Jump to content

keru32

Appassionati
  • Content Count

    582
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

keru32 last won the day on March 11

keru32 had the most liked content!

Community Reputation

474 Novello

About keru32

  • Birthday 06/19/1992

Informazioni di Profilo

  • From
    Array
  • Following F1 since
    Array
  • Driver
    Array
  • Former Driver
    Array
  • Team
    Array
  • Track
    Array
  • Best Race
    Array

Recent Profile Visitors

938 profile views
  1. In realtà c'è pure da valutare l'idea delle doppie gare. Ma da fare come? Gara la domenica e il lunedì, con una sola qualifica, o due eventi "diversi" a 7 giorni di distanza (ma senza prove libere, nel secondo evento)? Spero proprio che l'impianto francese non diventi perno di questa strategia, visto che si possono tirare fuori almeno una decina di diversi tracciati su quel parcheggio. Uno peggio dell'altro.
  2. Non vedo perchè cambiare spa o monza con spagna o olanda. A livello di clima non cambia nulla. A livello organizzativo meglio non prospettare soluzioni "creative" agli italiani, chissà che potrebbe saltar fuori. L'italia uscirà prima da questa situazione? Probabilmente sì, ma a luglio dovremo esserne fuori tutti in modo molto netto, altrimenti non potrebbe esserci alcun mondiale.
  3. L'Australia è stata ufficialmente annullata, quindi per quest'anno non c'è, il Bahrein l'ho già messo a novembre/dicembre, Vietnam e Singapore son cittadini, quindi la vedo dura spostare le loro date (gli organizzatori del Vietnam poi non si erano detti troppo dispiaciuti di rimandare al 2021). A San Paulo non si può correre a dicembre perchè c'è una relativamente alta probabilità di super-pioggia. Discorso analogo per Singapore (a novembre e dicembre son in genere previste grandi piogge) Quindi, Singapore a parte, a novembre/dicembre si potrebbe correre solo in Bahrein, Abu Dhabi, Texas, Messico e, volendo, Vietnam. Cosa che nello scenario 2 già avviene (Vietnam a parte). La vedo dura fare diversamente. PS: il Vietnam poi a novembre/dicembre sarebbe difficle da organizzare. Le gare in estremo oriente finirebbero con la Cina il 18 ottobre. Si potrebbe fare la tripletta Giappone-Cina-Vietnam, scalando tutti i successivi eventi in avanti di una settimana. Altrimenti per una gare "a sè stante" in estremo oriente, va prevista una domenica di pausa prima del gp e una dopo (per questioni logistiche), il che renderebbe ancora più complicato fa quadrare il tutto.
  4. Quel che mi convince poco dell'inverno inoltrato è il clima. Su moltissime piste non si può correre da novembre in avanti. Prendiamo lo scenario 2 ad esempio. GB, Olanda, Spagna, Austria e Francia di certo non si possono correre da novembre in avanti. A meno di stravolgere completamente il calendario (ma a questo punto molti organizzatori potrebbero tirarsi indietro), non vedo altre soluzioni possibili. Ad ogni modo i prossimi 30 giorni saran molto probabilmente decisivi.
  5. Mi sa che questi sono gli ultimi due scenari possibili rimasti. Se non si comincia nella seconda metà di luglio, credo non ci sarà alcun mondiale. Il primo scenario scontenta più che altro i team con due triplette. Il secondo prevede solo doppiette, un po' più di casino per gli organizzatori, ma nulla di ingestibile, credo. "Unici problemi", i GP ad agosto su asfalto rovente. Se non si inizia intorno al 20 luglio, credo non ci sarà alcun mondiale 2020. Le decisioni van prese con almeno due mesi di anticipo, quindi entro il 20 maggio (speriamo che il caldo abbia già fatto la sua parte per mandar via il virus dal "nord del mondo").
  6. Concordo con @Guglielmi, la F1 non reggerebbe ad una stagione che salta senza preavviso, molte squadre non potrebbero sopravvivere (a meno che per senso di responsabilità non ci sia un ingente taglio degli stipendi da parte di tutti), ma ad ogni modo che cosa genererebbe questa situazione? Ferrari Redbull e Mercedes in un modo o nell'altro continuano a sviluppare le macchine, sia quelle per il 2021 che quelle per il 2022, mentre gli altri o scompaiono, o in seguito a drastico calo del monte ingaggi, si barcamenano aspettando l'anno venturo con uno sviluppo tecnico pari a zero o quasi, col risultato finale di avere realmente due categorie diverse di macchine, sia nel 2021 che ancora nel 2022 (per quei team che sopravvivono). Questo scenario non è accettabile e si farà di tutto per evitarlo.
  7. Questi son tre scenari fatti in una decina di minuti che secondo me bene o male ci stanno. Le differenze riespetto alle gare originali son modestissime in alcuni casi (7 giorni), e molto ampie in altri (ma solo relativamente a Olanda e Vietnam, che come esordienti, da quel che ho capito, ci tengono molto ad ospitare il GP. Caso a parte la Spagna nello scenario 3). Negli ultimi scenari c'è un trittico importante ma saran tutti nel continente americano, quindi dal punto di vista logistico non dovrebbe essere granchè complicato. D'atro canto ho messo 16 GP con termine a fine novembre, procastianando fino a metà dicembre ci sarebbe ulteriore spazio. Lo scenario 3 prevede addirittura la partenza a fine giugno, e mi auguro proprio che per allora sia tutto abbondantemente finito, altrimenti i problemi per il pianeta sarebbero tali che probabilmente quasi nessuno si accorgerebbe di un annullamento del mondiale di F1.
  8. Da domenica 14 giugno a metà dicembre ci son ben 27 domeniche. Con uno schema gara-gara-pausa-gara-gara-pausa... si potrebbero fare con una certa tranquillità 18 GP. Credo che la possibilità di fare un campionato "regolare" ci sia. A guardare quanto successo in Cina, nell'arco di 80-90 giorni la situazione rientra abbondantemente (e lì non è intervenuto il caldo, che in qualche modo, almeno un po', aiuterà). Credo quindi che gran parte del "nord del mondo" a fine maggio sarà fuori da questa situazione. Tuttavia il problema potrebbe ripresentarsi a ottobre, quindi anche da questo punto di vista ci sono ampie incognite. Detto questo, considerando lo "schema" di cui sopra, secondo me sta più che altro ai vari organizzatori dei singoli GP provvedere a "sostenere la situazione", cambiando "in gran parte" date, e non contanto su grandi incassi dal punto di vista del pubblico pagante.
  9. keru32

