Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

  • Replies 8.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

L'Alfa P3 di Brian Lewis in questa foto colorizzata sembra ritratta nella stessa posizione della Bugatti n. 3 della foto in bianco e nero. @AmanteMercedes è un conoscitore di questa corsa:  

I "box" con vista per la F3 a Montecarlo...inizi anni 70.  

La prima 1000 Km di Monza (1965)

Posted Images

Una bella immagine di Guy Moll, pilota franco-algerino della scuderia Ferrari a metà  degli anni '30.

Era un talento sopraffino. Giovanissimo si mise in luce con scuderie private al volante di Bugatti e Alfa Romeo. I numerosi piazzamenti conseguiti nel 1933 gli valsero la chiamata di Ferrari per correre sulle Alfa Romeo ufficiali per l'anno successivo.

Nel 1934 vinse a Montecarlo e all'Avus cogliendo altri prestigiosi risultati.

La sua stella si spense il 14 Agosto del 1934 durante la Coppa Acerbo. Sul rettilineo di Montesilvano mentre era secondo e lanciato all'inseguimento della Mercedes di Fagioli, durante il doppiaggio dell'altra Mercedes di Henne perse il controllo della sua vettura uscendo si strada e morendo all'istante. Aveva appena 24 anni.

 

L'inchiesta stabilì che l'incidente fu causato da un colpo di vento ma i dubbi su presunte responsabilità  di Henne non furono mai del tutto fugati.

 

post-470-0-76312100-1392063140_thumb.jpg

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Massimo Biasion su Lancia 037

037-150.jpg

Questa E' la 037 di Volta sulla quale mi diverto ancora a fare lo scemo sul ghiaccio !!!

..... ma solo ogni tanto quando me la lascia guidare e poi si incaxxa come una biscia perché vado più forte di lui !!!!!

Video su youtube : 037 grB Claudio

Ps io non lo so mettere qui .....

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Claudio, perdona la domanda banale ma quanto è difficile tenere una macchina simile sul ghiaccio?

 

molto meno di quanto tu possa pensare .... la 037 sul ghiaccio è forse la macchina più facile da domare che esista e va dannatamente forte.  meglio addirittura della mia cara 911 !!!

Link to post
Share on other sites

Eh già , come dice la didascalia sopra, la Ferrari non avrebbe mai e poi mai osato utilizzare i mezzucci dei garagisti inglesi.

La Ferrari è sempre stata pura come un giglio.

 

La Ferrari pure come un giglio..... :asd:

Link to post
Share on other sites

Giusto. Diciamo pure tuttavia che a onor del vero questi trucchi venivano in mente sempre prima agli inglesi, e la Ferrari poi si adeguava (vedi anche le minigonne, che erano da considerarsi appendici aerodinamiche mobili e quindi vietate dal regolamento)

 

Marginale.

Link to post
Share on other sites

L'incredibile Nardi-Giannini 750 bisiluro.

Velocissima, alla 24h di Le Mans del 1955 sbaragliò i concorrenti di categoria fino a quando il risucchio aerodinamico prodotto da una Jaguar che la stava doppiando la buttò fuori strada

 

Letto di questa nemmeno tanto tempo fa, credo su Ruoteclassiche se non erro  :up:

Link to post
Share on other sites

molto meno di quanto tu possa pensare .... la 037 sul ghiaccio è forse la macchina più facile da domare che esista e va dannatamente forte.  meglio addirittura della mia cara 911 !!!

figurati! pensavo che partisse e scodasse da morire....

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



  • Upcoming Events

  • Similar Content

    • By znarfdellago
      Salve a tutti,
      1970 – INTERSERIE

      L'INTERSERIE nasce come serie ufficiale nel 1970, dopo quel primo tentativo nella stagione 1969, rivelatosi un mezzo fallimento per la ritrosia di alcuni degli organizzatori al metter mano al portafoglio. Cosi la stagione 1970 viene affrontata con efficace pragmatismo coinvolgendo l'ADAC ed le Federazioni Inglesi e Finlandesi. La volontà di lasciar fuori da questa prima stagione la FISA, per garantirsi un più ampio spazio di manovra, regolamentare ed economico fa si che il previsto nome ''EUROCUP'' venga cambiato in ''INTERSERIE'' che se non cita esplicitamente il respiro Europeo della serie, lascia intendere il suo carattere internazionale.
      Gerhardt Härle poi è sicuramente uomo che impara dai suoi errori e non intende commettere gli che l'hanno messo in difficoltà nell'estate del 1969. I contratti con i proprietari dei circuiti che aderiscono sono vincolanti e prevedono penali d'uscita garantite ed il suo impegno ha la stessa valenza. Così per il vero debutto dell'Inerserie saranno interessati tre paesi, Germania, con corse a Hockenheim (2 volte) e Norisring, Finlandia con la gara di Keimola ed Inghilterra con gare a Croft e Thruxton. Per sgombrare il campo da ogni dubbio residuo, bisogna considerare che Härle si muove nell'orbita Porsche per quello che concerne le sue attività nel Motorsport e che la creazione di una serie come questa non è solo voglia di scimmiottare gli Americani e la loro Can-Am, ma molta parte sta nelle decisioni della FISA di modificare i regolamenti del Mondiale Marche, riservandolo alle tre litri. In queste ultime due stagioni sono in molti, Team e piloti ad aver messo a bilancio l'acquisto di una Porsche, di una Lola o di una Ferrari ed il promoter tedesco intende rivolgersi a questi per attirarli con un montepremi interessante e con una serie di gare importante; poi chiaramente se qualche Americano dovesse decidere di attraversare l'Atlantico sarebbe sicuramente il benvenuto.

      Questo il calendario, con i vincitori dei singoli eventi, della stagione 1970:
      Norisring 28.06: Jürgen Neuhaus / Porsche 917K châssis n°007, Gesipa Racing Team
      Hockenheim 05.07: Vic Elford /McLaren M6B-M12 Chevy châssis n°50-16, Paul Watson Org
      Croft 11.07: Helmut Kelleners /March 707 Chevy châssis n°01, Deutsche Auto Zeitung
      Keimola 23.08: Gijs van Lennep / Porsche 917K châssis n°012-021, AAW Racing Team
      Thruxton 20.09: Jürgen Neuhaus / Porsche 917K châssis n°007, Gesipa Racing Team
      Hockenheim 11.10: Helmut Kelleners /March 707 Chevy châssis n°01, Deutsche Auto Zeitung
      e questa la Classifica finale di questa prima stagione:

      1. Jürgen Neuhaus / Porsche 917: 59 pts
      2. Gijs van Lennep / Porsche 917: 45 pts
      3. Helmut Kelleners / March 707: 29 pts
      4. Jo Bonnier / Lola T70 Mk.3B : 21 pts
      5. Ronnie Peterson /Lola T70 Mk.3B et T210 : 15 pts
       

      Il Campione 1970 – Jurgen Neuhaus Porsche 917K Team Gesipa
      Alla prossima
      Franz
       
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...