Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Superbike World Championship 2014


Recommended Posts

Scatta subito il progetto Bimota Alstare: Badovini e Iddon sulla nuova BB3 motorizzata BMW.

 

Kawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10RTom Sykes (SBK)Loris Baz (SBK)David Salom (EVO), Toni Elà­as?

Aprilia Racing TeamAprilia RSV4Marco Melandri (SBK)Sylvain Guintoli (SBK)

Ducati Feel RacingDucati 1199 PanigaleChaz Davies (SBK)Davide Giugliano (SBK)

Pata Ten Kate Honda, Honda CBR 1000 RRJonathan Rea (SBK)Leon Haslam (SBK)

Voltcom Crescent RacingSuzuki GSX-R 1000: Eugene Laverty (SBK)Alexander Lowes (SBK)

Grillini RacingKawasaki ZX-10R: Michel Fabrizio (EVO), Sheridan Morais (EVO)

Yakhnich MotorsportMV Agusta F4RRClaudio Corti (SBK), Luca Scassa?

Team Hero EBREBR 1190RXGeoff May (EVO), Aaron Yates (EVO)

BMW Motorrad ItaliaBMW S1000RRSylvain Barrier (EVO)

???, BMW S1000RR?: Max Neukirchner?, Markus Reiterberger?

Team Tà³th?, BMW S1000RR?: Imre Tà³th? Peter Sebestyén?

Team Alstare Bimota, Bimota BB3-BMW: Ayrton Badovini (EVO), Christian Iddon (EVO)

Team PederciniKawasaki ZX-10R: Luca Scassa? Alessandro Andreozzi? 

MRS RacingKawasaki ZX-10RJérémy Guarnoni (EVO)

Althea RacingDucati 1199 PanigaleNiccolò Canepa (EVO)

Mahi Racing TeamKawasaki ZX-10RFabien Foret (EVO)

Link to post
Share on other sites

  • Replies 320
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Stamattina, durante le prove libere, Paolo Beltramo ha citato la manifestazione dello scorso we in onore di Ayrton e sopratutto Claudio come rappresentante europeo della Fondazione e proprietario di d

Proprio un bel colpo d'occhio Inviato dal mio LT25i utilizzando Tapatalk

Tranne Melandri.... 

Arriva la conferma della presenza del Team Tà³th con le BMW. Il pilota-manager guiderà  una S1000RR in versione Superbike, la moto EVO andrà  probabilmente a Peter Sebestyén.

 

Kawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10RTom Sykes (SBK)Loris Baz (SBK)David Salom (EVO), Toni Elà­as?

Aprilia Racing TeamAprilia RSV4Marco Melandri (SBK)Sylvain Guintoli (SBK)

Ducati Feel RacingDucati 1199 PanigaleChaz Davies (SBK)Davide Giugliano (SBK)

Pata Ten Kate Honda, Honda CBR 1000 RRJonathan Rea (SBK)Leon Haslam (SBK)

Voltcom Crescent RacingSuzuki GSX-R 1000: Eugene Laverty (SBK)Alexander Lowes (SBK)

Grillini RacingKawasaki ZX-10R: Michel Fabrizio (EVO), Sheridan Morais (EVO)

Yakhnich MotorsportMV Agusta F4RRClaudio Corti (SBK), Luca Scassa?

Team Hero EBREBR 1190RXGeoff May (EVO), Aaron Yates (EVO)

BMW Motorrad ItaliaBMW S1000RRSylvain Barrier (EVO)

???, BMW S1000RR?: Max Neukirchner?, Markus Reiterberger?

Team Tà³thBMW S1000RRImre Tà³th (SBK)Peter Sebestyén?

Team Alstare BimotaBimota BB3-BMW: Ayrton Badovini (EVO)Christian Iddon (EVO)

Team PederciniKawasaki ZX-10R: Luca Scassa? Alessandro Andreozzi? 

