Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

E' di questi giorni la notizia: il Governo dell'Isola di Man ha commissionato all'agenzia londinese specializzata "The Sports Consultancy" uno studio conoscitivo sull'effettiva fattibilità  di una nuova "World Series" basata sul formato e sul concept del Tourist Trophy, ed a quanto pare i risultati sarebbero stati più che incoraggianti.

Alla luce degli esiti di questa indagine preliminare, il Dipartimento per lo Sviluppo Economico di Manx (titolare di tutti i diritti per le gare del TT) sarebbe ora alla ricerca di un partner commerciale per sviluppare e promuovere un vero e proprio campionato internazionale fatto di gare simili al TT, da promuovere con il marchio del TT dell'Isola di Man. Questo eventuale partner sarebbe responsabile di tutti gli aspetti operativi della serie, tra cui naturalmente anche il round più importante, quello dell'Isola di Man.

 

Ecco un link:

 

http://www.motoblog.it/post/233753/il-governo-dellisola-di-man-prepara-il-campionato-mondiale-tt

 

In realtà, e mi pare strano che nessuno lo abbia rimarcato, esso è in pratica la ripresa di un progetto che già  si avverò effettivamente tra il 1977 e il 1990, quando il Tourist Trophy fu escluso dal Motomondiale e diede vita a un Campionato Mondiale su piste stradali simili (come conformazioni, pericoli e rischi) al circuito dell'isola di Man, con tre categorie: Formula 1, Formula 2 e Formula 3.

 

Il grande Joey Dunlop vinse ben 5 titoli di Campione del Mondo di Formula 1 (dall'82 all'86):

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_mondiale_Formula_TT

 

Quel Mondiale di F1 tramontò nel 1990, sostituito dalla Superbike, sebbene al Tourist Trophy la categoria F1 continuerà  fino al 2004.

 

Adesso, come avete visto, si parla di un nuovo Campionato Mondiale con piste simili all'Isola di Man.

 

Ora, e vengo al punto, sarebbe bellissimo se anche in F1 nascesse un campionato parallelo, alternativo, simile alla "Formula TT" o alla Superbike prima maniera.

 

Immaginatevi moderne macchine monoposto simili alla F1, opportunamente modificate, correre a Brands Hatch, al Vero Nurburgring, a Watkins Glen, a Le Mans, a Laguna Seca, a Elkart Lake, magari sul vero stradale di Francorchamps. Ok, non voglio spingermi a immaginare troppe piste eccezionali, però sarebbe una gran cosa.

 

Eppure, come già  qualcuno forse sa, un'idea del genere applicata alla F1 è vecchia di 37 anni, e porta la firma di uno dei piloti più colti e intelligenti, Jacky Ickx.

 

Chi non conosce l'articolo, lo legga fino all'ultimo rigo, prima di commentare (cliccate per leggere meglio):

 

2e5k1v4.jpg

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

Innanzitutto preciso che la Formula TT non venne sostituita dalla Superbike, bensì procedettero "in parallelo" per ben tre anni, poiché il Mondiale Superbike nacque nel 1988.

 

Come idea sarebbe molto bella e spettacolare, ma ci sono due cose in particolare sulla quale nutro perplessità :

 

1) Chi, tra i piloti attuali, avrebbe il coraggio di gareggiare (perché un conto è fare un giro dimostrativo sulla Nordschleife, un altro è metterci meno di 6 minuti per completarne una tornata) su circuiti simili? Perché ricordiamoci che alcuni tra i piloti "moderni" piagnucolano pure se un doppiato non si butta fuori pista per farli passare, e poi abituati come sono ai tilkodromi e alle vie di fuga infinite li vorrei proprio vedere in tracciati come Pescara, a passare di fianco alle case. Con questo non intendo assolutamente dire che non ci riuscirebbe nessuno, però su diversi piloti permettetemi di partorire qualche dubbio.

 

2) Tra le Case attuali, quali avrebbero la voglia e, soprattutto, il denaro per costruire auto speciali per un nuovo campionato? Ricordiamoci che sono parecchi i marchi ufficiali usciti dalla Formula 1 negli ultimi anni, e non penso che ci sia il desiderio di rientrare quasi per scommessa.

