Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'dtm'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM
  • Motorsport
    • Formula 1
    • Formula 2
    • Formula 3
    • Indycar Series
    • Formula E
    • WEC
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Endurance | GT
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altro Motorsport
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Piloti
    • Circuiti
    • Altre Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

  1. 61066

    DTM

    Mi sa che si stringe anche qui Il DTM cancella le libere del venerdì
  2. Salve a tutti, spero sia il posto giusto per postare un pò di foto del vecchio e bellissimo DTM quello disputato dal 1984 e 1996 anche se nell'ultimo anno era diventato ITC. Ma ripercorriamo un pò la storia di questa favolosa categoria che appassionò tantissime persone Il campionato nasce originariamente nel 1984 con il regolamento per le vetture Gruppo A emanato dalla FIA, che poi viene via via modificato per permettere modelli "evoluzione". In questa prima parte della sua storia, il campionato vede avvicendarsi, oltre a case tedesche come Opel, Mercedes,BMW e Audi, anche marche straniere come l'Alfa Romeo (già con la 75), la Volvo, la Rover e la Ford con la Sierra Cosworth che tanti successi stava riscuotendo nel BTCC. Nel 1993 le regole Gruppo A vennero abbandonate in favore di un regolamento con motore da 2500 cm³, vasto uso dell'elettronica e telai tubolari con carrozzerie in fibra di carbonio. Le case partecipanti erano la Opel, la Mercedes e l'Alfa Romeo dopo l'abbandono di Audi e BMW. Dopo aver gareggiato su diversi circuiti europei al di fuori della Germania nella stagione 1995 e aver ottenuto l'attenzione del pubblico che, orfano del mondiale endurance, cercava un campionato di alto livello che non fosse la Formula 1, il DTM si trasformò in un vero e proprio Campionato Internazionale Turismo (ITC - International Touring Car Championship) per il 1996. Per far questo, l'ente organizzatore ITR chiese ed ottenne l'approvazione tecnica della FIA, che si prese carico anche dell'organizzazione commerciale del campionato modificando quindi l'equilibrio economico: una larga parte degli introiti finì infatti alla Federazione invece che ai team, che già dovevano fronteggiare costi aumentati per una serie più competitiva e con gare extra-europee come quelle di Suzuka in Giappone o Interlagos in Brasile. Inoltre, l'aumento dei costi dei diritti televisivi fece sì che solo in Germania ed Italia il nuovo campionato internazionale venisse trasmesso e anche gli spettatori degli autodromi furono delusi dal cambiamento, con paddock blindati in stile F1 - al posto della precedente vasta opportunità di poter avvicinare piloti e scuderie - e prezzi dei biglietti saliti alle stelle. Opel e Alfa Romeo si ritirarono dopo la stagione 1996 lasciando solo la Mercedes, e di conseguenza il campionato venne cancellato. L'ITC sopravvisse per due stagioni (1995-1996), il 1995 ancora in compagnia con il DTM che restava con la sua vocazione nazionale e l'ITC con gare internazionali con due classifiche finali distinte, nel 1996 il DTM era inglobato completamente con il campionato ITC. Su facebook ho creato un gruppo denominato Deutsche Tourenwagen Meisterschaft (DTM) spero che avete tante belle foto da postare
  3. leopnd

