Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'fia'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM
  • Motorsport
    • Formula 1
    • Formula 2
    • Formula 3
    • Indycar Series
    • Formula E
    • WEC
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Endurance | GT
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altro Motorsport
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Piloti
    • Circuiti
    • Altre Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

  1. Pronti? https://www.extreme-e.com/
  2. Una novità assoluta del 2019 sono i FIA Motorsport Games, una specie di olimpiade dei motori. La sede scelta per la prima edizione è l'autodromo di Vallelunga, che dal 1° al 3 novembre ospiterà le gare di sei discipline: GT, Turismo, Formula, Digital, Karting Slalom e Drifting. La corsa riservata alle vetture GT non sarà altro che la seconda edizione della FIA GT Nations Cup, già andata in scena lo scorso anno in Bahrain. Ogni nazionale schiererà un equipaggio da due piloti, si svolgeranno due sessioni di libere e una di qualifica e successivamente due gare di qualifica che definiranno la griglia della finale. Tutte le gare avranno durata di un'ora. Per la corsa Turismo sono state ovviamente scelte le vetture TCR. Format simile alle GT: due libere, una qualifica in due sessioni (sulla falsariga del mondiale), gara di qualifica da 25' + 1 giro e finale da 30' + 1 giro. La gara delle Formula si terrà con le Formula 4. Per l'occasione, vedrà la luce una vettura tutta nuova: trattasi della KCMG 01, la prima monoposto di Formula 4 dotata di Halo e motore ibrido. Anche la Formula 4 dopo le libere e le qualifiche correrà una gara di qualifica da 20 minuti e una finale da 30. Per quanto riguarda la gara Digital il gioco prescelto è Gran Turismo Sport, su Playstation 4. Ogni nazionale schiererà un pilota. Ci saranno tre sessioni di prove libere, una di qualifiche e poi la gara finale. Format analogo per Drifting e Karting Slalom: prove libere, qualifiche, fase a eliminazione e finali. Un pilota per nazione nella prima disciplina, due nella seconda. Questo il programma:
  3. vista la presenza di Mick Schumacher direi di aprire il 3d sulla stagione 2015 dell'ADAC Formula 4, oltre a lui presenti tre ragazze (Schreiner, Halder e Niederhauser) e Harrison Newey figlio di Adrian Calendario 24-27 aprile Oschersleben 5-7 giugno Red Bull Ring 19-21 giugno Spa-Francorchamps 3-5 luglio Lausitzring 14-16 agosto Nurburgring 28-30 agosto Sachsenring 11-13 settembre Oschersleben 2-4 ottobre Hockenheim lista piloti Neuhauser: 1 Kim Luis Schramm, 2 Tim Zimmerman Mà¼cke: 3 Benjamin Mazatis, 4 Robert Shwartzmann, 5 David Beckmann, 6 Mike Ortmann, 12 Tommy Preining Motopark: 7 Joel Eriksson, 8 Jannes Fitje, 9 Jonathan Cecotto, 10 Michael Waldherr Team Timo Scheider: 11 Leon Wippersteg, 46 Mauro Auricchio Piro Sports: 13 Cedric Piro, 34 Toni Wolf, 35 Carrie Schreiner Jenzer: 14 Moritz Mà¼ller-Crepon, 15 David Kolkmann, 16 Marek Bà¶ckmann, 17 Ricardo Seller SMG Swiss: 18 Giorgio Maggi, 19 Mattia Drudi, 20 Nikolaj Rogivue Michelle Halder Team: 21 Michelle Halder Lechner: 22 Florian Janits, 66 TBA Race Performance: 23 Alain Valente, 55 Marilyn Niederhauser Robin Brezina Team: 24 Robin Brezina van Amesfoort: 25 Mick Schumacher, 26 Harrison Newey, 36 Joey Mawson HTP Junior: 27 Marvin Dienst, 28 TBA Yan Leon Shlom Team: 31 Yan Leon Shlom Prema: 32 Zhou Guan Yu, 99 Ralf Aron RS Competition: 33 Jan Jonck, 44 Glen Rupp Engstler: 38 Luca Engstler Provily: 77 Job van Uiter
  4. Non c'è ancora un calendario definitivo per il 2019, ma abbiamo già un pilota ufficializzato. Nobuharu Matsushita torna nella categoria cadetta con Carlin. Questa settimana si svolgeranno i primi test ad Abu Dhabi.
