Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

sundance76

Moderators
  • Content Count

    9201
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    100

Everything posted by sundance76

  1. No, dai, Gio, non mi dire che è Herbie Blash, ieri volevo scriverlo, ma credevo che nel '71 lui non fosse alla March, ma alla Brabham...
  2. "C'è chi parla di piloti che sarebbero capaci di trarre dalla loro macchina più di quello che essa può dare. E' un mito che rimane dall'epoca nella quale si rimpiazzava la competenza con la poesia". (Jacky Ickx, 1972)
  3. A complemento della foto di DUVEL sul deludente ma comunque eccezionale motore BRM H16 ( addirittura sedici cilindri disposti ad H!!) ecco qualche disegno tecnico.
  4. Il V12 Maserati sulla Cooper di John Surtees al GP d'Italia 1966: un mese dopo vinceranno il GP del Messico:
  5. Beh, ma il fatto che, RISPETTO ALL'AUTO, il pilota valga il 10% o anche meno, non esclude che, al volante di una stessa auto, un pilota sia visibilmente migliore di un altro. Nel confronto tra due compagni, l'auto è una costante, un valore fisso noto. Quindi quel 10% diventa a sua volta una scala di riferimento, su cui si rivela la differenza tra due piloti.
  6. Quando Montezemolo scenderà in politica dovrete chiedervi semplicemente questo: "Posso affidare la guida del paese a un uomo che ha rinnovato il contratto a Felipe Massa?". (Eugenio Iodice)
  7. Ma non fregano niente a nessuno le idee per il futuro o per le auto di serie! L'importante è la vernice di facciata, per il resto non c'è un grammo di legame tra la F1 e il resto dell'universo. E' solo, sottolineo, solo, uno spettacolo televisivo per guadagnare molti soldi. La "ricerca" è finita oltre quarant'anni fa.
  8. In rete ho trovato più o meno prezzi simili.
  9. Davvero molto belle, finalmente delle grandi foto "tecniche" delle vetture. Grazie Gio!
  10. IL G.P. del Sudafrica 1981 (poi dichiarato non valido per il Mondiale) fu già una gara mono-marca per i motori: http://nullaimported.files.wordpress.com/2012/11/as-81-07-sudafrica-18p.pdf
  11. In realtà i siti italiani e stranieri hanno ripresi stralci dell'intervista di Donnini a Jacques su AS. Il canadese parla anche di Schumacher, dei suoi tre anni alla Mercedes, della Indy, del suo futuro in Nascar...
  12. La rubrica di Mario Donnini "Cuore da Corsa" su Autosprint questa settimana è incentrata proprio su un incontro-intervista con Jacques, che festeggia i 25 anni di corse, racconta le sue migliori gare e ovviamente dice la sua sulla F1 di oggi, su Alonso, Vettel, macchine, piste. Cinque pagine che meritano la lettura. Gli inglesi di Autosport (e il resto dei media) hanno tratto dall'intervista di Donnini la loro news circa le dichiarazioni di Jacques.
  13. Dall'articolo di Omnicorse postato da Mauro nella sezione tecnica, ecco un pezzo che mi ha fatto godere: "Adrian Newey teme che il “cuore” (inteso come motore) possa tornare ad essere un elemento prestazionale tale da condizionare i risultati dei Gp: si è lamentato su Autosprint, lasciando intendere che gli ulteriori vincoli aerodinamici possono riportare la ricerca sulla meccanica. E non è detto che sia un male: dove sta scritto che la F.1 debba essere solo un esercizio di galleria del vento?"
  14. Deduco che la risposta è negativa. E qualcosa mi dice che nessuno di noi ha mai incrociato il libro "Grand Prix" di Barré Lyndon, pubblicato nel 1935 Però deve essere interessante, tratta della stagione 1934, compresa Indianapolis: Peccato che costi centinaia di sterline
  15. http://www.f1passion.it/2012/11/f1-villeneuve-spara-critiche-drs-ti-odio-grosjean-fuori-controllo/ Per me, non ha affatto torto su DRS e circuiti, oltre che sulla mentalità dei piloti attuali...
  16. Il duello di Kyalami '78 è qualcosa di eccezionale, che andrebbe ricordato più spesso. Ma ora andrei OT...
  17. Invece per me non è affatto giusto che sia imposta una identica architettura a tutti. Se uno vuole 6 cilindri e un altro 16, devono poterlo fare. Non sono d'accordo nemmeno sulla cilindrata: nel 1961-1965 la F1 era 1500 aspirato, quindi molto piccola secondo i tuoi parametri, eppure le macchine andavano molto più veloci delle precedenti 2500 (1954-1960) o 4500 (1947-51)........ Le auto di serie americane sono sempre state enormi, non mi pare un parametro indicativo, e la F1 in varie fasi della sua storia aveva una cilindrata di 3000 cc. E magari contemporaneamente c'erano le vetture Endu
  18. Con me sfondi una porta aperta, ma appunto, come tu dici, l'attuale Mondiale non mi attira più. Ero grande appassionato fino al 1996, poi accorciarono le gare in modo davvero eccessivo, eliminarono le tappe in notturna, introducendo cazzate come il superrally ecc. ecc. inoltre, come dice mammamia, le macchine sembrano tutte uguali, velocissime ma omogeneizzate nel comportamento.... E allora meglio i rally storici....
  19. Siffert aveva una gomma posteriore che si stava sgonfiando, ma riuscì a percorrere gli ultimi giri col cuore in gola e a ottenere la sua seconda vittoria in un GP valido per il Mondiale. La sua vittoria schiacciante fece nascere qualche mormorio teso a sminuire Stewart che, pur vincendo il titolo, veniva sommessamente accusato di non vincere più appena capitava che non avesse la miglior macchina del giorno...
×
×
  • Create New...