    Nicola Larini

    Buon 52. compleanno... Nicola Larini (Camaiore, 19 marzo 1964) è un pilota automobilistico italiano. Nel suo palmarès figurano le vittorie del titolo italiano di Formula 3 nel 1986 e del DTM nel 1993. Corse diversi anni anche in Formula 1, in cui legò il suo nome alla Ferrari per cui svolse per anni il ruolo di tester gareggiando occasionalmente e ottenne come miglior risultato un secondo posto al Gran Premio di San Marino 1994. Gareggiò anche per Coloni, Osella, Ligier, Modena Team e Sauber. Larini ereditò la passione per le corse dall'ambiente familiare: il padre era stato pilota, mentre lo zio correva nel campionato Turismo con l'Alfa Romeo. A 14 anni cominciò a gareggiare con le motocross, passando poi ai kart e alle formule; partecipò quindi al corso di guida veloce alla scuola di Henry Morrogh a Magione passando a pieno punteggio e risultando il più veloce pilota dell'anno. Si diplomò a pieni meriti anche alla Scuola Federale CSAI a Vallelunga. La prima gara fu nel 1983 in Formula Italia dove vinse all'esordio, poi passò al campionato Formula Fiat Abarth nel 1984 e si impose nel campionato Italiano under 23. Debuttò nell'ultima gara di F.3 lo stesso anno cogliendo un 4 posto. Nel 1985 corse sempre in Formula 3 e l'anno seguente rimase nella categoria con la scuderia Coloni, vincendo il titolo Italiano e risultando terzo all'Europeo. Fece anche una breve apparizione in Formula 3000 con una vettura laboratorio di Dallara, ma alla fine della stagione ebbe modo di debuttare in Formula 1 con la scuderia di Enzo Coloni. Nicola Larini esordì in Formula 1 al Gran Premio d'Italia 1987, al volante di una Coloni FC187, non riuscendo però a qualificarsi per la gara di casa a causa di problemi tecnici della nuova monoposto. Seguirono due anni senza soddisfazioni al volante della Osella. Nel 1989 sembrò potesse, dopo il gran Premio di San Marino, sostituire temporaneamente Gerhard Berger sulla Ferrari, dopo l'incidente che coinvolse quest'ultimo. Ma dopo una serie di test a Fiorano, il pronto recupero dell'austriaco vanificò questa possibilità. Nel 1990 corse in Ligier; la vettura era affidabile ma poco performante ed il pilota concluse quasi tutte le gare con 2 settimi posti ma senza raccogliere punti. A fine anno firmò con il Modena Team, squadra semi-ufficiale della Lamborghini, un contratto di un anno con un'opzione per il secondo. Alla prima gara ottenne un buon 7º posto, ma il resto della stagione non fu altrettanto positivo a causa dei gravi problemi finanziari che affligevano la scuderia, poi fallita. Divenne uno dei possibili papabili Ferrari 1991 e colse l'occasione di guidare la monoposto del cavallino nelle ultime due gare della stagione 1992 al posto del connazionale Ivan Capelli licenziato dal team. Il suo compito principale fu quello di provare nuove soluzioni per le sospensioni elettroniche per il 1993. Dopo l'esordio non molto fortunato, la vettura era un laboratorio, il pilota versiliese riuscirà a guadagnare i primi punti in F1 nel 1994 nel tragico Gran Premio di San Marino alla guida della Ferrari 412T1 conquistando una ottima seconda posizione alle spalle di Michael Schumacher e davanti a Mika Häkkinen. Dopo di lui, per 16 anni nessun italiano ha corso per la scuderia Ferrari in un Gran Premio di F1 fino al 23 agosto 2009, quando a scendere in pista per la "Rossa" è stato il trevigiano Luca Badoer. Larini rimane ad oggi l'ultimo Italiano ad essere salito sul podio per la casa di Maranello. Nel periodo dal 1991 al 1997 è stato tester ufficiale per la Ferrari in F1 e pilota di riserva nelle gare, collezionando due presenze nel 1992 e altrettante nel 1994. Gli fu anche assegnato il progetto di sviluppo e il sedile di prima guida della