  5. Non siamo riusciti a risparmiarci il peggio.
  6. Stagione di grandi rivoluzioni regolamentari, con le vetture che subiranno un profondo rinnovamento dal punto di vista dell'aerodinamica. Senza la dominante Volkswagen, il pronostico è apertissimo con il campione Sébastien Ogier che ha provato sia la Toyota Yaris che la Ford Fiesta. Proprio Toyota sarà il grande cavallo di ritorno nel WRC, dopo una lunghissima pausa che durava ormai dalla conclusione della stagione 1999, nella quale la Casa giapponese vinse il titolo costruttori con Didier Auriol e Carlos Sainz: i due piloti alla guida delle Yaris saranno Juho Hänninen ed Esapekka Lappi, con un'eventuale terza vettura a disposizione proprio di Ogier. Quest'ultimo però, come detto, ha testato anche la Ford del team M-Sport, che ha già confermato il pur deludente Éric Camilli. Con la conferma dei roster di Hyundai e Citroën (che utilizzerà la nuova C3 al posto della DS3), rimane incerto anche il futuro delle altre due "vittime" dell'improvviso ritiro di Volkswagen: Andreas Mikkelsen e Jari-Matti Latvala, dei quali non si hanno più notizie proprio dal giorno del ritiro del marchio di Wolfsburg. Infine, le WRC in specifica 2011-2015 faranno parte del WRC Trophy, qualora presenti. Altra novità importante riguarda l'ordine di partenza delle prove speciali dopo le polemiche di quest'anno. L'ordine di partenza seguirà la classifica di campionato solo nella prima giornata, mentre nelle seguenti si invertirà la classifica generale del rally (per quanto riguarda la classe principale) al termine di ogni tappa. I team e i piloti confermati sono attualmente questi: Hyundai World Rally Team, Hyundai i20: Thierry Neuville, Hayden Paddon, Daniel Sordo M-Sport World Rally Team, Ford Fiesta: Éric Camilli, Sébastien Ogier? Mads Østberg? Elfyn Evans? Citroën World Rally Team, Citroën C3: Kris Meeke, Craig Breen, Stéphane Léfèbvre, Khalid Al Qassimi DMACK World Rally Team, Ford Fiesta: ??? Toyota Gazoo Racing, Toyota Yaris: Juho Hänninen, Esapekka Lappi, Sébastien Ogier? Proprio oggi, all'interno del Consiglio Mondiale FIA, è stato deliberato il calendario. Torna la Polonia, esce definitivamente la Cina: 20-22 gennaio Montecarlo 10-12 febbraio Svezia 10-12 marzo Messico 7-9 aprile Corsica 20-30 aprile Argentina 19-21 maggio Portogallo 9-11 giugno Sardegna 30 giu-2 lug Polonia 28-30 luglio Finlandia 19-20 agosto Germania 6-8 ottobre Spagna 27-29 ottobre Galles 17-19 novembre Australia
  7. Calendario 2018: Polonia out, si torna in Turchia
  8. Alla fine del 1992, la FIA decide di dare una riordinata anche al panorama dei campionati Turismo, proponendo la formula utilizzata dal campionato britannico già dal 1990. Nasce a tutti gli effetti la “FIA Class 2”, o Superturismo appunto. Le specifiche tecniche di queste auto sono: 4 metri e 20 di lunghezza minima, quattro porte, motori 2.0 V6 aspirati, 2500 modelli minimi per l’omologazione. La categoria avrebbe segnato il resto degli anni ’90: la Class 2 ha successo da subito in Italia, Francia, Portogallo, Sudafrica e Australia, oltre ovviamente alla Gran Bretagna, e la FIA crea persino la Coppa del Mondo in gara unica a fine anno per riunire tutti i piloti più forti del globo. Il nuovo regolamento attira una miriade di Case ufficiali, che gareggiano direttamente oppure si affidano a strutture esterne, comunque molto vicine al marchio. Nel 1993, il campionato britannico conta qualcosa come venti auto ufficiali in griglia spartite tra Renault, Toyota, Vauxhall, Ford, BMW, Peugeot, Nissan e Mazda. Dopo un estenuante duello, “Smokin’ Jo” Winkelhock su BMW 318i (gestita dal team Schnitzer) ha la meglio sul compagno di squadra Steve Soper. Joachim Winkelhock, BMW 318i, Schnitzer Motorsport Alain Menu (Renault 19, GB Motorsport), Jeff Allam (Vauxhall Cavalier, Dave Cook Racing) e Robb Gravett (Peugeot 405, Peugeot Talbot Sport) Ma anche in Italia la competizione è accesa. I marchi impegnati sono meno, ma la sostituzione delle Gruppo A con le Class 2 permette l’entrata di Peugeot e Volkswagen in forma ufficiale, oltre alla conferma di Alfa Romeo e BMW. Anche la serie tricolore si decide al fotofinish, con Roberto Ravaglia (BMW del team CiBiEmme) campione su Fabrizio Giovanardi che guida la Peugeot 405 ufficiale. Alfa Romeo, dominatrice dell’ultimo campionato Gruppo A con Nicola Larini, affina durante l’anno la sua 155 TS con Tarquini, Morbidelli e Tamara Vidali alla guida. Roberto Ravaglia, BMW 318i, CiBiEmme Engineering Fabrizio Giovanardi, Peugeot 