MRS RacingKawasaki ZX-10RJérémy Guarnoni (EVO)

Althea RacingDucati 1199 PanigaleNiccolò Canepa (EVO)

Mahi Racing TeamKawasaki ZX-10RFabien Foret (EVO)

Link to post
Share on other sites

Portimao, Day 4: Laverty davanti a Melandri

Aumenta il feeling del vice-campione del mondo con la Suzuki, ma il pilota dell'Aprilia c'è

 

Mancavano le Kawasaki e Sylvain Guintoli, ma la quarta giornata dei test di Portimao ha finalmente detto qualcosa in più di quelli che potrebbero essere i valori in pista nel Mondiale Superbike 2014, visto che in pista si sono viste la bellezza di 12 moto e che l'asfalto del tracciato portoghese è migliorato rispetto ai giorni scorsi, permettendo di limare i tempi di circa un secondo.

 

La prima indicazione è che il binomio tra Eugene Laverty e la Suzuki GSX-R1000 del Team Crescent, molto evoluta rispetto al 2013, sta vedendo crescere il proprio feeling: il vice-campione del mondo ha marcato il miglior tempo ufficioso di giornata in 1'43"5. Una prestazione che è stata quasi eguagliata da Marco Melandri, più lento di un decimo, che a sua volta ha quindi avuto modo di confermare gli importanti passi avanti nella conoscenza della sua Aprilia RSV4.

 

In terza piazza, due decimi più indietro c'è Alex Lowes, che ormai non è più una sorpresa: il campione in carica del BSB, anche lui in sella ad una GSX-R1000, è stato sempre tra i più veloci ogni volta che è sceso in pista e quindi rischia veramente di poter essere una delle grandi rivelazioni della stagione che sta per andare a cominciare.

 

Quarto tempo per la migliore delle Ducati, quella di Davide Giugliano. L'italiano ha pagato solamente tre decimi a Melandri anche su una pista selettiva come il saliscendi di Portimao, segno evidente del fatto che la 1199 Panigale ha fatto grandi progressi durante l'inverno, con anche il suo compagno Chaz Davies è stato più lento di appena un decimo con il quinto tempo.

 

Alle spalle delle due Rosse si è inserita la Honda di Jonathan Rea, ancora alle prese con la ricerca di un'elettronica che renda meno scorbutica la sua CBR1000RR. Il britannico comunque è stato l'ultimo capace di scendere sotto al muro dell'1'44". Più indietro la MV Agusta, arrivata in Portogallo con una versione particolarmente rivista della F4 RR: Claudio Corti ha chiuso in decima piazza, distanziato di 2"2 dalla vetta, ma l'italiano sa bene che il lavoro da fare è tanto per trovare la strada della competitività .

 

Davanti a lui si è inserita anche la BMW EVO di Sylvain Barrier. Il bi-campione della Superstock 1000 ha realizzato una prestazione davvero incoraggiante, chiudendo a meno di 2" dalla vetta della classifica e rifilando otto decimi all'altra EVO in pista, la Kawasaki di Jeremy Guarnoni.

 

WORLD SUPERBIKE, Portimao, 19/01/2014

Quarta giornata di test (tempi ufficiosi)

1. Eugene Laverty - Suzuki - 1'43"5

2. Marco Melandri - Aprilia - 1'43"6

3. Alex Lowes - Suzuki - 1'43"7

4. Davide Giugliano - Ducati - 1'43"7

5. Chaz Davies - Ducati - 1'43"8

6. Jonathan Rea - Honda - 1'43"9

7. Leon Haslam - Honda - 1'44"4

8. Sylvain Barrier - BMW EVO - 1'45"1

9. Alex Hofmann - Aprilia - 1'45"5

10. Claudio Corti - MV Agusta - 1'45"7

11. Fabien Foret - Kawasaki EVO - 1'46"0

12. Michele Magnoni - Honda - 1'47"9

 

http://www.omnicorse.it/magazine/33971/world-superbike-test-portimao-day-4-laverty-davanti-a%20melandri

Link to post
Share on other sites

Sono contento per Eugene e spero possa competere con i migliori nel 2014 nonostante la Suzuki non sia decisamente la miglior moto perchè secondo me non meritava di essere cacciato dalla Aprilia visto ciò che ha fatto rispetto al compagno di squadra Guintoli.

