Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'toro rosso'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM
  • Motorsport
    • Formula 1
    • Formula 2
    • Formula 3
    • Indycar Series
    • Formula E
    • WEC
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Endurance | GT
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altro Motorsport
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Piloti
    • Circuiti
    • Altre Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

  1. Classe 1990, spagnolo, uno dei tanti del vivaio Red Bull messo a piedi. A torto o ragione è uno dei tanti. 2009: debutta in Toro Rosso a metà stagione. Miglior risultato: 14° in Brasile. 2010: in tutta la stagione sempre in Toro Rosso non va oltre la 9a posizione. Il 2011 è l'ultima annata, il 7° posto è il massimo che lo spagnolo riesce a raccogliere. Per la scuderia non è abbastanza. A fine stagione è a piedi. Nel 2014 arriva la Virgin e lo ingaggia per la neonata formula.e! Miglior risultato in Argentina un 4° posto. Il confronto con Bird è stato non bellissimo. L'inglese lo ha praticamente sempre surclassato. La Virgin probabilmente non vorrà lo spagnolo nuovamente in squadra la prossima stagione. In ungheria nel 2009 su Toro Rosso In Bahrein nel 2010 In India nel 2011 In Argentina nel 2015 con la Virgin
  2. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2014 Motore Renault Energy F1-2014 V6 1600 cc turbo Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e compositi Carburante e lubrificanti Total Pneumatici Pirelli Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista James Key, Steve Nielsen, Phil Charles e Brendan Gilhome Impiegata nel 2014 Piloti 25 Jean-Eric Vergne, 26 Daniil Kvyat, 38 Max Verstappen STATISTICHE GP Disputati 19 Miglior risultato
  3. Pierre Gasly, nato a Rouen, Francia, il 7 Febbraio 1996 Team: Team Mugen/Scuderia Toro Rosso Pierre Gasly fa il suo esordio agonistico con i kart nella categoria "Minime" del campionato francese. L'anno dell'esordio è il 2006, quando si classifica al 15° posto finale; l'anno successivo si classifica al sesto posto, mentre il titolo viene vinto da un altro pilota francese destinato ad un futuro brillante, ovvero Esteban Ocon. Nel 2008 continua a correre prevalentemente entro i confini del proprio paese salendo nella categoria "Cadet", dove si classifica al quarto posto nel campionato vinto, ancora una volta, da Ocon. Nei due anni successivi Gasly si muove sulla scena internazionale, andando a conquistare il secondo posto finale nel Campionato Europeo del 2010, categoria KF3, alle spalle di Alexander Albon. Nel 2011 arriva finalmente il passaggio alle monoposto: Gasly corre il campionato francese di Formula 4 classificandosi al terzo posto finale con 104 punti contro i 146 di Matthieu Vaxiviere. Gasly, in particolare, paga un inizio di stagione in sordina, con due ritiri a Ledenon e due decimi posti a Nogaro, ma il suo finale di stagione è in crescendo tanto che fa sue quattro delle ultime cinque gare. L'anno successivo Gasly passa alla Formula Renault 2.0, categoria in cui partecipa alla serie Eurocup e ad alcuni appuntamenti selezionati della Northern European Cup. Nella sua stagione da rookie i risultati non sono entusiasmanti: il pilota di Rouen porta a casa due terzi posti, a Spa e al Nurburgring, e alcuni piazzamenti che gli fanno concludere la stagione al 10° posto. Il campionato di quell'anno viene vinto da Stoffel Vandoorne dopo un lungo duello con Daniil Kvyat, protrattosi fino all'ultima gara di Barcellona. Nel 2013 Gasly resta in Formula Renault 2.0 e, con un anno di esperienza sulle spalle, vince tre gare nella serie Eurocup (Mosca, Ungheria e