405, Peugeot Talbot Sport In Francia invece debutta l’Audi, allorché in Germania vi è già l’imponente figura del DTM, con il titolo vinto da Frank Biela sul modello 80 a trazione integrale. Frank Biela, Audi 80 Quattro, ROC (foto del 1992) Il 17 ottobre, a Monza, si disputa la prima edizione della Coppa del Mondo. L’Italia schiera una folta pattuglia di piloti: Capelli, Giovanardi, Larini, Modena, Nannini, Pirro, Ravaglia e Tarquini. Entrambe le manche vanno però al neozelandese, terzo nel BTCC, Paul Radisich, sulla Ford Mondeo gestita dalla scuderia di Andy Rouse. Nicola Larini è secondo assoluto, nonostante avesse passato il 1993 nel DTM, vincendo il campionato. Paul Radisich, Ford Mondeo, Andy Rouse Racing
  9. Ieri il Consiglio Mondiale FIA ha diramato il calendario della Formula 3 europea 2018. Sarà l'ultima stagione del campionato continentale prima della fusione con la GP3. 12-13 maggio Pau 2-3 giugno Hungaroring 23-24 giugno Norisring 14-15 luglio Zandvoort 27-28 luglio Spa-Francorchamps 18-19 agosto Silverstone 25-26 agosto Misano 8-9 settembre Nürburgring 22-23 settembre Red Bull-Ring 13-14 ottobre Hockenheim Per quanto riguarda i piloti, attualmente sono arrivate solo le ufficialità di Dan Ticktum e Fabio Scherer con il team Motopark.
  10. until
    World RX Of Portugal Domenica, 29.04.2018. 14:00h https://www.portugalrx.com
  11. Con il 2017 si apre una nuova era, dopo 18 anni scompare dalle scene il marchio Audi e chi rimarrà dovrà inevitabilmente colmare un grande vuoto. Le prospettive però sembrano essere buone: Porsche e Toyota dovrebbero schierare una terza vettura almeno per Spa e Le Mans, mantenendo così le sei LMP1 ufficiali viste quest'anno. I nuovi regolamenti sui motori ibridi sono stati rinviati al 2020, in modo da dare opportunità a qualche Casa nuova di entrare nella serie dal 2018, qualora volesse, e per dare anche un po' più di stabilità ad un mondo che nel 2016 è stato decisamente sconquassato. Per quanto riguarda le non-ibride, queste dovrebbero divenire più competitive con un peso minimo abbassato, un'aerodinamica maggiorata e cilindrata del motore libera: il problema sono le vetture in pista, poiché col ritiro della Rebellion R-One al momento rimarrebbe la sola ByKolles, in attesa del progetto BR Engineering per il 2018. Novità assoluta per quanto riguarda le LMP2: le vetture viste fino a quest'anno saranno accantonate per dare spazio a nuovi prototipi dotati di motore unico Gibson 4.0 da 600 cavalli. Quattro i costruttori ammessi alla costruzione dei telai: Oreca, Ligier, Dallara e Riley. Questo porterà ad una riduzione dei costi, speriamo anche al mantenimento del buon numero di macchine viste in griglia quest'anno. Nella GTE si assisterà al ritorno in veste ufficiale di Porsche, con la nuova versione della 911 RSR. I nuovi regolamenti 2016 arriveranno anche nella classe Am, che quindi manderà definitivamente in pensione le vecchie GTE, ultima emanazione della gloriosa categoria GT2. Già annunciato anche il debutto di BMW a partire dal 2018, con l'aggiunta forse di un altro marchio del Gruppo Audi-VW (Lamborghini o addirittura proprio Audi). Questo il calendario, che come già detto vedrà i test collettivi a Monza il 24 e 25 marzo: 16 aprile Silverstone 6 maggio Spa-Francorchamps 17-18 giugno Le Mans 16 luglio Nürburgring 3 settembre Città del Messico 16 settembre Austin 15 ottobre Fuji 5 novembre Shanghai 18 novembre Sakhir Sulle squadre e sui piloti c'è ben poco da dire, perché si sono fatte solo tante congetture ed ipotesi. Una lista primitiva suona all'incirca così: LMP1: Porsche Racing, Porsche 919 Hybrid: Bernhard/Hartley/Tandy? - Jani/Lotterer/Bamber? Toyota Racing, Toyota TS050 Hybrid: Buemi/Davidson/Nakajima - Conway/Kobayashi/López? Team ByKolles, CLM P1/01: Kubica? LMP2: Signatech Team, Oreca 07?: Lapierre?/??? Morand Racing, Ligier JSP217?: ??? G-Drive Racing?, Oreca 07?: Rusinov?/??? Extreme Speed Motorsports, Ligier JSP217?: ??? Manor Racing, Oreca 07?: ??? DC Racing, Oreca 07?: ??? Rebellion Racing, Oreca 07: ??? GTE-Pro: Aston Martin Racing, Aston Martin Vantage: Sørensen? Thiim? Lynn? Turner? AF Corse, Ferrari 488: Bruni - Calado? Bird? Rigon? Chip Ganassi Racing, Ford GT: ??? Porsche Racing, Porsche 911 RSR: Lieb? Dumas? Vanthoor? GTE-Am: AF Corse, Ferrari 488: ??? Proton Competition, Porsche 911 RSR: ??? Aston Martin Racing, Aston Martin Vantage: Dalla Lana? Lamy? Larbre Compétition, Corvette C7R?: ??? KCMG, Porsche 911 RSR: ??? Gulf Racing, Porsche 911 RSR: ???
