Jump to content

maxreeno

Appassionati
  • Content Count

    25
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

maxreeno last won the day on November 9 2018

maxreeno had the most liked content!

Community Reputation

85 Neutrale

1 Follower

About maxreeno

  • Birthday 09/07/1954

Informazioni di Profilo

  • From
    Array
  • Following F1 since
    Array
  • Driver
    Array
  • Former Driver
    Array
  • Team
    Array
  • Track
    Array
  • Best Race
    Array

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Complimenti per la analisi puntuale, senza la quale forse molta gente si sarebbe fermata alle prime sensazioni viste in tv (e parlo di TV8 per chi non ha Sky con le altre viste particolari). Nella sfida si è smarrito l'obiettivo principale che nella fattispecie secondo me è (o almeno dovrebbe essere) salvaguardare il risultato di squadra (leggasi "di chi ti paga lo stipendio milionario"). Detto ciò, un pilota è una "animale da gara" che non molla mai anche quando la ragione te lo consiglierebbe (come in questo caso). Poi ci sono il carattere di ognuno e l'orgoglio, che spesso non è un buon consigliere. Tutte le considerazioni fatte nell'articolo sono condivisibili e contribuiscono a chiarire tutti gli aspetti della faccenda. Salomonicamente, posso dire: "chi è causa del suo male, pianga se stesso" (e qui sono in 3, squadra e piloti).
  2. Ogni parere è degno di rispetto, ma leggendo quanto scritto in questo forum, mi viene da dire qualcosa. Ammesso e non concesso che le cose siano andate così, che la Ferrari sia migliorata si ma non poi così tanto, che la Mercedes abbia ridotto la potenza del motore per non rischiare rotture, che la Red Bull abbia scontato comportamenti errati dei piloti o eventi sfortunati in pista, mi viene da dire: e allora ??? Da sempre nello sport si vince o perde sia per i miglioramenti tuoi sia per cali o errori o sfortuna degli altri; io non mi scandalizzerei per questo e, detto sinceramente, neanche mi piace il solito modo "all'italiana" di denigrare i risultati dei nostri. Se non si vince con 30 secondi di distacco, non fai il record sul giro in gara e/o una Pole Position strabiliante in qualificazione, la tua vittoria non vale poi molto e si cercano concause per diminuirne ulteriormente il valore. Perché non si può parlare di vittoria "eclatante di Ferrari" se ne vinci 2 di seguito dopo quasi 6 anni in cui Mercedes ha vinto 88 gare su 118, con "solo" 178 podi, senza contare le innumerevoli Pole e i giri veloci. Secondo l'opinione di uno che le corse le segue da quasi 60 anni e ne ha viste di tutti i colori, sarebbe meglio gioire e godersi le vittorie o le belle gare anche senza risultato finale, perché sempre sono frutto in gran parte di passione, abilità, competenza, lavoro e perché no, anche fortuna.
  3. Condivido pienamente le osservazioni sulla "Ferrari sbagliata". Leclerc mi piace un sacco come guida, ma un po' meno quando pretende privilegi inesistenti, specie quando la strategia è orientata a favorire il risultato "di squadra" e non di un singolo pilota (visto che oramai la lotta al titolo piloti è andata), anche se si tratta del personaggio del momento, anche se si tratta del miglior talento scoperto dalla Ferrari da un'enormità di anni, anche se ha fatto più pole di Hamilton quest'anno, anche se…….. Che Charles sia un "vincente" (come Verstappen) è indiscusso e capisco che gli atteggiamenti un po' sopra le righe fanno parte del carattere del vincente (vedasi Senna, Prost, Schumacher e lo stesso Hamilton, solo per citarne alcuni). Ma da "ferrarista anziano" capisco una cosa sola; il podio è: 1° Ferrari, 2° Ferrari, 3° Ferrari
  4. Ovviamente mi associo a quanto scritto dai tantissimi entusiasti del lavoro di Sauro. La qualità dei disegni è tale che ogni volta l'entusiasmo raddoppia e questa volta ha fatto raddoppiare anche qualche lettera di troppo nel cognome del Maestro Disegnatore . Ciao Sauro, grazie e non fermarti. Marino
  5. Come ho detto, questa e tutte le altre mie monoposto, sono libere interpretazioni senza pretesa di riprodurre l'esatta realtà ed in cui, numeri di gara, decals pubblicitarie, particolari del motore, del telaio ed aereodinamici possono non corrispondere. Mi è sembrata comunque una iniziativa interessante per gli appassionati.
  6. Versione personale della Realpha RE1 con motore AlfaRomeo 1500cc, che avrebbe dovuto debuttare al GP del Sudafrica del 1965, ma il pilota Ray Reed sfortunatamente morì alcune settimane prima. Il disegno deriva da una F1 di Sauro Torreggiani, liberamente modificata e integrata
  7. Versione della monoposto F1 olandese Arno, del 1973, realizzata partendo da una delle magnifiche F1 di Sauro Torreggiani, liberamente modificata ed integrata. Questa monoposto non ha mai corso in F1 e l'intenzione successiva è stata di correre in F.5000, ma non ho riscontri.
  8. Versione personale della EuroBrun ER188B del 1989 di Sauro Torreggiani, con livrea alternativa.
×
×
  • Create New...