Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'pc1'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM
  • Motorsport
    • Formula 1
    • Formula 2
    • Formula 3
    • Indycar Series
    • Formula E
    • WEC
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Endurance | GT
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altro Motorsport
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Piloti
    • Circuiti
    • Altre Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

Found 3 results

  1. v6dino

    Connew PC1

    DATI GENERALI Scuderia: Darnval Connew Racing Team Anno di produzione: 1972 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Shell Pneumatici: Firestone Luogo di Produzione: Chadwell Heath (GBR) Progettista: Peter Connew, Roger Doran, Barry Boor Impiegata nel: 1972 Piloti: François Migault STATISTICHE GP Disputati: 2 Miglior risultato: mai giunta al traguardo Connew PC1 Peter Connew, intraprendente ingegnere londinese, aveva collaborato per diverso tempo con John Surtees nella sua scuderia, occupandosi con "Long John" della realizzazione delle sue prime F.1, la TS7 e la TS9. Nel 1971 Connew decise di lasciare Surtees per coltivare il sogno di costruire una F.1 in proprio. Aveva cominciato a costruire la sua "PC1" nel dicembre del 1970 in un garage preso in affitto nei sobborghi orientali di Londra, aiutato da suo cugino Barry Boor e da Roger Doran, un suo amico, che di lavoro faceva il venditore di mobili. Un cambio di regolamento costrinse i tre ad accantonare il primo progetto e così la vettura, che nei piani originali doveva iniziare a correre a Monaco '72, fu pronta solo per la gara inglese di Brands Hatch. Il francese François Migault fu scelto come pilota battendo la concorrenza dei britannici Tony Trimmer e Gerry Birrell. La Connew era un progetto interessante, una classica Cosworth-car assolutamente artigianale messa insieme per pura passione, ma i mezzi economici della scuderia erano scarsi e così le apparizioni in pista durante la stagione furono rare. L’ultima con gli inconsueti colori della Lec Racing di David Purley nella Champions Victory Race. Nel 1973 la vettura fu modificata per ospitare un motore Chevrolet 5 litri e partecipare alla F.5000, decisamene meno costosa della F.1, nelle mani del pilota svizzero Pierre Soukry, sostituito poi dallo stesso Trimmer. Purtroppo, l'unica PC1 uscì completamente distrutta in un incidente occorso a Trimmer a Brands Hatch e non venne più riparata. La Connew chiuse così i battenti.
  2. DATI GENERALI Scuderia: Penske Cars Anno di produzione: 1974 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Sunoco Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Poole, Dorset (GBR) Progettista: Geoff Ferris Impiegata nel: 1975 Piloti: Mark Donohue, John Watson STATISTICHE GP Disputati: 10 (+2 Extra Campionato) Miglior risultato: M.Donohue, 5° posto nel GP Svezia 1975
  3. DATI GENERALI Scuderia: Penske Cars Anno di produzione: 1974 Motore: Ford Cosworth DFV V8 2993cc. Telaio: Monoscocca in alluminio Carburante e lubrificanti: Sunoco Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Poole, Dorset (GBR) Progettista: Geoff Ferris Impiegata nel: 1974 Piloti: Mark Donohue STATISTICHE GP Disputati: 2 Miglior risultato: M.Donohue, 12° posto nel GP Canada 1974 PC1 La storia in F.1 della scuderia di Roger Penske corre parallela a quella di Parnelli Jones ma ha conosciuto successi superiori, almeno nel Vecchio Continente. Anche Penske, come Jones, è stato prima di tutto un grande campione automobilistico americano, anche se dedicò quasi tutta la sua carriera alla serie SCCA, con qualche rara apparizione in NASCAR e senza mai disputare la 500 Miglia di Indianapolis. A differenza di Jones aveva però messo piede anche in F.1, sebbene solo per due fugaci apparizioni, nel Gran Premio degli Stati Uniti del 1961 e 1962. Certamente la sua notorietà è però dovuto soprattutto alla carriera di team owner e costruttore, che avviò nel 1965. Il Team Penske è ancora oggi uno dei più importanti, titolati e gloriosi dell'intero panorama autosportivo a Stelle e Strisce, con numerose vittorie colte in tutte le categorie, compresi diversi trionfi ad Indianapolis, a Daytona e nelle maggiori competizioni americane. Nel 1974 Penske, come Parnelli, pensò di avviare un "doppio impegno" dalle due parti dell'Oceano affrontando la sfida da costruttore anche in F.1. L'anima di quel tentativo, oltre a Roger, fu il suo amico di lunga data Mark Donohue, grande pilota Penske, che aveva già guidato una McLaren con i colori del Team nelle gare americane del Campionato del Mondo 1971. Per stabilire la sua base europea, Penske acquistò nel 1973 le strutture ed i macchinari della McRae Cars, fondata nel Dorset qualche anno prima da Graham McRae per produrre vetture per la F.5000. Al personale della McRae, sei meccanici, aggiunse come team manager lo svizzero Heinz Hofer, ex-Porsche, e l'ingegnere inglese Geoff Ferries proveniente dalla March, oltre al suo storico “braccio destro” Karl Kainhofer, uomo di fiducia di Penske e suo meccanico quando era in pista come pilota. Il piccolo “nucleo” inglese della Penske produsse la PC1, vettura basata su un tradizionale schema Cosworth-Hewland da affidare a Mark Donohue. Nonostante la sua progettazione piuttosto convenzionale, la vettura si rivelò di difficile messa a punto e dopo una serie di prestazioni anonime nel corso della stagione 1975, fu anticipatamente "pensionata" per essere ulteriormente sviluppata in una nuova vettura che sarà poi la PC4 del 1976. La stagione fu chiusa da Donohue con una March 751, ma il campione americano rimase ucciso a Zeltweg in un grave incidente durante le prove. Profondamente segnato da quella perdita, Penske pensò decisamente al ritiro ma decise di continuare e di ingaggiare come pilota il giovane inglese John Watson. ( Massimo Piciotti )
×
×
  • Create New...