Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

....i Gran Premi sono nati nel 1950".

 

L'anno scorso nuove ricerche hanno aumentato le conoscenze sui Campionati dimenticati.

 

Guardate qui, risulta che prima del 1950 nel mondo dei Gran Premi ci sono stati addirittura:

 

- 6 Campionati Mondiali (dal 1925 al 1930, 3 assegnati e 3 no)

- 2 Campionati Internazionali (1931 e 1932)

- 5 Campionati Europei ( dal 1935 al 1939, tutti assegnati tranne uno)

 

Ecco il prospetto cliccabile su tutti i 13 (tredici) Campionati pre-1950: 

 

http://www.kolumbus.fi/leif.snellman/cha.htm

Link to post
Share on other sites

Una volta c'ho litigato pesante con un fesso che non ne voleva sapere, per lui non esistevano e si infuriava se, chessò, negli albi d'oro di GP come Monza si osava far cenno a quelli corsi prima..

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Similar Content

    • By sundance76
      Il titolo sembra provocatorio, ma non lo è, a beneficio dei più giovani (e curiosi).
      Probabilmente non tutti sanno che l'attuale Campionato di F1 inizia proprio nel 1981, anno in cui fu istituito il "FIA F1 World Championship" che mette in palio due titoli mondiali: il "Mondiale Piloti F1" e il "Mondiale Costruttori F1" (attenzione alla dicitura "F1").

      Dal 1950 al 1980 si chiamava solo "World Championship for Drivers" cioè "Mondiale Piloti" (o Con-d-u-ttori, cioè corridori) e non prevedeva il nome "F1" nella dicitura ufficiale, perchè in tutto l'intero automobilismo era l'unico Titolo Mondiale riservato ai Piloti, e poteva essere assegnato anche tramite macchine diverse dalle F1.
      Infatti nel 1952 e 1953 il Mondiale Piloti fu assegnato per mezzo di macchine di F2, e per 11 anni anche la Indy 500 concorreva al punteggio, nonostante i suoi regolamenti tecnici differenti, rispondenti alla F. USAC, e fino ai primi anni '70 gli organizzatori, se mancava il numero minimo di macchine, potevano ammettere sulla griglia anche le F2.
      Inoltre dal 1958 al 1980 il riconoscimento per i team era solo una "Coppa Internazionale Costruttori", non un Mondiale (il vero Mondiale Marche fino al 1980 era assegnato con le biposto del Campionato Sport-Prototipi, che a sua volta non prevedeva un titolo piloti). Non esistevano ancora i Mondiali Rally, Turismo, ecc. ecc.

      Nel 1980 la FIA-FISA, dopo una tregua durante la guerra con la FOCA (squadre inglesi), affermò ufficialmente che il torneo iniziato nel 1950 chiamato "Mondiale Conduttori (cioè Piloti)" e la "Coppa Internazionale Costruttori" erano letteralmente "suppressed", e nasceva il "FIA F1 World Championship" che metteva in palio appunto due nuovi titoli, il "Mondiale F1 Piloti" e il "Mondiale F1 Costruttori" divenuto vero titolo Mondiale e non più una semplice Coppa Internazionale come era prima...

      Dal "libro giallo" della FIA 1981:

      GENERAL REGULATIONS 

      1 -- In application of the decisions taken during the FIA Rio Congress of 15th April 1980, the FISA is organising the new FIA Formula 1 World Championship from 1st January 1981. As a result, the old World Championship for Drivers is suppressed. 

      2 -- The new Formula 1 World Championship, which is the property of the FIA, will have 2 World Championship titles, one for Drivers and one for Constructors." 



      Capite? Dal 1981 la dizione "F1" entra obbligatoriamente nella titolazione, assieme a "FIA", per rimarcare che dal 1981 la proprietà del Campionato è della FIA.

      Ovviamente la FIA mantenne un solidissimo legame col precedente "Mondiale Piloti" durato fino al 1980, così si continuò a correre con gli stessi regolamenti, le stesse auto, le stesse piste, e i bonus acquisiti nell'80 valevano anche per l'81. E anche sulla Coppa di Campione a fine stagione c'erano ancora tutti i nomi degli iridati precedenti al 1981.

