Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'footwork'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • P300.it FORUM
  • Motorsport
    • Formula 1
    • Formula 2
    • Formula 3
    • Indycar Series
    • Formula E
    • WEC
    • WRC | Altri Rally
    • NASCAR
    • Endurance | GT
    • MotoGP, Moto2, Moto3
    • Superbike
    • Altro Motorsport
  • Passione Motorsport
    • Discussioni generali
    • Piloti
    • Circuiti
    • Altre Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


From


Following F1 since


Driver


Former Driver


Team


Track


Best Race

Found 8 results

  1. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Hart Anno di produzione: 1995 Motore: Hart 830 V8 2996cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio a struttura nido d'ape Carburante e lubrificanti: Sasol Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: Alan Jenkins Impiegata nel: 1995 Piloti: Gianni Morbidelli, Taki Inoue, Massimiliano Papis STATISTICHE GP Disputati: 17 Vittorie: 0 Podi: 1 Miglior risultato: G. Morbidelli 3° nel GP Australia 1995 FA16 Raggiungere il budget necessario per sopravvivere: è questo il principale problema di Jackie Oliver per la stagione 1995, tanto più che un nuovo cambio di regolamento che riporta i motori al tradizionale limite di 3 litri al posto dei 3,5 possibili fino all'anno precedente, costringe ad un nuovo "cambio" nel partner tecnico che diventa l'atelier motoristico di Brian Hart. Oliver raccatta soldi dagli sponsor che trova ed accetta piloti "paganti". Taki Inoue porta in dote una consistente borsa di yen: si guadagnerà il soprannome di "chicane mobile" per la sua proverbiale lentezza in pista. A metà stagione, quando la situazione economica peggiora ancora, Gianni Morbidelli – che era perfino finito sesto in Canada – fu rimpiazzato da Max Papis, buon pilota che farà fortuna soprattutto in America, anche lui portatore di un munifico sponsor. In queste condizioni non è difficile intuire che la FA16 fosse una vettura da fondo classifica. Per questo, la straordinario terzo posto del richiamato Morbidelli – che guidava gratis – nell'ultima gara di Adelaide si può considerare un mezzo miracolo: è l'unico podio della scuderia ottenuto sotto il nome Footwork. ( Massimo Piciotti )
  2. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Grand Prix International Anno di produzione: 1991 Motore: Porsche 3512 V12 3499cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio Carburante e lubrificanti: Shell Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: James Robinson Impiegata nel: 1991 Piloti: Michele Alboreto, Alex Caffi, Stefan Johansson STATISTICHE GP Disputati: 4 FA12 Un progetto nato male e finito peggio: il ritorno sulle scene della F.1 della Porsche si concluse nel breve volgersi di qualche gara con una vera e propria debacle. Quando la nuova FA12 fu definitivamente pronta, i dubbi della scuderia sul propulsore 3512 della casa di Stoccarda erano già parecchi: il motore era molto più pesante degli altri utilizzati e difettava di potenza, oltre a non riuscire a risolvere i continui problemi di lubrificazione da cui era afflitto. Fu così che la vita della FA12 fu estremamente breve ed ingloriosa. Dopo sole quattro disastrose uscite, diverse mancate qualificazione e nemmeno una corsa conclusa, Alan Jenkins e Jack Oliver decisero di rescindere il contratto con la casa tedesca e ritornare al meno affascinante ma più concreto Ford Cosworth DFR, modificando e adattando la vettura nella versione che sarà siglata "C" peraltro senza migliorare affatto i risultati di una stagione che si rivelerà disastrosa. ( Massimo Piciotti )
