Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'ensign'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM
  • Motorsport
    • Formula 1
    • Formula 2
    • Formula 3
    • Indycar Series
    • Formula E
    • WEC
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Endurance | GT
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altro Motorsport
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Piloti
    • Circuiti
    • Altre Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

Found 18 results

  1. leopnd

    Ricardo Londoño

    Nel 1981 il team Ensign e il suo proprietario Morris Nunn non se la passavano per nulla bene. L'incidente che aveva troncato la carriera di Clay Regazzoni a Long Beach nel 1980 li aveva privati non solo del pilota di punta della squadra ma anche dello sponsor principale che ne avrebbe dovuto garantire la sicurezza economica. La situazione del team era piuttosto "disperata", con Nunn che rabbrividiva ogni volta che una sua vettura rompeva un motore per la paura di non riuscire a presentarsi al GP successivo. Per cercare di andare avanti e di provare a pianificare un futuro, anche a breve termine, servivano "liquidi" veri. A Long Beach sulla Ensign aveva corso Marc Surer, ma non bastava. Per il successivo GP del Brasile, che si correva per la seconda volta sul circuito del Jacarepaguà, la FIA aveva previsto una sessione di test per permettere ai piloti di familiarizzare con la pista. La Ensign indicò come pilota titolare tale Ricardo Londoño-Bridge, 32 anni, colombiano che come sponsor sfoggiava sulla sua Ensign una generica scritta "Colombia". La FIA, senza sapere assolutamente chi fosse questo pilota proveniente dalla Colombia, decise di subordinare la concessione della Superlicenza F1 al comportamento di Londoño durante i test. Londoño nella sua "carriera" aveva corso a due ruote nella 350cc, qualche gara in IMSA e Can-Am e una presenza nella Formula Aurora alla guida di una Lotus 78. Un palmares piuttosto magro per chi puntava ad entrare in Formula 1. Nonostante tutto i tempi durante i test furono piuttosto interessanti. Il tempo migliore della sessione fu quello di Carlos Reutemann in 1'37''48, Londoño con la sua Ensign girò in 1'41''77 facendo meglio di piloti molto più blasonati di lui come Piquet, Arnoux, Daly, Giacomelli e Jabouille. Tuttavia una collisione con Keke Rosberg, che gli frenò davanti per intimidirlo, fu presa come pretesto dai commissari della FIA per rifiutare la superlicenza a Londoño. In realtà le cose andarono diversamente. Appena il nome di Londoño venne messo tra gli iscritti al test Ecclestone e la FIA si informarono da dove provenissero gli sponsor portati dal pilota colombiano. Le risposte arrivarono mentre le prove di Rio erano in corso, altrimenti mai e poi mai gli sarebbe stato concesso di entrare nell'abitacolo della Ensign. Londoño era semplicemente finanziato dai maggiori trafficanti di cocaina di Medellin, in stretto contatto niente meno che con il boss per eccellenza Pablo Escobar. Ecclestone e la FIA, già in imbarazzo per la presenza di Alex Hawkridge (coinvolto in passato in una brutta storia di sesso minorile) nel team Toleman, non potevano permettersi anche un personaggio come Londoño. Fu così che la breve storia in F1 del pilota colombiano ebbe fine. Intervistato qualche anno dopo sulla vicenda Morris Nunn raccontò: "Andai in Colombia alla ricerca di sponsor perché mi dissero che lì esisteva la reale possibilità di trovare dei finanziatori. Visitai l'azienda di Londoño e incontrai diversi personaggi che abitavano in case incredibili, difficilmente raggiungibili via terra, oltre a diverse persone armate. Qualche anno dopo, in un documentario americano, scoprii di aver incontrato uno tra i maggiori ricercati degli Stati Uniti. Come pilota Londoño non era male, un tipo