassi piatti che da ragazzo lanciavo sul pelo dell'acqua immobile dell'Adriatico. Spiattellai due o tre volte, poi di colpo la vettura si impennò mettendosi in verticale. Il mio corpo, per inerzia, venne proiettato fuori. Per aria, ricordo di aver portato istintivamente il braccio sinistro a protezione della testa; presi contatto col terreno vedendo, prima di avvertirla, la mia macchina che mi cadeva addosso. Ma non avvenne nulla, la macchina restò dritta, come sospesa in aria, miracolosamente. Dal serbatoio della macchina cominciò a cadere la benzina che pensai che di lì a poco avrebbe preso fuoco. Cercai di far forza con le braccia per allontanarmi, ma solo allora mi accorsi che il braccio sinistro cedeva, era fratturato. Alcune robuste braccia mi aiutarono; fui messo in barella e portato sotto la tenda della Croce Rossa. Da qui, con una autolettiga traballante, arrivai alla sala operatoria dell'ospedale. I particolari dell'incidente li ebbi da mia sorella e da un amico che si erano sistemati proprio in quella curva per farmi delle segnalazioni. La mia macchina si era fermata per aver urtato il cartellone pubblicitario di una fabbrica di birra. La conferma di ciò la ebbi dopo qualche giorno, con una garbata lettera della Ditta che, nel compiacimento dei dirigenti per aver io avuta salva la vita per il loro provvidenziale cartello.. si avanzava garbatamente richiesta di indennizzo".
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00


×
×
  • Create New...