F50 GT per il campionato GT, ma per tagli di bilancio il progetto fu cancellato. Nel 1997, grazie all'intercessione di Jean Todt, venne assunto dalla Sauber per disputare la stagione. Al Gran Premio d'Austrialia, nonostante fosse stato penalizzato da un brutto risultato in qualifica dovuto a un contatto con Berger e a un dolore alla spalla manifestatosi durante la gara, riuscì a chiudere sesto guadagnando un punto iridato. Il prosieguo del campionato, però, non fu altrettanto soddisfacente: spesso non riusciva a trovare un assetto ideale per la vettura a causa dei pochi test di sviluppo del Team; dopo cinque Gran Premi tornò alla Ferrari come terzo Pilota. Il Gran Premio di Monaco 1997 fu l'ultimo della sua carriera in massima serie; il bilancio finale della storia di Larini in Formula 1 si chiudeva con 75 iscrizioni, 49 partenze e 26 arrivi, di cui un podio. I suoi maggiori successi non sono venuti dalla serie maggiore bensì dalle gare di vetture turismo, al volante delle Alfa Romeo. Vinse il Campionato Italiano Superturismo nel 1992. L'anno seguente la casa di Arese aveva programmato il proprio debutto nel DTM, affidandosi a Larini, Nannini, Danner e Francia come piloti. Al volante di una Alfa Romeo 155 V6 TI DTM, al debutto il toscano colse la pole position sul circuito di Zolder. In gara, grazie anche alle condizioni di bagnato che favorivano le vetture italiane munite di trazione integrale, Larini si impose in entrambe le manche e si portò immediatamente in testa al campionato. Dopo aver ottenuto due piazzamenti sul circuito corto dell'Hockenheimring, rafforzò la sua leadership vincendo al Nürburgring. Vinse anche entrambe le gare sul leggendario circuito del Nurbugrgring Nordsheleife di 28 km. Seguirono quattro vittorie consecutive, di cui una ottenuta rimontando dalla quattordicesima posizione, e Larini segnò il record di successi stagionali nel DTM, poi migliorato con due ulteriori successi. A berlino, nel penultimo appuntamento del campionato riuscì infine a laurearsi campione. In quello stesso anno giunse secondo nella Coppa del Mondo FIA riservata a vetture Superturismo, disputata a Monza. Nel 2004 venne richiamato dalla Ferrari per alcuni test per lo sviluppo della Maserati MC12. Dopo molti anni alla guida della Alfa Romeo, nel 2005 Larini venne messo sotto contratto dalla Chevrolet, al debutto nel Campionato del mondo turismo. Lo sviluppo della Chevrolet Lacetti era, però, iniziato in ritardo e lo stesso motore era meno performante delle aspettative. Le aspettative del pilota erano quindi di recuperare il gap con le scuderie di vertice e inserirsi nella lotta per le prime posizioni entro fine stagione. Nei fatti Larini non andò oltre un quarto posto e chiuse l'annata al sedicesimo posto, davanti ai compagni di squadra. Nel 2006 conquistò per due volte il 3º posto, mentre nella stagione 2007 segnò 5 secondi posti, lottando per il titolo fino all'ultima gara e chiudendo il campionato 4° a pari merito. L'ultimo successo arrivò nel mondiale 2009 con la Chevrolet Cruze in Marocco e poi dopo la conclusione del campionato, con la vittoria al Motor Show di Bologna (vittoria bissata l'anno successivo). Al termine del campionato 2009 ha annunciato il suo ritiro definitivo dal campionato WTCC indirizzandosi verso le gare GT. Chiude così il sodalizio con il team Chevrolet RML durato 5 anni. Larini chiude il 2009 con una vittoria all'esordio nella serie GT LMS winter series con una Ferrari 430 Gt2. Nel 2012 ha partecipato alla 24 Ore del Nürburgring in squadra con Fabrizio Giovanardi e Manuel Lauck nel team Global Partner Enterprise Sa con la vettura #1 Ferrari P4/5, vincendo la categoria E1-XP Hybrid e arrivando dodicesimo nella classifica generale...
  4. leopnd