Le Castellet) aggiudicandosi il titolo a spese di Oliver Rowland, suo rivale per tutta la stagione; Gasly inoltre corre in tre appuntamenti (sei gare) della serie Alps della Formula Renault, arrivando a podio per tre volte. Nessuno lo può immaginare, ma il successo di Le Castellet nella Eurocup Series segnerà l'inizio di un lunghissimo digiuno di vittorie per Gasly, che durerà per quasi tre anni. La vittoria del titolo nella Eurocup di Formula Renault, in ogni caso, gli permette di entrare nel programma per giovani piloti della Red Bull. Nel 2014 Gasly sale ancora di categoria e viene ingaggiato dalla Arden per correre nella Formula Renault 3.5: la sua stagione da rookie termina con una buona seconda posizione finale, frutto di otto arrivi a podio su 18 gare. Il titolo viene vinto da Carlos Sainz, vero e proprio dominatore della categoria con 7 successi di tappa. Nello stesso anno, sempre con la Arden, Gasly esordisce anche in GP2 negli ultimi tra appuntamenti di Monza, Sochi e Abu Dhabi, senza conquistare però alcun punto. Nel 2015 il campionato di Formula Renault ha oramai iniziato il suo declino, quindi la Red Bull decide di spostare definitivamente Gasly in GP2. Il team scelto è la DAMS, che l'anno precedente aveva vinto sia il titolo per piloti (con Jolyon Palmer), sia il campionato a squadre. La stagione viene dominata senza troppi complimenti da Stoffel Vandoorne, mentre Gasly fatica ad emergere, incontrando particolari difficoltà nella gestione delle gomme Pirelli. Le sue qualità velocistiche vengono però fuori nella seconda parte di stagione, quando conquista la pole nella feature race in tre degli ultimi quattro appuntamenti. Il suo campionato si chiude però in maniera ingloriosa: alla partenza della sprint race di Abu Dhabi si tocca con Raffaele Marciello e va in testacoda, provocando una maxi-carambola che costringe la direzione gara ad annullare la corsa a causa degli eccessivi danni subiti dalle barriere di protezione. Nonostante tutto, il 30 settembre 2015 viene nominato ufficialmente come pilota di riserva del team Red Bull. Il 2016 di Gasly si apre con il suo ingaggio da parte del team Prema, al suo esordio in GP2, e con la riconferma del ruolo di reserve driver da parte del team Red Bull. Dopo il dominio di Vandoorne l'anno precedente, il nuovo campionato della GP2 Series si preannuncia estremamente combattuto, con tanti possibili protagonisti: non sarà così. Superate le prime gare di assestamento, la Prema si pone prepotentemente come nuovo riferimento alzando ripetutamente l'asticella del livello della categoria. Gasly inizia in modo positivo la stagione, con una pole e due podi a Barcellona, mettendo però ancora in mostra dei limiti nella gestione delle Pirelli. La successiva gara di Montecarlo rappresenta la sua unica battuta a vuoto dell'anno, con un 15° e un 13° posto, mentre a Baku in gara-1 è concausa di un incidente che porta al ritiro di cinque piloti. Il giorno dopo, in gara-2, succede di tutto: nonostante una partenza dalle retrovie, Gasly ha la concreta possibilità di vincere, ma nelle battute conclusive della gara emerge il suo compagno di squadra, Antonio Giovinazzi, già vincitore di gara-1. Il francese prova a resistere, ma proprio all'inizio dell'ultimo giro il pugliese gli strappa dalle mani la prima posizione andando a completare la sua personalissima "doppietta". Il successivo appuntamento di Zeltweg non va meglio: in gara-1 Gasly, partito dalla terza posizione, si porta al comando dopo 5 giri e inizia ad allungare nei confronti degli inseguitori, capitanati proprio da Giovinazzi. Tutto sembra mettersi al meglio per il francese, ma poco prima di metà gara il cielo sopra al Red Bull Ring