Jump to content
leopnd

Correva l'Anno 1958! Galleria Immagini E Commenti

Recommended Posts

Parlando di bbbernie in un'altra discussione mi sono informato un po' e sono venuto a conoscienza che nel 1958. il piccolo scimmiotto ha adiritura provato a qualificarsi per il GP di Monaco... Mamma mia, che multiartista...
 
Per non aprire un 3D dedicato a lui (non potrei mai) apro questo che sono sicuro che ci sarano altre cose da postare, vedere, commentare...
 
GP Monaco 1958:

CLJDD00Z.jpg

 

1958-Monaco-Grand-Prix-684x1024.jpg

 

Maurice Trintignant - Cooper/Climax, seguito da Tony Brooks - Vanwall:

 

gpr052-1958%20monaco%20gp%20-%20maurice%

 

Mike Hawthorn - Ferrari:
 

gpr053-1958%20monaco%20gp%20-%20mike%20h

 

Maria Theresa de Filippis:

 

58MON_FILIPPIS.jpg

 

Ed, appunto, Bernie Ecclestone (ma non sono sicurissimo che questa foto sia stata fata proprio a Monte Carlo):

Bernie%20Cooper%202.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel '58 si corse anche la seconda edizione del Trofeo dei Due Mondi anche detto "Monzanapolis", visto che si basava su due corse, la Indy 500 e la 500 miglia di Monza, disputata sull'ovale sopraelevato.

 

In pratica uno scontro tra monoposto americane e quelle europee.

 

Date le altissime velocità , pericolose per le gomme, fu disputata per sicurezza in tre batterie (denominate rispettivamente"Premio Esso", "Premio Mobil" e "Premio Shell")

 

Peccato che finora non abbia trovato dei filmati (ne ho reperiti solo sull'edizione '57).

 

Il più veloce in qualifica fu Luigi Musso, che girò alla fantascientifica media di 281 km/h

 

Eccolo al volante: la sua auto era una Ferrari studiata appositamente per quella corsa, la 412 MI (Monza-Indy) con motore V12 di oltre 4000 cc, potenza di 415 CV e velocità  max di 320 km/h.:

 

2n6c190.jpg

 

In corsa, Musso avrà  ripetuti malori (dovuti alle pesanti esalazioni delle miscele di carburanti) e alternandosi con Phil Hill e Mike Hawthorn arriveranno 3° al traguardo.

 

Ecco la 412 MI a 12 cilindri in corsa con Hawthorn:

 

5dp20o.jpg

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gran Premio di Gran Bretagna 1958, Peter Collins prima della partenza sulla sua Ferrari 246.

 

La sua penultima corsa, la sua ultima vittoria. Morirà  due settimane dopo al Nurburgring, durante il GP di Germania:

 

2ew2jy8.jpg

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monte Carlo 1958:

 

16 piloti al via, solo 6 al traguardo... Altri 15 non si sono neanche classificati per la gara. Altri tempi...

 

WXfQIUt.jpg

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le "Monzanapolis" si disputavano sull'anello di alta velocita' di Monza percorrendolo al contrario,rispetto al solito,per venire incontro agli assetti delle auto provenienti dagli USA ed "abituate"  ad Indy.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

01 - Buenos Aires

 

 

Jean Behra precede l'altra Maserati 250F di Fangio

 

eV9r15C.jpg

 

 

Luigi Musso, Ferrari D246

 

EsW1aby.jpg

 

 

La classe di Mike Hawthorn...

 

TF5IE1d.jpg

 

 

... che qui precede Stirling Moss

 

QTJXUM1.jpg

 

 

Il giovane talento inglese porta alla vittoria la Cooper T43 della Scuderia di Rob Walker, la prima monoposto di F1 con motore posteriore a vincere un Gp iridato. Una pietra miliare nella storia della F1.

 

XRqpvGV.jpg

 

UnLWNUC.jpg

 

RrIYiH3.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

02 - Montecarlo (parte 1)

 

 

Briefing pre-gara: Mike Hawthorn, Jean Behra, Ron Flockhart, Roy Salvadori, Stirling Moss, Jack Brabham, Peter Collins

 

S9UP4ro.jpg

 

 

Il 29enne debuttante Graham Hill...

