Jump to content
GLI ULTIMI ARTICOLI

Recommended Posts


Oggi ci sarebbe da sghignazzare di disprezzo (o disperazione...) al solo pensare che anni fa su una griglia di partenza potevi trovare contemporaneamente un motore Ferrari V12, un Ford V8, un Matra V12, un BRM H16, un Maserati V12, un Repco V8, un Weslake V12...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Oggi ci sarebbe da sghignazzare di disprezzo (o disperazione...) al solo pensare che anni fa su una griglia di partenza potevi trovare contemporaneamente un motore Ferrari V12, un Ford V8, un Matra V12, un BRM H16, un Maserati V12, un Repco V8, un Weslake V12...

A me basterebbe anche avere tutti la stessa architettura (tutti ad es: 3.0L V10/V8/V6 con il criceto) ma libero sviluppo e soprattutto libera elettronica, non si può vedere la Formula 1 odierna avere motori di cilindrata inferiori ad una vettura di serie minori (es: Gp2 che hanno un 4.0L V8, o una WSR che hanno un 3.2 V6) che dovrebbe esserne la categoria madre, e soprattutto avere le parti meccaniche alla stregua di un monomarca (es: elettronica per tutti uguale con tanto di limitazioni sulle modifiche, cambio che ti deve durare 9 vite come i gatti e se lo sostituisci ti giochi la gara perchè partire 10 posizioni indietro in circuiti dove non sorpassi è una follia, motori che devono durare manco fossimo alla 24 ore LeMans).

La formula 1 deve essere il top tecnologico non deve essere un prodotto accessibile a tutti, se non si è al top tecnicamente non ha senso parteciparvi, avere 3 team malgrado facciano tutti gli sforzi per sembrare team di formula 1 che se fatti partecipare alla gara di contorno di GP2 non avrebbero nemmeno li la certezza di vincere è una mascheratura, per loro è uno spreco di soldi perchè non raccolgono risultati e gli sponsor fuggono, per la formula 1 è una perdita di credibilità .

Si vuole contenere i costi? Obbiettivo vero e sacrosanto, ma non è mettere paletti o fornire pezzi da monomarca o aumentare la durata di alcuni che fà  abbattere i costi, perchè se da un lato ci sono team che hanno risparmiato attenendosi scrupolosamente al restrittivo regolamento, altri hanno investito milioni di euro in più per trovare altre soluzioni altrettanto legali ma che magari con maggiore libertà  in altri campi non sarebbero mai arrivati a doverle sviluppare.

E poi ci vogliono i test, altrimenti con tutti questi simulatori alla fine avremmo macchine che si guidano dai box con il pilota seduto sul divano del motorhome con un joypad in mano.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Invece per me non è affatto giusto che sia imposta una identica architettura a tutti. Se uno vuole 6 cilindri e un altro 16, devono poterlo fare.

Non sono d'accordo nemmeno sulla cilindrata: nel 1961-1965 la F1 era 1500 aspirato, quindi molto piccola secondo i tuoi parametri, eppure le macchine andavano molto più veloci delle precedenti 2500 (1954-1960) o 4500 (1947-51)........

Le auto di serie americane sono sempre state enormi, non mi pare un parametro indicativo, e la F1 in varie fasi della sua storia aveva una cilindrata di 3000 cc. E magari contemporaneamente c'erano le vetture Endurance da 5000 o addirittura 7000.......

Link to post
Share on other sites

:up: sono perfettamente d'accordo con sundance. Quel che ci vorrebbe sarebbero delle regole coerenti per "armonizzare" cilindrate e architetture diverse. Un tempo succedeva senza problemi.

