Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Carlomm73

Appassionati
  • Posts

    2465
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    7

Posts posted by Carlomm73

  1. 13 ore fa, Lotus ha scritto:

    a proposito di mondiali marche, mondiali piloti... ripensavo alla leiceità dei team orders... alla luce di quello che abbiam visto ultimamente, domenica e del fatto che certi ordini ripetuti possano rovinare le gare dei "secondi" e quindi determinare punteggi  anomali nel costruttori...

    Credo che nell'ambito dei piloti sia un controsenso assoluto questa gestione piloti con team orders. Bisognerebbe tornare a vietarli e smettere di considerare i piloti di un team prima o seconda guida da contratto, a prescindere dai risultati che hanno in in pista.

    Fra l'altro, con questa F1 di multiproprietà palesi  e figurate ( Red Bull-Alpha Tauri, Mercedes-Williams, Ferrari-Haas ) pian piano arriveranno ( se non lo han già fatto :asd: ) a lanciare pizzini fra i rispettivi box... non se ne esce.

    O vietano le "multiproprietà" o vietano i team orders e chi viene beccato paga salato.

     

    ... O aboliscono il piloti :D  e rimane il costruttori e siamo bell'è che a posto :asd:

     

    Gli ordini di scuderia sono sempre esistiti, così come le scuderie satellite: io lascerei libertà assoluta ad ogni squadra di decidere la strategia che meglio credo (definire una prima guida fin dall'inizio, lasciare libertà ai piloti per metà o tre quinti di stagione oppure, ancora, farli scannare fino all'ultimo giro della gara conclusiva)

     

    12 ore fa, AmanteMercedes ha scritto:

    Anni fa quando veniva messa la bandiera rossa, la gara veniva divisa in parti con somma dei tempi. Non sarà granché televisivo, ma preserva di più il risultato sportivo e lo stesso per la SC. Ovviamente se accetti che la SC o la bandiera rossa possano resettare totalmente le situazioni poi metti in conto di perderci o guadagnarci a random. 

    Non solo: la bandiera rossa veniva esposta solo in casi estremi: incidente grave con necessità d'intervento medico, come nel caso di Berger a Imola nel 1989, difficoltà a rimuovere una vettura   (Messico 1987) o improvvisa modifica del meteo (Sud Africa 1979, Francia 1992); in tutte le altre occasioni bandiera gialla e vetture obbligate a rallentare, ma senza fermare la corsa.

    • Like 2
  2. 37 minuti fa, Nameless Hero ha scritto:

    a naso di quanto si parla? settimane? mesi?

     

    Ad occhio e croce fino a Febbraio per i motivi già citati da @Ayrton4ever

     

    2 minuti fa, sundance76 ha scritto:

    Azz, 15 pagine arretrate.. Torno ora da un'intera giornata insieme a un'amica, senza sapere praticamente nulla del GP.
    Mi tocca cercare di capire tutto quello che è successo...

     

    Allora è un vizio: era già capitato qualche anno fa con un GP d'Australia. 

     

    :asd:  (si scherza)

    • Like 1
  3. Col 9-6-4-3-2-1 e gli scarti (una mia vecchia fissazione essendo quello in voga quando ho cominciato a seguire la F1) allo stato attuale Verstappen avrebbe 108 punti ed Hamilton 101, considerando 14 risultati utili (la regola era metà dei gran premi +3, quindi in questa stagione 22:2+3).  Anche ammesse due vittorie del pilota della Mercedes negli ultimi due gran premi ci sarebbero da scartare altrettanti secondi posti, quindi i punti in realtà a disposizione per Lewis sarebbero sei (9+9-6-6), e, di conseguenza, l'Olandese sarebbe già campione del mondo!

  4. Oramai in qualche modo fa anche parte del personaggio

     

    5 ore fa, sundance76 ha scritto:

    Quasi quasi chiedo all'amministratore del mio condominio se vogliamo mettere un po' di soldi per far organizzare una gara, e la chiamiamo "GP del condominio di Lacco Ameno".

     

    Idea suggestiva. ma dubito che qualsivoglia condominio abbia i soldi sufficienti per un'operazione del genere.

     

  5. Non vedo di buon occhio l'acquisto di una scuderia da parte degli Americani, perché sono troppo lontani da questo mondo per capire realmente cosa sia la F1 (anche se Michael è figlio di Mario e lui stesso ha provato nel '93 con la Mclaren).

    • Like 1
  6. Esempi a Montecarlo di quel tipo ce ne sono diversi, dato che è proprio un circuito particolare: mi vengono in mente le difficoltà di Prost con Berger nel 1988 (ci mise diversi giri a passarlo), e la strenua difesa di Scheckter nei confronti di un  arrembante Regazzoni nel 1979.

  7. 52 minuti fa, Osrevinu ha scritto:

    Monte Carlo con le macchine attuali così larghe è solo una perdita di tempo, diventa interessante solo se viene a piovere. Infatti l'ultima gara decente a Monte Carlo è stata quella del 2016.

     

    Implicitamente ammetti che il problema sono le macchine, e, indirettamente, i regolamenti. I tracciati dei circuiti non hanno responsabilità delle problematiche della F1 attuali.

     

    16 minuti fa, BurgerChrist ha scritto:

    Ebbi una discussione su Reddit, dopo la SQ di Monza, con un tipo il cui ragionamento era: "Monza è un tracciato di merda perchè non si sorpassa, quindi ben venga la SQ che, almeno, ci vediamo due partenze!". Io gli chiesi se sapesse perchè a Monza non si riesce più a sorpassare e lui mi elencò tutti i motivi che su questo forum ci ripetiamo ormai da anni. Allora gli dissi: "Scusa, tu hai ben presenti le ragioni della mancanza dei sorpassi, eppure la tua soluzione consiste in una partenza in più e nel dire che Monza è una pista di merda!"

    Inutile dire che mi subissarono di downvote. Ormai sono lobotomizzati! E ho sempre più paura se penso al sondaggione...

    Probabilmente ha ripetuto a pappagallo dopo aver letto da qualche parte, magari anche qui.

     

     

    • Like 1
  8. Quello del 1980 fu un caso unico. Riguardo la cattiva gestione di Monza posso anche essere d'accordo ma se dovesse essere esclusa non penso si tratti di un paio d'anni, quanto, piuttosto di un paio di lustri, come successo alla stessa Imola.

    Inoltre, per quanto le gare lì siano poco spettacolari si tratta pur sempre di un circuito storico, analogamente a Montecarlo.

    • Like 2
  9. 4 ore fa, KingOfSpa ha scritto:

    Per 20 anni la f1 è stata tranquilla. L'unico caso grave fu quello di Massa.

    Come mai in neanche un anno abbiamo avuto 2 incidenti così gravi?

    Senza dimenticare anche altri casi in cui l'halo ha contribuito.

     

     Non dimenticherei Bianchi, anche se con una dinamica particolare.

     

    3 ore fa, sundance76 ha scritto:

    In realtà è circa un trentennio che i piloti si sentono molto sicuri e fanno manovre che fino agli anni '80 erano del tutto fuori discussione perché come minimo si andava all'ospedale. Ci fu la fase degli incidenti '94, ma fu davvero un'anomalia che peraltro innescò ulteriori processi volti alla sicurezza attiva e passiva. 

    Forse inconsciamente i piloti sanno di essere molto sicuri in queste vetture, e quindi spostano il limite dell'aggressività sempre un po' più in là.

     

     Semplificando molto questa è una generazione playstation.

×
×
  • Create New...