particolarmente coraggioso". Londoño nel corso degli anni era diventato un vero e proprio signore della droga. Nel 2000 gli vennero sequestrati beni per un valore totale di 20 miliardi di pesos. Il 18 luglio del 2009, fuori da un ristorante nei pressi di una spiaggia chiamata "Isla dos Milagros", Londoño venne ucciso insieme alle sue guardie del corpo con dodici colpi di pistola di cui tre alla testa. La polizia archiviò subito il caso come un "regolamento di conti" tra Narcos. Finiva così a 59 anni la vita di Londoño, l'uomo a cui la FIA aveva negato per la prima volta nella sua storia la superlicenza in F1. http://bit.ly/2qShocj
  2. DATI GENERALI Scuderia: Team Tissot Ensign with Castrol Anno di produzione: 1977 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Dave Baldwin, Mo Nunn Impiegata nel: 1977 Piloti: Clay Regazzoni, Jacky Ickx STATISTICHE GP Disputati: 17 Miglior risultato: C.Regazzoni, 5° nei GP Italia e USA Est 1977 N177 Il 1977 e la Ensign N177 costituiscono senza dubbio il miglior momento sportivo nella storia della Ensign. Una sponsorizzazione finalmente di livello, un progetto tecnico ben riuscito e la possibilità di avere ottimi piloti come Clay Regazzoni e Patrick Tambay consentono a Morris Nunn di mettere insieme un team capace di battersi con una certa costanza, se non per la vittoria, per un piazzamento a punti. Purtroppo dopo questa eccellente stagione la crescita della Ensign fu nuovamente frenata dai problemi economici che costrinsero ad affrontare il nuovo Campionato 1978 mantenendo la vecchia vettura e riprendendo la teoria "obbligata" dei piloti paganti. Con queste condizioni la N177 rimase in pista fino alla metà del 1979 senza raccogliere più grosse soddisfazioni.
  3. DATI GENERALI Scuderia: Ensign Racing Anno di produzione: 1981 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Valvoline Pneumatici: Michelin, Avon Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Ralph Bellamy, Nigel Bennett Impiegata nel: 1981 Piloti: Marc Surer, Eliseo Salazar STATISTICHE GP Disputati: 15 (+ campionato British F1 Series) Miglior risultato: M.Surer, 4° nel GP Brasile 1981 N180B Senza più sponsor e con la cronica mancanza di fondi, la piccola Ensign inizia la stagione 1981 costretta ad utilizzare una versione modificata della vettura '80, sebbene costruendo ex-novo lo chassis "MN16". Nonostante le premesse non esaltanti, Marc Surer conquista nel GP del Brasile, seconda gara del campionato, un insperato quarto posto che resterà negli anni come il miglior risultato nell'intera storia della Ensign. Sarà l'ultimo acuto, dopo il quale la scuderia imboccherà un lento ed inesorabile declino che la porterà a cedere tutto il materiale alla Theodore Racing al termine della stagione 1982.
  4. DATI GENERALI Scuderia: Ensign Racing Anno di produzione: 1982 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Valvoline Pneumatici: Avon, Michelin Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Nigel Bennett Impiegata nel: 1982 Piloti: Roberto Guerrero STATISTICHE GP Disputati: 14 Miglior risultato: R.Guerrero, 8° nel GP Germania 1982 N181 Alla fine della stagione 1982, povera di soddisfazioni, Mo Nunn si arrende e cede a Teddy Yip la sua struttura produttiva ed il progetto della "N183" che così si chiamerà Theodore. Dopo qualche apparizione nel Campionato CART la Ensign chiuderà definitivamente i battenti e Nunn inizierà la sua carriera a stelle e strisce da Team Manager nella scuderia di Chip Ganassi.
  5. DATI GENERALI Scuderia: Team Ensign Anno di produzione: 1974 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Pneumatici: Firestone Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Morris Nunn Impiegata nel: 1974 Piloti: Mike Wilds STATISTICHE GP Disputati: 4 Miglior risultato: M.Wilds, 22° in Qualificazione nel GP USA 1974
  6. v6dino