inizia a lasciar cadere le prime gocce di pioggia; la pista diventa sempre più viscida e Gasly è quello che ci rimette maggiormente: nel corso del 18° giro finisce in testacoda alla curva Rauch ed è costretto a ritirarsi. Il giorno dopo è costretto ancora a partire dalle retrovie e taglia il traguardo in settima posizione. Si arriva così a Silverstone con Gasly che guadagna la prima fila con due decimi di ritardo dal poleman Norman Nato. In gara-1 la Prema sceglie per i suoi piloti una strategia diversa rispetto a quella adottata dal resto del gruppo: sia Gasly che Giovinazzi partono con le gomme soft per mettere le hard solo nella seconda parte di gara. La strategia paga: le due Prema finiscono in prima e seconda posizione, ma questa volta davanti a tutti c'è proprio Pierre Gasly, che mette così la parola "Fine" ad un digiuno di successi che durava da oltre 1000 giorni. Il successo di Silverstone toglie un'enorme pressione a Gasly, che da questo momento in poi cambia passo: in Ungheria conquista la pole e domina gara-1. In Germania, a Hockenheim, è ancora protagonista: parte molto male dalla seconda posizione in griglia, ma una buona gestione di gara gli permette di recuperare nelle ultime fasi di gara fino alla terza posizione, strappata a Raffaele Marciello per appena 30 millesimi di secondo; purtroppo, nel corso della gara, un guasto aveva portato al prosciugamento dell'estintore di sicurezza, che durante le verifiche tecniche è risultato essere vuoto: ciò ha portato alla sua inevitabile esclusione da gara-1. Il "momentum" positivo è comunque innescato: nel successivo appuntamento di Spa Gasly aggiudica gara-1 e termina al quarto posto gara-2, portando a 17 i punti di vantaggio sul compagno di squadra Giovinazzi. A Monza Gasly torna in pole e domina gara-1 finché un incidente tra Pic e Canamasas non spariglia completamente le carte: viene chiamata in pista la Safety Car che si inserisce in pista proprio davanti a Gasly, che in quel momento occupava la quarta posizione dopo aver effettuato il pit stop. In queste concitate fasi di gara la vettura di sicurezza non lascia strada libera al francese, ma lo tiene dietro di sé lasciando a Marciello, Malja e Giovinazzi tutto il tempo per effettuare in tranquillità il pit stop e rientrare in pista nelle prime tre posizioni, con quasi un giro di vantaggio sul resto del gruppo. Una volta ristabilito l'ordine Giovinazzi si prende di forza la testa della gara, mentre Gasly non riesce a fare altrettanto e deve accontentarsi della quarta posizione; in gara-2 è secondo, alle spalle di Nato, con Giovinazzi terzo. A due round dal termine della stagione, il distacco tra i due piloti della Prema è di soli 10 punti. A Sepang Gasly conquista ancora una volta la pole position, ma allo spegnersi dei semafori scatta molto male e si trova risucchiato a centro gruppo: il francese prova a cambiare strategia, ma la mossa non paga e sotto la bandiera a scacchi è solo 11°: questa battuta a vuoto e il contemporaneo trionfo di Giovinazzi portano l'italiano in testa alla classifica con 11 punti di vantaggio sul compagno di squadra. Il giorno dopo la musica cambia radicalmente e Gasly recupera 4 punti sul compagno di squadra grazie al terzo posto finale e al giro più veloce registrato in gara. Il weekend di Abu Dhabi inizia nel migliore dei modi per Gasly: la sua quinta pole position stagionale gli permette di ridurre a 3 le lunghezze di svantaggio su Giovinazzi, che dal canto suo è stato protagonista di una brutta performance che gli è valsa solamente la terza fila. In gara-1 non c'è storia: Gasly vince agilmente con 7 secondi di vantaggio su Matsushita, mentre Giovinazzi è solamente quinto. Il francese si