  3. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Ford Anno di produzione: 1994 Motore: Ford Cosworth HBE7/8 V8 3494cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio Carburante e lubrificanti: Elf Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: Alan Jenkins Impiegata nel: 1994 Piloti: Christian Fittipaldi, Gianni Morbidelli STATISTICHE GP Disputati: 16 Miglior risultato: C. Fittipaldi 4° nei GP di Pacifico e Germania 1994 FA15 Nonostante il nome Footwork rimasto per motivi "formali", la Arrows del 1994 è di fatto una scuderia completamente diversa da quella dell'anno precedente, nuovamente in pieno controllo di Jackie Oliver. Perso lo sponsor principale ed anche il secondario, la Toshiba, persa la collaborazione con la Mugen e sostituito Aguri Suzuki, la nuova Arrows non ha più nulla a che fare con il Giappone. Oliver riesce miracolosamente a mettere insieme un budget nemmeno troppo risicato per poter partecipare al Campionato, recupera il rapporto con la Ford ed ingaggia due giovani piloti come Christian Fittipaldi e Gianni Morbidelli. La nuova FA15 di Alan Jenkins è poco affidabile e soggetta a frequenti guasti, ma quando riesce a reggere la distanza è capace di prestazioni più che dignitose che permettono ad entrambi i piloti di finire due volte a punti. ( Massimo Piciotti )
  4. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Grand Prix International Anno di produzione: 1990 Motore: Porsche 3512 V12 3499cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio Carburante e lubrificanti: Shell Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: James Robinson Impiegata nel: 1991 Piloti: Michele Alboreto, Alex Caffi STATISTICHE GP Disputati: 3 Miglior risultato: mai qualificata A11C Come ricordato nella scheda relativa, la A11B era stata costruita anche con lo scopo di poter ospitare il voluminoso motore 12 cilindri a V di 80° che la Porsche stava mettendo a punto in esclusiva per la Footwork in vista del Campionato del Mondo 1991. La "A11C" non è altro che la vettura "ibrida" utilizzata durante i test invernali e nelle prime gare della stagione in attesa che fosse realizzata la nuova FA12 sotto la direzione del nuovo chief-designer Alan Jenkins. E' anche la prima Arrows a chiamarsi ufficialmente Footwork. ( Massimo Piciotti )
  5. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Mugen Honda Anno di produzione: 1993 Motore: Mugen Honda MF-351HB V10 3493cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio Carburante e lubrificanti: BP Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: Alan Jenkins Impiegata nel: 1993 Piloti: Derek Warwick, Aguri Suzuki STATISTICHE GP Disputati: 14 Miglior risultato: D. Warwick 4° nel GP Ungheria 1993 FA14 La FA14 è la seconda vetture prodotta dalla Arrows/Footwork sfruttando la collaborazione con la Mugen Honda, nuovamente sotto la guida tecnica di Alan Jenkins. Il progetto era ambizioso e godeva anche di una partnership siglata da Jackie Oliver con Ron Dennis e la McLaren che fornì alla scuderia anglo-giapponese le sue sospensioni attive e diverse altre parti componenti utilizzando la Footwork come una sorta di laboratorio. Ma nonostante questo sforzo ed il ritorno in pista dopo tre anni di lontananza dalla F.1 del veterano Derek Warwick, i risultati si rivelarono poco più che modesti, con solo un leggero miglioramento nella seconda parte della stagione dopo un inizio disastroso. Furono proprio le sospensioni attive a fornire i problemi di messa a punto più grossi anche per la poca esperienza con questa tecnologia da parte della scuderia: la Footwork Corporation – che peraltro avrebbe attraversato da lì a qualche anno un periodo di profonda crisi economica – cominciò a mettere in discussione l'opportunità di sostenere uno sforzo di questo tipo senza risultati concreti e senza un ritorno di immagine vincente. Dopo alcuni mesi di incertezza, a fine stagione Wataru Ohashi annunciò il disimpegno dell'azienda come sponsor e la sua uscita dalla direzione del team, nonostante il fatto che il nome Footwork dovesse essere mantenuto, in rispetto dell'accordo originale, ancora per tre stagioni. La direzione della scuderia tornò così nelle mani della coppia Oliver-Rees, anche se le casse erano rimaste desolatamente vuote. ( Massimo Piciotti )