Link to post
Share on other sites

Portimao, Day 5: Lowes brilla nella doppietta Suzuki

Oltre ai piloti del Team Crescent scendono sotto all'1'43" anche Giugliano e Rea, più staccato Melandri

 

Nonostante una conclusione leggermente anticipata, la quinta ed ultima giornata dei test di Portimao delle squadre del Mondiale Superbike è sicuramente quella che ha dato il maggior numero di risposte. Finalmente sul tracciato portoghese è arrivato il sole ed i tempi sono scesi al livello del weekend di gara dello scorso anno.

 

A stupire sono state ancora una volta le Suzuki ed in particolare Alex Lowes. Il campione in carica del BSB ha macchiato la sua giornata con una scivolata senza conseguenze, per via della quale però ha cosparso di olio la pista, costringendo la direzione gara ad interrompere la sessione, ma a sorpresa ha stampato il miglior tempo di giornata.

 

Il britannico rischia seriamente di diventare uno dei outsider da tenere d'occhio in questa stagione ed ha spinto la sua GSX-R1000 fino ad un tempo di 1'42"5, abbassando di un paio di decimi il primato in gara realizzato dall'iridato Tom Sykes, assente in Portogallo come tutta la squadra ufficiale Kawasaki.

 

In generale comunque sono state le moto del Team Crescent a brillare, visto che in seconda posizione troviamo il vice-campione del mondo in carica Eugene Laverty, che piano piano ha adattato la quattro cilindri giapponese alle sue esigenze, fino ad arrivare a girare in 1'42"6.

 

Sotto al muro dell'1'43" sono scesi anche Davide Giugliano e Jonathan Rea, entrambi accreditati di un crono di 1'42"9. Il ducatista si è detto soddisfatto degli ennesimi piccoli passi in avanti mostrati dalla 1199 Panigale, sottolineando anche di non essere riuscito neanche a tentare un vero e proprio assalto al tempo a causa delle bandiere rosse. Qualche miglioramento lo si è visto anche in casa Honda, con Rea che ha continuato a lavorare soprattutto sull'elettronica, riuscendo a reggere un passo dell'1'43" basso.

 

Non era troppo soddisfatto invece Marco Melandri: il ravennate apre la schiera dei piloti rimasti al di sopra dell'1'43" ed oggi ha perso un po' di tempo dietro ad alcune modifiche alla sua Aprilia RSV4 che non si sono rivelate particolarmente azzeccate.

 

Tra le EVO merita di essere sottolineata la prestazione di Sylvain Barrier, che ha spinto la sua BMW fino ad un crono di 1'44"0, limitando quindi a solo 1"5 il suo distacco nei confronti del battistrada. Mezzo secondo più indietro troviamo poi la MV Agusta di Claudio Corti, impegnato a sistemare i problemi di elettronica che tormentano la F4 RR.

 

WORLD SUPERBIKE, Portimao, 20/01/2014

Quinta giornata di test (tempi ufficiosi)

1. Alex Lowes - Suzuki - 1'42"5

2. Eugene Laverty - Suzuki - 1'42"6

3. Davide Giugliano - Ducati - 1'42"9

4. Jonathan Rea - Honda - 1'42"9

5. Marco Melandri - Aprilia - 1'43"1

6. Chaz Davies - Ducati - 1'43"2

7. Leon Haslam - Honda - 1'43"5

8. Sylvain Barrier - BMW EVO - 1'44"0

9. Claudio Corti - MV Agusta - 1'44"5

10. Alex Hofmann - Aprilia - 1'45"0

11. Jeremy Guarnoni - Kawasaki EVO - 1'45"3

12. Michele Magnoni - Honda - 1'46"4

 

http://www.omnicorse.it/magazine/33997/world-superbike-test-portimao-day-5-alex-lowes-brilla-nella-doppietta-suzuki

Link to post
Share on other sites

Secondo me è merito soprattutto dei piloti, perché la coppia Laverty-Lowes mi pare molto meglio di Camier-Cluzel o, ancora più, di Camier-Hopkins (con le dovute scusanti per il perenne malconcio americano).

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Red Devils ci riprova: quasi pronto il programma SBK!