 

IZYXsMb.jpg

 

 

...porta in pista l'altrettanto esordiente Lotus

 

6iTcEKF.jpg

 

JIroG6h.jpg

 

 

Jean Behra durante le prove, al volante della BRM P25

 

po92KUF.jpg

 

 

Paul Emery sulla Connaught B di Bernie Ecclestone

 

KPhHb7Q.jpg

 

 

La Cooper T43 ufficiale di Jack Brabham...

 

XqAaIeB.jpg

 

 

... e quella privata di Maurice Trintignant, sostituto di Moss.

 

pKCE5xz.jpg

 

 

Problemi a Massenet per Cliff Allison mentre transita il compagno di squadra Hill.

 

r8BOm5K.jpg

 

 

Moss, passato alla Vanwall, precede Hawthorn, Brabham e Trintignant nei primi giri mentre si trova in terza posizione, alle spalle di Behra e Brooks.

 

2ONjslG.jpg

 

 

Moss e Musso controllano gli inseguitori al Gasometro.

 

opa67vR.jpg

 

bNSPDW3.jpg

 

 

Sempre Luigi Musso che precede Hawthorn e Schell al Gasometro...

 

RAwVJZW.jpg

 

 

... e poi sfreccia su quello che è l'odierno rettilineo di partenza.

 

otWowaj.jpg

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

(parte 2)

 

Un bellissimo controsterzo di Peter Collins al tornante della Stazione...

 

CFfwpGl.jpg

 

 

... e all'uscita dalla piazza del casinò

 

2qpOwzC.jpg

 

 

Hawthorn nelle stesse curve

 

KD52m9T.jpg

 

SHITJB4.jpg

 

 

Ancora Hawthorn che bracca Moss

 

vL4ry6a.jpg

 

 

Sicurezza in corsia box

 

BjpnND1.jpg

 

 

Maria Teresa De Filippis

 

cD54cxM.jpg

 

nMoaWQb.jpg

 

O408Vz5.jpg

 

 

Tre Maserati 250F

 

Gerino Gerini - Scuderia Centro Sud

 

0buYKiz.jpg

 

 

Louis Chiron - Scuderia Andrè Testut

 

gBBJOnI.jpg

 

 

Jo Bonnier - Privato

 

zYHpyT5.jpg

 

 

Il vincitore Maurice Trintignant, premiato da Ranieri e Grace, ascolta l'inno nazionale.

 

3C6R37Q.jpg

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

immagini molto belle !

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posso dire di aver conosciuto di persona uno dei piloti immortalati in queste superbe foto postate da Gio, anzi, "una" pilota: si tratta di Maria Teresa de Filippis, che incontrai nel 2005 a Milano, proprio nel periodo in cui facevo delle ricerche d'archivio su indicazione degli autori del libro sulla vita della de Filippis, che fu pubblicato nello stesso anno. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

03 - Zandvoort

 

 

Rob Walker cazzia Trintignant per essersi presentato ai box in ritardo.

 

d2J5pkp.jpg

 

 

Giorgio Scarlatti in borghese

 

Ti5TD2Q.jpg

 

 

Il box BRM

 

cLwKip1.jpg

 

 

Hill e Allison leggono la rivista di Chapman a scrocco.

 

uDHuvBp.jpg

 

 

Prima fila tutta Vanwall con Lewis-Evans, Moss e Brooks

 

8S8PWhs.jpg

 

 

Nelle retrovie dello schieramento ci sono la Ferrari di Musso (6), la Maserati di Gregory (12) e l'altra Maserati di Scarlatti (10)

 

Tc2uGp8.jpg

 

 

Moss e Lewis-Evans alla Hunzerug

 

Jn6k5wV.jpg

 

Um8S2oT.jpg

 

 

Mike Hawthorn, sempre impeccabile

 

PxPPSnZ.jpg

 

 

Un affannato Jack Brabham fra le dune di sabbia.