    Robert Wickens

    Robert Wickens is one of Canada’s top international race car drivers with a career decorated with race victories and championship titles won on both sides of the Atlantic. In 2015 the Guelph-based racer will drive the #6 Team HWA Silberpfeil Energy Mercedes AMG C63 DTM entry in Europe’s premier touring car category, the DTM Series. Wickens made his DTM debut in 2012 as part of the Mercedes Junior Team before being promoted to the official factory supported Mercedes team, HWA AG, for the 2013 season. The Canadian continues to showcase his talent with DTM victories in both 2013 and 2014, Wickens now firmly part of the established Mercedes line-up. Robert’s pedigree was forged in open-wheel racing where, prior to his move into the DTM Series, he enjoyed a stand-out 2011 season winning the prestigious Formula Renault 3.5 Championship. That same season he was an official Formula One Reserve Driver for Marussia Virgin Racing and enjoyed F1 tests with both Marussia and Lotus F1 Team in Abu Dhabi – proving to be fastest driver for each team. Other notable open-wheel accomplishments include claiming the 2006 Formula BMW USA Championship, winning for Canada in the A1GP World Cup of Motorsport and finishing Runner-Up in Formula Two and GP3 in 2009 and 2010 respectively. In June 2017, Robert made his Verizon IndyCar Series debut, driving for Schmidt Peterson Motorsports as a substitute driver for Mikhail Aleshin.
  5. leopnd

    Edoardo Mortara

    Edoardo Mortara (Ginevra, 12 gennaio 1987) è un pilota automobilistico italiano e svizzero, ex campione della F3 Euro Series. Ora impegnato nel campionato di Formula E. Mortara cominciò la sua carriera nel 2006 in Formula Renault italiana, dove risultò il miglior debuttante dell'anno, concludendo quarto in campionato, e contemporaneamente gareggiò in Eurocup Formula Renault. Nei due anni seguenti, invece, corse in F3 Euro Series. Nel primo anno di permanenza ottenne il riconoscimento, ancora una volta, di miglior debuttante, con due vittorie all'attivo, mentre nel secondo anno riuscì a dominare la classifica per la prima parte dell'anno, cedendo nel finale di campionato e concludendo secondo. A fine 2008 Mortara debuttò in GP2 Asia con la scuderia Arden International, cogliendo un terzo posto al debutto. Sempre con la Arden il pilota ha preso parte alla GP2 nella stagione 2009, in cui ha colto una vittoria. Nel finale di stagione 2009, fa un passo indietro e corre il F3 Grand Prix di Macao, una sorta di mondiale per la terza categoria dell'automobilismo sportivo. Dopo il quarto tempo nelle prove ufficiali, guadagna una posizione nella corsa di qualifica, partendo terzo nella finale. Già alla prima tornata alla famosa curva Lisboa Mortara transita primo e mantiene la posizione fino alla fine della gara vincendo il 56th Macau Grand Prix dopo il secondo posto dell'anno prima. Diventa così il terzo italiano dopo Riccardo Patrese ed Enrico Bertaggia a vincere la prestigiosa manifestazione. Nel 2010, ripete l'impresa, diventando l'unico pilota nella storia del GP di Macao (in cui vinsero anche campioni come Ayrton Senna e Michael Schumacher) ad aggiudicarsi in due occasioni quello che è di fatto il titolo iridato di categoria. Nel 2011 e nel 2012 partecipa alla Macao GT Cup, gara riservate alle vetture Gt che si corre nel circuito di Macao, alla guida di una Audi R8 LMS. Dopo aver dominato le qualifica, vince la gara partendo dalla pole position e imponendosi per il terzo e il quarto anno di fila sullo stretto tracciato di Macao. Per il 2011, Mortara viene ingaggiato dalla Audi per la propria squadra nel DTM. In questa stagione ottiene due terzi posti, nella gara di Brands Hatch e Oschersleben. Inoltre vince la gara d'esibizione del sabato nel week end evento all'Olympiastadion di Monaco. Gli venne quindi rinnovato il contratto anche per la stagione seguente e, all'appuntamento austriaco sul circuito del Red Bull Ring, ottiene la sua prima vittoria valida per il campionato. Nella stagione 2012 Edoardo Mortara vince due gare e conquista un pole position, risultando a fine stagione il miglior pilota Audi nella classifica di campionato con il suo quinto posto assoluto. Nella stagione 2016 arriva secondo nella classifica piloti con 5 vittorie e 2 pole position. Il 20 ottobre viene ufficializzato il suo ingaggio da parte della Venturi Grand Prix per la stagione 2017-2018 di Formula E.
  6. leopnd