Dopo aver sfiorato la chiusura, la squadra sembra destinata a continuare con Toni Elias e l'Aprilia

 

Il Team Red Devils Roma sembrava destinato a dover chiudere i battenti e non presentarsi al via della stagione 2014 del Mondiale Superbike. Tuttavia, a poche settimane dal round di apertura di Phillip Island, la situazione sembra essere cambiata e potrebbe anche esserci una svolta.

 

Venerdì scorso, infatti, sulla pagina Facebook della compagine italiana è apparsa l'immagine di un post-it con la scritta "Work in progress", accompagnata dalla frase: "Ci siamo quasi... Vamos!!!!".

 

Il grande capo Andrea Petricca non si è nascosto e a Moto.it ha confermato: "Il nostro obiettivo è quello di essere presenti nel mondiale SBK 2014 fin dalla prima gara in Australia, con Toni Elias e la RSV4 Aprilia. Stiamo definendo gli ultimi dettagli e sappiamo che spesso proprio i dettagli possono fare la differenza. Di conseguenza questa è una fase delicata ed importante. Comunque posso dire di avere un team ed un pilota sicuramente molto determinati a far bene in questa nuova stagione".

 

Una svolta importante anche per l'ex campione del mondo della Moto2, che fino a questo momento non aveva ancora trovato una moto per la stagione 2014, nonostante lo scorso anno si fosse messo in evidenza nella sua breve parentesi in sella alla quattro cilindri di Noale. Per lui si era parlato di un programma EVO, ma per ora non c'era nulla di concreto. E' lecito quindi attendersi delle novità  nei prossimi giorni.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/34027/red-devils-ci-riprova-nel-mondiale-sbk-e-dovrebbe-essere-al-via-con-aprilia-e-toni-elias

Link to post
Share on other sites

Max Biaggi apre ad un ritorno in sella nel 2014?

A mettere il dubbio è stato un "tweet" del "Corsaro": Batta lo vuole per sviluppare la Bimota?

 

A Max Biaggi è tornata voglia di correre? A giudicare dal tweet pubblicato ieri potrebbe anche sembrare. Il "Corsaro" ha postato una foto che lo ritrae in sella all'Aprilia RSV4 nel 2012 e poi ha aggiunto una domanda curiosa per tutti i suoi follower.

 

"Hey gente, domandona: 2014 replica del 2013 o in cerca di una nuova sfida? Comunque ci vedremo in giro per autodromi" ha "cinguettato" Max, che lo scorso anno è stata una delle voci di Italia 1 nelle telecronache del Mondiale Superbike, ma che ad un certo punto della stagione sembrava anche prossimo al rientro in gara con la Ducati.

 

Nei mesi scorsi per lui si era parlato della possibilità  di disputare nuovamente alcune gare da wild card con l'Aprilia, ma la partenza di Gigi Dall'Igna, divenuto Direttore Generale di Ducati Corse, sembra aver raffreddato questa pista.

 

Non bisogna dimenticare però che solo pochi giorni fa la Bimota ha annunciato il suo ritorno sulla scena della SBK e che a gestire la squadra ufficiale sarà  quel Francis Batta che nel 2013 avrebbe firmato carte false pur di metterlo in sella alla 1199 Panigale.

 

La passione del manager belga è risaputa fin da quando difendevano insieme i colori della Suzuki, quindi non è da escludere che magari possa provare ad offrire al pilota romano la possibilità  di occuparsi dello sviluppo delle BB3 motorizzate BMW, soprattutto in vista della stagione 2015, quando il regolamento imporrà  a tutti l'utilizzo di moto in configurazione EVO.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/34141/world-superbike-max-biaggi-alimenta-su-twitter-voci-possibile-ritorno-2014

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Pedercini annuncia Andreozzi e Scassa

 

Kawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10RTom Sykes (SBK)Loris Baz (SBK)David Salom (EVO)

Aprilia Racing TeamAprilia RSV4Marco Melandri (SBK)Sylvain Guintoli (SBK)

Ducati Feel RacingDucati 1199 PanigaleChaz Davies (SBK)Davide Giugliano (SBK)

Pata Ten Kate Honda, Honda CBR 1000 RRJonathan Rea (SBK)Leon Haslam (SBK)

Voltcom Crescent RacingSuzuki GSX-R 1000: Eugene Laverty (SBK)Alexander Lowes (SBK)

Grillini RacingKawasaki ZX-10R: Michel Fabrizio (EVO), Sheridan Morais (EVO)

Yakhnich MotorsportMV Agusta F4RRClaudio Corti (SBK), ???