  12. Visto che il WRX è in espansione ho deciso di aprirgli il 3d dedicato, di seguito descrizione: Il Rallycross è stato inventato da Robert Reed, che è stato il produttore mondiale dei programmi sportivi di ITV. Il primo evento ha avuto luogo presso Lydden Hill il 4 febbraio nel 1967, dove è diventato rapidamente un punto fermo del sabato pomeriggio sportivo del Regno Unito sia con ITV che con BBC. La popolarità del Rallycross si diffuse ben presto, con il primo evento sul continente europeo che si tenne in Olanda nel 1969 e con il debutto due anni più tardi sul suolo scandinavo in Svezia. Il campionato del mondo Rallycross FIA presentato da Monster Energy è stato inaugurato nel 2014 in Portogallo. Il Rallycross è una combinazione di rally e gare su circuito. E una gara corta testa a testa su superfici miste (sterraro e asfalto) in un circuito. i piloti di alto profilo sono dotati di RX Supercars con oltre 600bhp e la capacità di accelerare da 0-60 mph in meno di due secondi (più veloce di una vettura di F1), caratteristica delle gare di Rallycross è l'obbligo dei piloti di fare un Joker Lap cioè un giro su una parte del circuito più lunga o più lenta. Esempio del circuito dell'Hockenehim. Formato di gara Ogni evento è costituito da una sessione di prove libere, quattro manche di qualificazione a tempo, due semifinali e una finale, nelle quattro manche di qualificazione gareggiano un massimo di 5 vetture per 4 giri, mentre nelle semifinali e nella finale gareggiano 6 vetture per 6 giri. Qualifiche 1 (Q1). le posizioni di partenza nelle gare sono determinate da un sorteggio effettuato prima della qualifica. Qualifiche 2-3-4 (Q2-Q3-Q4). le posizioni di partenza (miste) nelle gare sono determinate secondo la classifica a tempo della precedente manche di qualificazione. La classificazione si basa sul tempo del pilota, non in base alla posizione dopo una gara. I 12 top driver sono quindi qualificati per le semifinali, i top 3 delle due semifinali avanzano alla finale. Punti Campionato Il pilota che segna più punti nelle tre fasi della manifestazione viene dichiarato vincitore dell’evento. I primi 16 piloti dopo le quattro manche di qualificazione vanno a punti, da 16 punti per il 1°, fino a un punto per il 16° posto. In entrambe le semifinali si va dai 6 punti per il vincitore agli uno per il 6° posto. Il punteggio per la finale è il seguente: 1°: 8 punti 2°: 5 punti 3°: 4 punti 4°: 3 punti 5°: 2 punti 6°: 1 punto Il punteggio massimo in un evento è di 30 punti (16 + 6 + 8). Tutti i punteggi fatti nell’evento si sommano nella classifica mondiale. Record vittorie Piloti Petter Solberg, NOR 9 Mattias Ekström, SWE; Andreas Bakkerud, NOR 6 Timmy Hansen, SWE 5 Johan Kristofferson, SWE; Toomas Heikkinen, FIN; Davy Jeanney, FRA 2 Reinis Nitišs, LET; Sebastien Loeb, FRA; Tanner Foust, USA; Robin Larson, SWE; Kevin Eriksson, SWE 1 Costruttori Citroen e Ford 9 Peugeot e Audi 8 Volkswagen 5 Risultati finali ultime stagioni 2014 - 1. Petter Solberg 2. Toomas Heikkinen 3. Reinis Nitišs. Team vincitore Olsbergs MSE, Ford Fiesta ST 2015 - 1. Petter Solberg 2. Timmy Hansen 3. Johan Kristofferson. Team vincitore: Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208 2016 - 1. Mattias Ekström 2. Johan Kristofferson 3. Andreas Bakkerud. Team vincitore: EKS RX, Audi S1