Quando Ferrari iniziò ad avere seri problemi con il vecchio 12 cilidri 3000 a bancate di 60° non più competitivo nei confronti degli ultimi sviluppi del Cosworth DFV, che aveva potenza paragonabile ma era più leggero e semplice e girava più basso, Forghieri s'inventò un nuovo gioiello che, dal 70 agli 80, disputò agli inglesi la supremazia del settore permettendo alle vetture di Maranello di competere rispetto alle loro più efficenti soluzioni telaistiche. Il tipo 001 (arrivò alla denominazione 015) era un 2991 a 12 cilindri contrapposti a V di 180°, erroneamente definito "boxer", che in 10 anni "crebbe" di un centinaio di Cv... nella sua ultima versione

530 CV a 12.500 giri.

Ferrari-312T-0053.jpg

Ferrari-312T-0042.jpg

Ferrari-312T-0032.jpg

Oggi con queste regole del cappero su motori bloccati e quant'altro chi ha Newey vince e agli altri restan briciole. Devono liberalizzare l'area motore, aprendo la strada agli ibridi veri, buttando nel cesso questi Kers del piffero.

Va ben lo spettacolo ma allora, spettacolo per spettacolo, meglio Briatore e le manches inframezzate da signorine in abiti succinti... che anche l'occhio vuole la sua parte.

C'era una volta la favola della F1 tempio di velocità  e pure ricerca per le migliori tecnologie automobilistiche... per dirla in ode manzoniana " Ella fu. Siccome immobile, dato il mortal sospiro, stette la spoglia immemore orba di tanto spiro, così percossa, attonita la terra al nunzio sta...".

Ormai, grazie all'ineffabile azione promozionale del sempiterno vicepresidente FIA e alla sua costante voglia di sangue "fresco", il discorso su primazia tecnologica e ricerca ha preso altre strade, precisamente queste:

audi_motorsport_120531_0149_2.jpg

http://paulsf1.wordpress.com/tag/audi-r18tdi-engine/

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Dal 2014 con i turbo i motori dovrebbero tornare ad essere più protagonisti, almeno per i primi anni cioè fino a quando non congeleranno anche quelli...

Vi linko questi articoli che ho trovato molto interessanti... :)

http://www.blogf1.it/2012/09/12/f1-2014-uno-sguardo-ai-nuovi-motori-v6-turbo/

http://www.omnicorse.it/magazine/21747/f1-tecnica-scopriamo-lo-ers-del-motore-turbo-2014-parla-roberto-dalla-di-marelli

http://www.omnicorse.it/magazine/22629/f1-tecnica-il-v6-renault-turbo-girera-a-dodici-mila-giri

Link to post
Share on other sites

3D interessante per chi ha la passione delle corse.

In effetti le attuali regole sono Castranti per i motoristi lasciando tutto o quasi all'aerodinamica & Co.

Certamente dal '14 forse si vedrà  qualcosa d'interessante che finalmente potrebbe portare qualcosa di utile nella auto comuni cosa che purtroppo non avviene orma da anni, azi per certi aspetti sono + evolute le utilitarie che non le F1.

Il futuro della auto da produzione è ormai tracciato sempre + verso la trazione elettrica con l'ibrido che fa da ponte tra passato e futuro.

Mi piacerebbe le il moto sport tornasse il traino dell'evoluzione tecnologica ma per farlo anche nelle corse si deve puntare sempre + sulla trazione elettrica.

Interessante anche che la FIA sita pensando ad una Formula E, ma se mettono un unico fornitore per le Batterie viene vanificato tutto visto che è il componente che dovrebbe essere maggiormente sviluppato.

Edited by Sèvero
Link to post
Share on other sites

Oggi ci sarebbe da sghignazzare di disprezzo (o disperazione...) al solo pensare che anni fa su una griglia di partenza potevi trovare contemporaneamente un motore Ferrari V12, un Ford V8, un Matra V12, un BRM H16, un Maserati V12, un Repco V8, un Weslake V12...

Mi basterebbe tornare al 1991-1992, con Honda V12, Honda V10, Renault V10, Lamborghini V12, Ilmor V10, Ferrari V12, Judd V10, Judd V8, Ford V8, Porsche V12 in pista contemporaneamente.