porta in testa alla classifica con 12 lunghezze di vantaggio sul campagno di squadra e con una sola gara ancora da disputare, la sprint race, che mette in palio un capitale massimo di 17 punti. La corsa della domenica non modifica la classifica, Giovinazzi non va oltre il sesto posto e Gasly conquista il titolo di Campione GP2. Con i sedili di entrambi i team già occupati, la Red Bull decide di mandare Gasly a correre in Giappone nel campionato Super Formula, ripetendo la strada già percorsa l'anno precedente da Stoffel Vandoorne. Il francese, ingaggiato dal team Mugen, impiega un paio di gare ad adattarsi al nuovo ambiente, ma già alla terza gara va a punti grazie ad un buon settimo posto in gara-2 ad Okayama. Al Fuji conquista altri buoni punti grazie alla quinta posizione, ma è dall'appuntamento seguente che Gasly cambia passo: trionfa a Motegi e ad Autopolis, mentre a SUGO giunge secondo ad una manciata di decimi da Yuhi Sekiguchi. In questo momento, a due gare dalla fine della stagione, Gasly ha solamente mezzo punto di ritardo nei confronti di Hiroaki Ishiura. Per non farsi mancare nulla, Gasly era stato scelto dal team Renault-e.dams di Formula E per sostituire a New York Sebastien Buemi, impegnato nello stesso weekend nel campionato Endurance con la Toyota. Gasly ha compiuto alla perfezione il lavoro a lui richiesto, completando le due gare statunitensi con un settimo e un quarto posto (nonostante un incidente all'ultimo giro) e sottraendo due (inutili) punti a Lucas Di Grassi, che due settimane dopo avrebbe vinto il titolo a Montreal. Il 26 settembre la Scuderia Toro Rosso annuncia l'ingaggio di Gasly a partire dal Gran Premio della Malesia in sostituzione di Daniil Kvyat, che viene così "retrocesso" per la seconda volta nel giro di un anno e mezzo.
  4. aleabr

    Carlos Sainz jr

    Classe 1994, l'ispanico d'arte, figlio del campionissimo rally, ha scelto l'asfalto e a ruote scoperte. Dopo 2 stagioni in WSR dove non ha perso tempo è approdato in F1 sulla Toro Rosso come uno dei tanti puledri della Red Bull 2013: disputa 9 corse con Zeta Corse prendendosi il 6° posto a Montecarlo. 2014: con DAMS stravince il titolo con 7 vittorie ed un solo ritiro in tutta la stagione! Promosso in F1 con Toro Rosso al momento il suo 8° posto in Malesia è il suo miglior risultato! Al momento è davanti di 3 punti al compagno enfant terrible Max Verstappen. In Malesia nel 2015 con Toro Rosso
  5. Topic dedicato al russo della Toro Rosso, campione in carica della GP3
  6. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2007 Motore Ferrari 056 V8 2398 cc Elettronica Pi e Magneti Marelli Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Castrol Pneumatici Bridgestone Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista Alex Hitzinger e Laurent Mekies Impiegata nel 2007 Piloti 18 Vitantonio Liuzzi, 19 Scott Speed, 19 Sebastian Vettel STATISTICHE GP Disputati 17 Miglior risultato
  7. DATI GENERALI Scuderia: Red Bull Toro Rosso Honda Anno di produzione: 2019 Motore: Honda RA619H V6 1600cc turbo, ibrido Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio, con struttura a nido d'ape Carburante e lubrificanti: Repsol, Mobil Pneumatici: Pirelli Luogo di Produzione: Faenza (ITA) Progettista: James Key, Jody Egginton Impiegata nel: 2019 Piloti: 26 Daniil Kvyat, 23 Alexander Albon,10 Pierre Gasly STATISTICHE GP Disputati: 21 Vittorie: 0 Podi: 2 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 0 Miglior risultato: Team, 6° Mondiale Costruttori
  8. aleabr

    Scott Speed

