Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

Al restart è caduto pure Crutchlow (stessa curva, proprio dove si era fermata la moto di Lorenzo) moto demolita e sospetto infortunio alla mano destra

Link to post
Share on other sites

  • Replies 112
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Pista ridicola

Mi dispiace dirlo, ma è stato uno sciocco. Tirare al limite al venerdì, con la pista insidiosissima (mille cadute oggi), già  non ha senso di suo, figuriamoci se hai una placca che ti tiene insieme la

Oggi Rossi moooooooolto deludente, un quinto posto virtuale che lo ripiomba al livello pre-Assen di ultimo di quelli che vanno.   Mondiale aperto, il forfait di Pedrosa apre la porta a Marquez, ment

Dalle prime notizie fornite dai medici non ci sarebbero nuove fratture sulla clavicola operata, ma la placca inserita con le 8 viti si sarebbe piegata leggermente. Per questo i medici stanno valutando la possibilità  di un nuovo intervento, compatibilmente con la situazione di sofferenza di Lorenzo.

 

Anche Cal Crutchlow è stato portato in Clinica Mobile per accertamenti, da cui è uscito con fasciature varie (anche per le abrasioni del mattino) e un punto alla mano.

 

http://www.sportmediaset.mediaset.it/motogp/motogp/2013/articoli/1004506/motogp-jorge-lorenzo-cade-ancora-proprio-sulla-spalla-operata.shtml

Link to post
Share on other sites

La placca inserita nell'intervento di Assen si è piegata e non è escluso un nuovo intervento per sistemarla, nei prossimi giorni.

Escluse altre fratture alla clavicola operata.

Condizioni monitorate di ora in ora. Dovrebbe saltare questa gara, mentre il dottor Costa ha parlato di stop anche per Laguna Seca.

Caduta anche per Cruthclow: colpo al gomito destro ed ha un'abrasione alla mano destra, più un gonfiore all'avambraccio sinistro. Non ci dovrebbero essere fratture.

Link to post
Share on other sites

Sachsenring, Libere 2: spunta Bradl tra le cadute

Brutti voli per Lorenzo e Crutchlow: Cal sembra ok, per lo spagnolo invece si teme per la clavicola operata

 

Le brutte cadute di Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow hanno un po' fatto passare in secondo piano l'aspetto sportivo della seconda sessione di prove libere del Gp di Germania di MotoGp. Il maiorchino è stato vittima di un violento highside alla curva 12 ed è atterrato in maniera molto rovinosa sulla spalla già  operata due settimane fa: ora è alla Clinica Mobile per accertamenti, ma è chiaro che questi sono momenti di grande trepidazione nel box della Yamaha.

 

Il portacolori della Yamaha Tech 3 invece ha perso l'anteriore nella discesona, ma per lui le notizie sono già  piuttosto rassicuranti: ha preso un colpo al gomito destro ed ha un'abrasione alla mano destra. A preoccupare un po' di più è il gonfiore patito all'avambraccio sinistro, ma sarebbe già  stata esclusa la presenza di fratture.

 

A questo punto possiamo passare ad analizzare la classifica, partendo dal grande exploit di Stefan Bradl, che sulla pista di casa è riuscito a mettere davanti a tutti la sua Honda del Team LCR in 1'22"030. Il tedesco è stato davvero bravo perchè è riuscito a mettere un paio di decimi tra sé e le due RC213V ufficiali di Dani Pedrosa e Marc Marquez.

 

Nonostante l'incidente sia avvenuto nei primissimi minuti, in quarta posizione c'è proprio Jorge Lorenzo, che è stato più veloce di Valentino Rossi, parso un pizzico meno brillante rispetto a questa mattina, anche se distanziato di soli 365 millesimi.

 

La migliore delle Ducati è quella di Nicky Hayden, autore del sesto tempo a mezzo secondo nonostante una scivolata avvenuta alla curva 3 nei minuti conclusivi del turno. L'americano ha preceduto la prima delle CRT, che ancora una volta è la ART-Aprilia di Aleix Espargaro.

 

Segue Andrea Dovizioso, costretto a ritornare sulla Ducati GP13 standard, in quanto la sua "evo" è andata distrutta (si è crepato il telaio) nell'incidente di questa mattina e non è riparabile nell'ambito del weekend. La top ten poi si chiude con la Honda di Alvaro Bautista e con l'altra Desmosedici di Andrea Iannone, che completa anche il quadro dei piloti distanziati di meno di un secondo.

 

Da segnalare anche l'assenza in pista di Karel Abraham, fermato da un violento attacco influenzale che lo ha costretto a rimanere a riposo e a non salire sulla sua ART-Aprilia CRT. A terra, ma senza problemi, infine, ci è finito anche Bryan Staring.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/29200/moto-gp-sachsenring-libere-2-spunta-bradl-dopo-le-brutte-cadute-di-lorenzo-e-crutchlow

Link to post
Share on other sites

Lorenzo molto probabilmente out per il Sachsenring

La placca inserita sulla clavicola si è piegata e nei prossimi giorni potrebbe essere sostituita

 

Molto probabilmente Jorge Lorenzo non sarà  della partita al Sachsenring. I primi esami effettuati in Clinica Mobile dopo la caduta avvenuta nella seconda sessione di prove libere del Gp di Germania della MotoGp hanno escluso la presenza di nuove fratture alla clavicola sinistra, ma evidenziato un danneggiamento della placca che gli è stata inserita con l'intervento chirurgico di due settimane fa.