 

plhfjMW.jpg

 

 

Lo statunitense Harry Schell, secondo classificato alle spalle di Moss.

 

fFV3N0u.jpg

 

 

La Lotus 12 di Cliff Allison.

 

BIVX4A9.jpg

 

 

Debutta in F1 la Porsche con il nobile olandese Carel Godin de Beaufort che porta in pista una RSK privata.

 

Nk1WX3T.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Impressionante la sensazione di "giocattolo" che da la Lotus di Allison al confronto delle altre auto

 

Nella foto di Schell 2 marinai della Kriegmarine osservano incuriositi.. :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

04 - Spa Francorchamps (parte 1)

 

 

Partiti!

Moss (Vanwall) attacca la salita del Raidillon seguito da Brooks (Vanwall), Gendebien (Ferrari), Behra (BRM), Collins (Ferrari), Schell (BRM), Hawthorn (Ferrari), Lewis-Evans (Vanwall), Brabham (Cooper), Allison (Lotus), Bonnier (Maserati), Musso (Ferrari), Hill (Lotus), Salvadori (Cooper), Godia-Sales (Maserati), Seidel (Maserati), Trintignant (Maserati), De Filippis (Maserati)

 

Q64a24L.jpg

 

 

Stuart Lewis-Evans con una paratia dell'ala anteriore danneggiata dopo un contatto (-25% di downforce all'anteriore)

 

rT9kKHm.jpg

 

 

Schell controlla Bonnier e Brooks alla frenata della Source.

Notare gli attuali box con l'architettura aghiforme dell'epoca.

 

Njcvdn4.jpg

 

 

Box BRM

 

EQWGq6C.jpg

 

 

Collins si mangia il Raidillon

 

RBq0XA3.jpg

 

 

Quando i meccanici potevano guidare una F1

 

uahoSJn.jpg

 

 

Mike Hawthorn alla Source

 

p9MTmTv.jpg

 

dSPmsNV.jpg

 

 

Luigi Musso all'Eau Rouge

 

EMpUbSP.jpg

 

 

John Cooper discute con uno dei suoi meccanici sotto lo sguardo attonito di Black Jack

 

OU8oyWL.jpg

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Collins nervoso, Musso impreciso, Hawthorn bravo e fortunato.

 

A Francorchamps la squadra Ferrari è già  un calderone pronto a esplodere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

04 - Spa Francorchamps (parte 2)

 

 

L'immagine di Stirling Moss affissa a bordo pista sembra osservare la tecnica di Maria Teresa De Filippis.

 

82a1Sqt.jpg

 

dLCPhFu.jpg

 

WbOtp4b.jpg

 

aniJYHD.jpg

 

 

La Maserati 250F della Scuderia centro Sud portata in pista da Maurice Trintignant.

 

SSNK8oG.jpg

 

 

Francisco Godia-Sales su una Maserati privata

 

gIhSZE9.jpg

 

 

Cliff Allison all'Eau Rouge

 

8PDRTnX.jpg

 

 

 

Il vincitore, Tony Brooks

 

C0OQGOJ.jpg

 

UindHdK.jpg

 

AR1JeAi.jpg

 

5mn4bzT.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Collins nervoso, Musso impreciso, Hawthorn bravo e fortunato.

 

A Francorchamps la squadra Ferrari è già  un calderone pronto a esplodere.

 

... e infatti...

 

05 - Reims (parte 1)

 

In Francia, oltre alle solite 3 monoposto ufficiali, ne viene schierata una quarta per il rientrante Von Trips.

 

P1CXjSt.jpg

 

BxnOfHK.jpg

 

 

Stirling Moss sembra sereno.

 

CuHiQmP.jpg

 

 

Approfittando della sua presenza in Europa a seguito della Monzanapolis, Mr.Carroll Shelby debutta in F1 al volante della Maserati 250F della Scuderia Centro Sud di Mimmo Dei

 

PCWaRSn.jpg

 

hMGL9QM.jpg

 

 

Dopo la delusione di Indianapolis (non qualificato) Fangio torna nel suo regno, sempre con la Maserati. Ma la magia non c'è più...