    California, 1983; Speed dopo A1GP e GP2, approda alla Toro Rosso nel 2006, proveniente dal vivaio Red Bull. In tutta la stagione il suo miglior risultato è 9° in Australia. L'anno dopo 2007, la squadra lo molla a metà stagione, in quanto dopo 10GP ha collezionati ben 7 ritiri! Da quel momento fino al 2011 non rimette il sedere su una monoposto correndo nelle varie Stock Car. Nel 2011 la Dragon di Jay Penske, lo chiama per Indianapolis, ma non riesce a qualificarsi. Continua sulle ruote coperte quando, entrato nell'enturage Andretti, Michael lo vuole in formula.e a partire dalla gara in Florida sul circuito di Miami. E' il 2015 e arriva subito 2° ben impressionando. In California, la SUA gara di casa, il 'classico' braccetto da 2 dollari salta lasciandolo incolpevole fermo accanto ad un muretto delle strade di Long Beach! Le due tappe europee vanno oltre la 10 posizione e dopo Berlino lascia il volante a Justin Wilson che guiderà la n°28 a Mosca. Nella stagione del debutto (2006) in Canada sulla Toro Rosso. A Montecarlo nel 2007 sempre su una Toro Rosso. A Long Beach (2015) dove fra breve avrà la rottura del braccetto della sospensione della sua Andretti
  9. Tornate le orrende ali larghe davanti (e minuscole dietro) , come qualche anno fa La macchina sembra una evoluzione miniaturizzata della 2018
  10. DATI GENERALI Scuderia: Scuderia Toro Rosso Anno di produzione: 2016 Motore: Ferrari tipo 059/4 V6 1600cc turbo, ibrido Elettronica: Microsoft McLaren Electronic System Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e alluminio a struttura nido d'ape Carburante e lubrificanti: Shell, Cepsa Pneumatici: Pirelli Luogo di Produzione: Faenza (ITA) Progettista: James Key, Paolo Marabini, Matteo Piraccini Impiegata nel: 2016 Piloti: Carlos Sainz jr., Max Verstappen, Daniil Kvyat STATISTICHE GP Disputati: 21 Vittorie: 0 Podi: 0 Pole Position: 0 Giri Più Veloci: 1 Miglior risultato: 7° posto Campionato Costruttori
  11. Rubata una foto della Toro Rosso durante il filming day a Misano. Hanno completato i 100 km senza problemi.
  12. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2010 Motore Ferrari 056 V8 2398 cc Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Shell Pneumatici Bridgestone Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista Giorgio Ascanelli e Laurent Mekies Impiegata nel 2010 Piloti 16 Sébastien Buemi, 17 Jaime Alguersuari STATISTICHE GP Disputati 19 Miglior risultato
  13. DATI GENERALI Scuderia: Scuderia Toro Rosso Anno di produzione: 2017 Motore: Renault RE17 V6 1600cc turbo, ibrido Elettronica: Microsoft McLaren Electronic System Telaio: Monoscocca composita in fibra di carbonio e alluminio a struttura nido d'ape Carburante e lubrificanti: Esso, Mobil Pneumatici: Pirelli Luogo di Produzione: Faenza (ITA) Progettista: James Key, Paolo Marabini, Matteo Piraccini Impiegata nel: 2017 Piloti: Carlos Sainz jr., Daniil Kvyat, Pierre Gasly, Brendon Hartley STATISTICHE GP Disputati: 20 Miglior risultato: 7° posto nel Mondiale Costruttori 2017
  14. aleabr

    Sébastien Buemi

    Alfiere della Toro Rosso dal 2009 al 2011, lo ritroviamo come prima guida in DAMS Renault in formula.e dal 2014 La prima stagione in F1 sulla Toro Rosso nel 2009 ha realizzati i suoi migliori risultati addirittura con 2 settimi posti (qui a Valencia) Nel 2010 raccoglie 2 punti in più ma non ci sono grandissime cose (qui Melbourne) Nell'ultima stagione (2011) raccoglie 15 punti, ma no lo salvano dall'essere appiedato l'anno seguente (qui in Malesia). Con l'approdo nel 2014 in DAMS-Renault mostra fin da subito che è uno dei protagonisti. Vince in Uruguay. ....e a Montecarlo Ora, dopo l'aver buttato alle ortiche un importante podio a Mosca grazie agli errori della squadra, lo svizzero dovrà fare due corse miracolose a Londra nella speranza a Piquet accadano le peggiori situazioni.
