Jump to content
Advertisement
GLI ULTIMI ARTICOLI
Advertisement

duvel

Appassionati
  • Posts

    1239
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    9

Posts posted by duvel

  1. Per le celebrazioni di Fittipaldi, dopo 51 anni la Lotus 56B :wub:turbina torna a Monza, e con lei pure  la 49 e la 72D (col casco di Peterson?:zrzr:).

    Niente foto purtroppo, sono passate lentamente per non ripassare più...

    Praticamente ero andato quasi solo per quello:mellow:

    • Like 2
  2. 3 ore fa, BurgerChrist ha scritto:

    “Il tema dei giovani piloti è molto importante e ci interessa, ed è per questo che in un contesto dove i test saranno regolamentati, secondo alcune idee che discuteremo nelle prossime riunioni con le squadre, vogliamo rendere obbligatoria la presenza di piloti giovani nelle Prove Libere. Questo per dare anche meno tempo al titolare di provare in vista della gara, rendendo ancor più eccitante l'evento, dando modo però ai ragazzi di provare in un contesto dinamico e di gara."

    A quando le pole-dancer in rettilineo spruzzate dagli innaffiatoi per la pioggia artificiale?

    :wall:

    Credo abbiano già pensato all'orsetto di peluche stile calcinculo sulla linea di traguardo, 5 punti al primo che lo prende.

  3. 4 ore fa, KL643 ha scritto:

    L'autodromo di monza deve prendersela in primis con se stesso.

    Sono anni che allontanano le persone ( oggi si dovrebbe dire 'fan'). Sempre meno servizi, e non intendo i cessi che sono stati inaugurati da garibaldi. Ma i servizi di accoglienza ed informazione che un impianto internazionale deve dare. Gli addetti con le pettorine che conoscono l'autodromo come io conosco plutone ( ho sentito una volta umo chiedere della 'variante della roggia' e quello con la pettorina mandarlo ad minchiam alla parabolica)...A me frega poco perchè conosco ogni pianta del parco, ma mi.metto nei panni di chi arriva la prima volta.

    La scorsa estate hanno abbattuto quasi tutte le tribune dell'ascari ( tra cui quella per gli amici dell'autodromo) e una della seconda variante. 

    Come mimino mi aspettavo di vederle ripristinate e più moderne ma non credo lo abbiano fatto ( è da un anno che non ci metto piede ma mi dicono che non ci sono).

    Pochi giorni fa hanno rimosso il tram de 'gli amici dell autodromo e del parco', sito a fianco del bar. Lo hanno 'buttato' in un piazzale come un ferrovecchio. Un vero insulto a chi fa parte dell'associazione e ci mette una passione che i vertici dell'autodromo nemmeno sanno cosa sia.Il tutto perchè 'hanno bisogno di spazio', sì, gli mancavano quei 30 metri quadri???

     

    Mi dicono che anche i negozietti a fianco del bar siano a rischio poichè in scadenza di contratto, dopo che hanno fatto sparire la libreria.

    Quest'anno hanno raddoppiato i prezzi. Anche se io gli ho scritto provocatoriamente: se io devo pagare il mio posto e quello a fianco che non può essere venduto... a farla giusta dovevate quadruplicare il biglietto. Farmi pagare cioè i due posti di quest'anno e i due del 2020. Per la cronaca il rimborso mi è arrivato a dicembre inoltrato...

    Ma poi il bello di un giorno in autodromo è il muoversi, vedere gente, scambiarsi opinioni....  se devi restare fisso al mio posto... anche no.

    E considerando anche che a conti fatti ( ma gli intelligenti che cercano i 'fan' non lo dicono) c'è molta meno azione in pista ( meno prove libere, meno categorie minori, gara di qualifica da 30 minuti...)... io dopo anni di onorata presenza, caldo freddo sole pioggia ecc... non ci vado. Anzi per dirla tutta, l'autodromo ha perso un buon cliente ( anzi 4 considerando altri 3 amici abituali). Complimenti!!!

    Che tristezza

    L'ultima volta ci son stato per la 6 ore, gara bella ma è stato un supplizio: 6 ore e non potevi muoverti dalla tribuna (l'unica accessibile ad accesso ridotto) se non per scendere,  mangiare un panino o fumarti la sigaretta.

    Tutto il resto blindato senza alcun scampo.