 

h0r3zvL.jpg

 

 

Mike Hawthorn mette a segno la sua seconda pole position.

 

u2OmmzO.jpg

 

 

Fangio e Hawtorn (sempre con l'immancabile fifì) si scambiano opinioni prima del via.

 

uATsq5X.jpg

 

 

In prima fila l'inglese è affiancato da Musso e Schell.

 

vewgDtG.jpg

 

 

Seconda fila per Von Trips e Brooks, terza fila per Moss (fuori inquadratura), Trintignant e Fangio.

P6v0F5X.jpg

 

 

Quarta fila per Collins e Behra

 

Xl36AQJ.jpg

 

 

In settima fila si schiera un altro debuttante che diventerà  famoso, Phil Hill, al volante della Maserati privata di Jo Bonnier. Al suo fianco Shelby e Roy Salvadori con la Cooper, in netta difficoltà  su un circuito così veloce. Dietro di loro, Graham Hill.

 

SJ5VvRU.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

05 - Reims (parte 2)

 

Von Trips e la via di fuga a Thillois

 

wV66Il8.jpg

 

 

Moss inseguito da Behra in un duello che continua quasi per tutta la gara...

 

HHelDE4.jpg

 

 

... con l'inserimento di Fangio e Schell

 

IGSEZkP.jpg

 

 

Maurice Trintignant alle prese con lo specchietto.

 

LczbWyI.jpg

 

 

Graham Hill porta all'esordio la nuova Lotus 16, la cui aerodinamica ricorda molto la Vanwall (progettata, tra gli altri, da Colin Chapman)

 

flcACvh.jpg

 

zSxFeQe.jpg

 

 

Il serbatoio dell'olio della Maserati di Phil Hill porta i segni di un tamponamento.

 

UMzVZ0N.jpg

 

 

Mike Hawthorn vince il GP senza mai abbandonare il comando...

 

V7K1f3P.jpg

 

 

... ma al 9° giro il suo compagno di squadra Luigi Musso perde il controllo della 246F1 all'uscita della curva du Calvaire e perde la vita.

 

J9Qtxiq.jpg

 

rWs9HWt.jpg

 

xo1e2Kp.jpg

 

 

A fine gara, la notizia sconvolge tutti.

 

Juan Manuel Fangio decide di ritirarsi definitivamente dalle corse.

 

ZsxZJ1M.jpg

 

KhQq0GX.jpg

 

 

Luigi Musso, 33 anni, di Roma.

 

X619iWv.jpg

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non vi sembra che l'attuale raggio di curva del Radillon sia notevolmente "addolcito" rispetto a quanto si vede nelle foto del 1958?.

 

P.S:ancora grazie a Gio per le foto...direi emozionanti.E' la prima volta che vedo la foto del Calvaire con i segni degli penumatici della 246 di Musso .

 

Fiamma Breschi,allora fidanzata di Musso e futura "confidente" del Drake,speculo' abbastanza su una presunta manovra di Hawthorne che,secono lei,fu la causa dell'uscita di Musso : dal distacco tra i 2 al momento del passaggio sul traguardo del 9° giro sembra abbastanza improbabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non vi sembra che l'attuale raggio di curva del Radillon sia notevolmente "addolcito" rispetto a quanto si vede nelle foto del 1958?.

 

Mi pare che abbiano fatto lo stesso lavoro fatto alla Curva Grande di Monza per ricavare la via di fuga.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare che abbiano fatto lo stesso lavoro fatto alla Curva Grande di Monza per ricavare la via di fuga.

 

Esatto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fiamma Breschi,allora fidanzata di Musso e futura "confidente" del Drake,speculo' abbastanza su una presunta manovra di Hawthorne che,secono lei,fu la causa dell'uscita di Musso : dal distacco tra i 2 al momento del passaggio sul traguardo del 9° giro sembra abbastanza improbabile.

 

Stenderei un velo fin troppo pietoso sulla "signora".

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...