  15. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2015 Motore Renault Energy F1-2015 V6 1600 cc turbo Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e compositi Carburante e lubrificanti Total Pneumatici Pirelli Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista James Key e Jon Tomlinson Impiegata nel 2015 Piloti 33 Max Verstappen, 55 Carlos Sainz jr, Pierre Gasly, Marco Wittmann STATISTICHE GP Disputati 19 Miglior risultato 7° posto, 67 punti
  16. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2013 Motore Ferrari 056 V8 2398 cc Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Shell Pneumatici Pirelli Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista James Key, Luca Furbatto, Laurent Mekies, Nicolò Petrucci e John Tomlinson Impiegata nel 2013 Piloti 18 Jean-Eric Vergne, 19 Daniel Ricciardo, 18 e 19 Daniil Kvyat STATISTICHE GP Disputati 19 Miglior risultato
  17. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2012 Motore Ferrari 056 V8 2398 cc Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Shell Pneumatici Pirelli Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista Giorgio Ascanelli, Luca Furbatto, Laurent Mekies, Nicolò Petrucci e John Tomlinson Impiegata nel 2012 Piloti 16 Daniel Ricciardo, 17 Jean-Eric Vergne STATISTICHE GP Disputati 20 Miglior risultato
  18. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2011 Motore Ferrari 056 V8 2398 cc Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Shell Pneumatici Pirelli Luogo di produzione Faenza (ITA) Google Maps Progettista Giorgio Ascanelli, Ben Butler, Nicolò Petrucci e Laurent Mekies Impiegata nel 2011 Piloti 18 Sébastien Buemi, 19 Jaime Alguersuari, 19 e 18 Daniel Ricciardo, 19 Jean-Eric Vergne STATISTICHE GP Disputati 19 Miglior risultato
  19. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2009 Motore Ferrari 056 V8 2398 cc Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Shell Pneumatici Bridgestone Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista Giorgio Ascanelli e Laurent Mekies Impiegata nel 2009 Piloti 11 Sébastien Bourdais, 12 Sébastien Buemi, 11 Jaime Alguersuari STATISTICHE GP Disputati 17 Miglior risultato
  20. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2008 Motore Ferrari 056 V8 2398 cc Elettronica Microsoft McLaren Electronic System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Castrol Pneumatici Bridgestone Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista Giorgio Ascanelli e Laurent Mekies Impiegata nel 2008 Piloti 14 Sébastien Bourdais, 15 Sebastian Vettel STATISTICHE GP Disputati 13 Miglior risultato Vittorie 1 Podi 1 Pole Position 1 Giri Più Veloci
  21. DATI GENERALI Scuderia Scuderia Toro Rosso Anno di produzione 2006 Motore Cosworth TJ2006 V10 2998 cc Elettronica Pi 'VCS' System Telaio Monoscocca in fibra di carbonio e honeycomb Carburante e lubrificanti Castrol Pneumatici Michelin Luogo di produzione Faenza (ITA) google.maps Progettista Gabriele Tredozi e Laurent Mekies Impiegata nel 2006 Piloti 20 Vitantonio Liuzzi, 21 Scott Speed, 40 Neel Jani STATISTICHE GP Disputati 18 Miglior risultato
  22. UFFICIALE Verstappen sostituirà Kvyat per il resto della Stagione http://www.redbullracing.com/article/new-line-spain
  23. Per ora tutta blu, livrea definitiva nei prossimi test.
×
×
  • Create New...