Link to post
Share on other sites

Quant'era bella la F1 con molte case motoristiche in pista.... altro che le 3 case di oggi..

oltre alla mancanza di case il punto è che i motori sono tutti uguali e non contano più a NIENTE. Sono disgustato.

Una volta il motore era un 30% delal vettura adesso conta un 1% è solo un accessorio.

Link to post
Share on other sites

Sono più che d'accordo sulla necessità  di liberalizzare il regolamento sui motori, che penalizza ingiustamente il vero cuore di una F1 e rende il campionato alla stregua di un monomarca: per me ogni casa/costruttore dovrebbe gestire in autonomia il proprio propulsore, realizzando architetture e soluzioni che ritiene appropriate, con metodi e tecnologie personali; se la FIA regolamentasse solo cilindrata e consumi, si potrebbe assistere a una varietà  tecnica adeguata al campionato e magari favorire un po' la competizione (=spettacolo) tra i costruttori.

Link to post
Share on other sites

Mi basterebbe tornare al 1991-1992, con Honda V12, Honda V10, Renault V10, Lamborghini V12, Ilmor V10, Ferrari V12, Judd V10, Judd V8, Ford V8, Porsche V12 in pista contemporaneamente.

Dovremmo capire se non si può tornare a quelle situazioni a causa dei soldi o a causa delle regole troppo troppo stringenti.

Mi spiego meglio: i costruttori non partecipano più alla F1 attuale perchè non la considerano più una fonte di guadagno, oppure perchè non possono/vogliono adeguarsi a queste regole?

Link to post
Share on other sites

Dovremmo capire se non si può tornare a quelle situazioni a causa dei soldi o a causa delle regole troppo troppo stringenti.

Mi spiego meglio: i costruttori non partecipano più alla F1 attuale perchè non la considerano più una fonte di guadagno, oppure perchè non possono/vogliono adeguarsi a queste regole?

Un po tutto, troppo lontana dalla produzione e ragioni economiche visto che tutte le principali case in realtà  stanno soffrendo il mercato

Link to post
Share on other sites

Purtroppo la Prossima Formula E che avrebbe dovuto essere una buona idea diventa un monomarca o quasi http://www.quattroru...ioco-la-mclaren

Esatto! Mi chiedo se non sia volontà  di qualcuno (Ecclestone, FIA o i team) portare il tutto sempre più vicino a qualcosa di simile alla monomarca in F1 per avvicinare così maggiormente gli sponsor "extra-F1", rendere i campionati tirati fino all'ultimo e aumentare così il pubblico (e quindi ancora più pubblicità  e sponsor).

La riduzione dei costi per me è solo una balla.

Link to post
Share on other sites

oltre alla mancanza di case il punto è che i motori sono tutti uguali e non contano più a NIENTE. Sono disgustato.

Una volta il motore era un 30% delal vettura adesso conta un 1% è solo un accessorio.

Si mure anche a me sta cosa non piace. E aggiungiamoci che ora sono quasi indistruttibili e ciò diminuisce abbastanza lo spettacolo.

Link to post
Share on other sites

Se volessero veramente rendere la F1 stimolo per la ricerca ed evoluzione per il futuro dell'automobile, IMHO, sarebbe semplice eliminare DRS e KERS cose inutili ed anti competitive, obligare che le ruote siano mosse da motori elettrici e lasciare alla fantasia dei costruttori sul coem raggiungere i 300 KM di percorrenza del GP così tornerebbe ad essere la fucina di idee per il futuro dell'automobilismo e non un insieme di castrature regolamentari come sono adesso.

Link to post
Share on other sites

Ma non fregano niente a nessuno le idee per il futuro o per le auto di serie! L'importante è la vernice di facciata, per il resto non c'è un grammo di legame tra la F1 e il resto dell'universo. E' solo, sottolineo, solo, uno spettacolo televisivo per guadagnare molti soldi. La "ricerca" è finita oltre quarant'anni fa.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×
×
  • Create New...