Team Hero EBREBR 1190RXGeoff May (EVO), Aaron Yates (EVO)

BMW Motorrad ItaliaBMW S1000RRSylvain Barrier (EVO)

???, BMW S1000RR?: Max Neukirchner?, Markus Reiterberger?

Team Tà³thBMW S1000RRImre Tà³th (SBK)Peter Sebestyén?

Team Alstare BimotaBimota BB3-BMW: Ayrton Badovini (EVO)Christian Iddon (EVO)

Team PederciniKawasaki ZX-10R: Luca Scassa (EVO), Alessandro Andreozzi (EVO)

MRS RacingKawasaki ZX-10RJérémy Guarnoni (EVO)

Althea RacingDucati 1199 PanigaleNiccolò Canepa (EVO)

Mahi Racing TeamKawasaki ZX-10RFabien Foret (EVO)

Red Devils Roma Racing, Aprilia RSV4: Toni Elà­as?

Link to post
Share on other sites

Ecco la entry list definitiva:

 

1 - Tom Sykes - Kawasaki Racing Team - Kawasaki ZX-10R

2 - Christian Iddon - Team Alstare Bimota - Bimota BB3-BMW (EVO)

7 - Chaz Davies - Ducati Superbike Team - Ducati 1199 Panigale R

9 - Fabien Foret - Mahi Racing Team India - Kawasaki ZX-10R (EVO)

10 - Imre Tà³th - Team Tà³th BMW - BMW S1000RR

11 - Jérémy Guarnoni - MRS Kawasaki - Kawasaki ZX-10R (EVO)

20 - Aaron Yates - Team Hero EBR - EBR 1190RX

21 - Alessandro Andreozzi - Team Pedercini - Kawasaki ZX-10R (EVO)

22 - Alexander Lowes - Voltcom Crescent Suzuki - Suzuki GSX-R 1000

23 - Luca Scassa - Team Pedercini - Kawasaki ZX-10R (EVO)

24 - Toni Elà­as - Red Devils Roma Racing - Aprilia RSV4 Factory

32 - Sheridan Morais - Iron Brain Grillini Team - Kawasaki ZX-10R (EVO)

33 - Marco Melandri - Aprilia Racing Team - Aprilia RSV4 Factory

34 - Davide Giugliano - Ducati Superbike Team - Ducati 1199 Panigale R

44 - David Salom - Kawasaki Racing Team - Kawasaki ZX-10R (EVO)

50 - Sylvain Guintoli - Aprilia Racing Team - Aprilia RSV4 Factory

52 - Sylvain Barrier - BMW Motorrad Italia - BMW S1000RR (EVO)

56 - Péter Sebestyén - Team Tà³th BMW - BMW S1000RR (EVO)

58 - Eugene Laverty - Volcom Crescent Suzuki - Suzuki GSX-R 1000

59 - Niccolò Canepa - Althea Racing - Ducati 1199 Panigale R (EVO)

65 - Jonathan Rea - Pata Ten Kate Honda - Honda CBR 1000RR

71 - Claudio Corti - Yakhnich Motorsport - MV Agusta F4 RR

76 - Loris Baz - Kawasaki Racing Team - Kawasaki ZX-10R

84 - Michel Fabrizio - Iron Brain Grillini Team - Kawasaki ZX-10R (EVO)

86 - Ayrton Badovini - Team Alstare Bimota - Bimota BB3-BMW (EVO)

91 - Leon Haslam - Pata Ten Kate Honda - Honda CBR 1000RR

99 - Geoff May - Team Hero EBR - EBR 1190RX

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Stanotte iniziano i test collettivi a Phillip Island. Confermata l'assenza della Bimota per la gara australiana, debutterà  in Aragona.