 

Detto questo, l'idea sarebbe davvero ottima: circuiti veri, niente tilkodromi, niente vie di fuga chilometriche, corre chi ne ha voglia e, soprattutto, chi ha le palle per farlo. Ogni corsa, per me, dovrebbe avere caratteristiche simili, ma senza neanche bisogno di circuiti che passano vicino alle porte delle case (anche se, ogni tanto, una gara Pescara-style ci starebbe), basterebbero piste degne di tale nome, con macchine altrettanto degne e piloti altrettanto degni.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Innanzitutto preciso che la Formula TT non venne sostituita dalla Superbike, bensì procedettero "in parallelo" per ben tre anni, poiché il Mondiale Superbike nacque nel 1988.

 

 

Sì, è vero, intendevo dire sinteticamente che la popolarità  della neonata SBK portò al tramonto del Mondiale TT.

 

Per il resto, sono d'accordo col tuo intervento: sembra impossibile al momento una cosa del genere, ma se è stato possibile e se sarà  nuovamente possibile nel Motomondiale, magari l'involuzione vergognosa che si è impossessata della F1 potrebbe portare, in sordina, a un progetto come quello...

In fondo, ci sono centinaia di piloti ogni anno che rischiano pesantemente la pellaccia, e spessissimo ce la lasciano, all'Isola di Man.

Possibile che oggi non ci siano piloti di monoposto (non necessariamente nell'attuale Mondiale F1 di fighetti depilati e profumati) disposti a correre sulle piste dove nacque questo sport?

Riguardo le Case, in effetti è difficile, ma magari qualche Costruttore potrebbe credere nel progetto.

 

Ickx nell'articolo dimostra di tenerci veramente a questo elemento: eliminare i circuiti dove è nata la categoria per lui significava sputare in faccia a coloro che hanno reso grande questo sport.

Link to post
Share on other sites

Innanzitutto preciso che la Formula TT non venne sostituita dalla Superbike, bensì procedettero "in parallelo" per ben tre anni, poiché il Mondiale Superbike nacque nel 1988.

 

Come idea sarebbe molto bella e spettacolare, ma ci sono due cose in particolare sulla quale nutro perplessità :

 

1) Chi, tra i piloti attuali, avrebbe il coraggio di gareggiare (perché un conto è fare un giro dimostrativo sulla Nordschleife, un altro è metterci meno di 6 minuti per completarne una tornata) su circuiti simili? Perché ricordiamoci che alcuni tra i piloti "moderni" piagnucolano pure se un doppiato non si butta fuori pista per farli passare, e poi abituati come sono ai tilkodromi e alle vie di fuga infinite li vorrei proprio vedere in tracciati come Pescara, a passare di fianco alle case. Con questo non intendo assolutamente dire che non ci riuscirebbe nessuno, però su diversi piloti permettetemi di partorire qualche dubbio.

 

2) Tra le Case attuali, quali avrebbero la voglia e, soprattutto, il denaro per costruire auto speciali per un nuovo campionato? Ricordiamoci che sono parecchi i marchi ufficiali usciti dalla Formula 1 negli ultimi anni, e non penso che ci sia il desiderio di rientrare quasi per scommessa.

 

Detto questo, l'idea sarebbe davvero ottima: circuiti veri, niente tilkodromi, niente vie di fuga chilometriche, corre chi ne ha voglia e, soprattutto, chi ha le palle per farlo. Ogni corsa, per me, dovrebbe avere caratteristiche simili, ma senza neanche bisogno di circuiti che passano vicino alle porte delle case (anche se, ogni tanto, una gara Pescara-style ci starebbe), basterebbero piste degne di tale nome, con macchine altrettanto degne e piloti altrettanto degni.

 

Sono due problemi minori, secondo me, quelli: non esistono solo i team/costruttori presenti in f1, così come di piloti di livello "inferiore" (almeno mediaticamente) ce ne sono a bizzeffe. Anzi, sarebbe un modo per team/costruttori e piloti tenuti fuori dalla F1 attuale di farsi luce e chissà  magari implicare anche una maggiore bravura (per i secondi) rispetto ai patinati avversari.

Il problema grosso è la promozione, occorre attrarre pubblico, soprattutto televisivo. E anche mettersi d'accordo su un regolamento tecnico.

 

P.s. in effetti le vetture potrebbero essere quelle di categoria unlimited del pikes peak, almeno meccanicamente :asd:

Edited by Kraven VanHelsing
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Esisteva (o esiste ancora ?!?! ) il campionato Interserie, una sorta di Can-Am europea, soprattutto legata ad Austria Germania e paesi dell'est, ma qualche gara la fecero anche in Spagna e (ma non sono sicuro) anche in Italia, con vetture sport e monoposto con carenature per le ruote; era una sorta di "limbo" per vecchie auto dismesse, piloti gentleman o in via di chiusura carriera. Potrebbe essere un'idea da riscoprire, ma temo irrealizzabile .