      E' un pò come accadde tra il 1949 e il 1950: venne istituito il "Mondiale Piloti" (senza la dicitura ufficiale "F1" che designava solo il regolamento tecnico delle monoposto della categoria massima in circuito) ma si continuò a correre con le stesse macchine, piste e regolamenti che c'erano nel 1949, anzi, quasi gli stessi del 1938-39, visto che l'Alfetta campione nel 50-51 era la stessa che nel '38 correva nella categoria cadetta.

      Implicazioni pratiche ce ne sono poche, ma teoricamente ci possiamo sbizzarrire:

      - Ascari è sì il primo "Campione del Mondo Piloti" della Ferrari, ma non è "campione iridato di F1" perchè nel 52-53 correva con le F2.

      - Fangio potrebbe essere il primo Campione del Mondo con vetture di F1 della Ferrari, ma ci sono dispute perchè la sua D50 era in realtà una Lancia modificata.

      - Allora potrebbero esserlo Hawthorn nel '58 e tutti gli altri fino a Scheckter nel '79: sì, ma come detto, il loro titolo mondiale non aveva la dicitura ufficiale "F1" nella titolazione. Essi erano semplicemente "Campioni del Mondo Piloti", seppur eletti con macchine di F1.

      - Quindi Piquet nell'81 è il primo "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" così come la Williams è la prima marca "Campione del Mondo Costruttori F1 della FIA".

      - Schumacher diviene così il primo esplicito "Campione del Mondo Piloti F1 della FIA" con la Ferrari.

      - i veri Campionati MONDIALI Costruttori si contano dal 1981, quindi ad esempio la Ferrari ne assomma 10, più altre 6 Coppe Costruttori dal 1958 al 1980... 

      - Niki Lauda diviene quindi l'unico ad aver vinto sia il vecchio "Mondiale Conduttori", sia il nuovo "Mondiale F1 della FIA".

      Divertente, no?
    • By giovanesaggio
      Dentro Kenya, Nuova Zelanda e Giappone (tutte su terra) e fuori Australia (terra), Corsica e Spagna (asfalto).
      Più che bene direi  1 solo rally su asfalto quindi, escludendo Montecarlo. Mi sta salendo il Mosconi in un modo che non aveva idea....
    • By AleImpe
      F1, Mondiale 2016 low cost: al via il 3 aprile in Australia
      Partenza posticipata e calendario compresso per ridurre i costi dei team. Sarebbe questa la nuova idea della Formula One Management per contenere le spese delle varie scuderie. Ad aprire la corsa iridata sempre il tracciato di Melbourne per poi volare in Cina una settimana dopo
       
      ROMA - Partenza posticipata e calendario compresso per contenere i costi. Sarà  un mondiale di Formula 1 low cost quello del prossimo anno che potrebbe prendere il via il 3 aprile a Melbourne, in Australia, con la tappa successiva in Cina una settimana dopo. Sono gli stessi organizzatori del Gran Premio d’Australia, fa sapere “Autosportâ€, che annunciano la data della gara del prossimo anno con la partenza che verrebbe anticipata di un’ora (alle 15 locali) visto che in quel periodo il sole tramonta prima. â€œàˆ fantastico, Melbourne sarà  ancora il round di apertura del Campionato mondiale di Formula 1″, si legge sul sito ufficiale della gara australiana nelle parole di Andrew Westacott, Ceo dell’Australian Grand Prix Corporation.
      OBIETTIVO: RIDURRE I COSTI - La Formula Uno prende il via a meta’ marzo dal 1988 (allora comincio’ il 3 aprile in Brasile) e sarebbe stata la FOM a decidere di spostare avanti la partenza nella prossima stagione per ridurre le lunghe pause fra un Gp e l’altro
         
      e ottenere cosi’ un campionato piu’ continuo. Quest’anno, per esempio, ci sono state due settimane di sosta fra Australia e Malesia e tre fra Bahrain e Spagna, ma con un calendario piu’ condensato si potrebbero anche aiutare i team a ridurre i costi. Dall’altro lato si proverebbe a spingere per aumentare il numero di gare in calendario, ma ne se sapra’ di piu’ il prossimo 14 maggio, in occasione della riunione del Consiglio strategico della F1.
       
      da http://www.repubblica.it/sport/formulauno/2015/04/29/news/f1_mondiale_2016_low_cost_al_via_il_3_aprile_in_australia-113137418/?ref=fbps
  • Popular Contributors

×
×
  • Create New...