    Mancanze dell'Autodromo a parte credo che la gente verrebbe  ugualmente se fosse ancora interessata, ma i GP adesso sono quelli che sono oltretutto non abbiamo nè un Verstappen nè una Ferrari.

    • Like 1
    • WTF?! 1
  4. 27 minuti fa, Nemo981 ha scritto:

    Ho la rallentano per creare un punto di sorpasso in staccata o la tolgono e lasciano i sorpassi al drs ma rendono la signes una curva da coglioni di metallo cubico. Io propendo per la seconda, ma accetto pure la prima (con rammarico). Attualmente la via di mezzo è inutile

    Mah non so, qualche anno fa era al Ricard per le prove del WEC e rimasi letteralmente allibito da come senza chicane sul Mistral  pigliassero Signes letteralmente in pieno. Intendo dire 330 - 340 orari...

    Non ho più idea di che razza di sorpassi siano possibili nelle condizioni attuali

  5. Comunque c'è chi fece di peggio...il compiantissimo Tom Wheatcroft appena ricevuta la sua Ferrari 500 F2 da Hall&Hall dopo un lungo restauro, accecato dall'entusiasmo si mise al volante nel vecchio tratto di Donington dopo il Melbourne Corner accelerando sul mitico saltone...dimenticandosi del muro poco oltre a cintare la piccola area industriale sorta nel tempo.

    Risultato: macchina letteralmente schiantata col povero Tom all'ospedale. Appena dopo Hall&Hall telefonò per sapere se la Ferrari andava bene...

    • Sad 1
    • WTF?! 2
  6. 2 ore fa, Nameless Hero ha scritto:

    ma voi correreste a quelle velocità tra i muri con macchine coi pezzi del 1950/60/70? :asd: 

    Ovvio che no😁 l'obsolescenza dei pezzi c'era anche allora figuriamoci oggi

    Almeno un minimo sindacale di "riguardo"

    • Like 1
  7. 3 ore fa, Pep92 ha scritto:

    secondo me metterci mano sarebbe una contaminazione dell'originale. 

    Quelle che vediamo nelle gare vintage di originale avranno il telaio e magari riparato, spesso cambio e soprattutto motore non sono quelli d'origine tanto meno sospensioni eccetera. Sennò bisogna andare per musei (tipo Donington ahimè smantellato con le macchine vendute)

    • Like 1
  8. 21 minuti fa, Pep92 ha scritto:

    ma queste auto saranno pur assicurate da qualche parte? non credo che siano talmente sprovveduti da mandare in pista un cimelio difficilmente riparabile

    Riparare si può tutto, le aggiustavano allora e le aggiustano adesso nel caso. Poi certo, anche a me piacciono le corse vintage (mi manca l'Intereuropa a Monza...) ma nei corpo a corpo mi farei qualche scrupolo in più

    • Like 2
  9. 1 ora fa, sundance76 ha scritto:

    E' morto Johnny Dumfries, vincitore della 24 ore di Le Mans '88 e pilota Lotus-Renault nell'86. 

    Era così giovane, dannazione...

    Solo 62 anni...

    Tra l'altro avevo completamente dimenticato che nell'85 era test-driver Ferrari

    • Sad 1
    • Love 1
  10. Il 7/12/2020 at 08:16 , Nameless Hero ha scritto:

    però che valga per tutti i domini, a partire da quello del 99-02 (Salo che arriva dal nulla e alla seconda gara stava vincendo in Ferrari).

    Scusate leggo solo ora oppure mi era sfuggito

    I due casi sono diversi: tenendo comunque presente che senza il ritiro di Hakkinen nè Salo nè Irvine avrebbero vinto quel gp , all'epoca Salo aveva avuto il tempo e l'opportunità (oggi non più possibile) di effettuare test e conoscere la Ferrari prima di scendere in gara oltretutto per la seconda volta, Russell è salito in macchina praticamente di punto in bianco e non ha fatto la pole solo per scarsa confidenza e solamente la sfortuna gli ha impedito di vincere nettamente la gara, non mi pare la stessa cosa.

    Ovvio che con una vettura al top è tutto più semplice per chiunque e senza voler togliere meriti a nessuno

     

    • Like 1
  11. Nel mio caso le corse interessano ormai poco anche agli ultracinquantenni ormai più vicini ai 60:unsure:, e il perchè Donnini lo descrive per bene.

    E credo che un ritorno alla competitività della Ferrari risolleverebbe l'interesse in modo relativo anche da noi.


     

     

    • Like 1
×
×
  • Create New...