  13. Presentato oggi anche il calendario della Formula 3 europea 2017, che cercherà di ritrovare la bussola perduta quest'anno con un grande calo di partecipanti: dalle 35 macchine che in media avevano corso nel 2015, quest'anno si è andati di poco sopra le 20 complice anche diverse débâcle della categoria in generale durante lo stesso 2015 (Monza, per fare un esempio). L'alto livello visto nelle Formula 4 nazionali durante il 2016 suggerisce di conseguenza un campionato di Formula 3 più interessante nella prossima stagione. Già annunciata la presenza di Mick Schumacher, promosso da Prema, quasi sicuramente ci sarà anche il campione tedesco Joey Mawson che al Nürburgring ha provato con van Amersfoort. Questo il calendario, che vedrà a sorpresa proprio il ritorno di Monza. Qualche data ancora da definire, così come il luogo dove la stagione avrà inizio (si sa solo che sarà in Gran Bretagna): ??? ??? ??? Monza 20-21 maggio Pau 3-4 giugno Zandvoort 24-25 giugno Norisring 28-29 luglio Spa-Francorchamps 19-20 agosto Hungaroring 9-10 settembre Nürburgring ??? Red Bull-Ring 14-15 ottobre Hockenheim Team e piloti presenti negli ultimi test del Nürburgring, più qualche rumour: Prema Powerteam, Mercedes: Callum Ilott, Mick Schumacher, Guanyu Zhou? Ralf Aron? Maximilian Günther? Tadasuke Makino? Hitech Grand Prix, Mercedes: Nikita Mazepin? David Beckmann? Ralf Aron? Motopark Academy, Volkswagen: Lando Norris? Joel Eriksson? Van Amersfoort Racing, Mercedes: Joey Mawson? Kami Laliberté? Harrison Newey? Mücke Motorsport, Mercedes: ??? Carlin Motorsport, Volkswagen: ??? Threebond with T-Sport?, NBE?: ??? Fortec Motorsport?, ???: Jehan Daruvala? Double R Racing?, ???: Daniel Ticktum?
  14. Annunciata la prima bozza di calendario per la nuova stagione. Tanta roba, devo dire, a parte le date che sono ancora un po' così. 9 ottobre Hong Kong 12 novembre Marrakech 28 gennaio Città del Messico 25 febbraio Buenos Aires 25 marzo Long Beach 22 aprile Singapore 13 maggio Montecarlo 27 maggio Parigi 10 giugno Bruxelles 24 giugno Berlino 15-16 luglio Montréal 29-30 luglio New York
  15. Apro questo thread per parlare del nuovo sistema di ottenimento della Superlicenza, entrato in vigore quest'anno. La FIA ha deciso per un sistema a punti, che non sono cumulativi bensì hanno "durata" di tre anni. Per ottenere la Superlicenza bisogna avere, oltre al limite minimo di 18 anni da compiere nell'anno in corso, almeno 40 punti secondo il sistema qui sotto: Sistema ampiamente discutibile. 1) Innanzitutto, volendo considerare la IndyCar come una massima formula per monoposto, questa dovrebbe avere a sua volta un sistema di superlicenza, cosa che invece non ha, permettendo a piloti inadeguati di corrervi ugualmente. Di conseguenza, una superlicenza IndyCar dovrebbe permettere di correre anche in Formula 1, in maniera automatica. 2) Assurda la scelta di considerare la Formula Renault 3.5 al pari della GP3 e al di sotto della Formula 3 e della GP2 (e analogo discorso per la Formula 2.0). A questa scelta, tuttavia, Renault potrebbe rimediare "rientrando dalla finestra", dato che potrebbere trasformare la sua categoria regina nella terza versione della Formula 2, che potrebbe prendere il via nel 2016 e di cui all'interno della FIA dovrebbero parlare intorno al mese di agosto. Anche se a quel punto, con la Formula 2, la GP2 e la GP3 non avrebbero più ragione d'essere (opinione personale). 3) Strana la decisione di inserire nel punteggio FIA la LMP1, tralasciando invece il DTM. La LMP1 quest'anno ha introdotto il nuovo sistema di attribuzione della categoria per i piloti, la massima "formula" per i prototipi prevede infatti che solo piloti "platinum" o "gold" possano corrervi, a sua volta una specie di superlicenza. Inoltre, risulta difficile che un pilota passi dal WEC alla Formula 1, quanto piuttosto il contrario. Più probabile sarebbe invece un passaggio dal DTM alla Formula 1, pensando anche al nome di Pascal Wehrlein, che comunque possiede già la superlicenza in quanto terzo pilota Mercedes. Caso