    Ensign N180

    DATI GENERALI Scuderia: Unipart Racing Team Anno di produzione: 1980 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Unipart Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Ralph Bellamy, Nigel Bennett Impiegata nel: 1980 Piloti: Clay Regazzoni, Tiff Needell, Jan Lammers, Geoff Lees STATISTICHE GP Disputati: 14 Miglior risultato: C.Regazzoni, 9° nel GP Sudafrica 1980 N180 Rivitalizzata la cassa societaria con i soldi del nuovo sponsor Unipart, Morris Nunn, optando per un taglio netto con il passato, affidò ai nuovi collaboratori Ralph Bellamy e Nigel Bennett la progettazione della nuova vettura per il Campionato 1980. La "N180" era una wing-car ad effetto suolo che richiamava piuttosto apertamente la Williams FW07. L'ingaggio del "cavallo di ritorno" Clay Regazzoni era la ciliegina sulla torta per affrontare una stagione con notevoli ambizioni. Purtroppo a Long Beach, dopo solo quattro gare, lo svizzero ebbe in celebre e drammatico incidente che gli costò la paralisi degli arti inferiori e che fu causato da un cedimento improvviso dei freni della sua vettura. La gravissima perdita di Regazzoni fu una mazzata tremenda per la squadra che non riuscì più a riprendersi, infilando una serie di mancate qualificazioni e risultati mediocri. Paradossalmente, l'unico risultato della stagione, il sesto posto nel Gran Premio di Spagna del francese Patrick Gaillard fu vanificato dalla Federazione che invalidò la corsa iberica estromettendola dal calendario del Mondiale a causa della diatriba FISA-FOCA che imperversava in quegli anni nel circus.
  7. DATI GENERALI Scuderia: Theodore Racing Hong Kong Anno di produzione: 1977 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Elf Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Dave Baldwin, Mo Nunn Impiegata nel: 1977 Piloti: Patrick Tambay STATISTICHE GP Disputati: 8 Miglior risultato: P.Tambay, 5° nei GP Olanda e Canada 1977
  8. DATI GENERALI Scuderia: Team Ensign Anno di produzione: 1974 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Duckhams Pneumatici: Firestone Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Morris Nunn Impiegata nel: 1974 Piloti: Rikky VonOpel, Brian Redman STATISTICHE GP Disputati: 2 (+2 extra campionato) Miglior risultato: R.VonOpel, 26° in Qualificazione nel GP Argentina 1974 N174 Complice la curiosa vicenda legale che "bloccò" la "N175", la carriera agonistica della seconda Ensign da Gran Premio – siglata MN02 dalle iniziali del patron Morris Nunn – fu decisamente lunga, abbracciando ben tre stagioni, a dispetto di una non certo elevatissima competitività acuita dalla scarsezza di fondi nelle casse del team causate dal "divorzio" con Rikki Von Opel ad inizio '74. Anche la N174 era una classica Cosworth-car piuttosto convenzionale che discendeva direttamente dalla precedente. Nonostante la longevità, la "N174" o "LNF74" come di tanto in tanto viene individuata, non riuscì mai ad uscire dalle "secche" del fondo dello schieramento e non arrivò mai a punti.
  9. v6dino