 

Annunciati anche i commentatori Mediaset: saranno Guido Meda e Max Biaggi, dunque il primo non andrà  a Sky e il secondo è stato confermato.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

vedo sul sito ufficiale che gli orari di gara sono cambiati, l'anno scorso le gare 2 erano alle 15 quest'anno un'ora prima

 

una cosa mi risulta strana, nella scheda di Imola c'è scritto

ora locale g1 10:30

il mio orario g1 11:30

Link to post
Share on other sites

mondiale dome sempre interessante, con Sykes e Kawasaki a mio parere nettamente favoriti. Finalmente vedremo una Suzuki competitiva, e la cosa mi gasa alla grande. L'incognita è Melandri, nel senso che nonostante sia in Aprilia non lo vedo in grado di vincere il titolo. Occhio a Giuliano, se impara a stare in piedi può togliersi delle soddisfazioni

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

A me Giugliano mette un'ansia ogni volta che seguo una gara ... spero che sia per lui la stagione di definitivo lancio ed assestamento, sia come risultati che come livello di competitività 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Come pilota Giugliano è molto forte, il suo problema è proprio il fatto di non reggersi in piedi perchè altrimenti potrebbe aggiudicarsi qualche gara, è da tenere d' occhio per il titolo perchè può essere un outsider di tutto rispetto se risolve il suo problema più grande.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Come pilota Giugliano è molto forte, il suo problema è proprio il fatto di non reggersi in piedi perchè altrimenti potrebbe aggiudicarsi qualche gara, è da tenere d' occhio per il titolo perchè può essere un outsider di tutto rispetto se risolve il suo problema più grande.

 

Detto da chi ci ha lavorato assieme..il problema di Giugliano è che ...i 2 neuroni che ha in testa spesso sono in ferie....e non era il classico complimento al pilota "ignorante"....

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Phillip Island, Day 1: Laverty svetta davanti a Giugliano

Belle sorprese in questa prima giornata di test, con le due Kawasaki in terza e quarta piazza

 

Le Suzuki erano state la grande rivelazione dei test privati del Mondiale Superbike andati in scena fino ad oggi e le GSX-R1000 del Team Crescent hanno iniziato alla grande anche i test collettivi di Phillip Island, con Eugene Laverty che ha messo tutti in fila nella prima delle due giornate in programma.

 

Il vice-campione del mondo in carica ha realizzato il miglior crono della sessione mattutina in 1'30"513 e questo riferimento gli è bastato per mettere tutti in fila, a partire da un ottimo Davide Giugliano, autore del secondo crono assoluto e più rapido nella sessione pomeridiana. Il nuovo pilota ufficiale della Ducati ha chiuso con un gap di un paio di decimi, sorprendendo un po' tutti.

 

Non bisogna dimenticare però che la 1199 Panigale fu molto veloce in Australia anche lo scorso anno, conquistando la Superpole all'esordio con Carlos Checa. Terzo tempo per il campione del mondo Tom Sykes, più lento di appena 19 millesimi rispetto a Giugliano con la sua Kawasaki. Un buon risultato comunque, perchè il veloce tracciato australiano non è mai andato troppo a genio a "The Grinner".

 

Dietro di lui c'è il compagno di squadra Loris Baz, molto veloce ma anche protagonista di una caduta senza conseguenze alla Southern Loop. Stesso discorso che vale anche per Alex Lowes, ottimo quinto all'esordio a Phillip Island con la Suzuki, scivolato alla MG. Sesto riferimento cronometrico per l'Aprilia di Marco Melandri, staccato di oltre sei decimi dalla vetta, ma più rapido di Sylvain Guintoli, ottavo alle spalle anche della Honda di Leon Haslam.

 

Veniamo ora alle EVO: ottimo debutto per la Ducati 1199 del Team Althea, con Niccolò Canepa che è riuscito a staccare l'11esima prestazione assoluta, riducendo a solo 1"3 il suo gap dalla vetta e mettendo ben otto decimi tra sé e la Kawasaki EVO di Luis Salom. Terzo tempo per Sylvain Barrier, autore anche di una scivolata con la sua BMW. Davanti a lui, con il 14esimo tempo assoluto, troviamo poi la MV Agusta di Claudio Corti, già  parsa in crescita rispetto ai test spagnoli.

