ULTIME NEWS
Espandi le news
SEVEN E se Williams avesse scelto un italiano? Ieri 23:30
MOTOGP Per Folger niente 2018: stagione finita ancor prima di cominciare Ieri 20:10
MOTORCRONICO Il pilota che ho sempre amato Ieri 15:00
F1 Questione logo e 3M: cosa c'è da sapere? Ieri 13:30
CAMONJENSON Kubica, quando l'obiettività diventa un optional 16-01
F1 Williams annuncia l'ingaggio di Sirotkin 16-01
MOTOGP Presentata la nuova Ducati, la GP18 15-01
F1 Ci ha lasciati Dan Gurney: aveva 86 anni 15-01
SEVEN Se Kimi ti insegna ad usare i Social... 14-01
FORMULA E Nico Müller da record nei rookie test di Marrakech 14-01
ALTRE CATEGORIE Supercross 2018: a Houston vince Jason Anderson 14-01
SEVEN Formula Pregiudizio 14-01
Vai al contenuto
V6DINO

Shadow Dn5B '76

Recommended Posts

 

Shadow Dn5B '76.png

 

Shadow Dn5B '76 v2.png

 

DATI GENERALI

Scuderia:    Shadow Racing Team - Shadow Racing with Tabatip
Anno di produzione:    1976
Motore:    Ford Cosworth DFV V8 2993cc.    
Telaio:     Monoscocca in alluminio
Carburante e lubrificanti:    Valvoline
Pneumatici:    Goodyear
Luogo di Produzione:    Northampton (GBR)
Progettista:    Tony Southgate, Dave Wass
Impiegata nel:    1976-1977
Piloti:    Tom Pryce, Jean-Pierre Jarier, Renzo Zorzi
    
STATISTICHE    
    
GP Disputati:    18 (+ 1 extra Campionato)
Podi:    1
Miglior risultato:     T.Pryce 3° posto GP Brasile 1976

DN5B

L’abbandono del progetto DN7 a motore Matra aveva costretto il team Shadow a ripartire da zero per il concepimento di una nuova macchina che potesse sostituire la DN5 per il mondiale 1976. Per questo motivo il “varo” della attesa DN8 fu notevolmente in ritardo rispetto all’inizio del Campionato: per ovviare alla situazione la Shadow costruì ex-novo due nuovi chassis DN5 con soluzioni aggiornate che vennero denominati “B” per cominciare la stagione e quando Jean-Pierre Jarier distrusse uno dei due in un incidente durante la gara inaugurale in Brasile, ne fu modificato un terzo, lo chassis “4”, fra quelli utilizzati nella stagione precedente. Le diverse fonti sono in contrasto sul fatto che anche lo chassis “3” sia stato modificato in configurazione “B”, ma le immagini disponibili fanno propendere per una risposta affermativa. Le DN5B che ebbero una vita agonistica sorprendentemente lunga rispetto alle aspettative di quando furono messe in pista, anche se dal punto di vista dei risultati si rivelarono più affidabili ma meno competitive delle precedenti “A”, nonostante il buon inizio con il terzo posto di Pryce ad Interlagos.

DN5B-1.jpg

DN5B-2.jpg

    ( Massimo Piciotti )

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti


×