diverso per il WTCC, che sta affrontando un periodo di ricambio generazionale molto spinto dal promoter Franà§ois Ribeiro, a scapito di piloti più "stagionati" (vedi Thompson) letteralmente silurati per direttissima dall'organizzazione stessa. Ne consegue che il WTCC possa diventare a sua volta luogo di approdo per giovani magari meno ricchi, che non possono permettersi una carriera di successo sulle monoposto. Ad ogni modo, tra i piloti non in possesso di una superlicenza possono accedere direttamente alla Formula 1 coloro che si piazzano tra i primi tre in Formula 2, tra i primi due in GP2 oppure che vincono la Formula 3, il WEC o la IndyCar. Per quest'anno, la superlicenza a punti avrebbe premiato Palmer, Vandoorne, Ocon, Buemi, Davidson, Lotterer e Power (di questi, solo quest'ultimo non ne è in possesso). Il sistema in sé è buono, per creare più "selezione" sia tra i piloti titolari sia tra i test driver stessi, ma il punteggio va un pochino rivisto. Vedremo nei prossimi anni che effetto avrà sulla Formula 1.
  16. Il WEC giunge alla quinta edizione dopo una stagione dominata in lungo ed in largo dalla Porsche. La Casa di Weissach ha annunciato tuttavia il ritiro della squadra ufficiale dalla categoria GTE-Pro, lasciando spazio alla Proton Competition. Prenderà il suo posto la Ford, con le nuovissima GT che saranno portate in pista dal team di Sabates (e alle quali, a Le Mans, si aggiungeranno quelle del team Ganassi): definiti i piloti che correranno negli USA, per il WEC ancora si rincorrono voci molto lontane, la più definita attualmente è quella riguardante il tre volte vincitore del WTCC, Andy Priaulx. Sempre in tema GT, nella classe Pro entrerà in vigore il nuovo regolamento tecnico, al quale risponderanno le nuove Ferrari 488 e Aston Martin Vantage. Verosimilmente invariate le altre squadre ufficiali, almeno nella LMP1, con l'unica vera incertezza a proposito del sostituto di Wurz sulla nuova Toyota TS050. Curiosità, inoltre, per il destino della Nissan dopo il tragico fallimento dell'ultima 24 Ore. LMP1: Porsche Racing, Porsche 919 Hybrid: Bernhard/Hartley/Webber, Dumas/Jani/Lieb Joest Racing, Audi R18 e-tron Quattro: Fässler/Lotterer/Tréluyer, di Grassi/Duval/Jarvis Toyota Racing, Toyota TS050 Hybrid: Buemi/Davidson/Nakajima, Conway/Sarrazin/Bird? Kobayashi? Lynn? Nissan Motorsport, Nissan GTR-LM: ??? Rebellion Racing, Rebellion R-One: ??? Team ByKolles: CLM P1/01: ??? LMP2: G-Drive Racing, Ligier JSP2: ??? KCMG: Oreca 05: ??? Signatech Team, Alpine A450b: ??? Team Sard Morand, Morgan LMP2 Evo: ??? Greaves Motorsport, Gibson 015S? Ligier JSP2?: ??? GTE-Pro: AF Corse, Ferrari 488: ??? Aston Martin Racing, Aston Martin Vantage: ??? Sabates Racing, Ford GT: Andy Priaulx?/???, ??? Proton Competition, Porsche 911 RSR: ??? GTE-Am: SMP Racing, Ferrari 458 Italia: ??? AF Corse, Ferrari 458 Italia: ??? Aston Martin Racing, Aston Martin Vantage: ??? Dempsey Racing, Porsche 911 RSR: ??? Larbre Compétition, Corvette C7R: ??? Il calendario vedrà la sola entrata della 6 Ore di Città del Messico: 17 aprile Silverstone 7 maggio Spa-Francorchamps 18-19 giugno Le Mans 24 luglio Nürburgring 4 settembre Città del Messico 17 settembre Austin 16 ottobre Fuji 6 novembre Shanghai 19 novembre Sakhir