    DTM - Hockenheim

    until
    Showdown Hockenheimring www.hockenheimring.de
  7. leopnd

    DTM - Zolder

    until
    DTM Zolder www.circuit-zolder.be
  8. leopnd

    DTM - Zolder

    until
    DTM Zolder www.circuit-zolder.be
  9. leopnd

    DTM - Nürburgring

    until
    Nürburgring Sprint www.nuerburgring.de
  10. leopnd

    DTM - Nürburgring

    until
    Nürburgring Grand Prix www.nuerburgring.de
  11. leopnd

    DTM - Assen

    until
    DTM At Assen www.ttcircuit.com
  12. leopnd

    DTM - Lausitzring

    until
    DTM At Lausitzring www.dtm.com
  13. leopnd

    DTM - Lausitzring

    until
    DTM At Lausitzring 2020 www.dekra-lausitzring.de
  14. until
    DTM At Spa-Francorchamps www.spa-francorchamps.be
  15. leopnd

    DTM - Hockenheim

    until
    Hockenheim Final www.hockenheimring.de
  16. leopnd

    DTM - Nürburgring

    until
    DTM Nürburgring www.nuerburgring.de
  17. leopnd

    DTM - Lausitzring

    until
    DTM Lausitzring www.dekra-lausitzring.de
  18. leopnd

    DTM - Assen

    until
    DTM Assen www.ttcircuit.com
  19. leopnd

    DTM - Norisring

    until
    DTM Norisring norisring.de
  20. leopnd

    DTM - Misano

    until
    DTM Misano www.misanocircuit.com
  21. leopnd

    DTM - Zolder

    until
    DTM Zolder www.circuit-zolder.be
  22. leopnd

    DTM - Hockenheim

    until
    Hockenheim Opening www.hockenheimring.de
  23. Leggo appena adesso la triste notizia che e' morto a soli 63 anni Karl 'Charly' Lamm, cuore e anima della Schnitzer Motorsport... Nel suo debutto DTM nel 1989 e, ancora una volta, al suo rientro dopo una assenza ventennale nel 2012, Schnitzer e BMW hanno vinto il titolo DTM, prima con Roberto Ravaglia e poi con Bruno Spengler. Ma forse la vittoria più iconica di Schnitzer arrivò nel 1999, quando collaborò ancora una volta con BMW per affrontare la 24 Ore di Le Mans. La preparazione di Schnitzer dell'iconica V12 LMR ha valso alla BMW il suo unico successo alla 24 ore. Alla fine del 2018, dopo una lunga e illustre carriera, Charly scelse di andare in pensione per godersi i frutti del duro lavoro di una vita... Ironia? Direi prima merda...
  24. Nuova vita per le ormai fatiscenti tribune dell'AVUS che verranno trasformate e adibite a luoghi pubblici per evitare di perdere un pezzo di storia https://www.theguardian.com/cities/2018/dec/20/from-autobahn-anomaly-to-motorway-marvel-berlin-roadside-grandstands
  25. leopnd

    DTM - Brands Hatch

    until
    Feel The Roar - Brands Hatch Race 1: Sabato, 11.08.2018. 13:30h Race 2: Domenica, 12.08.2018. 10:30h https://brandshatch.msv.com
×
×
  • Create New...