    Ensign N173

    DATI GENERALI Scuderia: Team Ensign Anno di produzione: 1973 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Duckhams Pneumatici: Firestone Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Morris Nunn Impiegata nel: 1973 Piloti: Rikky Von Opel STATISTICHE GP Disputati: 8 Miglior risultato: R.VonOpel, 13° nel GP GranBretagna 1973 N173 Fu Rikki Von Opel, pilota di Morris Nunn in F.2 con buon successo e miliardario rampollo della dinastia automobilistica Opel, a chiedere al suo team-owner di mettergli a disposizione una vettura di F.1, finanziando in toto l'operazione. L'esito di quel connubio fu la "N173", una vettura piuttosto "standard" sul tradizionale schema motore-trasmissione Cosworth-Hewland, sebbene caratterizzata da una livrea decisamente originale e vistosa. Quando Bernie Ecclestone all'inizio del 1974 chiamo Von Opel per offrigli un sedile alla Brabham, il pilota del Liechtenstein lasciò di punto in bianco Nunn troncando una collaborazione che durava da diversi anni. Fu una scelta sbagliata per entrambi: Von Opel ebbe risultati fallimentari alla Brabham e finì per uscire definitivamente dal circus; Nunn, perdendo il suo principale finanziatore, cominciò la sua eterna rincorsa per trovare il budget necessario a coprire i costi della scuderia.
  10. DATI GENERALI Scuderia: varie squadre (vedi dettaglio piloti) Anno di produzione: 1977-78 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Fina, Shell Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Dave Baldwin, Mo Nunn Impiegata nel: 1978-1979 Piloti: Team Tissot Ensign (1978): Jacky Ickx, Derek Daly, Lamberto Leoni, Geoff Lees, Nelson Piquet, Brett Lunger Team Tissot Ensign/Interscope Racing (1978): Danny Ongais Sachs Racing (1978): Harald Ertl Team Ensign/Theodore Racing (1979): Derek Daly STATISTICHE GP Disputati: 20 Miglior risultato: D.Daly, 6° nel GP Canada 1978 Le Ensign N177 del 1978-79, sono caratterizzate dalla presenza di vari sponsor personali dei piloti, che si affiancano a quello principale (Tissot), determinando livree differenti di gara in gara.
  11. v6dino