  17. Con il momentaneo abbandono di Citroën annunciato oggi, il WRC perde una Casa ufficiale in vista del 2016. Rimangono dunque le sole Volkswagen e Hyundai, ma già dal 2017 con il ritorno del Double Chevron e di Toyota la situazione sarà già migliore. Continua la caccia a Sébastien Ogier, apparso quest'anno sempre più inarrestabile, con Latvala e Mikkelsen che dovranno riuscire nell'impresa praticamente impossibilie di batterlo a parità di vettura, l'invincibile Polo. Hyundai d'altro canto sembra intenzionata a spingere la rivelazione del 2015, il neozelandese Hayden Paddon, dopo avere praticamente spaccato la squadra a svantaggio di Thierry Neuville. Sul belga ha già messo gli occhi Yves Matton, che lo vuole sulla nuova C3 tra due anni. Notizia di oggi anche il possibile ritorno di Østberg con Ford. Ancora da definire, comunque, se le DS3 ex-ufficiali saranno comunque impegnate in gara o meno. Volkswagen Motorsport, Volkswagen Polo R: Sébastien Ogier, Jari-Matti Latvala, Andreas Mikkelsen Hyundai Motorsport, Hyundai i20: Thierry Neuville, Daniel Sordo, Hayden Paddon M-Sport World Rally Team, Ford Fiesta: Mads Østberg? Elfyn Evans? Ott Tänak? ???, Citroën DS3: Kris Meeke? Mads Østberg? Pochi cambiamenti nel calendario, con il Rally di Cina che rientrerà nel calendario mondiale dopo l'edizione 1999 vinta da Didier Auriol. Il campionato non verrà più chiuso dal Galles ma dall'Australia. 22-24 gennaio Monaco 12-14 febbraio Svezia 4-6 marzo Messico 22-24 aprile Argentina 20-22 maggio Portogallo 10-12 giugno Italia 1-3 luglio Polonia 29-31 luglio Finlandia 19-21 agosto Germania 9-11 settembre Cina 30 settembre-2 ottobre Francia 14-16 ottobre Spagna 28-30 ottobre Gran Bretagna 18-20 novembre Australia
  18. Direi di aprire una discussione specifica sulla Formula E, dato che purtroppo o per fortuna (punti di vista) la stagione inaugurale sta prendendo corpo con calendario e primi piloti annunciati. La copertura televisiva sarà offerta da Fox Sports, dunque le gare saranno visibili anche in Italia. Calendario: 13 settembre Pechino 18 ottobre Putrajaya 13 dicembre Punta del Este 10 gennaio Buenos Aires 14 febbraio ??? 14 marzo Miami 4 aprile Los Angeles 9 maggio Montecarlo 30 maggio Berlino 27 giugno Londra Molti nomi hanno dato disponibilità per disputare il campionato, al momento solo quattro sono stati ufficializzati. Team e squadre: Andretti: ??? Abt: Daniel Abt - Lucas di Grassi China: ??? Dragon: ??? Drayson: ??? DAMS: ??? Mahindra: ??? Super Aguri: ??? Venturi: ??? Virgin: Jaime Alguersuari - Sam Bird
  19. Anteprima 6h di Silverstone
  20. La quarta edizione del WEC, che scatterà il 12 aprile da Silverstone, vedrà un notevole ampliamento del parco piloti soprattutto nella classe regina, la LMP1. Annunciato infatti l'arrivo della Nissan, che tra i suoi piloti dovrebbe annoverare Nicolas Lapierre, appena scaricato dalla Toyota. Quest'ultima, neo-campionessa, sostituirà molto probabilmente il francese schierando a tempo pieno Mike Conway, che lascia così la IndyCar. Confermato lo schieramento della Porsche, che porterà in pista una terza 919 per le gare di Spa e Le Mans, affidata a tre piloti dei quali uno sarà Nico Hà¼lkenberg. Anche Audi dovrebbe confermare la maggior parte dei suoi drivers, con curiosità su chi sarà l'erede di Tom Kristensen. Specialmente nel 2013 si era parlato di vari progetti per costruire dei nuovi prototipi, ma poche notizie sono pervenute durante l'ultima stagione, dunque è probabile che le LMP1 non ibride rimarranno le Rebellion e la Lotus. Attesa anche per la LMP2, sperando che anche qui il parco macchine si ampli dopo la moria di auto viste quest'anno. Importante cambiamento anche nelle classi GT. Dal 2015 i piloti (anche delle LMP, ma questa regola interessa soprattutto la distinzione tra GTPro e GTAm) saranno riassegnati in categorie in base all'età e alle prestazioni in carriera, sistema che verrà poi aggiornato in base ai risultati ottenuti durante l'anno e al ritmo di gara tenuto. Qui l'elenco completo: http://www.omnicorse.it/files/8479_Driver%20Categorization%20list_031214_1.pdf Una sola novità per quanto riguarda il calendario: fuori la gara di Interlagos, al suo posto ci sarà la 6 Ore del Nà¼rburgring, che "tapperà " parzialmente il buco tra Le Mans e le gare oltreoceano. Sempre otto il numero di gare, con chiusura in Bahrain. 12 aprile Silverstone 2 maggio Spa-Francorchamps 13-14 giugno Le Mans 30 agosto Nà¼rburgring 19 settembre Austin 11 ottobre Fuji 1 novembre Shanghai 21 novembre Sakhir