Link to post
Share on other sites

Sì, ma io, come scrive Ickx, intendo proprio una serie di GP alternativi con monoposto a ruote scoperte.

 

La sostanziale differenza sarebbero i circuiti.

 

Chi vuol fare il fighetto e vuole piste artificiali ultrasicure, continui pure a correre nel campionato di Ecclestone&soci, mentre invece chi vuole cimentarsi sui tracciati più pericolosi e ha le pal.le per farlo disputerebbe il campionato alternativo. 

Link to post
Share on other sites

Credo che Bernie li minerebbe immediatamente... 901801.gif

 

Ecclestone infatti è il creatore della F1 attuale. Negli anni in cui uscì l'articolo di Ickx (1976) Bernie era già  ormai il padrone del baraccone, e la F1 era già  cambiata drasticamente in poco più di un lustro. La strategia era chiara sin da allora: tanta TV, tante chiacchiere, piste sterilizzate (non sia mai che il popolo del divano si spaventi per i morti in diretta, che tra l'altro sputtanerebbero gli sponsor miliardari), gare omogeneizzate subordinate al pallottoliere-campionato, e tifosi ciechi che credono di vedere e sapere tutto nella polemica di turno.

Link to post
Share on other sites

" Credo che Bernie li minerebbe immediatamente... "

Temo anch'io .... :D

E, onestamente, non vedo nel panorama economico e sportivo attuale una situazione che permetta di creare qualcosa del genere ..... qualche anno fa crearono una specie di circus con le vecchie glorie (Patrese, Mansell, Brundle, Herbert ... mi pare ma vado a memoria) e le formula indy per girare in Europa.

Vero, era più un baraccone mediatico che una vero circuito alternativo, però temo che all'inizio ci sarebbe tanto entusiasmo sui media e tanti buoni propositi ma, a stringere si finirebbe con un pugno di mosche :(  

Link to post
Share on other sites

Ecclestone infatti è il creatore della F1 attuale. Negli anni in cui uscì l'articolo di Ickx (1976) Bernie era già  ormai il padrone del baraccone...

 

Mamma mia... Quasi 40 anni... Che orrore... 291699.gif

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

 

 

In realtà , e mi pare strano che nessuno lo abbia rimarcato, esso è in pratica la ripresa di un progetto che già  si avverò effettivamente tra il 1977 e il 1990, quando il Tourist Trophy fu escluso dal Motomondiale e diede vita a un Campionato Mondiale su piste stradali simili (come conformazioni, pericoli e rischi) al circuito dell'isola di Man, con tre categorie: Formula 1, Formula 2 e Formula 3.

 

Il grande Joey Dunlop vinse ben 5 titoli di Campione del Mondo di Formula 1 (dall'82 all'86):

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_mondiale_Formula_TT

 

Quel Mondiale di F1 tramontò nel 1990, sostituito dalla Superbike, sebbene al Tourist Trophy la categoria F1 continuerà  fino al 2004.

 

Adesso, come avete visto, si parla di un nuovo Campionato Mondiale con piste simili all'Isola di Man.

 

 

 

 

Ecco 4 pagine del nuovissimo libro di Mario Donnini, "Joey Dunlop - il re del Tourist Trophy".

Per capire la differenza tra mondiali farlocchi e piste per Piloti:

 

2eumzhf.jpg

ve2oht.jpg

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 10 months later...

Nel 1985 Joey Dunlop vince il quarto dei suoi cinque titoli mondiali consecutivi di Formula 1 nel Campionato del Mondo TT (1982-1983-1984-1985-1986).

 

aurnd.jpg

 

Se per il primo titolo (1982, articolato su tre gare) gli bastarono tre secondi posti senza mai vincere una gara, stavolta Joey domina il 1985 facendo un clamoroso en plein con sei vittorie su sei gare, su circuiti che fanno tremare i polsi solo a nominarli:

 

- TT (Mountain circuit sull'Isola di Man)

- Olanda (Assen)

- Portogallo (Vila Real)

- Spagna (Montjuich)

- Ulster (Dundrod)

- Germania (Hockenheim)

 

ngx4lw.jpg

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

che bello sarebbe....mamma che bello...credo che alla lunga farebbe chiudere il Circus

 

Il problema è che la stragrande maggioranza degli appassionati è già  "sterilizzata", e forse non capirebbe una cosa del genere...

Link to post
Share on other sites
  • 2 years later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×
×
  • Create New...