  6. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Mugen Honda Anno di produzione: 1993 Motore: Mugen Honda MF-351HB V10 3493cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio Carburante e lubrificanti: BP Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: Alan Jenkins Impiegata nel: 1993 Piloti: Derek Warwick, Aguri Suzuki STATISTICHE GP Disputati: 2 Miglior risultato: D. Warwick 7° nel GP SudAfrica 1993 FA13B La FA13B utilizzata nelle prime due gare del 1993 dalla scuderia Footwork non è altro che la FA13 dell'anno precedente dotata della nuova evoluzione del motore Mugen Honda che equipaggerà anche la FA14. ( Massimo Piciotti )
  7. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Mugen Honda Anno di produzione: 1992 Motore: Mugen Honda MF-351H V10 3493cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio Carburante e lubrificanti: BP Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: Alan Jenkins Impiegata nel: 1992 Piloti: Michele Alboreto, Aguri Suzuki STATISTICHE GP Disputati: 16 Miglior risultato: M. Alboreto 5° nei GP di Spagna e SanMarino 1992 FA13 Accantonato il disastroso progetto-Porsche, il 1992 fu per la Footwork un anno di rinascita ed un ulteriore passo verso la "nipponizzazione" della scuderia, benché questa continuasse a correre con licenza britannica. L'ormai plenipotenziario boss Ohashi strinse un accordo con la Mugen Motorsport, azienda fondata dal figlio di Soichiro Honda, Hirotoshi, che preparò per la Footwork un nuovo propulsore derivato dall'Honda RA101E del 1991. Inoltre, come pilota venne ingaggiato il miglior prodotto della scuola del Sol Levante del momento, Aguri Suzuki. L'operazione si rivelò comunque un passo avanti rispetto alla stagione precedente e la vettura, progettata da Alan Jenkins senza grandi fronzoli o slanci creativi, beneficiò della notevole affidabilità del motore che la condusse spesso al traguardo. Michele Alboreto, alla sua undicesima stagione in F.1, ottenne quattro piazzamenti a punti e finì decimo nella Classifica Mondiale. ( Massimo Piciotti )
  8. DATI GENERALI Scuderia: Footwork Hart Anno di produzione: 1996 Motore: Hart 830 V8 2996cc Telaio: Monoscocca in fibra di carbonio a struttura nido d'ape Carburante e lubrificanti: Castrol Pneumatici: Goodyear Luogo di Produzione: Milton Keynes (GBR) Progettista: Alan Jenkins Impiegata nel: 1996 Piloti: Jos Verstappen, Ricardo Rosset STATISTICHE GP Disputati: 16 Miglior risultato: J. Verstappen 6° nel GP Argentina 1996 FA17 Tom Walkinshaw, ex-pilota di buon livello, aveva fondato la TWR – Tom Walkinshaw Racing – nel 1975 e da allora aveva maturato una lunga esperienza da Team Manager in diverse categorie, dalle competizioni turismo a Le Mans. In F.1 aveva già ricoperto incarichi tecnici e dirigenziali in Benetton ed in Jordan ed ormai si sentiva pronto per il grande passo: diventare costruttore. Dopo aver tentato la scalata alla Ligier, all'inizio della stagione 1996 acquistò il 51% della Footwork Arrows, prendendone il controllo e trasferendo la sede operativa a Langley, in Oxfordshire. La trasformazione della Footwork in TWR si sarebbe definitivamente compiuta nel 1997, ma molti cambiamenti furono portati avanti da subito: Alan Jenkins, dopo aver messo in pista la FA17 – di fatto una stretta evoluzione fatta in economia della FA16 – passò alla Stewart per essere rimpiazzato da Frank Dernie, proveniente dalla Ligier. Il 1996 fu così un anno di transizione e di riorganizzazione, l'ultimo sotto il formale nome Footwork che scomparve definitivamente a fine stagione. ( Massimo Piciotti )
×
×
  • Create New...