  21. La 43esima stagione del Mondiale Rally non preannuncia nessuna particolare novità né tecnica né sportiva. Confermato il duo vincente delle ultime stagioni, quello composto da Sébastien Ogier e dalla Volkswagen Polo R ufficiale. Il primo avversario del francese sarà ancora una volta il suo stesso compagno di squadra, Jari-Matti Latvala, vice-campione in carica. Sul terzo esemplare della Casa tedesca ci sarà nuovamente il norvegese Andreas Mikkelsen, autore di un 2014 davvero buono. Ancora ignoto il nome del pilota che salirà sulla seconda Citroà«n ufficiale: non è ancora stato riconfermato Mads à˜stberg, alcune voci vorrebbero Robert Kubica, ma l'unica cosa certa è che a Montecarlo ci sarà il ritorno di Sébastien Loeb. Sulla prima DS3 rimarrà invece Kris Meeke. Terza ed ultima Casa ufficiale è la Hyundai, che verosimilmente manterrà per tutta la stagione la coppia Neuville-Sordo, alternando sulla terza i20 (tuttavia non ancora confermata) altri piloti. La Ford, che rimarrà tramite la M-Sport, punta invece sulla giovane coppia formata da Elfyn Evans e Ott Tà¤nak, che sostituisce il ritirato Mikko Hirvonen. Nessuna variazione anche per quanto riguarda il calendario, solo Portogallo e Argentina si scambieranno di data. Il Rally di Montecarlo, che aprirà la stagione, prevederà per la prima volta la formula Rally2. 25 gennaio Monaco 15 febbraio Svezia 8 marzo Messico 19 aprile Argentina 24 maggio Portogallo 14 giugno Italia 5 luglio Polonia 2 agosto Finlandia 23 agosto Germania 13 settembre Australia 4 ottobre Francia 25 ottobre Spagna 15 novembre Gran Bretagna Volkswagen Motorsport, Volkswagen Polo R: Sébastien Ogier - Jari-Matti Latvala Citroà«n World Rally Team, Citroà«n DS3: Kris Meeke - Sébastien Loeb, Mads à˜stberg? Robert Kubica? Volkswagen Motorsport II, Volkswagen Polo R: Andreas Mikkelsen Hyundai World Rally Team, Hyundai i20: Thierry Neuville - Daniel Sordo M-Sport World Rally Team, Ford Fiesta: Elfyn Evans - Ott Tà¤nak
  22. Undici weekend di gara anche nel 2015, sette dei quali in concomitanza con il DTM. Questo prevede il prossimo campionato europeo di Formula 3, arrivato alla quattordicesima edizione e quarta dalla fusione con la Euroseries. Due sole variazioni, con Zandvoort che riprende un posto in calendario a scapito dell'Hungaroring e Monza che sostituisce Imola per il round italiano, in concomitanza con le gare ACI-CSAI. Il campionato gareggerà anche a fianco del WEC, e del campionato tedesco GT, mentre la gara di Pau si terrà nel weekend della 72esima edizione della classica sul cittadino francese. Finora confermati Jake Dennis e il rookie Lance Stroll, in casa Prema, con probabile conferma anche per Antonio Fuoco, mentre lo statunitense Menezes ha rinnovato con Carlin. Calendario: 11-12 aprile Silverstone 2-3 maggio Hockenheim 16-17 maggio Pau 30-31 maggio Monza 20-21 giugno Spa-Francorchamps 27-28 giugno Norisring 11-12 luglio Zandvoort 1-2 agosto Red Bull-Ring 29-30 agosto Mosca 26-27 settembre Nà¼rburgring 17-18 ottobre Hockenheim Piloti confermati: Prema, Mercedes: Jake Dennis, Lance Stroll, Antonio Fuoco? Carlin, Volkswagen: Gustavo Menezes, Michele Beretta? Motopark, Volkswagen: ??? van Amersfoort, Volkswagen: Alessio Lorandi? Jules Szymkowiak?
×
×
  • Create New...