Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'cir'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM | Community
    • Regolamento
    • Welcome!
    • English corner
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Scuderie di Formula 1 | Le auto di Sauro
  • Quattro ruote
    • Formula 1
    • Indycar Series
    • WEC
    • Formula E
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Formula 2 | GP2
    • Formula 3 | GP3
    • Endurance | GT
    • Altro Motorsport
    • FantaP300
  • Due ruote
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altre categorie
    • Piloti

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

Found 4 results

  1. leopnd

    CIR - Targa Florio

    until
    103a Targa Florio 2019 www.targa-florio.it
  2. giovanesaggio

    CIR 2018

    Oltre alla F1, questo weekend è cominciato anche il Campionato Italiano Rally. La prima gara dell'anno, il Rally del Ciocco e della Valle del Serchio (valida sia per il CIR che per il CIRA - il campionato riservato ai rally su asfalto), ha visto l'affermazione dell'highlander Andreucci, 52enne campione in carica, sulla sua Peugeot 208 T16. Dominio assoluto il suo, con una sola piccola sbavatura nella ps d'apertura a Forte dei Marmi, quando ha toccato un Jersey perdendo circa 3'' dai migliori. Secondo classificato un consistente Andrea Crugnola, che ha avuto la meglio su Simone Campedelli. Quest'ultimo è stato afflitto da un paio di forature, che per fortuna sua non gli hanno negato il podio. Quarta posizione per il giapponese Takamoto, quest'anno già vincitore al Rally di Svezia tra le R5, presente in questo appuntamento ma non iscritto al CIR. Male Umberto Scandola, già sfortunato in Svezia, che si è ritirato nel corso della PS7 per incidente. Al Ciocco era presente anche Andrea Nucita, su Hyundai i20, ritirato nella PS11 dopo aver fatto segnare il miglior tempo nella prova spettacolo d'apertura. Per lui non sono (al momento) previste altre gare nel CIR in quanto impegnato con il trofeo RGT, che partirà dopo Pasqua con il Tour de Corse. CLASSIFICA GENERALE AL TERMINE DELLA GARA: CALENDARIO CIR 2018: (le gare in grigio sono valide anche per il CIRA, mentre quelle in giallo sono valide anche per il Campionato Italiano Rally su terra) P.S.: non mi picchiate se ho scritto vaccate, è il primo anno che mi interesso di rally non mondiali
  3. Conosco e seguo il WRC da quando ero bambino, mi ha sempre affascinato il mondo del fuoristrada e ho amato tantissimo fin da subito un fenomeno come Sainz, vedendo comunque all'opera anche gente come McRae, Grà¶nholm, Burns, Solberg e, soprattutto, Loeb, oltre ad Ogier. Colpevolmente, non mi sono mai tanto spinto oltre il mondiale, dunque conosco meno di quanto avviene sul suolo italico, ma so che qui dentro c'è chi ne sa molto più di me a riguardo. Vengo al punto: lo scorso weekend, Paolo Andreucci ha colto un risultato fantastico in Sardegna con la macchina che usa (penso) nell'italiano, ed è considerato uno dei migliori rallisti di casa nostra nell'ultimo decennio insieme ai vari Basso, Travaglia, Longhi, Galli e qualche altro che non mi sovviene. Quindi, il problema dei rallisti italiani qual è? Non sono davvero forti? Hanno pochi soldi? Perché i team di riferimento del mondiale (che sono comunque pochi) non li notano? C'è solo Lorenzo Bertelli a correre con le "WRC-1", ma è in un team di seconda fascia (pure autogestito credo), e ha poche occasioni per farsi davvero notare. Cos'hanno Evans, Paddon (per carità , molto bravo, mi ha anche fatto tristezza quando si è messo ad aggiustare, in lacrime per la vittoria sfumata, il cambio col suo copilota), Tà¤nak o Sordo in più dei nostri portacolori? Cioè, l'ultimo italiano prima di Bertelli a correre per un team anche solo mediamente considerevole nel WRC è stato... Valentino Rossi in Galles nel 2008 con la Ford Stobart. Proprio non c'è nessuno tra i tanti che possa far riavvicinare qualche nostalgico dei grandi campioni azzurri che furono al mondiale? O è colpa dei team che non se li filano?
×