 

Il dottor Caceres ha spiegato che la placca non si è spezzata, ma si è piegata e quindi provoca un fastidioso dolore al pilota della Yamaha. Tra le altre cose, non ha escluso che nei prossimi giorni il maiorchino non debba essere sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico per riallineare la placca.

 

Ora le condizioni di Jorge verranno monitorate nelle prossime ore, ma appunto appare molto difficile che possa tornare in sella alla sua M1 in questo weekend (il dottor Costa ha addirittura parlato della possibilità  che salti anche la gara di Laguna Seca). Non resta che attendere un comunicato ufficiale della Yamaha che possa chiarire la situazione.

 

Il discorso comunque sembra legato proprio ad una scelta di Lorenzo, che deve decidere se optare per un nuovo intervento per fare in modo che la clavicola si torni a saldare a regola d'arte o se è pronto a correre il rischio di continuare così.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/29202/moto-gp-jorge-lorenzo-molto-probabilmente-non-corre-al-sachsenring

Link to post
Share on other sites

Mi dispiace dirlo, ma è stato uno sciocco. Tirare al limite al venerdì, con la pista insidiosissima (mille cadute oggi), già  non ha senso di suo, figuriamoci se hai una placca che ti tiene insieme la clavicola. Doveva essere più prudente, senza per questo rinunciare, perché no?, alla vittoria domenica.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Mi dispiace dirlo, ma è stato uno sciocco. Tirare al limite al venerdì, con la pista insidiosissima (mille cadute oggi), già  non ha senso di suo, figuriamoci se hai una placca che ti tiene insieme la clavicola. Doveva essere più prudente, senza per questo rinunciare, perché no?, alla vittoria domenica.

 

Tutto vero, però sono piloti, è la loro natura, vivono per quello

Edited by Bertoku
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Comunque è un vero dispiacere, Lorenzo ha dimostrato qualcosa in più della velocità  in Olanda. Lo considero, dal 2010, il più forte, ciononostante se Pedrosa vincerà  il titolo lo avrà  meritato, anche le "non-cadute" sono importanti, vedi Mugello.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Espargarà³ più forte anche degli ufficiali :zrzr:

 

Sembra nulla di grave per Pedrosa.

Edited by Fede
Link to post
Share on other sites

Sachsenring, Libere 3: Marquez vola, Pedrosa cade

Dietro al rookie della Honda stupisce uno strepitoso Espargaro. Prime indicazioni positive su Dani

 

Jorge Lorenzo non ci sarà  per il resto del weekend, Dani Pedrosa è caduto rovinosamente questa mattina e, come dice il proverbio, quando il gatto non c'è i topi ballano: in questo caso ovviamente la parte del "topino" spetta a Marc Marquez, che è stato il più veloce nella terza sessione di prove libere del Gp di Germania.

 

Il rookie della Honda è stato l'unico capace di infrangere il muro dell'1'22" e con il suo 1'21"903 ha messo la sua RC213V davanti a tutti nella classifica cumulativa delle prime tre sessioni, ovvero quella che vale l'accesso diretto alla Q2.

 

Nella classifica cumulativa alle sue spalle c'è Stefan Bradl, che non è riuscito a migliorare il crono di ieri, rimanendo comunque nelle parti alte della classifica. La vera sorpresa della mattinata però è stata senza ombra di dubbio Aleix Espargaro, che con la sua ART-Aprilia CRT si è portato addirittura al terzo posto nella classifica cumulativa (vista la sua rinuncia, non si tiene più conto di Lorenzo).

 

Segue Dani Pedrosa che, suo malgrado, è stato quello di cui si è parlato di più questa mattina: il pilota della Honda è stato vittima di un rovinoso highside alla curva 1, cadendo molto male sulla spalla sinistra. Si è subito temuto per una frattura della clavicola, ma le prime indicazioni che arrivano dal centro medico fortunamente sembrano escludere questa possibilità .

 

La top five si completa con Valentino Rossi, ancora accreditato del tempo che aveva ottenuto nella prima sessione. Il "Dottore" precede l'altra Yamaha di Cal Crutchlow, che ha ottenuto il suo miglior tempo proprio stamani nonostante gli acciacchi relativi alla brutta caduta di ieri.

 

Per quanto riguarda le Ducati, Nicky Hayden ha chiuso con il settimo posto, mentre Andrea Dovizioso entra in Q2, ma deve ringraziare il forfait di Lorenzo, perchè in realtà  sarebbe stato 11esimo nella classifica cumulativa. Tra le due GP13 ufficiali si sono inseriti poi anche Alvaro Bautista e Bradley Smith. Questo vuol dire che invece Andrea Iannone dovrà  cercare il passaggio in Q2 affrontando la Q1.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/29218/moto-gp-sachsenring-libere-3-marquez-vola-pedrosa-cade

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...