    Radio Paddock 2020

    Raga, ma se il prossimo anno si corre con le medesime regole di questo, il DAS sarà a tutti gli effetti regolare anche la prossima stagione? Perchè se è così immagino che Redbull e Ferrari stian seriamente pensando di sviluppare una soluzione se non identica, almeno analoga, visto che a quanto pare tempo ora ce n'è almeno per imbastire il progetto, e la "rendita tecnica" potrebbe perdurare per due stagioni.
  10. Quindi slittano pure le nuove gomme Pirelli. Chissà se si vorrà creare una nuova specifica per il prossimo anno (come si è tentato di fare per il 2020), o se invece per far cassa si andrà dritti con le gomme 2019..
  11. No ormai salta tutto almeno fino all'Olanda. Spero che si possa "riciclare" il Bahrain come test per chi vuole partecipare. Alla fin fine il circuito è pronto, le gomme pirelli son già arrivate (ogni team avrebbe a disposizione più di 20 treni). Una macchina, due giorni, 14 ore, 15 persone per team massimo, team isolati tra loro, un test che potrebbe tornare utile a molti (anche perchè se si sta davvero fermi almeno fino all'Olanda, aver come riferimenti unici quelli di quasi tre mesi prima non è proprio il massimo, specialmente su un GP nuovo per piloti, team e gommista).
  12. Capolavoro finale? Il sito ufficiale della FIA non funziona, e ti viene detto di andare addirittura su Facebook...massì, ormai chissenefrega della dignità!
  13. Quando uno pensa di aver ormai visto il fondo del barile, scopre sempre che i barili sono impilati uno sull'altro, e quindi ce ne è ancora da scavare.... Sarà interessante vedere come si evolverà l'epidemia nelle prossime due settimane in quel di Melbourne. Mamma mia che scempio. PS: fosse capitata una roba del genere in quasi qualunque GP europeo, sarebbe stata quasi certamente l'ultma edizione di quel GP (considerati gli organizzatori alla canna del gas e le richieste della FOM per correre). PPS: Piccola "rivincita" per gli organizzatori di GP in luoghi "motoristicamente" sperduti. Na roba del genere fosse capitata in Azerbaijan si sarebbe andati avanti a criticare l'organizazione per 10 anni (anche sulle pagine di questo forum).
  14. Premettendo che se si è corso al Fuji nel '76, si può veramente correre ad ogni costo, aspettare che i tifosi si ammassino fuori dai cancelli per poi magari annullare tutto, ha veramente del grottesco, se non addirittura del criminale (considerata la situazione). Per come la vedo io, sostanzialmente tutti son d'accordo sul fatto che annullare sia la cosa più saggia da fare, ma evidentemente nella nottata australiana son saltatate fuori delle questioni economiche, che magari vanno anche oltre l'evento australiano, le quali ostacolano pesantemente l'annullamento. E' evidente che ogni minuto che passa senza una comunicazione ufficiale di annullamento, rende più probabile lo svolgersi (almeno) del venerdì.
  15. Però le fonti ufficlai son loro. Francamente non capisco che aspettare, se il Gp è stato annullato, mettetelo sui siti ufficiali, oppure si sta tirando per accordarsi sulle questioni economiche con gli organizzatori? C'è un 5% di possibilità che si faccia tutto a porte chiuse con precauzioni affinchè i diversi team non vengano in contatto tra loro? Che si sta aspettando? Io devo mettere una sveglia sul telefono, se la devo mettere alle 2.00 la metto ora e mi metto subito sotto le coperte, se la devo mettere alle 8.00 posso tranquillamente far altro.
×
×
  • Create New...