 

Da segnalare, infine, le cadute di Alessandro Andreozzi, Michel Fabrizio e Peter Sebestyen, con quest'ultimo che è stato anche costretto a passare dal centro medico per un controllo, anche se dovrebbe essersela cavata senza conseguenze troppo gravi. Problemi invece per le Buell, che hanno completato solamente qualche giro di installazione con Geoff May ed Aaron Yates.

 

WORLD SUPERBIKE, Phillip Island, 17/02/2014

Prima giornata di test collettivi

1. Eugene Laverty IRL Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1'30"513

2. Davide Giugliano ITA Ducati SBK 1199R 1'30"718

3. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R 1'30"737

4. Loris Baz FRA Kawasaki Racing ZX-10R 1'30"757

5. Alex Lowes GBR Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1'31"000

6. Marco Melandri ITA Aprilia Racing RSV4 1'31"146

7. Leon Haslam GBR Pata Honda CBR1000RR 1'31"172

8. Sylvain Guintoli FRA Aprilia Racing RSV4 1'31"321

9. Jonathan Rea GBR Pata Honda CBR1000RR 1'31"404

10. Chaz Davies GBR Ducati SBK 1199R 1'31"419

11. Niccolò Canepa ITA Althea Ducati 1199R 1'31"897 (EVO)

12. Toni Elias ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 1'32"301

13. David Salom ESP Kawasaki Racing ZX-10R 1'32"636 (EVO)

14. Claudio Corti ITA MV Agusta RC Yakhnich F4RR 1'32"858

15. Sylvain Barrier FRA BMW Italia S1000RR 1'32"997 (EVO)

16. Jeremy Guarnoni FRA MRS Kawasaki ZX-10R 1'33"509 (EVO)

17. Fabien Foret FRA MAHI Kawasaki ZX-10R 1'33"676 (EVO)

18. Sheridan Morais RSA IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 1'33"954 (EVO)

19. Luca Scassa ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'33"960 (EVO)

20. Alessandro Andreozzi ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R 1'34"140 (EVO)

21. Michel Fabrizio ITA IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 1'34"314 (EVO)

22. Imre Toth HUN Team Toth BMW S1000RR 1'36"258

23. Geoff May USA Team Hero EBR 1190RX 1'38"152

24. Aaron Yates USA Team Hero EBR 1190RX 1'39"656

25. Peter Sebestyen HUN Team Toth BMW S1000RR 1'42"242 (EVO)

 

http://www.omnicorse.it/magazine/34752/world-superbike-test-phillip-island-day-1-laverty-svetta-davanti-a-giugliano

Link to post
Share on other sites

2014 World Superbike Championship

Kawasaki Racing Team ZX-10R

Tom Sykes (GBR), Loris Baz (FRA), David Salom (ESP)

rhfn.jpg


Aprilia Racing RSV-4

Sylvain Guintoli (FRA), Marco Melandri (ITA)

cy4i.jpg


Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000

Eugene Laverty (IRL), Alex Lowes (GBR)

5gfm.jpg


PATA Honda CBR1000RR

Jonathan Rea (GBR), Leon Haslam (GBR)

dfp5.jpg


Ducati SBK 1199 R

Chaz Davies (GBR), Davide Giugliano (ITA)

0lfw.jpg


MV Agusta RC

Claudio Corti (ITA)

pe2i.jpg


Team Hero EBR 1190 RX

Geoff May (USA), Aaron Yates (USA)

bdko.jpg


Red Devils Roma Aprilia RSV4

Toni Elias (ESP)

mmf2.jpg


Team Toth BMW S1000RR

Imre Toth (HUN), Peter Sebestyen (HUN)

ga1w.jpg


Althea Ducati 1199 R EVO

Niccolo Canepa (ITA)

706l.jpg


BMW Italia S1000RR EVO

Sylvain Barrier (FRA)

7sja.jpg


MAHI India Racing Kawasaki ZX-10R EVO

Fabien Foret (FRA)

0zk6.jpg


IRON BRAIN Grillini Kawasaki ZX-10R EVO

Michel Fabrizio (ITA), Sheridan Morais (RSA)

yeos.jpg


MRS Kawasaki ZX-10R EVO

Jeremy Guarnoni (FRA)

flpx.jpg


Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO

Alessandro Andreozzi (ITA), Luca Scassa (ITA)

o7mj.jpg
 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...