    Ensign N179

    DATI GENERALI Scuderia: Team Ensign Anno di produzione: 1979 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Valvoline Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Dave Baldwin Impiegata nel: 1979 Piloti: Derek Daly, Patrick Gaillard, Marc Surer STATISTICHE GP Disputati: 11 Miglior risultato: P.Gaillard, 13° nel GP GranBretagna 1979 N179 L'interpretazione Ensign della moderna teoria aerodinamica dell'"effetto suolo" si concretizzò nella N179, una classica wing-car che sfruttava però ancora molto della meccanica e delle soluzioni della N177. Tuttavia, più che per i deludenti risultati in pista, quella vettura è ricordata soprattutto per una delle più originali ed antiestetiche soluzioni portate in pista negli ultimi anni: il celebre "radiatore a vista" portato in pista a Kyalami e posizionato sulla parte anteriore della vettura. Obiettivo era quello di "tornare all'antico" rispolverando il posizionamento degli organi di raffreddamento delle vetture anni '50 e '60 sfruttando la massima superficie possibile con una teorico miglioramento della "sfruttabilità" della potenza del motore grazie ad un migliore controllo della temperatura. Purtroppo l'idea si rivelò geniale solo sulla carta e gli effetti che ottenne furono soltanto irrilevanti sulle prestazioni e pessimi per il pilota che si trovò in un abitacolo che raggiungeva temperature altissime. Così a breve la N179 fu riportata a ben più tradizionali schemi costruttivi…
  12. Antonio Bernardo, si iscrive privatamente al GP. del Belgio 1976 ma non prende parte nemmeno alle qualifiche. ( Nell'immagine è rappresentata una possibile configurazione della N174) La monoposto viene rilevata dal Team PR Reilly e impiegata nella serie Inglese, qui nei colori Ultramar. Nel 1979 con la scuderia Smith&Jones
  13. DATI GENERALI Scuderia: Mario Deliotti Racing Anno di produzione: 1975 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Dave Baldwin, Mo Nunn Impiegata nel: 1978 Piloti: Geoff Lees, Ray Mallock, Giancarlo Martini, Desiré Wilson STATISTICHE GP Disputati: 1 (+12 nel Campionato Aurora F1 del 1978) Miglior risultato: G.Lees non qualificato nel GP GranBretagna 1978
  14. DATI GENERALI Scuderia: Team Ensign Anno di produzione: 1976 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Valvoline, Shell Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Dave Baldwin, Mo Nunn Impiegata nel: 1976 Piloti: Chris Amon, Patrick Neve, Hans Binder, Jacky Ickx STATISTICHE GP Disputati: 12 Miglior risultato: C.Amon, 5° nel GP Spagna 1976 N176 Dopo essere forzatamente ricorso alla vecchia N174 per l'avvio della stagione, il team Ensign presenta in Spagna la sua nuova monoposto per la stagione '76: la LNF76 o N176. Le premesse sono subito incoraggianti. La vettura si rivela assai veloce e Chris Amon, esperto ma ancora valido pilota, finisce ottimo quinto proprio a Jarama e stacca un eccellente terzo posto in griglia nel GP di Svezia ad Anderstorp. Purtroppo la N176 si rivela sfortunata: Amon ha una serie di incidenti in seguito ai quali decide di abbandonare definitivamente le corse ed anche il suo sostituto, l'altrettanto esperto Jacky Ickx, finisce la stagione con un terrificante schianto a Watkins Glen da cui esce vivo per miracolo e nel quale la N176 rimane completamente distrutta.
  15. DATI GENERALI Scuderia: Team Ensign Anno di produzione: 1974 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Valvoline Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Morris Nunn Impiegata nel: 1976 Piloti: Chris Amon STATISTICHE GP Disputati: 2 (+2 extra campionato) Miglior risultato: C.Amon, 8° nel GP USA Ovest 1976
  16. DATI GENERALI Scuderia: Team Ensign - Theodore Racing Anno di produzione: 1974 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Pneumatici: Firestone Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Morris Nunn Impiegata nel: 1974 Piloti: Vern Schuppan STATISTICHE GP Disputati: 7 Miglior risultato: V.Schuppan, 15° nel GP Belgio 1974
  17. DATI GENERALI Scuderia: HB Bewaking Team Ensign Anno di produzione: 1975 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Dave Baldwin, Mo Nunn Impiegata nel: 1975 Piloti: Chris Amon, Gijs VanLennep, Roelof Wunderink STATISTICHE GP Disputati: 6 Miglior risultato: G.VanLennep, 6° nel GP Germania 1975 N175 La terza "creatura" di Morris Nunn – che in realtà era il quarto chassis da F.1 – ha nella storia della Ensign un posto particolare per almeno due motivi: il primo è il fatto che con questa vettura l'olandese Gijs Van Lennep regalò alla scuderia i suoi primi punti mondiali con l'eccellente sesto posto al Gran Premio di Germania '75 al Nurburgring. Il secondo è un vero e proprio fatto di cronaca giudiziaria: fra lo sponsor HB, anch'esso olandese e produttore di sistemi di allarme, e la Ensign a fine stagione scoppiò uno spinoso contenzioso legale dovuto ad accuse reciproche di inadempienze contrattuali con conseguenti rivendicazioni economiche incrociate. La causa fu vinta dallo sponsor ed il giudice ingiunse a Nunn di consegnare in Olanda l'unica N175 costruita, a scopo di risarcimento, lasciando il piccolo costruttore inglese senza sponsor e senza una vettura in vista del 1976. La N175, modificata in maniera esteticamente evidente – con l'eliminazione dell'air box non più consentito dal regolamento – ma tecnicamente poco rilevante, divenne la Boro 001, unica auto olandese prima della meteora Spyker a scendere in pista, peraltro senza grande successo, nei campionati '76 e '77. Dopo queste due stagioni la vettura fu acquistata dalla scuderia Mario Deliotti che la utilizzò, nuovamente sotto il nome di Ensign N175, nel Campionato Inglese di F.1 AFX Aurora della stagione 1978.
  18. DATI GENERALI Scuderia: HB Bewaking Team Ensign Anno di produzione: 1974 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Burntwood (GBR) Progettista: Morris Nunn Impiegata nel: 1975 Piloti: Roelof Wunderink, Gijs VanLennep STATISTICHE GP Disputati: 6 (+2 extra campionato) Miglior risultato: G.VanLennep, 10° nel GP Olanda 1975
×
×
  • Create New...