Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts

GP Germania, Sachsenring (3700 m), 14 luglio 2013:

 

sachsenring_img_7771_original.jpg

 

 

Record della pista:

MotoGP:

Pole position: Casey Stoner, Ducati Desmosedici, 1'21"067, 12 luglio 2008

Giro veloce: Daniel Pedrosa, Honda RC212V, 1'21"846, 17 luglio 2011

 

Moto2:

Pole position: Marc Mà¡rquez, Suter MMXII, 1'24"733, 16 luglio 2011

Giro veloce: Alex de Angelis, FTR M212, 1'25"167, 8 luglio 2012

 

Moto3:

Pole position: Sandro Cortese, KTM M32, 1'42"989, 7 luglio 2012

Giro veloce: Sandro Cortese, KTM M32, 1'36"728, 8 luglio 2012

(NB: il record appartiene a Maverick Vià±ales in 1'28"159)

 

 

Albo d'oro GP Germania:

4ls8.png

xv4h.png

nuj.png

ogcb.png

 

 

Record vincitori:

p9kp.png

Edited by Fede
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 112
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Pista ridicola

Mi dispiace dirlo, ma è stato uno sciocco. Tirare al limite al venerdì, con la pista insidiosissima (mille cadute oggi), già  non ha senso di suo, figuriamoci se hai una placca che ti tiene insieme la

Oggi Rossi moooooooolto deludente, un quinto posto virtuale che lo ripiomba al livello pre-Assen di ultimo di quelli che vanno.   Mondiale aperto, il forfait di Pedrosa apre la porta a Marquez, ment

A me per giocarci piace un sacco, specie il primo intermedio e il discesone :asd:

 

Qui Pedrosa e Rossi vanno forte di solito, spero lo facciano anche quest'anno  :zizi:

Link to post
Share on other sites

Sarù duretta per Lorenzo.. Già  non ama il tracciato (anche se non si direbbe vista la sfilza di secondi posti consecutivi fatti in MotoGP dal 2009) in più si tratta di una pista particolarmente fisica, alla distanza dovrà  calare..

 

L'anno scorso la Honda fu di un altro pianeta, Marquez e Pedrosa hanno ottenuto diversi successi, molti dei quali con un vantaggio considerevole sugli avversari, vedremo.

Link to post
Share on other sites

Io qui vedo gli hondisti favoriti. La statistica parla chiaro, in più Lorenzo non è al massimo e Rossi, per quanto mi riguarda, rimane un'incognita. Chiaramente attenzione anche a Crutchlow e terrei sott'occhio anche Bradl che gioca in casa.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sachsenring, Libere 1: Lorenzo subito davanti

Nonostante non sia ancora al 100%, Jorge ha preceduto Pedrosa e Rossi. A terra Dovi, Iannone e Crutchlow

 

Se non è ancora al 100% della condizione fisica, gli altri possono iniziare a tremare pensando a quando lo sarà : stiamo ovviamente parlando di Jorge Lorenzo, che ad appena due settimane dall'operazione alla clavicola sinistra è subito riuscito a mettere la sua Yamaha davanti a tutti nella prima sessione di prove libere del Gp di Germania.

 

Il pilota spagnolo ha abbassato costantemente i suoi tempi, arrivando alla fine a fermare il cronometro su un crono di 1'22"047, grazie al quale ha staccato di 174 millesimi la Honda del leader del Mondiale Dani Pedrosa, che di solito è l'uomo da battere su questa pista, avendo sempre vinto dal 2010 ad oggi.

 

Probabilmente "Camomillo" si è un po' nascosto, perchè è risalito in classifica solo nel finale. Dunque, per ora non sembra avere lo stesso passo delle due Yamaha ufficiali: oltra a Jorge Lorenzo, infatti, anche Valentino Rossi ha girato con una cerca costanza sul passo dell'1'22", chiudendo con poco meno di due decimi di distacco nei confronti del compagno di squadra.

 

La top five si completa poi con il tandem di Honda composto da Marc Marquez e dall'idolo locale Stefan Bradl, che però sono leggermente più distanziati a tre e a quattro decimi. Solo sesto l'uomo al centro delle voci di mercato delle ultime settimane, ovvero Cal Crutchlow: il britannico paga 422 millesimi da Lorenzo, ma va detto che nel finale è anche caduto alla curva 1, proprio quando gli altri hanno ancora abbassato i loro tempi.

 

Continua a stupire Aleix Espargaro, che ha piazzato la sua ART-Aprilia CRT in settima posizione (si era qualificato settimo anche ad Assen), ma è soprattutto il distacco di meno di sei decimi ad essere davvero impressionante per lo spagnolo, per quanto il Sachsenring sia comunque la pista più corta dell'intero Mondiale.

 

E' stata una sessione davvero difficile, infine, per le Ducati: Andrea Dovizioso ed Andrea Iannone sono stati vittime di due cadute spettacolari nella discesa della curva 12, cavandosela senza un graffio, ma danneggiando in maniera piuttosto evidente le versioni più aggiornate delle loro Desmosedici. La migliore delle GP13 è stata quindi quella standard di Nicky Hayden, che occupa l'ottava posizione a 0"7, ma anche l'americano ha corso un bel brivido nello stesso punto.

 

http://www.omnicorse.it/magazine/29189/moto-gp-sachsenring-libere-1-jorge-lorenzo-subito-davanti-a-pedrosa-e-rossi

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...